Galleria

Nel cuore della tecnologia Keshe


La Fondazione Keshe (di cui abbiamo già parlato in un recente post) ha rilasciato ieri un video divulgativo sui principi di funzionamento della tecnologia free-energy che sarà messa a disposizione dell’umanità. La traduzione italiana che vi offriamo in questo post vi permetterà di comprendere le nuove possibilità che si aprono in campo sanitario, ambientale, dei trasporti e soprattutto per quanto riguarda l’indipendenza energetica individuale. Lòthlaurin

Questo video è una breve introduzione alla Fondazione Keshe e alla sua tecnologia, destinata ad essere condivisa con voi e con il resto del mondo. I governi mondiali ne sono già a conoscenza ed è molto importante che anche voi facciate altrettanto perché può cambiare le nostre vite completamente.

La Fondazione

La Keshe Foundation è stata fondata da Mehran Keshe, nato in Iran e laureato in ingegneria nucleare alla University of London. Negli ultimi 40 anni le sue ricerche si sono concentrate sulle dinamiche del plasma caricato elettricamente e utilizzato come fonte di energia e di campi gravitazionali. La Keshe Foundation è registrata come organizzazione senza scopo di lucro in Olanda ed ha la sua sede permanente a Ninove, in Belgio. Essendo un’organizzazione di ricerca spaziale, il suo obiettivo è stato lo sviluppo di tecnologia ad uso spaziale come il trasporto, la generazione di energia, i sistemi sanitari e la nutrizione per persone che viaggiano nello spazio.

Vediamo ora come Mr. Keshe ha scoperto come generare e controllare i campi gravitazionali. Questa scoperta ha centinaia di potenziali applicazioni che potrebbero contribuire a risolvere la maggiorparte dei problemi fondamentali del mondo, come carenza di energia, acqua, cibo e la contaminazione ambientale.

I principi di funzionamento

Tutto inizia con una nuova e diversa concezione della creazione della forza di gravità e della capacità di replicarla. Quando campi magnetici di simile intensità interagiscono, possono legarsi formando dei pacchetti sferici dinamici più grandi. Quando questi pacchetti dinamici rotanti interagiscono reciprocamente, generano a loro volta campi gravitazionali e magnetici. Ogni campo magnetico contiene allo stato di plasma tutti i tre principali tipi di materia: Materia, Antimateria, e Materia Oscura. Questi tre tipi di Materia interagiscono integrandosi in un più grande sistema dinamico, chiamato Plasma Fondamentale Originario o Neutrone.

Il neutrone può decadere nella coppia protone + elettrone, rilasciando pacchetti di radiazioni elettromagnetiche sotto forma di luce o energia. Notate che questo non è il modello fisico insegnato oggi nelle università! Ad ogni modo, simili condizioni di plasma magnetico sono state riprodotte in semplici reattori al plasma durante test ed esperimenti, rendendo possibile trasformare una semplice bottiglia di Coca-Cola in un reattore al plasma. La scoperta di questi nuovi principi ci permette di generare e controllare la materia e l’energia nei differenti stati di aggregazione solido, liquido e gassoso.

Eminenti scienziati hanno valutato e accettato l’applicabilità di questo metodo. Per spiegazioni più dettagliate visita il nostro sito web o leggi i nostri libri.

Sistemi sanitari

Siccome i viaggi spaziali saranno sempre più lunghi, gli astronauti avranno bisogno di un dispositivo sanitario portatile che li aiuterà a guarire da ogni tipo di malattie. Le cellule umane sono costituite da una combinazione di campi magnetici plasmatici che formano la struttura atomica di idrogeno, ossigeno, carbonio e azoto, le parti costituenti degli aminoacidi nel corpo umano. La nostra tecnologia sanitaria spaziale agisce direttamente su questa struttura anatomica plasmatica del corpo umano e la induce a ripristinare il suo stato di salute originale. La procedura è veloce, non richiede l’uso di compresse, iniezioni e non ha effetti collaterali.

Questa tecnologia è già stata sperimentata numerose volte grazie alla partecipazione di volontari che avevano rinunciato ad ogni altra forma di terapia medica. Sul nostro sito web potete visionare testimonianze e video delle sperimentazioni su SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), cancro, sclerosi multipla, morbo di Parkinson e cancrene. Visitate il nostro sito web per saperne di più sui molti altri casi gravi che abbiamo trattato. Per fissare un appuntamento presso le nostre strutture sanitarie in Belgio è disponibile un modulo di richiesta.

Altre applicazioni

La tecnologia Keshe può essere usata per risolvere i problemi mondiali più urgenti.

