Galleria

Il caso Lacerta: rivelazioni di una rettiliana – 2°parte


← Continua dalla prima parte. Da quando il caso Lacerta si è diffuso in rete, molto variegate sono state le opinioni suscitate. È stato ovviamente additato di essere un fake (se così fosse, il talentuoso autore andrebbe subito scritturato per sceneggiare un film di fantascienza…); è stato accusato di essere uno strumento di manipolazione rettiliana nei confronti degli umani, anche se sua limitata eco mediatica e la singolarità irripetuta dell’episodio non sembrerebbero avvalorare quest’ipotesi; è stato infine considerato un crogiuolo di informazioni autentiche di cruciale importanza. Di certo all’epoca le rivelazioni fatte da Lacerta sono parse così incredibili da indurre l’intervistatore ad aggiungere due introduzioni in cui, con la mano sul cuore, giurava sulla veridicità della trascrizione.


NOTA. Abbiamo reso disponibile il testo sia nel corpo del post, sia in formato download per gli amanti del cartaceo (il file .pdf è linkato in fondo al post). Il testo è stato tradotto in italiano da Ori1 per il sito www.menphis75.com che ringraziamo per aver mantenuto on-line i Lacerta files in lingua italiana. La suddivisione in paragrafi intitolati non è originale: l’abbiamo introdotta per semplificare la lettura e la memorizzazione. Nel testo il termine originale in lingua svedese “Illojim” è stato convertito con quello di uso più corrente “Elohim”.

Contenuto della seconda intervista

  • Lacerta sostiene che la realtà fisica è una pura illusione olografica, generata da un’oscillazione di campo che concentra l’energia in forme;
  • la tecnologia rettiliana è basata sul plasma, il 4° stato di aggregazione della materia;
  • lo stato di plasma è utilizzato per la generazione di campi gravitazionali capaci di far levitare gli UFO dei rettiliani terrestri (incredibilmente coincide con il funzionamento della innovative tecnologie della Keshe Foundation, n.d.H.);
  • la materia-energia universale è suddivisa in vari livelli di concentrazioni energetiche che determinano i livelli di coscienza;
  • i poteri psichici dei rettiliani terrestri originano dall’interazione della coscienza con il campo morfogenetico;
  • Lacerta conferma che l’incidente UFO di Roswell coinvolse alieni veri e spiega il motivo dello schianto;
  • fu stipulato un patto, poi interrotto, fra governo USA ed alieni nei termini di basi militari e nulla osta alle abductions in cambio di retroingegneria;
  • per le razze aliene ostili o neutrali l’umanità è solo un freddo oggetto di studio, sperimentazione e sfruttamento;
  • Lacerta spiega come distinguere un UFO reale da un fake;
  • motivi e modalità del primo incontro di Lacerta con E.F.;
  • descrizione dettagliata delle basi sotterranee dei rettiliani terrestri;
  • … e molto altro.

Introduzione alla seconda intervista

Ancora una volta riaffermo che il seguente testo è assolutamente veritiero e non è una finzione. E’ composto da tre cassette originali registrate il 24 Aprile 2000 con un registratore durante la mia seconda intervista con la creatura rettiliana conosciuta come “Lacerta”. Su richiesta di Lacerta, il testo originale di 31 pagine è stato riveduto ed accorciato per affrontare meglio alcune domande e risposte. Alcune domande sono state parzialmente accorciate o modificate, mantenendone il messaggio ed il significato originale. Questa parte dell’intervista, che siano menzionate o non menzionate direttamente nella trascrizione, a a che fare principalmente con faccende personali, dimostrazioni paranormali, il sistema sociale della specie rettiliana e la tecnologia e la fisica aliena.

Il cambio di data del secondo incontro è dovuto ad una possibile sorveglianza della mia persona dopo la pubblicazione della prima trascrizione. Nonostante tutto sia stato fatto su consiglio di Lacerta per mantenere segreta la mia identità, soltanto due giorni dopo la distribuzione del documento, si sono verificati strani eventi. Vi prego di non considerarmi un paranoico; comunque, credo che la pubblicazione dell’intervista abbia attirato l’attenzione ufficiale o l’attenzione di qualche organizzazione su di me. Finora, ho sempre considerato le persone convinte di essere seguite alla stregua di burloni. Ma in seguito agli eventi verificatisi in Gennaio ho cominciato a cambiare le mie convinzioni. Tutto cominciò con un black-out della mia linea telefonica per diverse ore. Quando il telefono tornò ad essere operativo, cominciarono ad esserci strani echi e rumori di sottofondo durante le mie chiamate. Un difetto decisamente non comune (apparentemente). Durante la notte, dati importanti sono scomparsi dal disco rigido del mio computer. Il programma di scansione ha riportato “settori difettosi” che stranamente corrispondevano ai settori dove erano contenuti dati come immagini e documenti testuali proveniente dall’intervista. Questi “settori difettosi” contenevano inoltre dati su alcune mie ricerche sul paranormale (Fortunatamente, il materiale era stato conservato anche in dei floppy). Inoltre ho scoperto per puro caso alcuni dati nascosti in una directory nascosta. Il nome che appariva nei dati e nella struttura della directory era “E72UJ.” Un amico, esperto di computer, non è riuscito a ricavare nulla da questa sigla e proprio quando stavo per mostrargli tutto, la struttura della directory scomparve. Una sera, trovai la porta del mio appartamento spalancata e il mio impianto TV acceso – ed io sono assolutamente sicuro di averlo spento.

Un minivan con dei simboli Inglesi e con il logo di una catena di supermercati Europea parcheggiò di fronte casa mia. Notai lo stesso minivan in diverse occasioni, che camminava dietro la mia macchina ad una certa distanza, anche quando visitai la città di… a circa 65 chilometri di distanza. Quando ritornai, la macchina era nuovamente dall’altra parte della strada. Non ho mai visto nessuno entrare o uscire da quella macchina. Il bussare nella porta e nei finestrini dipinti non ha causato nessuna reazione dall’interno. Dopo circa due settimane, il minivan scomparve di nuovo. Quando informai E.F. di questi eventi, mi suggerì di cambiare luogo e data dell’incontro per garantire la mia sicurezza e quella di Lacerta. L’incontro ha avuto luogo il 27 Aprile 2000 in una località isolata. Che io sappia nessuno ci ha controllato.

Ancora una volta, tutto ciò può sembrare strano e paranoico, un pò come un lavoro di fantasia preso da un film di fantascienza di serie B; comunque, posso soltanto ripetere e garantire al lettore ancora una volta che tutta questa è la realtà inalterata. Credete alle mie parole o non credeteci. Queste cose sono successe e continueranno a succedere, che voi ci crediate o meno. Finchè non sarà troppo tardi. La nostra civiltà è in pericolo.

3 Maggio 2000
Ole K.

27 Aprile 2000

10. Reazione alla prima intervista

[Commento di Ole. K.: L’incontro cominciò vagliando diverse domande ed opinioni che ho ottenuto dai lettori della prima trascrizione in forma anonima attraverso i miei amici fidati. Alcune di queste opinioni – tutte occupano circa 14 fogli di carta – contengono commenti di vario tipo, dal radicalmente religioso al tendenzialmente fanatico fino a commenti riguardo un contatto di benvenuto con specie rettiliane. Alcuni commenti contengono frasi stereotipate del tipo “Servi dell’Inferno” o “Specie del Maligno”. Non voglio continuare a dare descrizioni dettagliate qui perchè non voglio fomentare ulteriormente altri pensieri falsi e radicali.]

Domanda: Leggendo questi commenti a carattere religioso e animoso, cosa ne pensi e come ti senti? La relazione tra la tua specie e la nostra è davvero basata su questo tipo di totale negazione?

Risposta: Ti stupisce il fatto che io non ne sia minimamente turbata? Mi aspettavo simili reazioni estremiste. La totale negazione dell’esistenza di altre specie (sopratutto rettiliane) come nel vostro caso è fortemente insidiata nella coscienza di ogni individuo. Questo antico condizionamento deriva dai giorni della vostra terza creazione artificiale e, biologicamente parlando, è stata passata come informazione genetica da generazione in generazione. L’identificare la mia specie con potenze oscure era una delle intenzioni primarie degli Elohim, ai quali piaceva immedesimarsi nel ruolo di potenze di luce – una cosa a dir poco paradossale, considerando che la loro specie umanoide era estremamente sensibile alla luce del sole. Forse ti aspettavi che io mi offendessi, quindi suppongo di averti deluso. Questi atteggiamenti non sono in realtà colpa vostra: state semplicemente seguendo per la maggior parte quello che è stato inculcato ai vostri antenati. È comunque deludente che molti di voi non siano riusciti a sviluppare una coscienza individuale, per questo motivo sarebbe d’aiuto per voi superare il condizionamento. Come ho già detto, noi siamo stati in contatto diretto per diversi secoli con alcune delle vostre tribù primitive: queste tribù riuscirono a superare la vecchia “programmazione”; erano in grado di incontrarci senza tensione, odio e rifiuto. Apparentemente molti dei vostri moderni individui civilizzati non sono in grado di pensare per conto loro, ma si lasciano guidare dalla programmazione e dalla religione (che è anch’essa una manifestazione di quell’antica programmazione e parte del piano degli Elohim). Quindi, commenti di quel genere li considero più divertenti che irritanti; confermano semplicemente in larga maniera le mie supposizioni sul vostro ristretto modo di pensare.

Domanda: Di conseguenza voi non siete la “Specie del Maligno” come detto prima?

Risposta: Come dovrei risponderti? La vostra gente pensa ancora seguendo un semplice e completamente inappropriato schema di generalizzazione. Parlando semplicemente, non esistono specie puralmente malvagie. In ogni specie terrestre ed extraterrestre esistono individui buoni ed individui cattivi; voi stessi ve ne rendete conto; ma non esiste assolutamente una specie completamente malvagia. Questo concetto è davvero molto primitivo. Voi credete da tempo immemore quello che i vostri creatori vi hanno fatto credere. Ogni specie conosciuta, anche la più sviluppata, consiste in un grande numero di coscienze individuali (almeno una parte della coscienza è individuale, sebbene vi siano campi di connessione della coscienza); questi spiriti autosufficenti sono in grado di decidere liberamente uno stile di vita che può essere buono o cattivo, basandoci sui vostri standard umani. Ancora una volta, dipende dal punto di vista; la vostra gente non è proprio in una posizione tale da essere in grado di giudicare una specie molto più avanzata come buona o cattiva, perchè il vostro punto di osservazione è posto più in basso. Le vostre semplici parole “buono” e “cattivo” sono in ogni caso un esempio di una tendenza verso la generalizzazione; nel mio linguaggio sono presenti diversi concetti per descrivere le varie sfumature di significato riguardanti i comportamenti rapportati alle norme sociali.

Anche queste razze extraterrestri inclini ad agire con antagonismo nei vostri confronti non sono “Specie del Maligno”, sebbene operino in maniera negativa e senza rispetto per la vostra razza. Loro fanno tutto ciò per le loro ragioni e non perchè siano cattivi; voi siete stati concepiti e strutturati con un modo di pensare più lineare a focalizzato rispetto al loro, quindi vi comportate di conseguenza. L’attitudine di una specie nei confronti di un altra specie dipende fortemente dai propri rispettivi modi di pensare; ogni specie setta le sue priorità. Classificare tutto ciò come “buono” o “cattivo” è davvero primitivo, per la sopravvivenza di qualunque specie vi sono lotte di vario tipo. Non escluderei nemmeno la mia stessa razza da tutto ciò, si sono infatti verificati alcuni eventi nel passato che personalmente non condivido ma di cui non parlerò. Nessuno di questi eventi si è verificato negli ultimi 200 anni della vostra scala temporale. Ma ti prego di tenere presente questi: non esistono razze assolutamente buone come non esistono razze assolutamente cattive, perchè ogni specie è composta da individui.

