Galleria

ONU, New Age e Nuovo Ordine Mondiale


Introduzione

di Viator

La prima parte dell’articolo presentato di seguito sembra uno spot involontario e autolesionistico confezionato dal qualunquismo dell’autore. Poi però il resoconto della ‘canalizzazione’ ufficiale tenutasi presso la sede viennese delle Nazioni Unite riporta il discorso su binari più appropriati. Si tratta di una vicenda piuttosto inusuale, che non mancherà di suscitare qualche perplessità circa le istituzioni sovranazionali da cui siamo dominati. La stretta connessione che sembra intercorrere tra l’ONU – gigantesco e aggressivo ente di cui è noto il curriculum – e la dottrina New Age, di certo non depone a favore della credibilità di quest’ultima.

Così come sembra artificiosa e strumentale la contemporanea fioritura di numerose correnti filosofico-spirituali sorte dal nulla verso la fine degli anni ’60 e culminata con il dilagare in rete di materiale divulgativo riguardante dottrine fino a ieri ignote ai più, con la nutrita serie di esternazioni canalizzate da parte degli alieni Fratelli di Luce, con la notevole quantità di documentari legalisti-ambientalistici come Zeitgeist, Thrive, Kymatica e Home, con lo sdoganamento apparentemente immotivato della ipotesi extraterrestre da parte della cultura dominante, ed infine con l’impeto antireligioso che sta caratterizzando la comunicazione di massa del terzo millennio.

Non mi interessa giudicare la gente coinvolta nei movimenti sorti sulla scia di tale bombardamento culturale; avanzo però il sospetto (e non sono certo il primo) che il suo attivismo sia sfruttato dal Potere per perseguire una serie di obiettivi politici dai connotati assai diversi da come appaiono. Una situazione che la storia ripropone con una certa frequenza. Tali obiettivi – poco importa quanto nobili siano giudicati da chi sta investendo ingenti risorse per conseguirli – se il sospetto è fondato – sono perseguiti con mezzi del tutto anti-democratici. Servirsi di massicce campagne di manipolazione culturale, spirituale, politica per indurre scientificamente le persone ad abbracciare una idea è un atto ignobile. Sebbene le trappole culturali siano sempre esistite, solo di recente – grazie alla scienza della persuasione e alla comunicazione globale – la arroganza del potere sta toccando i massimi livelli di mitomania ed ipocrisia.

Ciò detto, occorre mettersi d’accordo su cosa si intenda per neo-spiritualità. Non è difficile, per chi non realizzi la complessità e le sfumature che contraddistinguono la esperienza storica e la attualità, affibbiare ad ogni espressione di spiritualità diversa dalla propria, la etichetta di nemesi maligna. Esattamente come il cristianesimo, antiche dottrine quali il buddismo e lo gnosticismo, citate dall’autore con evidente disprezzo, e alle quali per certi versi si rifà la filosofia New Age, si limitano ad indicare una direzione, una teoria, la cui interpretazione e professione spettano alla coscienza dei singoli individui. La dottrina cristiana fu interpretata malamente da Torquemada ed i suoi mandanti, e molto meglio da Francesco d’Assisi. Dunque una cosa è la dottrina, altra cosa è l’uso pratico che la gente ne fa. Rifiutare o fingere di non comprendere simili concetti può voler dire molte cose; nel peggiore dei casi esprime malafede, la quale – se non vado errato – non rientrava tra le pratiche incoraggiate da Gesù.

Buon lettura.

Viator

Nazioni Unite (ONU), New Age e Nuovo Ordine Mondiale

di A. Morrison
traduzione di www.anticorpi.info

Ho spesso parlato del fatto che le Nazioni Unite (ONU) siano una organizzazione ampiamente infiltrata da occultisti e propagatori della Nuova Spiritualità (New Ageism).

Nel libro The Aquarian Conspiracy di Marilyn Ferguson, un sondaggio tra i seguaci della New Age ha concluso che la influenza principale sul loro risveglio spirituale sia stata l’opera di Pierre Teilhard de Chardin.

L’occultista e canalizzatore, dr. Robert Muller, ex Assistente del Segretario Generale delle Nazioni Unite, ha scritto in uno dei suoi libri:

“Teilhard [de Chardin] ha sempre considerato le Nazioni Unite come la progressiva incarnazione istituzionale della sua filosofia.”
R. Muller – “Il desiderio di essere umani” (ed. Miranana, 1983 – p. 304)

In quanto alfiere della Nuova Spiritualità, Teilhard de Chardin applicò rigorosamente la propria filosofia evolutiva monistica (contraria al pluralismo – n.d.t.) alla politica mondiale, sostenendo la visione di una sorta di unico governo mondiale.

Nel libro Il futuro dell’uomo, scrisse:

“Anche se la forma non è ancora visibile, domani l’umanità si risveglierà in un mondo globalizzato.”