Energia

Con la nostra tecnologia è possibile produrre batterie e generatori di corrente al plasma fino a 10 kW senza bisogno di alimentazione, fornendo energia pulita e gratuita.

Trasporti

I reattori al plasma con doppio campo magnetico generano magnetismo e gravità e possono sollevare veicoli o navette. È possibile effettuare anche viaggi spaziali in condizioni simili a quelle terrestri.

Ambiente

Sfruttando il principio parallelo di attrazione magnetica, i nostri sistemi possono decontaminare fughe chimiche e radioattive e possono assorbire efficientemente le emissioni di anidride carbonica generando acqua pulita.

Nuovi materiali

Nel 2005 la nostra tecnologia è stata implementata in oltre 300 brevetti, come ad esempio la creazione di materiali conduttori per i processi industriali. Vi rinviamo al nostro sito web per approfondimenti.

Lo scopo di questo video è dire a tutti che queste tecnologie esistono, sono qui ora ed appartengono a voi. Essendo un’organizzazione senza scopo di lucro, la Keshe Foundation non appartiene ne è dipendente da alcuna organizzazione o società a carattere commerciale. Per assicurare il rilascio della tecnologia e per evitare il caos nel sistema, cerchiamo di collaborare con i governi che vogliono ricevere questa tecnologia e metterla a disposizione dei cittadini.

Purtroppo stiamo ancora incontrando molta resistenza da parte di qualche sistema di potere e da parte di corporations che si sentono falsamente minacciati da questa tecnologia. La fondazione è pacifica, non-religiosa e punta a rilasciare conoscenze scientifiche, tecnologie e soluzione ai grandi problemi mondiali. È importante per voi sapere che è vostro diritto beneficiare di questa tecnologia. Per riuscirci, dovrete fare le seguenti tre cose:

  1. Condividete questo video così informerete un maggior numero di persone. Più persone ne verranno a conoscenza, più difficile sarà opporre resistenza o bloccare i cambiamenti imminenti;
  2. Tenetevi informati attraverso gli articoli, le video conferenze e i documenti consultabili gratuitamente sul nostro sito;
  3. Chiedete all’ambasciatore della vostra nazione in Belgio di partecipare ai nostri eventi e di ricevere la tecnologia, così che possa renderla disponibile alla vostra nazione. Sul nostro sito web è stata messa a disposizione appositamente una lettera.

La tecnologia esiste e i suoi metodi sono stati comprovati. Anche se potrà sembrarvi troppo bello per esser vero, così stanno le cose. La tecnologia è vostra, quindi assicuratevi di potervi avere accesso per costruire un futuro migliore per tutti noi!

© 2012 Keshe Foundation
www.keshefoundation.org

Traduzione italiana: Lòthlaurin
Hearthaware blog
reblogging link → hearthaware.wordpress.com | Nel cuore della tecnologia Keshe

Nota: in data 10 settembre lo staff di Iconicon Post ha doppiato il video in italiano. Sostituiamo la versione inglese allegata originariamente al post con quella più aggiornata in lingua italiana.

[featuring: Iconiconstudio YouTube channel]


Potrebbe interessarti anche…

Tecnologia free-energy dalla Keshe Foundation

Mehran Keshe sull’incontro del 6 settembre

Intervista a Mehran T. Keshe

39 commenti su “Nel cuore della tecnologia Keshe

  1. Pingback: Keshe Foundation – promo intro video. Nel cuore della tecnologia Keshe. « lo specchio del pensiero

  2. Pingback: NEL CUORE DELLA TECNOLOGIA KESHE | RAGIONE e SENTIMENTO

  3. Pingback: Intervista a Mehran T. Keshe | Hearthaware

  4. Una domanda a Lòthaurin,
    al quale rinnovo tutti i miei complimenti e ringraziamenti per l’enorme lavoro che sta svolgendo.
    Sono stati pubblicati su questo sito alcuni post con previsioni catastrofiche e altri, come questo che direi quantomeno contengono nuove tracce e soluzioni per l’Umanità.
    La mia domanda è: come si integrano secondo te le “due correnti”?
    La butto lì: futuri possibili ancora in via di definizione?
    Vorrei sapere la tua, Lòth. Grazie mille.
    Stavolta un abbraccio ancora più grande del solito… Ciao.