11. Sulla fisica universale

Domanda: Nelle lettere che ho ricevuto vi era spesso la richiesta di maggiori dettagli circa la fisica avanzata di cui hai parlato l’ultima volta. Molta gente sostiene che le tue parole non abbiano senso. Per esempio, come funzionano gli UFO, come fanno a volare, come fanno a fare quelle manovre?

Risposta: Come dovrei spiegarlo alla gente? Non è così semplice. Lasciami pensare per un minuto. Devo sempre utilizzare delle parole molto semplici per renderti chiarti i principi di base della scienza avanzata. Proviamo così: devi avere chiari alcuni fatti fondamentali. La primissima cosa consiste nel dovere suddividere lo stesso concetto del mondo fisico, perchè ogni esistenza consiste di strati differenti. Diciamo per semplificare che esso consista di una illusione materiale e di una sfera di influenza (non esiste nessuna traduzione esatta per questa parola “feldraum”: ‘feld’ vuol dire ‘campo’, ‘raum’ vuol dire ‘spazio, stanza, espanso’: quindi lo tradurrò come “sfera di influenza”, n.d.t.). Certe condizioni fisiche sono associate solo con il regno materiale, mentre altre condizioni più complicate sono associate solo con la sfera di influenza del mondo materiale. Il vostro concetto del mondo fisico è basato su una semplice illusione materiale. Quella illusione è ulteriormente suddivisa in tre condizioni base o elementari della materia. Esiste anche una importantissima quarta condizione; è il confine nella sfera di influenza o il regno del plasma. Per voi, la teoria di una trasformazione controllata o di una elevazione della frequenza della materia e l’esistenza stabile di una quarta condizione di aggregazione della materia non è molto comune, o comunque esiste ad un livello molto primitivo. Esistono solo cinque stati della materia, ma parlare anche dello stato post-plasma non farebbe altro che confonderti ulteriormente. E comunque non è necessario per capire la teoria di base; è connesso con diversi fenomeni che voi vi limitereste a classificare come paranormali. Torniamo alle teorie essenziali: plasma… ora, con plasma io non intendo solo “gas caldo” – così come la vostra gente classifica il concetto – ma piuttosto intendo una più alta condizione di aggregrazione della materia. Lo stato plasma della materia è una forma speciale della materia che sta tra la sua reale esistenza e la sfera di influenza, tutto qui, una completa perdita di massa e un accrescimento di energia in varie forme ogniqualvolta la materia è “premuta o urtata” (nessuna spiegazione è stata data riguardo l’utilizzo delle parole “premuta”, “urtata” usate in questo contesto. Le vostre ipotesi valgono quanto le mie, n.d.t.).

Il quarto stato della materia è molto importante per alcune condizioni fisiche che possono essere usate per esempio per… come dovrei fartelo capire… generare antigravità (questa è una parola umana molto strana e non è molto corretta, ma dovresti capirlo meglio in questo modo). Essenzialmente, nel mondo della fisica reale, non esistono forze bipolari, ma piuttosto soltanto un “comportamento riflettivo dipendente dall’osservatore” di una singola, grande forza unificata a differenti livelli. Con l’antigravità o la distribuzione delle caratteristiche gravitazionali su livelli, uno può, per esempio, causare la levitazione della materia apparentemente solida; questo metodo è utilizzato in parte da noi e dagli extraterresti come mezzo di propulsione per i loro UFO. Voi vi state muovendo su un livello molto primitivo verso un principio simile da utilizzare nei vostri progetti militari segreti, ma dato che voi avete più o meno rubato questa tecnologia (e vi è stata falsamente passata intenzionalmente dagli extraterrestri), mancate di una vera comprensione della fisica; come risultato, dovete affrontare problemi riguardanti l’instabilità e disturbi. Non ti sembra che questo sia un ulteriore esempio del discorso su “buono” o “cattivo”? Voi giocate con forze sconosciute e così accettate la morte dei vostri compagni, perchè muoiono per una causa più importante, ovvero per l’avanzamento della vostra tecnologia, che a sua volta verrà utilizzata per scopi bellici ovvero negativi. Adesso, qualcuno può darvi il beneficio del dubbio, ovvero che solo una piccola parte della vostra specie è a conoscenza di questi progetti alieni che sono considerati – come lo spiegheresti tu – top secret. Vi è stato detto che più alto è l’ordinale e/o il numero di classificazione della materia, più semplice è l’innalzamento della condizione, ma è corretto soltanto in parte. Se non potete trattare queste potenze, allora è meglio che non ci proviate. Ma la tua specie è sempre stata ignorante e da tempo immemore prova a giocare con forze che non riesce neanche a capire. Perchè dovrebbe cambiare?

Ricordi la faccenda della fusione del rame? Con la fluttuazione al giusto angolo con il campo di radiazioni indotte, il rame viene fuso con altri elementi. (L’illusione della materia è fusa, i campi nella sfera di influenza si sovrappongono l’uno con l’altro, ma la forza principale sarebbe riflettuta da quel processo e assumerebbe una caratteristica quasi-bipolare). La conseguente connessione e il campo non sarebbero quindi stabili nella normale condizione della materia e non adatta per certi compiti. Come risultato, l’intero spettro di campo viene capovolto verso una condizione più alta di simil-plasma, dove lo spettro si unisce con questo ruvido cambiamento al polo opposto – la parola non è corretta – del campo di forza e ricorda molto un cambio gravitazionale. Questo cambio provoca un “sussultarsi” della forza repulsiva quasi-bipolare, che adesso non scorre più verso l’interno del campo di forza, ma in parte verso l’esterno. Il risultato è un campo di forza riflettente inter-stratificato che è davvero difficile da modulare all’interno di particolari confini tecnici in relazione alle sue personali caratteristiche. Può anche occuparsi di una moltitudine di compiti, come per esempio, fare levitare e manovrare un massivo numero di oggetti volanti. Può anche fungere come camuffamento nel regno delle radiazioni elettromagnetiche così come manipolare una sequenza temporale di eventi – ovviamente in maniera molto limitata – ed anche altre cose. Hai familiarità con il vostro “effetto.tunnel quantistico”? Anche l’ampiezza delle equalizzazioni tra la materia genuina può essere raggiunto con uno di questi tipi di campo se la frequenza e la distanza dal piano del campo è abbastanza alta. Sfortunatamente, tutto ciò che ti ho spiegato usando le vostre parole è venuto fuori molto primitivo, temo. Suonerà piuttosto strano e certamente impossibile per la tua comprensione, ma può darsi che questa semplice spiegazione possa esserti d’aiuto a comprendere. Ma di nuovo, forse no.

12. I poteri psichici paranormali

Domanda: Vi è una spiegazione scientifica per i fenomeni paranormali, come per esempio i tuoi poteri mentali?

Risposta: Si. Per spiegarlo, bisogna rendersi conto della realtà fisica della sfera di influenza (‘feldraum’). Ci proverò… aspetta solo un secondo… devi separarti mentalmente dall’illusione che ciò che vedi è la vera natura dell’Universo. È piuttosto la superfice di un lato dell’Universo. Immagina che tutta la materia qui presente – questo tavolo, questa matita, questo apparecchio, questo foglio – non esistano realmente, ma siano soltanto il risultato di una oscillazione di campo e di una concentrazione energetica. Tutto la materia che vedi, ogni creatura, ogni pianeta e stella in questo universo, ha una “informazione equivalente ad energia” nella sfera di influenza che si trova in un campo principale – il livello generale (delle cose). Adesso, non è presente solo un livello, ma diversi. L’ultima volta, ho menzionato quella specie altamente sviluppata in grado di cambiare livello (che è qualcosa di completamente differente dal semplice cambio di bolla, in quanto le bolle sono una parte di ogni livello). Capisci? Le dimensioni, così come le chiamate voi, solo parte di una bolla solitaria, le bolle o la schiuma universale sono parte di un livello, e i livelli sono strati nella sfera di influenza, mentre la sfera di influenza, agento nella capacità della singola misura fisica, è essenzialmente infinita; è composta da innumerevoli strati di informazione-energia e livelli generali. Non vi sono livelli nulli nella sfera di influenza; sono tutti gli stessi, ma sono separati dal significato delle loro condizioni energetiche. Vedo che ti sto confondendo. Forse è meglio fermarmi con la spiegazione.

Domanda: No, continua pure. Come nascono concretamente i poteri paranormali?

Risposta: Benissimo allora. Proviamo qualcosa di più semplice. Di nuovo, non è completamente esatto, ma cominciamo in questa maniera: la materia tangibile in questo lato è rispecchiata nella sfera di influenza (feldraum) come un campo composto da strati distinti. Questi strati contengono informazioni, come per esempio, circa la semplice struttura della materia o la frequenza della stringa, ma vi è anche una informazione derivata dallo sviluppo della materia. Hai familiarità con il concetto umano dei “campi morfogenetici”? Una parte dello strato si potrebbe definire in questo modo. Adesso, vi è anche un’altro strato intermedio per il quale purtroppo non vi è il relativo concetto umano, dato che la sua teoria non è comune nel pensiero umano. Chiamiamolo “para-strato”, dato che questo strato è il principale responsabile di tutto ciò che voi chiamate PSI e paranormale e che si trova al di fuori dei confini della vostra scienza primitiva. Questo para-strato si trova tra gli strati della materia e tra gli strati morfogenetici di un campo nella sfera di influenza. si può integrare attivamente con entrambi. Il tuo corpo, per esempio, ha il suo campo corrispettivo nella sfera di influenza (‘feldraum’). Questo non vuol dire che esso non esista qui – in quanto carne, sangue, ossa – sotto forma di stringhe di materia o atomi, ma non si limita a questo. L’esistenza è sempre una dualità. Alcuni strati del campo contengono semplici informazioni riguardanti la materia solida del tuo corpo e riguardo la sua frequenza, mentre altri strati contengono informazioni riguardanti il tuo spirito, la tua coscienza o, parlando da un punto di vista umano-religioso, la tua anima. La consapevolezza o la coscienza in questo caso sono una semplice matrice di energia, divisa in diversi strati del tuo campo nella sfera di influenza – nulla di più nulla di meno. La consapevolezza genuina esiste anche qui nel lato materiale, ma soltanto in forma di post-plasma (la quinta forma della materia). Con la necessaria conoscenza fisica e la corrispondente tecnologia, la matrice della coscienza/consapevolezza, o anima, può anche essere separata dal suo campo. Puo continuare, nonostante la sua rimozione, ad esistere in maniera autosufficente per un certo periodo di tempo. Tutto ciò ha lo strano nome occulto di “furto dell’anima”. Ma nonostante tutto, stiamo parlando di scienza, non di magia o di forze oscure.

[Commento di Ole. K.: Il “Furto dell’anima” è stato menzionato in uno dei commenti radicali e religiosamente motivati in relazione alla specie rettiliana.]

Ma tornando alla domanda: le creature con poteri mentali più potenti possono avere una influenza diretta nel para-strato tramite i loro campi di coscienza/consapevolezza. Adesso questo strato non è limitato solo all’individuo, ma è piuttosto una parte dello strato di informazione generale – lo puoi chiamare in senso prosaico l’anima della comunità – che è connessa con tutte le materia animate ed inanimate e tutte le coscienze che esistono in questo livello principale. La causa biologica di queste abilita comunque si trova nel lato materiale, nella ghiandola pituitaria, che è sempre in un posizione tale da generare le frequenza per controllare attivamente la sfera di influenza (‘feldraum’). Anche voi potreste teoricamente fare ciò; ma comunque, voi siete fortemente bloccati riguardo queste cose. Come ho detto, il para-strato può interagire sia con la materia che con la mente. Per sempio, se io decidessi di utilizzare i miei poteri mentali ancora una volta per muovere questa matita, allora, parlando semplicemente, immagino nella mia mente come la mia coscienza/consapevolezza si espande/si amplifica nel lato materiale sotto forma di post-plasma nei confronti della matita. Nella sfera di influenza questo causa simultaneamente il comando automatico dallo strato della coscienza/consapevolezza al para-strato di interazione con lo strato della materia della matita. Dato che il para-strato non è confinato nel corpo, non è neanche un problema che la matita si trovi laggiù, perchè posso tranquillamente raggiungera senza muovere il mio corpo fisico. il post-plasma da questo lato, il para-strato dall’altro. Io ho il controllo sulla matita e l’interazione porta il campo della materia della matita al punto dove cambia nella maniera in cui si muove, per esempio.