L’ONU rappresenta una delle più importanti incarnazioni della Nuova Spiritualità, e persegue il progetto di un ‘Nuovo Ordine Mondiale’, fondato su antichi principi massonico – occultistici.

Sette anni dopo la istituzione delle Nazioni Unite, la teosofa e fondatrice del Lucis Trust, Alice Bailey pubblicò un libro in cui sosteneva che:

“La prova della crescita dell’intelletto umano lungo le necessarie linee ricettive [per la preparazione della Nuova Era] è riscontrabile nella ‘pianificazione’ effettuata da varie nazioni e negli sforzi delle Nazioni Unite per formulare un piano mondiale … Fin dall’inizio sono stati tre fattori occulti a governare lo sviluppo di tutti questi piani.”
Alice B. Bailey – “Il Discepolato nella Nuova Era” (ed. Lucis Press, 1955 – Vol. II, p. 35)

Sebbene Bailey non precisasse in cosa consistessero tali tre fattori occulti, ebbe a rivelare ai propri studenti che:

“Le Nazioni Unite portano il germe e il seme di un grande gruppo meditativo internazionale; un gruppo di pensiero composto da uomini e donne consapevoli, i quali detengono il destino dell’umanità. Esso è in gran parte sotto il controllo di molti discepoli di quarto raggio, e il loro punto di messa a fuoco meditativa è il piano intuitivo o buddhico – il piano della intera attività gerarchica.”
(ibidem, p. 220)

A tal fine, il Lucis Trust (precedentemente noto come Lucifer Trust), sotto la guida di Foster ed Alice Bailey inaugurò un gruppo denominato ‘Buona Volontà Mondiale’, un’organizzazione non governativa in seno alle Nazioni Unite il cui obiettivo dichiarato è:

“(…) cooperare nel mondo in vista della riapparizione del Cristo.”
One Earth, rivista della Fondazione Findhorn (ottobre/novembre 1986 – p. 24)

Si tenga conto che il ritorno del Cristo indicato nella letteratura neo-gnostica non deve essere confuso con il concetto biblico del secondo avvento di Gesù Cristo, ma si riferisce al Maestro del Mondo atteso per condurre l’umanità in una prossima Età dell’Oro sulla Terra.

Tuttavia gli elementi esoterici all’interno delle Nazioni Unite non si limitano a questi gruppi occulti riconosciuti.

Gran parte della energia dedicata al compimento di tale processo fu prodotta da due segretari generali delle Nazioni Unite, Dag Hammarskjöld (carica ricoperta: 1953-1961) e U Thant (carica ricoperta: 1961-1971) che gli successe, con i quali collaborò un assistente del Segretario Generale, il Dott. Robert Muller.

In un libro scritto per celebrare la filosofia di de Chardin (a cura di Robert Muller), viene rivelato che:

“Dag Hammarskjöld, l’economista razionale nordico, concluse la propria esistenza come un mistico. Anche egli ammise alla fine della sua vita che la spiritualità sia la chiave finale per comprendere il nostro destino terreno nel tempo e nello spazio”.
Robert Muller – “Il desiderio di essere umani” (ed. Miranana, 1983 – p. 304)

Nel caso che si volesse sapere a che tipo di spiritualità Dag Hammarskjöld facesse riferimento, un opuscolo nella camera della meditazione delle Nazioni Unite, redatto sotto la direzione di Hammarskjöld, precisa che l’altare al suo interno…

“…è dedicato al Dio che l’uomo adora sotto molti nomi e molte forme.”
R.K. Spenser – “Il culto dell’occhio onniveggente” (Christian Book Club of America, p. 9 – 1962)

Successivamente vedremo come tale approccio sincretistico sia fondamentale per lo sviluppo della Nuova Spiritualità, del Nuovo Ordine Mondiale e del Millennio Occulto sulla Terra. Nel 1973, il segretario generale delle Nazioni Unite U Thant – il quale era anche un mistico – fondò la organizzazione Planet Citizens insieme ad un attivista della New Age chiamato Keys Donald.

Si tratta di un’altra organizzazione non governativa in seno alle Nazioni Unite, la quale è dedicata alla diffusione del nuovo gnosticismo. Fu creata con lo intento di diventare un’organizzazione globale:

“dedita alla preparazione delle persone allo avvento della nuova cultura.”
J. Gordon Melton – “New Age Encyclopedia” (Gale Research Inc., 1990 – p. 357)

Keys ha collaborato attivamente con la comunità New Age scozzese di Findhorn, e scrive regolarmente per la rivista One Earth. All’inizio degli anni 1980, scrisse:

“I gruppi New Age stanno per entrare in una nuova fase, una fase connessa al mondo. Stanno diventando abbastanza maturi per iniziare a farsi carico di una parte dell’onere dell’umanità. La diffusione dei valori della New Age quale unificante lievito per l’impasto umano può essere l’ingrediente fondamentale per emergere con successo dal 1980.”
One Hearth – Rivista della Fondazione Findhorn (febbraio/marzo 1980 – p. 1)

In questo stesso articolo Keys si poneva la domanda:

“In che misura le energie ed i valori del movimento New Age investiranno la scena umana nel 1980?”