    • Franca, è sempre un piacere sentirti. Ti sei fatta una domanda intelligente e ti sei data una risposta altrettanto intelligente. Ci sono tante timeline possibili attualmente, noi con la coscienza della 3D le chiamiamo “possibilità”. Se potessimo fare un salto in 6D a dare un’occhiata a cosa c’è lassù, troveremmo tutte queste “possibilità” allo stato di realtà effettivamente esistenti allo stato potenziale ed immanifesto. Allo stato attuale le forze in gioco sul pianeta sono estremamente ed inconcepibilmente varie, ad ognuna tende a manifestare la timeline con la quale si trova in risonanza. Una di queste forze in gioco è la coscienza di massa dell’umanità, che ha il potere di spostare l’ago della bilancia da una parte e dall’altra. Lo stato energetico complessivo è un mosaico sfaccettato con tanti tasselli di diversi colori, e per capire quale colore sembra apparire come predominante nell’intero mosaico, bisognerebbe guardarlo dall’alto e per intero, connettendosi con la matrice eterica planetaria e osservare come varia il suo “colore/qualità energetica” nel “tempo”. Oltre ad essere multiforme questa realtà è anche in corso di divenire, perchè ogni istante gli uomini manifestano attraverso il loro libero arbitrio. Un’altro fattore da considerare è che per brevità e coesione tematica, ogni post deve focalizzarsi su una determinato e limitato argomento. Per rientrare nel paragone del mosaico, quando lo si legge è come se si guardasse da vicino una solo tassello del mosaico che ha un ben preciso colore, perdendo di vista l’insieme: in quell’istante si è portati per induzione a pensare che l’intero mosaico abbia proprio quel colore, finchè non cambiamo prospettiva abbracciandone una più ampia. Sempre grazie per i complimenti che mi fai! Spero di averti risposto😀

  5. Non credo di aver mai ricevuto una risposta più esauriente, Lòth.,
    In realtà, ti confesso, cercavo più una conferma, che una risposta…
    e sulla mia stessa frequenza…🙂
    Ti abbraccio.

  6. Pingback: Nel cuore della tecnologia Keshe – intervista a Mehran Keshe. « Raggioindaco blog.

  7. Pingback: Il caso Lacerta: rivelazioni di una rettiliana – 2°parte | Hearthaware

  8. Non dubito che simili soluzioni potrebbero essere vantaggiose per le comunità; tuttavia mi chiedo se non siamo già fin troppo tecnologicamente avanzati per quello che è il nostro generale livello di evoluzione spirituale. Per quel che ne so, nei decenni passati sono state già inventate tecnologie avanzate – e poi fatte sparire. Forse la Keshe F. è stata più scaltra dei suoi predecessori nel metterle a punto e poi diffonderle al grande pubblico (anche perché oggi ci sono più strumenti che lo permettono) ma a mio parere non sarà la tecnologia a risolvere i nostri veri problemi.

    • Mnemosyne, tutto dipende da che genere di problemi si vuol considerare.
      Non esistono VERI problemi e FALSI problemi. Esistono problemi di varia natura.
      Progresso tecno-scientifico e spirituale offrono un approccio complementare. Andando, in ultima analisi, a lavorare sull uomo in modo virtuoso e sinergico.
      Questa è la tendenza: non la separazione della scienza fisica e della scienza spirituale, ma la loro reciproca integrazione.
      Dunque anzichè aver paura di alzare troppo il livello tecnologico, ragionando in modo rinunciatario e statico, pensiamo solo a progredire! Perchè anche nel progresso tecnologico è insito un progresso spirituale.
      L uno supporterà l altro.
      Bloccare l uno in attesa che qualcosa si sblocchi nell altro sarebbe totalmente sbagliato.
      Il momento di un grande salto evolutivo è arrivato. Per chi sente la tendenza verso l evoluzione.

  9. Pingback: KESHE FOUNDATION: In arrivo Free Energy per tutti | Dioni

  10. Pingback: La Fondazione Keshe – Cos’è e come funziona | Articoli e News

  11. Pingback: KESHE FOUNDATION: Il futuro è arrivato. | STAMPA LIBERA

  12. Pingback: Mehran Keshe sull’incontro del 6 settembre | Hearthaware

  13. Pingback: KESHE FOUNDATION: Il futuro è arrivato. | Informare per Resistere

  14. Hola a tod@s
    desde Espana Pais Vasco un gran saludo,
    gracias a tod@s por hacer de este mundo viajedo un poco mejor
    a todos los guerrer@s de la luz

  15. Hola
    bunyorno…
    consciencia planetaria…
    sin miedo… a evolucionar.. por t@dos somos uno…
    gran proyecto mis amigos fortu italia al mundo libre,
    Gracias,
    Guerrer@s de la Luz

  16. È possibile autocostruire il generatore fino a 10kw? Se si; come si fa ad ottenere i
    progetti costruttivi? Secondo me, il miglior sistema per convincere gli increduli, è metterli di fronte alla realtà delle cose. Io , se avessi i progetti, proverei senz’altro a costruire il generatore! Saluti. NON vi fermate! Diffonderò il più possibile i vostri video.