[Commento di Ole. K.: Certifico che la matita di cui sopra nel momento stesso è saltata in aria ad una altezza di 20 cm per poi ricadere sulla superfice del tavolo. Il suono è chiaramente distinguibile nella cassetta registrata. Nessuno ha visibilmente toccato quella matita.]

Domanda: Affascinante. Che tipo di attività paranormali è possibile generare in questo modo?

Risposta: Qualunque tipo. Tutto ciò che tu chiami paranormale. Come ho detto, questo strato speciale si trova nella sfera di influenza tra gli strati di informazione morfogenetica e gli strati della materia e può interagire con entrambi i lati. Questo vuol dire che può interagire sia con la materia solida che con le informazioni mentali, e quindi possiamo fare qualunque cosa che viene generalmente associata alla telecinesi e alla telepatia. L’assorbimento della connessione con un’altra coscienza/consapevolezza è generalmente separato nella procedura dalla semplice influenza della materia, dato che differenti campi di coscienza/consapevolezza lavorano con differenti oscillazioni. Una coscienza/consapevolezza che invia o una coscienza/consapevolezza che riceve deve prima adattarsi perfettamente all’altra mente, prima che sia possibile qualunque tipo di accesso. La maggior parte delle specie ha anche le possibilità di bloccare l’accesso alieno, ma voi non avete questa capacità. Generalmente la regola è: più forti sono le abilità paranormali di una specie, più facile è per loro l’adattamento e l’accesso. Le nostre stesse abilità non sono poi così sviluppate: quindi prima abbiamo bisogno di capire a fondo la mente aliena prima di potere usare la mimetizzazione, mentre invece nei vostri confronti è molto semplice grazie alla presenza dell’interruttore acceso/spento. Alcune di queste abilità sono anche parzialmente ereditate; per esempio, madri e figli della mia specie sono collegati durante i primi mesi di vita – parzialmente anche mentre l’uovo e nel ventre della madre – e comunicano telepaticamente. Per influenzare voi invece abbiamo bisogno di un certo periodo di tempo per fare pratica, nonostante la vostra semplice struttura. Ma comunque è proibito, per esempio, per gli adulti della mia specie di andare in superfice prima della “Eta della Illuminazione” (quel termine è sinonimo, insieme ad altre cose, di piena forza fisica.). Nel caso di abilità non del tutto sviluppate, il rischio di essere scoperti da voi sarebbe troppo alto. Ma comunque vi sono ovviamente numerosi insegnamenti segreti circa le reali possibilità che possono essere raggiunte da un individuo, ma non ne so quasi nulla.

Ogni qual volta che una mente aliena dovrebbe essere influenzata, vi sono alcune procedure generalmente valide, che sono utilizzate da altre specie extraterrestri. Prima di tutto, l’oscillazione aliena deve essere percepita, ed è qualcosa che generalmente viene fatta automaticamente dal cervello, ad esempio per l’uno l’oscillazione di campo, per l’altro le onde cerebrali quasi-elettriche qui nel normale spazio dove si trova la materia. Non è particolarmente difficile. Dopo di che, basta semplicemente sondare la coscienza/ consapevolezza nella mente con una manifestazione post/plasma, la sfera di influenza reagisce e si forma la connessione. Adesso è possibile estrarre informazioni dal primo e registrarle nel secondo nella giusta locazione. L’ultima volta mi hai chiesto se voi avete la possibilità di proteggervi contro questa influenza, e io ti dissi che sono un cervello sveglio e concentrato ha un qualche tipo di possibilità di contrastarla. In questo stato mentale le oscillazioni cambiano molto bruscamente e l’accesso diventa complicato; ad essere più precisi, può diventare anche doloroso. Quando invece chiudi gli occhi, allora il campo diventa più “piatto”, e l’accesso alieno alla mente è possibile immediatamente e senza resistrizioni. In termini di possibilità contro una specie molto più avanzata, non ne avete assolutamente. Loro sono in grado di aggiustare le oscillazioni più velocemente di quanto voi possiate provare a cambiarle. Potrei anche dimostrartelo, ma l’ultima volta eri talmente spaventato e confuso che credo sia meglio lasciare che rimanga la sola spiegazione.

Questa spiegazione presumibilmente ti suona come – come hai detto – qualcosa di esoterico, occulto o magico. La ragione è la tua mancanza di conoscenza di base che ti impedisce di vedere come stanno realmente le cose. Tutti i fenomeni paranormali hanno una origine puramente scientifica. Niente di tutto questo ha a che fare con poteri sopranaturali. Noi cresciamo con questo tipo di conoscenza, noi sappiamo come fare uso di questi poteri, e da dove vengono. Conosciamo sia la teoria che la pratica. Voi no. Quindi, voi non capite realmente quello che succede nel vostro mondo – voi vedete solo un lato dell’esistenza, non l’altro (e qua intendo quei due lati fisici). Tutto ciò che è paranormale è dualistico, ed esiste nello spazio abitato dalla materia così come nella sfera di influenza. Per essere spiegato… può essere spiegato solo accentuando l’esistenza della sfera di influenza, perchè è la base. Preferirei smettere con le domande scientifiche dato che che sembri non comprenderle comunque granchè. Stiamo perdendo tempo più o meno prezioso facendo questo.

Domanda: Un’ultima domanda. Durante il nostro primo incontro in dicembre, mi hai fatto chiaramente capire che non avevi intenzione di discutere con me di temi scientifici e paranormali. Come mai questa apertura, adesso?

Risposta: L’ultima volta non ho visto una reale necessità di sovraccaricarti con concetti di quel tipo (e adesso sei chiaramente sovraccaricato). Quindi, ho preferito toccare questi temi in senso periferico. Apparentemente, comunque, alcune delle mie performance oggi ti hanno portato a pensare al tuo mondo, e sicuramente non è una cosa negativa. E comunque, i vostri scienziati umani tenderanno a considerare i miei commenti come “imbrogli”. E quindi non vedo particolare pericolo a distribuire queste informazioni. Nessuno vi presterà particolare attenzione. Comunque, le parole della gente che mi ha identificato come una “Creatura del Male” hanno le loro origini nella credenza verso i poteri occulti e la magia – due cose che non esistono assolutamente. Non esiste la magia, esiste soltanto scienza altamente sviluppata, e tutto ciò che bollate come “magia” è soltanto una parte della scienza. Se riusciste a comprendere questo, sareste già un passo avanti nel vostro sviluppo. La mia apertura su questi argomenti finisce qui. Fammi altre domande, per favore.

13. UFO e tecnologia aliena

Domanda: Bene. Parliamo degli UFO. Puoi spiegarmi come hanno fatto i nostri governi a venire in possesso di materiale UFO a tal punto da permettere l’avvio di propri progetti? Tutto ciò ha qualcosa a che fare con l’ incidente di Roswell?

Risposta: Si, ma quell’incidente non fu il primo. Non sono uno storico, io sto studiando solo il vostro atteggiamento corrente, quindi la mia conoscenza di questi eventi della vostra storia è presumibilmente non particolarmente estesa. Proverò a spiegarti quello che conosco degli avvenimenti accaduti all’epoca. Lasciami pensare per un secondo. Tra gli anni 1946-1953 del vostro calendario, ci sono stati cinque casi in cui astronavi extraterrestri si sono schiantate sulla superfice della Terra. In quello schianto che voi chiamate “Incidente di Roswell” non vi era solo una astronave aliena coinvolta, ma due che si sono schiantate dopo una collisione in differenti parti della terra nella parte ovest – quella che voi chiamate USA. Devi sapere che le navette di questa particolare specie possono continuare a levitare nell’aria per un particolare periodo di tempo, anche se sono danneggiate; questo spiega la differenza in termini spaziali tra i punti di impatto. Questi comunque non erano i primi schianti, ma a quel tempo il secondo e il terzo. Un’altra astronave si era schiantata nel 1946, ma era talmente distrutta da risultare inutilizzabile.

Un’altra cosa prima di continuare con la spiegazione: certamente ti suonerà ridicolo che delle astronavi extraterrestri così avanzate semplicemente si schiantino, e che un numero relativamente alto di loro l’abbia fatto in un periodo di tempo relativamente corto. La spiegazione di tutto ciò è parecchio strana ma corretta. Il problema non si trova nel sistema di guida in se, ma più che altro nella direzione di campo del vostro pianeta. Questa specie di cui abbiamo parlato – ed è stato sempre in questo periodo che questa specie ha usato navette a forma di disco – ha usato sì un sistema di propulsione che funziona in base al normale principio di fusione, ma un sistema che a quel tempo utilizzava un metodo poco convenzionale per l’allineamento di campo. Quel sistema aveva diversi vantaggi ma anche degli svantaggi. Il campo di repulsione deve ovviamente stare in un campo magnetico più stabile, per il quale hanno sviluppato e tarato il loro sistema di guida. Il campo magnetico terrestre non è a dire il vero molto stabile: è soggetto a variazioni cicliche e forma dei vortici di campo in condizioni sfavorevoli. Ogni qual volta che una navetta contenente uno di questi sistemi di guida va a finire in una fluttuazione di campo o in un vortice troppo forte, allora per un breve periodo di tempo il campo di repulsione non può più allinearsi correttamente e la nave scivola incontrollata verso la sua rotta di volo. Il sistema di guida funzionava correttamente, ma il campo fluttuava in tutte le direzioni, venne connesso non intenzionalmente con quello del leader della flotta e ci fu una collisione con un’altra navetta per cui entrambe furono seriamente danneggiate. La causa della fluttuazione magnetica in quel periodo era probabilmente un disturbo elettrico dovuto ad eventi metereologici. Il risultato fu che entrambe le astronavi si schiantarono; una di esse cadde vicino il punto di collisione, l’altra ad un centinaio dei vostri chilometri di distanza. Tutti gli occupanti rimasero uccisi nell’impatto. La debole struttura di queste navette a disco non è molto stabile in se per se, dato che questi dischi non sono stati concepiti per proteggersi dagli schianti nè per il volo in un campo magnetico dove sono presenti forze esterne.

I militari umani inizialmente collezionarono i singoli pezzi della nave, fin quando non trovarono l’intero mezzo con dentro le creature morte. Immediatamente classificarono il tutto come “Top Secret” e portarono il tutto nelle loro basi militari per le analisi. L’intenzione segreta era utilizzare la tecnologia aliena contro i nemici di quella grande nazione. Tutto questo è tanto primitivo quanto ridicolo. Credo di ricordare – non voglio specificare esattamente la data – che fu tra il 1949 e il 1952 che avvenne un bruttissimo incidente durante gli esami di uno dei relitti. Basandomi su ciò che ho sentito – cioè su ciò che i membri di quel governo dissero a membri della mia specie – tutto fu causato da una attivazione non intenzionale di uno dei componenti della nave in condizioni non protette. Il risultato fu – come dovrei dirlo – un incontrollato cambio dell’ambiente circostante in una condizione simil-plasma per un breve periodo di tempo, il quale a sua volta ha causato la trasformazione repentina del campo di potenza generico in una pulsazione magnetica di estrema potenza.

Hai idea che razza di effetto si ha quando un’organismo viene in contatto con una scossa plasma-magnetica? No, come faresti a saperlo. Certo che non lo sai. Disturbi nella struttura di campo e feedback bioelettrico. Immagina, se vuoi, un corpo umano che viene messo tra le fiamme continue per 3 o 4 dei vostri giorni. Queste fiamme apparentemente non tendono a spegnersi e bruciano il corpo fino al suo ultimo composto. Bene, allora hai una idea approssimativa di ciò che è successo. Credo che siano morti dai 20 ai 30 dei vostri scienziati in quel laboratorio.