    • Abbiamo visto i .pdf con i brevetti europei, francamente se non sei un ingegnere non riuscirai ad interpretarli. Penso che nei prossimi post li pubblicheremo, più che per agevolare l’autocostruzione, per dimostrare che non è tutta aria fritta. In ogni caso vi teniamo aggiornati.

  17. Pingback: Brochure informativa sulla tecnologia Keshe | Hearthaware

    • E non sei l’unica, in base alle e-mail pervenuteci. C’è qualcosa di anomalo, sì. Vediamo di approfondire la questione.
      p.s. I commenti che inserisci necessitano di un tempo per la moderazione, quindi anche se non li vedi comparire subito, stai certa che il sistema li ha registrati e entro breve tempo lì pubblicherà.🙂

  18. Pingback: La Keshe Foundation | Saluti da Casa

  19. Mi ricordo che da piccolo avevo molti sogni, un po come tutti credo, no?! Adesso che sono grande mi piacerebbe realizzarne qualcheduno, ma purtroppo la politica attuale si è presa tutti i miei sogni e penso di non parlare solo per me!!! Devo ammettere che da quando ho saputo della fondazione Keshe il mio spirito si è ravvivato un po e ho ricominciato a sognare, perchè sognare è bello e fa bene allo spirito!!!
    Teneteci informati e Grazie…🙂

  20. Pingback: Nel cuore della tecnologia Keshe | La Via del Risveglio

  21. Pingback: L’Italia ha aderito al programma spaziale di Keshe! | Hearthaware

  22. Perchè avere paura? È il momento giusto perchè l’umanità faccia il salto di qualità che in molti auspichiamo e aspettiamo. Chi ha letto Kryon già da tempo sa dell’arrivo di queste nuove tecnologie. La Fisica quantistica ha già rivoluzionato il nostro modo di pensare e il nostro approccio con l’energie. Dobbiamo avere fiducia e capire che siamo tutti uniti. Attendo tutte le notizie che potete trovare… un abbraccio a tutti e un grazie grandissimo…

  23. Nn posso credere ke succeda ma me lo auguro il prima possibile!
    Grazie Keshe

  24. Cari amici,
    Occorre informarsi sulla TECNOLOGIA KESHE!!!
    Il mondo può cambiare, ma occorre che ognuno si dia da fare per diffondere questa conoscenza.
    Lo sapete che il 21 marzo 2013 ci sarà la Conferenza di Pace Mondiale a cui tutti i Governi dovrebbero partecipare per firmare il TRATTATO DI PACE e così poter dare inizio ad una nuova era con infinite possibilità?

    Abbiamo appena creato una nuova petizione per il Governo Italiano e spero vorrete firmarla, si chiama: I Governi firmino il Trattato di Pace il 21 marzo 2013!
    È una questione molto importante per noi e insieme possiamo fare la differenza! Se la firmerete e poi la condividerete con i vostri amici e contatti, riusciremo presto a ottenere il nostro obiettivo di 1000 firme e potremo cominciare a fare pressione per ottenere il risultato che vogliamo.
    Clicca qui per saperne di più e per firmare:
    http://www.avaaz.org/it/petition/I_Governi_firmino_il_Trattato_di_Pace_il_21_marzo_2013/?launch

    Vi chiediamo anche di firmare in quest’altro altro link, il quale contiene una petizione simile (è recente) ma indirizzata ai Governanti di tutto il mondo affinché firmino il Trattato di Pace.
    http://www.avaaz.org/en/petition/World_Peace_Treaty_1/?cNoKrab

    Grazie mille,
    Sabina e Damaso
    se vi interessano altri articoli su Keshe e sul trattato di pace, scrivete alla nostra mail, vi rispondiamo con tutto il cuore!

  25. Salve,
    beh, il 21 marzo 2013 era ieri e non c’è stato a mio avviso nessun trattato di pace da parte dei governi di tutto il mondo; quindi presumo che l’approccio al mondo sembra non sia troppo convincente per tanto suggerisco di far qualcosa di diverso e straordinario come ha fatto Gesù al suo discepolo San Tommaso invitandolo a toccare con le dita le sue ferite sul costato.

I commenti sono chiusi.