Due ulteriori schianti si ebbero nel 1950 e nel 1953 in una zona adibita alla raccolta d’acqua nel continente americano. Queste navette furono raccolte relativamente intatte. Quella nel 1953, per quanto mi ricordi, aveva anche un nucleo di guida intatto. È stato da quando voi vedeste per la prima volta questo apparecchio che avete capito male l’intero concetto e l’avete ricostruito in maniera completamente sbagliata. Tuttora non l’avete ancora costruito in maniera corretta. Quella specie che costruì queste navette – una specie che io, comunque, considero tra quelle che vi sono ostili – era naturalmente preoccupata riguardo gli esami della loro tecnologia da parte della vostra razza. Non volevano comunque, proprio in quel momento, cominciare un conflitto diretto con voi, e quindi scelsero la via diplomatica e vennero in contatto con quel governo durante gli anni ‘60. Naturalmente non dissero le reali motivazioni per cui erano qui – rame, idrogeno, aria – ma piuttosto si presentarono come “curiosi ricercatori” e offrirono di mostrarvi il principio di funzionamento delle navi, per avere in cambio alcuni favori. Sempliciotti come siete, ovviamente avete accettato… e siete stati traditi. Voi gli avete dato materie prime, gli avete dato luoghi sicuri per le loro basi, gli avete dato accesso ai vostri più segreti dati di difesa, gli avete dato accesso al vostro DNA e ancora di più – tutto questo solo per la vostra brama di potere e informazione. La specie aliena ovviamente notò in fretta che avevano a che fare con creature dalla mente semplice, e vi diedero informazioni false ed inferiori sulla loro tecnologia così da ottenere dalla collaborazione con voi molti più vantaggi rispetto a voi. Per esempio, vi hanno detto che il sistema di guida può essere costruito solo con elementi instabili di numero di classificazione alto, ma non vi hanno detto che il sistema può essere modificato per funzionare perfettamente anche con elementi stabili di un numero periodico più basso, e generalmente è in questo modo che si costruiscono. A causa di queste mezze verità vi reserò dipendenti dalla sintetizzazione di elementi a numero alto, e quindi dipendenti dalla loro stessa tecnologia. I loro suggerimenti per costruire i vostri UFO erano concepiti in maniera tale da far nascere nuovi problemi una volta risolti i vecchi problemi. Non vi hanno mai detto la verità completamente, ma vi hanno sempre detto delle bugie, destinate a portare successivamente a problemi tecnici e ad una vostra continua dipendenza da loro.

Tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80, accaddero diverse cose tra la specie aliena e il governo umano – non voglio addentrarmi eccessivamente in dettaglio perchè ci sono molte cose di cui non sono sicura. L’intero problema si ebbe a causa di qualche nuovo – o per meglio dire – vecchio problema tecnico con le navette costruite da voi, il cui sistema di camuffaggio e di guida fallì durante i voli di prova a cielo aperto. A causa di ciò, la segretezza della operazione fu in pericolo. I vostri militari e i vostri politici cominciarono lentamente – molto lentamente – a giungere alla conclusione dopo più di 20 anni di essere stati traditi da quella specie aliena. L’alto numero di incongruenze e il non rispetto dei trattati da entrambe la parti portò ad un’alterco tra voi e gli extraterrestri, che culminò nell’innalzamento di 3 oggetti aerei alieni equipaggiati con una arma a – come lo chiameresti? – EMP (Impulsi Elettromagnetici) e una barriera militare in una delle loro basi sotterranee. In seguito a questi attacchi, gli alieni interruppero qualsiasi contatto con voi e furono naturalmente molto arrabbiati verso la vostra specie. Quindi, considero questa specie extraterrestre tra le tre che vi sono ostili, e mentre le altre due sono occupate con i loro affari, portando avanti una guerra fredda per il dominio sul vostro pianeta, i vostri vecchi “amici” e collaboratori si stanno preparando per ottenere la dominazione assoluta sulle materie prime e sul DNA. Al momento è probabilmente vero che manchino sia di alcune possibilità tecniche che del numero di forze necessarie per giungere direttamente ai loro obiettivi. Nonostante ciò, crediamo che porteranno avanti alcune azioni negative – possibilmente anche di tipo più astuto – contro di voi nei prossimi anni o nelle prossime decadi.

Domanda: Le altre specie extraterrestri non faranno nulla contro queste azioni di guerra? Mi riferisco nello specifico alle razze più sviluppate. Non dovrebbero fare qualcosa?

Risposta: E qui sbagli. Nello specifico, alle specie aliene più sviluppate interessa molto poco il vostro destino. Per loro siete animali. Animali in un laboratorio molto grande. Certo, un intervento alieno nel vostro pianeta disturberebbe i loro progetti, ma non credo che saranno disposti ad accettare un confronto con altre specie per questo. Molti di loro potrebbero semplicemente cercare un’altro pianeta per le loro ricerche, o potrebbero studiare a distanza il vostro comportamento e la vostra coscienza/consapevolezza, dato che le situazioni di crisi potrebbero risultare interessanti per i loro studi. Quando voi osservate un formicaio, ed un’altra persona arriva e pesta questo formicaio, voi cosa fate? Ve ne andate, oppure cercare un altro formicaio, o osservate le formiche che si trovano in una condizione di crisi. Ma qualcuno di voi – pur essendo possibilmente più grande e potente di quello che ha pestato il formicaio per primo – difenderebbe le misere formiche? No. Devi immaginare il tutto dal punto di vista di creature altamente avanzate. Voi siete le formiche. Non aspettatevi alcun tipo di aiuto da parte loro.

Ovviamente ci chiesero aiuto quando divenne chiaro che i vostri vecchi partners vi stavano tradendo. Alcuni membri di quel governo umano sono pienamente a conoscenza della nostra esistenza – alcuni anche basandosi parzialmente su vecchi concetti religiosi. Per esempio, vi è un enorme costruzione parziamente interrata nella capitale, completamente dedicata alla mia specie e che ha anche uno sbocco diretto ad un sistema di ascensori e ad un sistema sotterraneo. In questa costruzione sono avvenuti incontri parziali tra noi e gli umani. Vi abbiamo passato diverse informazioni negli ultimi anni; per quanto ne sappia, ci terremo più lontani possibile dal conflitto. Dovreste imparare a risolvere i vostri problemi da soli o a diventare abbastanza intelligenti da evitare di creare questo tipo di situazioni. Cosa accadrà e chi si metterà dalla vostra parte solo il tempo potrà dirlo. Non mi sento proprio di sbilanciarmi su questo argomento.

14. Test fotografico sugli UFO

Domanda: Ho qua 5 differenti fotografie di UFO, o almeno che sembrano mostrare UFO. Potresti dare un’occhiata e dirmi in quale di queste foto è ritratto realmente un oggetto volante extraterrestre?

Risposta: Posso provarci. Mi hai fatto molte domande oggi alle quali non posso rispondere in maniera inequivocabile. Non sopravvalutare la mia conoscenza, non sono una esperta in tecnologia aliena e nella costruzione di navi extraterrestri. A direi il vero, ci sono più che altro alcuni dettagli tecnici e peculiarità a proposito degli UFO genuini con l’aiuto dei quali qualcuno può facilmente differenziarli da fenomeni naturali o creazioni umane. A volte falsificate il disegno delle navi genuine. Quindi non è proprio semplice identificare un oggetto con certezza assoluta. Ci proverò. Fammi vedere le foto.

[Commento di Ole K.: Ha guardato le foto soffermandosi su ognuna per una paio di secondi e poi ha tirato fuori le foto 1, 3 e 5]

Queste tre foto sono ovvie contraffazioni o identificazioni errate. Nella prima foto, mi sembra quasi certamente che una nave realmente esistente di una specie aliena sia stata usata per un piccolo modello. Manca di alcune importanti caratteristiche fondamentali strettamente legate al campo tecnicamente e fisicamente associato. Parlando in generale, più sono chiari i colori e le sagome in una foto, più è probabile che sia un falso, perchè una nave levitante è generalmente nascosta in una condizione di campo-rovesciato che distorce i colori e le forme in base all’allineamento. Potrebbe suonare strano, ma le foto confuse e sfocate sono spesso da interpretare come segno di possibile autenticità. Comunque, questo oggetto sta sorvolando l’acqua. Se fosse una nave genuina, si dovrebbe vedere quantomeno una scia o una onda sulla superfice. Dato che la superfice è piatta, non è sicuramente una vera nave. Secondo me, nessuna di queste tre foto mostra veri oggetti in volo o UFO. Qui in questa foto non vedo nessun oggetto artificiale in volo. Sembra di avere a che fare più che altro con un riflesso di luce nelle vostre semplici macchine ottiche. Dovresti veramente essere abbastanza intelligente da non cadere in simili inganni. Quando la vostra opinione pubblica crede per lungo tempo a delle contraffazioni e a delle prese in giro, allora probabilmente scopriranno molto tardi ciò che sta realmente accadendo davanti a loro nell’atmosfera.

FOTO 2 : Albiosc, Francia, 1974

Questa sembra genuina, almeno ne ha le necessarie caratteristiche. A primo acchito la attribuirei ad una specie aliena che ha visitato il vostro pianeta negli ultimi 35 anni. Lo stesso oggetto è metallico e a forma di disco; certamente è distorto in forme e colori a causa di un effetto di campo. Questi quattro bianchi e lunghi “processi” nel lato inferiore della nave sembrano una specie di manipolazione della luce quasi-gravitazionale, cioè il campo di forza universale viene rovesciato in direzione di una gravità simulata. Non sembra una luce genuina (ogni qual volta che vedi degli UFO illuminati la maggior parte delle volte non lo è) ma sembra una speciale forma di campo fortemente carica che si manifesta nello spazio abitato della materia sottoforma di simil-luce. La ragione dell’attivazione di questo speciale sistema ad alta energia nell’atmosfera non mi è completamente chiara; è possibile che sia una specie di investigazione o di influenza dell’ambiente circostante. In ogni caso, è una terribile mancanza di prudenza da parte di quella specie lasciare che gli umani fotografino la loro tecnologia. Beh, suppongo che la maggior parte di voi semplicemente non la capisca, e quelli che la capiscono non dicano nulla in proposito pubblicamente.

FOTO 4 : Petit Rechain, Belgio, 1990

Questo è di fatto un oggetto aereo genuino; non è assolutamente extraterrestre. Gli oggetti aerei triangolari semplicemente non vengono utilizzati in volo da specie aliene, o quantomento non in questa forma. Questa tipologia di forma areodinamica è umana. E’ uno dei vostri progetti segreti militari che avete costruito con l’aiuto di tecnologia aliena immatura – la tecnologia che vi è stata passata dagli extraterrestri durante gli anni ’60 e ’70. Generalmente, la forma dello scafo di una nave extraterrestre genuina non fa differenza, all’interno del campo stesso non vi sono forze esterne che possano avere effetto lì dentro; in generale, le navi hanno una forma arrotondata e sono costruite senza angoli appuntiti – come dei dischi o dei cilindri – in modo tale da permettere al campo di scorrere con più facilità. I vostri progetti si basano sulla convinzione che assieme al campo di guida alieno debba esserci anche un sistema di motori a propulsione convenzionale; di conseguenza, vengono usate sempre forme triangolari o aereodinamiche per essere compatibili con questo primitivo sistema di propulsione.

In questo esempio qui la nave scivola più che altro sul suo proprio sistema di controllo di campo. Vedi la distorsione e la simil-luce nei cilindri rotanti? Questa è una inconfutabile indicazione dell’autenticità della foto. Ma perchè, tu potresti chiedere, ci sono 4 cilindri? Questo è strano – anche la disposizione sembra sbagliata. Il colore è molto scuro e la distorsione ottica interna si nota molto. Presumibilmente è una ricostruzione del sistema originale da parte dei vostri scienziati. Dato che a causa della rottura dei rapporti con voi le specie aliene non vi hanno più fornito alcune informazione, stanno ricostruendo i sistemi da soli senza essere attualmente in grado di capire che razza di cose pericolose stiano facendo. Questa costruzione non rende il sistema migliore, soltanto più instabile. Entrambi i cilindri davanti sono troppo vicini l’uno con l’altro; sono destinati a finire l’uno dentro l’altro. Il colore mi fa intuire la presenza di radiazioni residue; è probabile che ancora una volta come di consueto siano stati usati elementi alti per il cambio di campo. È in ogni caso molto pericoloso essere privi di protezione nelle vicinanze del campo. La persona che ha fatto la foto ha subito danni da radiazioni o scottature?

Domanda: Non lo so. Da dove vengono questi UFO militari? Dagli Stati Uniti?

Risposta: Si. Penso che generalmente sia così. Dal continente occidentale.

Domanda: Ma allora perchè volano sopra aree dell’Europa densamente popolate? Questa foto viene dal Belgio. Non ha senso. Puoi spiegarmelo?

Risposta: Perchè io dovrei essere l’unica in grado di spiegare le strane azioni umane? È possibile che queste siano prove a lunga distanza o prove con il sistema di camuffaggio elettromagnetico. Il vecchio nemico della nazione americana si trova in questa parte del mondo, perciò perchè non dovrebbero fare qui le loro prove? A casa loro hanno avuto tutto il tempo di provare a fare andare avanti ed indietro le loro navi. Forse lì si sentono troppo osservati. Con delle strutture instabili di questo tipo – come indica la tua foto – credo che sia quantomeno improbabile che quella navetta sia in grado di fare un volo di quella lunghezza attraverso l’oceano. È possibile che vi sia una stazione di test qui nel vostro continente. Sfortunamente, non ne so nulla.

15. Il primo contatto di Lacerta con E.F.

Domanda: Molti lettori della prima trascrizione hanno posto molte domande riguardo il modo in cui avvenne il tuo primo contatto con E.F. Io già conosco la storia, ma potresti ripeterla qui ancora una volta per la nuova trascrizione?

Risposta: Certo. Dunque, la storia iniziò circa 2 anni fa qui in Svezia. Io sono sempre stata fortemente interessata alla vostra specie e al vostro comportamento sin dalla mia giovinezza; a quel tempo avevo già studiato la vostra letteratura, per quanto fosse possibile. Naturalmente, non è facile dalla mie parti venire in possesso di libri umani, ma dato che il mio gruppo o famiglia si trova in un rango più alto, sono stata in grado di raccogliere un po’ di materiale e di parlare qualche volta con altri della mia specie entrati precedentemente in contatto con voi. Ero veramente curiosa circa la vostra specie e non appena mi fu dato il permesso di andare in superficie, provai a trovare immediatamente ancora più informazioni. Nonostante tutto, mi era stato epressamente proibito di venire in contatto diretto con gli umani, perchè per la mia posizione a quel tempo non vi era alcuna necessità per fare ciò.

Era il vostro anno 1998, quando mi trovavo parecchio a nord da qui nella foresta, nelle vicinanze dell’entrata verso il mio mondo e stavo cercando dei campioni biologici, che utilizziamo per osservare l’inquinamento ambientale e la distruzione della flora e della fauna da parte della vostra specie. A quel tempo, ero già nella via del ritorno – ci sappiamo orientare anche meglio, comunque, attraverso la nostra capacità di sentire il campo magnetico della Terra – ed ero già nella vicinanze del grande lago, quando con mia sorpresa incappai in una capanna nella foresta. Percepii una coscienza/ consapevolezza umana dentro questa capanna. Era E.F. A dire il vero non avevo il permesso di avere contatti con altre specie, ma di contro, prima di questi avvenimenti, avevo già sviluppato la mia capacità di mimetizzazione utilizzandola con successo con larghi gruppi umani (anche se non avevo mai incontrato un singolo essere umano quando era da sola). Adesso, chiamiamola curiosità primitiva, volevo parlare con la persona presente in quella cabina, e quindi bussai alla porta. E. aprì la porta e iniziammo una interessante conversazione. La sua lingua non era molto comune per me a quel tempo, ma non è così difficile imparare una nuova lingua quando hai la possibilità di leggere la coscienza/ consapevolezza dell’individuo in questione. Gli dissi semplicemente di provenire da una nazione straniera situata ad est. Ovviamente a quel tempo non mi riconobbe per quella che ero in realtà; era totalmente convinto di stare parlando con una creatura della sua specie, nonostante fosse semplicemente una immagine mimetica.

Dato che comunque il mio compito era investigare il terreno per diversi giorni, gli feci visita in questo lasso di tempo 3 volte sotto forma umana. Inizialmente parlammo di cose molto ordinarie; poi cominciammo a parlare di argomenti di religione e di fisica. Sembrò impressionato dalla mia conoscenza, ed io rimasi impressionata dai suoi pensieri chiari e per la sua personalità ben delineata – per essere un umano – e per le sue opinioni molto personali. Portai la conversazione in questa direzione, ed E.F. disse che credeva alle specie aliene e come queste ultime non debbano essere necessariamente cattive, ma semplicemente diverse dalla sua specie. Questo mi fece piacere. A quel punto, naturalmente, non potevo parlare concretamente con lui di ciò che sapevo, perchè non mi avrebbe creduto – mi avrebbe semplicemente preso per una normale burlona umana. Cominciai a coltivare l’idea molto, molto inusuale per la mia specie di mostrargli la mia vera forma, cosa che feci durante la conversazione che avemmo al nostro quarto incontro nella capanna. Era predestinato per un contatto : era onesto, intelligente, senza inclinazioni religiose, senza condizionamenti e con una mente aperta; viveva solo ed isolato, e nessuno gli avrebbe comunque creduto se gli fosse venuto in mente di rendere pubblica la sua storia. Osai fare questo grande passo, ma dopodichè ebbi seri dubbi riguardo la bontà della mia decisione, sopratutto quando lui reagì in maniera… molto …violenta. Riuscì a riprendere il controllo di se dopo un po’ di tempo e potemmo cominciare a parlare concretamente di diverse cose. Adesso non aveva nessun’altra scelta se non quella di credermi. Questo fu l’inizio di una serie di incontri che inizialmente ebbero luogo qui nella foresta, ma successivamente si spostarono nella sua lontana residenza. E dopo mi fece incontrare con te… ed è per questa ragione che siamo qui seduti di nuovo a parlare di cose che probabilmente non saranno credute dalla società umana che sta là fuori.

Domanda: Hai detto che non avevi il permesso a quel tempo per contattare esseri umani. Adesso hai il permesso di parlare con E.F. e me su tutte queste cose e di rendere il tutto scientificamente pubblico?

Risposta: Si. È difficile per me da spiegare e per te difficile da capire. Diciamo solo che mi trovo adesso in una posizione tale da avere questo permesso senza dovere mettere in conto alcun tipo di conseguenza. Nella mia posizione sono quasi immune verso certe restrizioni. Mettiamola così. Si.

Domanda: Se altra gente volesse venire in contatto con voi, ne avrebbe la possibilità?

Risposta: Generalmente no. Evitiamo il contatto con voi e operiamo in superficie solo in aree remote e nel caso di incontri con degli umani utilizziamo le tecniche mimetiche. Il fatto che io stia parlando con te non vuol dire che altri della mia specie seguiranno il mio esempio. È possibile che tu possa provare a trovare una entrata verso il mio mondo e penetrare in qualche modo. Comunque, questo porterebbe presto a spiacevoli conseguenze per l’infiltrato. Non avete praticamente alcuna possibilità in superfice di riconoscerci. Non puoi neanche contattarci direttamente, siamo noi a dovere contattare voi, così come ho fatto con E.F. Questo tipo di contatti comunque non sono la regola ma solo eccezioni molto rare.

16. Sulla civiltà rettiliana sotterranea

Domanda: Puoi descrivere il tuo mondo sotterraneo?

Risposta: Posso provare a farlo, ma sicuramente non ti dirò dove si trova. La mia patria si trova in una delle nostre postazioni sotterranee più piccole ad est di qui. Ti darò qualche indicazione numerica per farti capire meglio. Solo un minuto… devo provare a convertire le misure nelle vostre unità. È una caverna a forma di cupola alla distanza di circa 4300 metri dalla superfice della terra. La caverna fu organizzata come colonia circa 3000 anni fa; una grande porzione della struttura del soffitto è artificialmente integrata nella roccia ed è stata rimodellata a forma di una cupola piatta e elegamente proporzionata con una pavimentazione ovale. Il diametro della cupola espresso nella vostra misurazione è di circa due chilometri e mezzo. L’altezza massima della cupola nel suo punto più alto è di 220 metri. Al di sotto del punto più alto in ogni colonia vi è una speciale costruzione cilindrica grigio-bianca, una specie di colonna portante che tiene su la struttura a nido d’ape della cupola. Questa costruzione è la più alta, larga e vecchia nell’intera cupola dato che è stata la prima costruzione associata alla sicurezza del soffito. Nel frattempo ovviamente ci sono stati periodi in cui è stata completata e ristrutturata. Questa costruzione ha un nome molto speciale ed un significato religioso. Abbiamo solo una di queste colonne; le colonie più grandi ne hanno anche di più, in base alla costruzione del pavimento.

Una delle colonie principali nella parte interna dell’Asia ha per esempio 9 di questi tipi di supporto, ma quella colonia misura oltre 25 dei vostri chilometri. La costruzione centrale è generalmente il centro religioso, ma anche un centro per il controllo climatico, e un centro per la regolazione e il settaggio del sistema di luci. Dove siamo noi abbiamo 5 grandi sorgenti di luce artificiali che generano luce UV ed è riscaldata grazie a sorgenti gravitazionali. I condotti d’aria e i sistemi di luce dalla superficie sono distribuiti attraverso queste colonne e sono controllate molto accuratamente.

Comunque, là abbiamo 3 condotti d’aria e 2 sistemi di ascensori, ed anche una connessione tramite tunnel con un’altra colonia principale che si trova approssimativamente a 500 chilometri verso sud-est. Un condotto d’ascensore porta ad una caverna nelle vicinanze della superfice, l’altro porta ad uno dei nostri depositi per le navi-ricordi, le navi cilindriche – che sono ovviamente tenute più vicine alla superfice dietro la facciata di una montagna rocciosa. Solitamente là vi sono solo tre navi – è un deposito piccolo. Le altre costruzioni sono, per la maggior parte, ordinate in maniera concentrica in cerchi ovali attorno la colonna portante, e sono senza alcuna eccezione più appiattite; generalmente sono alte dai 3 ai 20 metri. La forma delle costruzioni è rotonda e a cupola. Il colore è anche differente a seconda del cerchio e della distanza dalla colonna principale. A nord della colonna, vi è anche un’altra costruzione molto larga, rotonda e piatta. Questa costruzione interrompe il sistema concentrico della colonia con il suo diametro di circa 250 metri. È la zona del sole artificiale dove sono situati degli speciali corridoi e delle stanze speciali. In questi posti predomina della luce UV molto potente, e sono usati per riscaldare il nostro sangue. Qui si trova anche una dispensa medica e una sala riunioni. Oltre l’anello esterno della colonia, vi sono delle zone dove teniamo animali – lo sai, noi dobbiamo consumare carne come nutrimento – e i giardini dove coltiviamo piante e funghi; vi è anche acqua calda e fredda corrente provieniente da sorgenti sotterranee. Il mio gruppo o “famiglia” vive, comunque, nel quarto anello di costruzioni a partire dalla colonna portante centrale. Così tanto in così poco tempo. Descriverti tutte le costruzioni e le loro funzioni sarebbe spingersi troppo oltre. È difficile spiegarti qualcosa del genere, perchè fa parte di un sistema e di una cultura completamente differente alla quale sei abituato nella vita di superfice. Devi davvero vederlo per crederci.

Domanda: Potrò vederlo qualche volta?

Risposta: Chi lo sa, forse. Il tempo porta nuove opportunità.

Domanda: Quanti della tua specie vivono in questa colonia?

Risposta: Circa 900.

Domanda: Questa è la fine dell’intervista. Hai un qualche messaggio finale per i lettori della trascrizione?

Risposta: Si. Sono abbastanza sorpresa dei numerosi commenti alle mie parole. Naturalmente, sono anche dispiaciuta per essere stata ritratta come un nemico in senso religioso, cosa che è purtroppo radicata profondamente nella vostra mente. Dovreste imparare ad abbandonare il vecchio condizionamento e a smettere di stare sotto il controllo di qualcosa o qualcuno che se ne è già andato da 5000 anni. Voi siete, dopo tutto, spiriti liberi. Queste sono le mie parole finali.

Fine seconda parte

editing ed impaginazione: Hearthaware blog
hearthaware.wordpress.com

Traduzione: Ori1
Fonte testuale: www.menphis75.com

reblogging link → hearthaware.wordpress.com | Il caso Lacerta – 2° parte

scarica questo post in formato .pdf
scarica la 1° e la 2° intervista in un unico file .pdf


Potrebbero interessarti anche…

Il caso Lacerta – rivelazioni di una rettiliana – 1° parte

Bibbia e Alieni – intervista con Mauro Biglino

Nel cuore della tecnologia Keshe

34 commenti su “Il caso Lacerta: rivelazioni di una rettiliana – 2°parte

  1. Pingback: Il caso Lacerta: rivelazioni di una rettiliana – 1° parte | Hearthaware

  2. Il tutto è davvero interessante, anche se richiede a mio parere una grande apertura mentale! Prima, durante la lettura sono stato deriso è classificato come “pazzo” da un mio amico, io l’ho guardato e mi sono messo a ridere, l’ho osservato ancora una volta a distanza di qualche minuto e lui era immerso nel smanettare, a giocare con il suo telefono, volevo rispondere a quanto mi aveva detto pochi minuti prima, ma qualsiasi cosa avrei detto in merito a questa lettura sono sicuro che non avrebbe capito, ma come lui nessun’altro avrebbe capito, più mi guardo intorno e più vedo le persone perse in questo “matrix” materiale, gente schematizzata che non guarda oltre tutto ciò che li circonda, tutto ciò mi fa paura.

    • Diego è molto più facile catalogare una cosa “pazzia” perchè “fuori” dagli schemi predefiniti della matrix e continuare col proprio rassicurante incedere piuttosto che aprire gli occhi e chiedersi se ci sia del vero di una verità diversa da quella conosciuta. Vorrebbe dire aprire gli occhi e spingersi verso un “baratro” che ai più fa molta paura… molti, anche quando avvertono di essere dentro un sistema, preferiscono rientrarvi e restarvi piuttosto che modificare ogni cosa…

    • Anche in questo testo, come in tutto ciò che leggiamo, dobbiamo utilizzare il nostro discernimento. Per le tue paure ti posso consigliare di ignorarle, per ogni uomo che non vuole sentire ce ne sono altri che sento, magari anche loro hanno paura di parlarne, o magari loro hanno paura di essere derisi, perché sentono che qualcosa c’è ma non riescono a venirne a capo…
      Non avere paura, anzi, sii audace, e troverai tanti che con te vorranno insegnare/imparare.

      “Voi siete la luce del mondo; una città posta sopra un monte non può rimaner nascosta; e non si accende una lampada per metterla sotto il moggio; anzi la si mette sul candeliere ed ella fa lume a tutti quelli che sono in casa.” E’ un messaggio che va a pennello…

      Ti abbraccio e che la luce illumini il tuo cammino.
      Namastè

  3. Avete notato la estrema somiglianza con ciò che dice Keshe riguardo l’uso del quarto stato della materia, ovvero il plasma, per far funzionare le astronavi?
    Premesso che Keshe abbia realmente in mano ciò che dice, sarebbe una prova di fatto, riguardo la buona fede di questa rettiliana e quindi della sua storia.

    • Personalmente ho accantonato Mr. Keshe e la sua teoria/tecnologia. Ho appena controllato ed a un giorno dal meeting non vi è alcun annuncio, alcuna comunicazione: ma, a suo dire, non doveva essere un evento di rilevanza storico/planetaria? Non sarebbe stata opportuna, lo dico per tutti i suoi fans, una piccola comunicazione come: “Ragazzi, tutto ok! Abbiamo lavorato, appena possibile ci sarà un comunicato ufficiale.” oppure “Ragazzi non è venuto nessuno, desolati.”.

      Alla seppur ostacolata campagna mediatica portata avanti dalla Keshe Foundation, si affiancano una serie di iniziative ed omissioni che, personalmente, mi lasciano un’ombra di scetticismo. Libri a pagamento (e non spiccioli), meeting decisamente costosi per comune persone interessate, mezze comunicazioni fatte con mezze parole che per metà vengono fraintese (è il caso del rilascio della tecnologia poi trasformato in “incontro didattico”). Comprendo le difficoltà che si possano incontrare operando sotto il regime del Sistema, ma se la forze può essere il gruppo, tali comportamenti rendono questo gruppo riservato solo agli interessati che possano permettersi certe spese (economicamente parlando). Ok dovranno pur alimentarsi anche loro, ma dai la possibilità a tutti di valutare concretamente qualcosa e magari riusciresti ad avere più sovvenzioni.

      Se Mr. Keshe avesse davvero tali tecnologie, nella mia opinione, non sarebbe assolutamente un prova della buona fede di questa presunta rettiliana, anzi, sarebbe un elemento su cui riflettere.
      Ho riflettuto spesso la metodologia con cui i media, il sistema, e chiunque padroneggi tale metodo, riesce ad ingannare e manipolare un lettore/ascoltatore. Il metodo è semplice: Prendi un argomento che interessa il lettore/ascoltatore, condiscilo con verità concrete e verificabili e verità logiche anche se non direttamente verificabili, con queste ti guadagni la fiducia del lettore/ascoltatore che conosce quello che dici e ti crede, adesso fra le varie verità inserisci le menzogne o distorsioni utili delle stese che ti servono per spingere l’ascoltatore ad un dato pensiero/azione. Lui crederà anche a queste, in virtù della fiducia acquisita con le “vere verità” dette prima.

      Come sempre consiglio una cosa sola: discernimento. Non fidatevi ciecamente della logica, ma imparate ad ascoltare il vostro cuore, ascoltate il vostro “intuito”, e seguite il percorso che dentro sentite più giusto.

      • Hai ragione, forse potevo esprimermi meglio. Sarebbe UN elemento riguardo l’effettiva veridicità dell’intervista. Ciò non implica la sua totale integrità.

  4. Sono passati almeno a 7-8 anni : ma ricordo che da qualche parte in internet avevo trovato riferimenti a uno studente (norvegese mi pare) che aveva ufficialmente dichiarato (pochi mesi dopo averla diffusa) di essere l’autore di questa autentica burla !
    proverò ancora a cercarne i riferimenti). salute a tutti, Andrea

    • Come al solito bisogna credere a ciò che arriva da dentro quando “osserviamo”. Credo che noi esseri umani non dobbiamo e non possiamo più perdere in troppe chiacchere a causa degli scetticismi che influenzano la raaltà, siamo esseri con 2 intelligenze, quella intelettiva/spirituale e quella della coscienza/anima. Credo che questi esseri ancora non identificati etichettati come maligni, appunto come dice l’intervista di Lacerta… Se pensiamo quanti di noi esseri umani discriminiamo la qualsiasi, siamo anche noi maligni e cattivi quante forme di vita differenziamo come “non intelligenti” siamo l’unica razza che dichiara guerra alla stessa razza, uccidiamo animali per sport, per caccia, per buisness/affari e perchè magari ci fanno semplicemente schifo e senzo a guardarli, porvate a pensarci quante volte ci è capitato di trovare uno scarafaggio e schiacciarlo! Ecco questo è l’esempio della presenza dell’IO, il nostro lato ombra abbiamo giudicato che la nostra esistenza fosse più importante di quel scarafaggio, questa è la razionalità a dirlo, questo è quello che fanno quelli che ci hanno creato ibridamente dovendo comprendere che loro si sentono superiori perchè ci hanno appunto creato e ci stanno utilizzando come noi utilizziamo animali e altri esseri, sempre giudicandoli meno importanti per le nostre sperimentazioni, quindi pensare che sono esseri maligni beh sarebbe meglio dire da un mio punto di vista… poco coscienti o paura di un qualcosa che per loro possa essergli una minaccia e creare problemi per la loro soppravvivenza. Sanno che hanno creato una macchina molto potente con la possibilità di influenzare anche noi la realtà, abbiamo tutte le qualità per saper vivere in armonia e beatitudine e aiutare i più deboli, in questo caso l’essere umano è predisposto ad aiutare anche gli esseri senza la parte animica, perchè il nostro grado di coscienza ci permette di comprendere anche i mali apparentemente terrificanti (anche se questo è molto difficile per il nosrto filtro razionale). Il problema degli esseri Umani è che funzionano troppo bene a differenza di qualcuno che dice che siamo solo artefici di distruzione… Può essere vero questo ma è anche vero che pochi ci hanno insegnato o/e continuano a mentirci e non darci gli insegnamenti per renderci Responsabili nella nostra autonomia.

  5. Premetto che questo commento non vuole essere una critica negativa al sito.
    Fate bene a postare cose di questo tipo e fate bene a farlo nel modo in cui generalmente lo fate e cioè prendendone le distanze e lasciando che i lettori valutino in piena libertà e traggano delle conclusioni.

    Secondo la mia PERSONALE opinione questa intervista è una sofisticata e molto ben congegnata operazione di manipolazione, controllo e disinformazione.
    Miscelando abilmente cose riconoscibili come vere con cose false Lacerta ottiene come risultato che anche le cose false possano passare come cose vere.

    Credo che l’autore dell’articolo sia in totale e perfetta buona fede, che gli incontri e le interviste siano realmente avvenuti.
    Che il resoconto sia autentico così come anche la testimonianza di azioni compiute da Lacerta che sono comunemente ritenute impossibili.

    Non credo però che Lacerta sia quel che dice di essere ovverossia un rettiliano terrestre.

    Le cose che non tornano sono veramente tante.
    Ne riporto solo alcune altrimenti questo già lungo commento rischia di diventare un libro.

    Innanzitutto cosa emerge da tutte queste rivelazioni?

    Lacerta non perde occasione per manifestare tutto il suo disprezzo nei nostri confronti e per ribadire che siamo niente più che animali da laboratorio, esseri inferiori frutto di una manipolazione genetica operata da esseri più evoluti.
    La descrizione dell’Universo è ancora più disperante di quella postulata dalla fisica Newtoniana e dall’evoluzionismo casuale di Darwin che hanno imperversato per tanti secoli tenendoci prigionieri sostanzialmente di una credenza enormemente limitante e che oggi sappiamo essere una grande menzogna .
    Oggi infatti sappiamo con certezza che noi NON siamo un capriccio del caso, la cui unica ragione di vita è la lotta per la sopravvivenza a spese dei più deboli all’interno di un Universo freddo e indifferente.

    Quello che ci viene a propinare Lacerta è qualcosa di addirittura peggiore.
    L’evoluzione casuale viene sostituita con una manipolazione genetica che ci avrebbe definitivamente e irrimediabilmente menomato e privato di ogni possibilità di affrancamento e, come se non bastasse, a ciò si aggiunge la presenza di alieni che sono o ostili, manipolativi e distruttivi oppure totalmente indifferenti, il tutto all’interno di un Universo in cui la predazione, l’inganno, l’abuso, la rapina e la guerra sono la norma.

    Ma in tutto questo apparente discorso ben argomentato e apparentemente logico ci sono delle stonature alquanto stridenti.

    In primo luogo i fatti, narrati dall’autore, che si sono succeduti tra il primo ed il secondo incontro.

    Prima il black-out telefonico di diverse ore, poi gli strani echi e rumori di sottofondo durante le chiamate, poi ancora i dati scomparsi dal disco rigido, la strana e nuova directory che prima appare e poi scompare, poi la porta spalancata con la TV accesa, e ancora il chiassoso minivan che si fa notare anche a distanza di 65 Km e infine la macchina che lo segue.

    A me tutto questo mi pare eccessivo e ripeto credo nella buona fede dell’autore e quindi do per buono che gli eventi si siano veramente succeduti in questo modo.

    Perciò mi chiedo, lo stavano spiando o si stavano platealmente facendo notare allo scopo di intimidirlo?
    Data la delicatezza e la pesantezza della materia, è presumibile che i “sorveglianti” fossero persone ai più alti livelli di abilità e competenza degli apparati di intelligence.
    E se ciò corrisponde al vero, tutte gli avvenimenti di cui sopra NON POSSONO essere NE’ un’attività di spionaggio NE’ azioni intimidatorie.

    Sembrano invece essere un’eccessiva messinscena per dare ad intendere all’autore, e di conseguenza ai suoi lettori, di stare facendo qualcosa di sgradito alle autorità, dando così indirettamente credito alle sensazionali rivelazioni di Lacerta.

    Ma, se lo stavano spiando allora perché cancellare i dati dal computer quando potevano essere semplicemente copiati?
    Erano così poco professionali da lasciare una traccia così evidente come una nuova directory?
    E questa directory è così “intelligente” da cancellarsi da sola ma, al contempo tanto stupida da non farlo nel preciso momento in cui viene scoperta ma solo quando stava per essere mostrata ad un esperto?
    Erano così rozzi e goffi da non riuscire a camuffare le intercettazioni eliminando la firma degli echi e dei rumori di sottofondo?
    Così intempestivi da farlo mentre l’autore era a casa e nota lo strano black-out?
    Addirittura entrano in casa e poi se ne vanno lasciando la porta spalancata e la televisione accesa?

    Se invece l’intento era quello di intimidirlo allora perché non minacciarlo direttamente?
    Tutto questo spreco di mezzi, uomini ed energie per ottenere un equivoco.
    Infatti l’autore non si sente intimidito, si sente spiato.
    E non rinuncia al secondo incontro ma semplicemente prende delle precauzioni.

    In che modo un totale dilettante riesce ad eludere la sorveglianza di professionisti del settore è un mistero.

    No, tutto questo non quadra.

    Veniamo ora ad alcune delle rivelazioni di Lacerta.

    Lacerta dice che l’evoluzione è una cosa lenta e questa cosa detta da un rettile con un nome che richiama chiaramente alle lucertole è semplicemente stupefacente.

    Proprio in questi giorni sto leggendo il bellissimo libro di David Wilcock “The Source of Field Investigation”, che suggerisco caldamente a chiunque abbia dimestichezza con l’inglese e che spero venga presto tradotto in italiano.

    All’interno del libro, tra le tantissime straordinarie scoperte scientifiche accuratamente occultate dal mainstream dato che ribaltano completamente la visione del mondo da essi sostenuta, vengono presentate una serie di evidenze che mostrano come l’evoluzione possa avvenire in tempi straordinariamente brevi in risposta a drastici mutamenti ambientali.

    In particolare a pag. 202 si narra di uno studio compiuto tra il 1971 e il 2004.
    (http://www.dailygalaxy.com/my_weblog/2008/04/scientists-disc.html)

    Nel 1971 cinque covate di lucertole carnivore vennero prese dall’isola in cui vivevano e trasferite su di un’altra isola con condizioni climatiche ed ambientali completamente differenti.
    I ricercatori tornarono nel 2004, cioè 33 anni dopo, e rimasero stupefatti da ciò che trovarono.

    Le lucertole avevano completamente ridisegnato il loro corpo per adattarsi ad un radicalmente nuovo regime alimentare basato non più sugli insetti ma sulle piante.
    Le loro teste erano diventate più larghe, lunghe e alte per aumentare la potenza del loro morso ed essere in grado di masticare i loro nuovi alimenti.
    Modificarono il loro tratto digerente per renderlo adatto alle nuove esigenze sviluppando tra l’altro valvole cecali mai viste prima in questa specie.
    Infine divennero molto più pacifiche e persero la loro tendenza alla difesa del territorio.

    Tutto ciò avvenne in un tempo brevissimo, in maniera naturale e non attraverso l’ingegneria genetica.

    Lacerta sostiene che il nostro “scetticismo” sia parte di una programmazione genetica ma allora perché i bambini non sono affatto scettici ma credono a mondi fantastici fatti di gnomo, fate, angeli, animali parlanti e così via dicendo?
    E’ una programmazione genetica ciò che impedisce agli adulti di uscire al di fuori del loro recinto mentale o è un sistema educativo fortemente repressivo di ogni forma di originalità, “eterodossia” e pensiero indipendente e, al contempo, premiante del conformismo e dell’accettazione acritica di qualunque cosa venga propinata dall’autorità?
    Quello che viene comunemente chiamato “scetticismo” in realtà non è l’incapacità di credere possibili cose che, all’apparenza, sembrano poco plausibili bensì l’incapacità di abbandonare credenze limitanti inculcate con la violenza dal sistema educativo, continuamente rafforzate con l’inganno dal sistema dell’informazione mainstream e cementato con la paura del ridicolo e della condanna sociale.
    La differenza è sottile ma sostanziale: non incapacità di credere ma, al contrario, fissazione ossessivo-compulsiva su credenze errate.

    Certo sulla tecnologia Keshe come su altre cose dice la verità ma, oltre al fatto che Keshe ha scoperto in maniera brillante ed indipendente cose probabilmente già note in ambito militare, nel 2000 le sue ricerche erano già avviate e quindi note a chi di dovere.
    Questo non depone a favore dell’attendibilità di Lacerta giacchè se io dico una cosa vera non vuol dire che anche tutte le altre cose che dico sono vere.

    Mi fermo qua altrimenti, ripeto, rischio di scrivere un libro.
    Concludo semplicemente chiedendo che fine fa, all’interno della cornice delle “rivelazioni” di Lacerta, la nostra natura divina di creatori e co-creatori, la nostra sovranità e il nostro libero arbitrio?
    Semplicemente scompaiono del tutto.

    Io credo che esseri come Lacerta e come tutti gli altri ET/ED negativi siano interessati a ben altro che al rame presente sulla terra, anzi credo che questa storia del rame sia davvero una caxxata megagalattica.

    Quello a cui sono interessati è la nostra merda emozionale, in particolare paura, rabbia, odio e preoccupazione, di cui si nutrono voracemente ed è per questo che il nostro immenso potere viene drasticamente menomato quando siamo bambini.
    Per porci nella condizione ideale per sperimentare e reiterare quelle emozioni negative.

    Ora vi chiedo, come ci sentiremmo se scoprissimo che tutto quello che dice Lacerta corrisponde a verità?
    Inutili?
    Disperati?
    Impotenti?
    Animali da laboratorio?
    In balia di forze al di là delle vostre possibilità di controllo?
    Inevitabilmente diretti verso un destino di morte e distruzione che non può essere evitato?

    Ecco, è proprio quello che, io credo, Lacerta vuole che proviamo.

    • Grazie Geppo per la tua analisi. Alcune considerazioni le condivido, altre meno.

      La visione che Lacerta mi ha lasciato è quella di un essere che vuole metterci in guardia, e darci uno scossone per svegliarci.

      Sono d’accordo con te, quando dici che potenzialmente ogni limite genetico, e frutto comunque di limiti mentali che di conseguenza influenzano i nostri geni. In una parola Epigenetica.

      Riguardo alla ricostruzione storica mi sembra invece molto verosimile, ma ovviamente non ne ho la certezza.
      Pensiamo un attimo:
      – Il capitolo Elohim è confermato da più fonti (tra cui Mario Biglino da poco citato nel sito), ed è verosimile.
      – Le mutazioni genetiche che abbiamo subito, altrettanto. Non capisco le tue perplessità.

      Per tutti gli altri capitoli non abbiamo a disposizione altri parametri di confronto, ma la ricostruzione può essere un’ipotesi veritiera.

      Il capitolo plasma secondo me è molto significativo. Non solo, secondo Keshe, il plasma è in grado di produrre anti-gravità, ma come dice la stessa Lacerta, le astronavi diventano come punti di luce quando sfruttano il campo magnetico/gravitazionale come propulsore, e con opportuni meccanismi scompaiono alla vista.
      Qui, o Keshe ha letto Lacerta, e sta recitando la parte, oppure evidentemente c’è una verità convergente.

      Poi vorrei toccare due punti secondo me importanti.
      Il primo è questo: la verità, ammesso ne esista una, non è un punto d’arrivo, ma è il viaggio stesso, quindi è per sua natura sfuggevole.
      L’uomo nel corso di questi ultimi anni l’uomo ha creduto più volte di aver raggiunto la verità, e sempre, essa poneva l’uomo stesso come centro dell’esistenza universale.
      Man mano che la conoscenza è progredita, abbiamo spostato questo centro sempre più in periferia. E’ ora di capire che noi siamo sì, parte di questa immensa e bellissima creazione, ma che altresì non abbiamo alcun ruolo di privilegio in essa.

      Questa considerazione mi porta ad affrontare l’argomento secondo me più scottante.
      Lacerta fa un paragone azzeccatissimo paragonando noi alle formiche, rispetto alle altre razze alieni presenti qui sulla Terra.
      Se tu avessi possibilità di parlare alle formiche, oppure alle mosche, che spesso ammazziamo perchè ci danno fastidio, cosa diresti? Si potresti dirgli che sono delle bellissime creature divine (e fa già ridere), ma se volessi realmente aiutarle gli diresti che a confronto degli umani non hanno possibilità di vincere, e possibilmente di stargli alla larga, e non ronzargli attorno, se ci tengono a vivere.

      Perchè questo non può essere trasposto ad un livello più alto, sostituendo noi alle mosche?

      Penso che la verità non debba per forza essere compiacente con le nostre aspettative, quindi non cestiniamo tutto ciò che non risulta essere “in armonia con il nostro cuore”, perchè spesso il nostro cuore non è altro che un aspettativa della nostra mente, e sarebbe già un grande passo avere una logica efficiente.

      Quest’ultimo consiglio non è rivolto alle persone che hanno realmente sviluppato un intuito acuto, tra le quali NON mi annovero.

      • Sweps,
        quanto hai scritto riguardo alla similitudine nostra e delle formiche è pienamente condivisibile. Ma questo vorrebbe dire considerare chi “sta sopra” di noi (ET, EBT,ecc.) un essere altamente evoluto nella tecnologia e similmente evoluto nello spirito quanto noi. Allora si, che il tuo paragone avrebbe senso e sarebbe totalmente calzante. Ma questo un po’ striderebbe (rimanendo in musica) con i nuovi Architetti, piuttosto che con Marina, e con il mio piccolo pensiero, che cerca, spera, crede di vedere chi è “sopra” di lui un essere altamente evoluto, altamente evoluto nella legge dell’uno e quindi non vedrebbe mai chi è “sotto” di lui un animale, ma solo un fratello più piccolo che deve ancora crescere e riverserà in lui tutto l’Amore che può. Non avrebbe certo i “nostri pensieri”.
        Un abbraccio.

  6. Non ha fatto una serie di domande per me fondamentali:
    se amano il sole
    se sono più intelligenti
    se sono più evoluti
    se hanno la tecnologia
    se sono qui da più tempo
    perché lasciare la superficie a noi e rintanarsi sotto terra?
    forse gli alieni super avanzati li hanno bachettati?

    il fatto che stiano nascosti mi da l’idea o che non siano così tosti come ci vogliono far credere oppure boh… mancano dei pezzi, magari con l’intervista completa avrei capito meglio.

    L’assonanza con keshe l’avevo cercata, ma sinceramente non l’ho colta.

    Namastè

  7. Alcuni utenti commentano chiedendosi l’utilità del post di Lacerta. Altri utenti commentano e basta. Se date una letta a tutto quello che è stato scritto nei commenti capirete anche a cosa sta servendo effettivamente il post.

  8. Ho sempre saputo di essere una povera formica… quanto più abbia determinazione intuito creatività piano A B e C tra situazioni e lavori,rimango sempre una formica, vorrei essere piu evoluta, piu sapiente, ma mi sento cmq migliore delle marionette telecomandate nel genere umano… e so che la mia anima mi condurrà a casa quando arriverà il suo momento.

    • Grazie Federica. Voglio fare una considerazione a proposito della tua osservazione e di quelle di Lacerta. Gli essere umani hanno un potenziale evolutivo di molto superiore a quello dei rettiliani. La presenza di quella che, con terminologia cristiana, chiamiamo Anima, dà agli umani la possibilità di connettersi DIRETTAMENTE ed istantaneamente al campo universale dell’Amore incondizionato, ovvero la Coscienza Cristica Cosmica. I rettiliani non possono farlo a causa della loro costituzione energetica priva di questa risonanza. Le parole di un rettiliano sono quindi necessariamente fredde, prive di emozione, assomigliano molto a delle speculazioni intelligenti ma sempre mancanti in qualcosa… Quando Lacerta dice che noi genere umano siamo formiche, non significa che noi lo siamo. Ci sta comunicando la sua visione del genere umano, che descrive molto di più la natura rettiliana di quanto descriva la natura umana. Gli psicologi direbbero che è una PROIEZIONE. Fare delle considerazioni sull’effettivo potere umano, una volta che sia sviluppato ed attivo, è al di fuori delle capacità di comprensione di un rettiliano.

  9. Grazie Lòth delle tue parole che mettono chiarezza su cosa siamo realmente.❤

  10. Ciao a tutti, ho letto tutto il tuo messaggio e sinceramente non ho dubbi su quanto è stato raccontato. Ricerco in me le mie Verità e tengo il cuore aperto al Tutto ciò che è. Mi piacerebbe conoscere il punto di vista di Lacerta in merito al Creatore Universale. La sua fredda e utile conoscenza potrebbe comunque dare dei chiarimenti.
    Grazie.

  11. Scopro in ognuno di voi un po’ di me… e in me un po’ di ciascuno di voi!

  12. Tutto molto interessante. Mi domando come medium chi siano a questo punto le anime dei defunti e dei Maestri ascesi con cui comunico durante i miei channelling con loro. Secondo Lacerta dovrebbero essere manipolazioni degli Elohim, presumo, per indurci a credere che esiste un mondo oltre quello terrestre, una sorta di Matrix insomma, in cui siamo tutti protagonisti inconsapevoli tranne i bambini. E se invece Lacerta facesse realmente parte di una razza ostile all’umanità, i cosiddetti demoni che vivono nelle viscere della Terra, il cui compito è quello di farci perdere la reale consapevolezza della nostra effettiva natura divina? Sono solo considerazioni le mie dettate dall’istinto. Lazael Medium Channeler

    • Anche io ho pensato che probabilmente Lacerta nasconde molto di più di quello che dice. Perchè non ha mai fatto riferimento alla sparizione di migliaia di bambini? Lei sa che fine fanno? O è frutto della nostra “fantasia” anche questo?

  13. Ma poi se siamo considerati formiche, sempliciotti, animali da laboratorio, mi chiedo come mai tutto questo interesse? Io avrei piu interesse a studiare una razza di animali piu intelligente o temuta (scimmie, gorilla, leoni) che delle formichine inutili .E poi uno che motivo avrebbe di fare guerre o affari con un formicaio? Magari in fondo siamo temuti, o ci sono forti interessi. Di sicuro. Il rame, oro, idrogeno o altro, a una formica non chiederei il permesso se posso trovare un accordo. Noi siamo spiriti liberi, loro no, sono limitati. Hanno una vita sola.

  14. Salve a tutti.

    Innanzitutto volevo ringraziare l’amica rettiliana e l’intervistatore per queste interessantissime considerazioni figlie dei tempi di luce e consapevolezza a cui stiamo andando incontro.

    Il risveglio delle coscienze infatti è già iniziato lo si può vedere ovunque a livello di iniziative e idee sociali. Datagate… Poliziotti e manifestanti insieme, lobby criminali, banche s.p.a., Haarp, Scie chimiche… Voglia di pace Amore, energia pulita…

    Credo sinceramente come espresso da altre persone in questo forum che Lacerta abbia detto il vero sulla maggior parte delle cose e per questo la ringrazio.

    L’intervistatore però purtroppo si è dimenticato di fare alcune domande fondamentali sulla natura spirituale dell’uomo, sui grandi santi e saggi da Cristo Gesù a Baghavan Krishna, alle levitazioni di San Copertino nell’estasi divina che consente di entrare nel Samadhi e vedere le galassie e stare tutto uno con Dio.

    Non le è stato chiesto sul mondo astrale e sulla morte fisica.

    Non è stato chiesto ad esempio per quale motivo nelle opere artistiche post-rinascimentali quadri degli artisti si vede spesso Maria Vergine accompagnata dai dischi, se le legioni celesti di angeli in qualche modo fanno riferimento ad amici evoluti dell’uomo.

    Infatti io sono convinto che in realtà l’essere umano abbia nella sua genetica nel suo libero arbitrio nella sua intuizione la possibilità di rendersi sempre più intelligente e libero nella comunione con Dio Padre Onnipotente Creatore di tutte le razze aliene di tutti gli universi di tutto ciò che esiste e per questo diventare liberi come ferma proprio lei.

    Ringrazio Dio, la Vergine Maria e la Madre divina in tutte le sue forme, il mio Guru Paramahansa Yogananda, auguro a tutti uno splendido Natale di pace e amore, a tutti fratelli delle stelle, a tutti fratelli in carne sulla terra, a tutti i grandi spiriti e anche agli ultimi.

    Peraltro ho letto comment bellissimi e chiari che parlano di coscienza Cristica e di proiezione psicologica.
    Questo forum è frequentato da uomini e donne intelligenti.
    Complimentoni!
    Namaste

    P.S. Per chi ha paura, testi di luce faranno entrare il sole e dissiperanno le tenebre:

    Autobiografia di uno yogi di Paramhansa Yogananda, completa SRF

    Racconti di un viaggiatore astrale di Merois-Givaudan

    Vita di San Francesco di Assisi di fra’ Bonaventura

    Dalla sottomissione alla libertà di Merois-Givudan

    Il passaggio degli stregoni di Taisha Abeler

    Questi libri sono tesori che non hanno prezzo!
    Oum pace

    Che ognuno si impegni a fare la propria parte al meglio in questa vita.

    • Scusate, una rifflessione, ma se si fanno queste guerre astrali, di figli delle stelle e altro, come mai nessuno sa niente di scie chimiche e altro, oppure non cerca di fermarle in astrale? Ah ahi, mi costa riflettere anche se bello alimentare la speranza, del domani ci salveranno.
      Grazie a voi

  15. Premetto che ho letto solo ora l’intervista e se sta leggendo il mio messaggio lacerta vorrei chiedere il perché di tutta questa contraddizione mi spiego, lei dice che la maggior parte di loro sono nostri amici e non sono ostili nei nostri confronti e per come la vedo io al giorno d’oggi molti di noi capirebbero il loro “venire su” con noi a godersi il vero sole senza problemi quindi potremmo difendere e vivere il pianeta terra senza magari rovinarlo con gas tossici e con metodi per vivere molto più saltuari per tutti… Ora arriva la contraddizione, lei dice però che allo stesso tempo se uno di noi dovesse imbattersi in una loro “entrata” insomma in un loro simbolo noi dovremmo scappare… Che senso ha? Voi rettiliani terrestri siete la prima razza nativa del pianeta, siete capaci di comandare il nostro modo di percepire le cose ma non siete capaci di venire in modo pacifico allo scoperto per rivivere il vostro sole pienamente e godervi il vostro pianeta? E non ditemi che ci sono ragioni religiose perché prima e durante la nostra evoluzione voi vivevate in superficie come e con noi tranquillamente. Attendo risposta in un modo o nell’altro. Io ci credo.

    • Secondo me è cruciale il fatto che non ha menzionato nelle sue risposte, quando gli ha chiesto sui governi umani che hanno stretto accordo con i Grigi, che l’intero sistema come noi lo viviamo è sotto controllo di organizzazioni minori quali Banche, Corporazioni, Multinazionali e Governi fantoccio messi lì, si dice, da queste creature mezze umane, mezze “aliene”. Quindi ci sarebbe da fargli una bella domanda per sapere dove sta il problema alla radice con i nostri governanti. Per il resto tutto combacia con quello scritto descritto da altri testi.

  16. Esatto! Perchè non parla dei Grigi, dei contatti dei rettiliani con i governanti “umani” della Terra e quale scopo hanno questi contatti? Solo se risponde a queste domande posso considerare “vera” questa intervista!

  17. Voglio porre ben tre “chiavi” di lettura e cercare di capire non la veridicità dell’intervista in sè, (che secondo il mio parere contiene informazioni a tratti chiaramente “copiazzate” da varie scienze e discipline, mischiate a pseudo teorie per nostra natura attuale inspiegabili e inimmaginabili, e da chiare considerazioni storico-millenarie volutamente non spiegate perchè, a detta di Lacerta, non importanti) ma di voler capire il motivo per il quale questa intervista è arrivata fino a noi.
    Partendo da questo presupposto posso chiarire perchè parlo di tre “chiavi” di lettura e di come ogni una di essa possa influenzare la nostra singolare realtà e coscienza a riguardo dei temi delicati come quelli menzionati nell’intervista.
    La prima “chiave” è una visione della lettura prettamente di fede, alla quale si tralasciano parecchi particolari importanti e si da per veritiero ogni cosa detta da Lacerta, gli avvenimenti, le tecnologie, le scienze, le verità assolute e la figura di Lacerta stessa, diventano realtà nella mente, nel cuore e nella coscienza di chi fa parte di questo gruppo di persone, rafforzando le proprie credenze verso tali specie.
    Della seconda “chiave” di lettura fa parte quel gruppo di persone che tiene in considerazione l’eventuale realtà di esseri che popolano l’universo e forse anche la terra oltre a noi umani, ma che discernono dal credere ad argomentazioni pseudo fanta-scientifiche dettate nelle condizioni di cui sopra l’articolo espone, determinando una lettura meno radicale, facendo come riferimento alla scienza conosciuta fino ad oggi, ma interagendo con una mente aperta ad ogni evenienza e con uno spitito critico e dubbioso riguardante fatti, scienze e tecnologie menzionate.
    Nella terza “chiave” di lettura ci sono tutte quelle persone che fanno della propria realtà, una realtà assoluta, e che non mettono in dubbio ciò che i propri sensi recepiscono, ma che consolidano le proprie idee di esseri Unici, a discapito di eventuali accettazioni future.
    Detto ciò, si potrebbe risalire anche ad una estrapolazione di “verità” riguardante l’intervista, o per lo meno avvicinarsi al motivo per la quale essa è stata svolta (se non si fa parte del primo gruppo di “chiave” di lettura).
    La domanda che mi/vi pongo nel caso fosse una messa in scena o una intervista falsa è per quale motivo essa sarebbe stata architettata per arrivare fino a noi?
    Nel caso invece esistessero davvero questi esseri e l’intervista con Lacerta si fosse davvero svolta, quali sarebbero i reali motivi di essa?

    Ad ogni uno le proprie considerazioni, ma ricordate la logica del vostro pensiero riguardo le scelte religiose che avete adottato nella vita… credo sarebbe alquanto illogico e incoerente credere a questa intervista e non in un Dio…

  18. Io credo a queste cose!! Vorrei incontrare questi esseri, come ha fatto questo signore come faccio? È una domanda strana ma d’altronde come lo domando??

  19. Anche io come e.f. vorrei avere l’onore di conoscere Lacerta x provare a comprendere la sua conoscenza! Siamo suddivisi in razze anche sulla terra e se ci pensate è vero che siamo solo degli esperimenti genetici, basta notare le differenze anche tra noi esseri umani (cinesi afro ariani ecc.) mi piacerebbe sapere come faccio a “spegnere l’interruttore” per vedere la verità! Ci sono milioni di curiosità dopo aver letto questa intervista ma scriverle qui sarebbe inutile, poiché l’avidità è umana non mi va di dividere troppi pensieri.

I commenti sono chiusi.