E poi si rispondeva:

“Senza dubbio avranno un grande impatto in tutto il mondo sia dal punto di vista politico che da quello sociologico.”
(ibidem)

Che la previsione fosse esatta, ormai credo non vi sia più alcun dubbio. In ogni dove si sente parlare di un Nuovo Ordine Mondiale, e l’attuale presidente del paese più influente del mondo (George Bush – n.d.t.) è l’uomo più in sintonia con il nuovo gnosticismo che si potesse avere alla Casa Bianca (v. post correlati). Il suo vice, Albert Gore, è anch’egli completamente in sintonia con le ambizioni della Nuova Spiritualità.

È utile segnalare la notizia non comprovata secondo cui Javier Perez de Cuellar – Segretario Generale delle Nazioni Unite dal 1982 al 1992 – sarebbe stato rapito dagli alieni il giorno 30 novembre 1989 [The Sunday Independent (UK) – 2 gennaio 1994 – p. 10].

Perez de Cuellar si è sempre fermamente rifiutato di parlare di tale esperienza. Tuttavia, in risposta a una richiesta sulla questione da parte del Principe del Liechtenstein – autorità mondiale nello studio del fenomeno UFO – non avrebbe negato la fondatezza della notizia [ibidem]

Che un tale evento sia realmente accaduto o meno, la sua divulgazione tramite i mass media internazionali potrebbe facilmente ascriversi ad un processo persuasivo morbido con cui preparare le persone ad accettare l’idea di un rapporto tra esseri alieni e capi di governo del mondo (Si potrebbe dire molto di più al riguardo, in quanto si tratta di una parte importante del grande inganno messo in atto dalla governance internazionale – n.d.T.).

La stanza spoglia, a forma di cuneo, con il suo inquietante altare magnetico ed il criptico murale stilizzato in stile Picasso sulla parete più piccola, simboleggiano il cuore vuoto di molti culti esoterici religiosi nel corso dei secoli. Non sorprende apprendere che l’ONU sia dotata di un istruttore ufficiale di meditazione indiana, Sri Chinmoy, il quale tiene due sessioni di meditazione alla settimana all’interno del palazzo delle Nazioni Unite, e la cui specialità è cullare a ritmo di musica il suo pubblico in una sorta di trance.

Perfino le compassate camere parlamentari inglesi hanno ospitato Sri Chinmoy – su invito del Presidente della Camera dei Comuni – così che i politici avessero potuto apprendere le tecniche di meditazione [The Daily Telegraph – UK].

Robert Muller si sofferma a parlare anche della relazione tra le Nazioni Unite e la “Nuova Spiritualità”, e praticamente riscrive il primo capitolo del libro biblico della Genesi facendo esplicito riferimento alle Nazioni Unite.

Sotto il titolo di The New Genesis, scrive quanto segue:

“E Dio vide che tutte le nazioni della terra, bianchi e neri, ricchi e poveri, da Nord e Sud, da Est e Ovest, e di tutti i credi inviavano i loro emissari presso una grande casa di vetro [vale a dire la sede delle Nazioni Unite], sulle rive del fiume del Sol Levante, sull’isola di Manhattan, così che potessero stare insieme, pensare insieme, prendersi cura insieme del mondo e della intera umanità, e Dio disse: “Questa è cosa buona.” Quello fu il primo giorno della Nuova Era della Terra.”
R. Muller – “Il desiderio di essere umani” (ed. Miranana, 1983 – p. 17)

In un altro libro di Muller – Decidere di Essere – troviamo esposta la filosofia New Age:

“Decidere di aprirsi a Dio, allo Universo, a tutti i vostri fratelli e sorelle, per il vostro se interiore… al potenziale del genere umano per l’infinità del vostro se interiore, per diventare l’Universo… diventare il vostro vero, divino, stupendo Sè.”
Robert Muller – “Decidere di Essere” (Link-Up, 1986 – p. 2)
La rivista New Age britannica Link-Up, ha poi cambiato nome in Global Link-Up.

Verso metà degli anni ’80 ebbe luogo una fitta attività da parte di infiltrati delle Nazioni Unite incaricati di esercitare una influenza globale a favore della “nuova spiritualità.” Quanto detto emerse inizialmente nei Peace Meditation Days sponsorizzati dall’ONU, che avevano come testimonial una serie di celebrità in sintonia con l’ideologia New Age. Tali Peace Meditation Days funsero da introduzione per la Run Earth First, che ebbe inizio il 16 settembre 1986 ed in cui una fiaccola ardente fu passata di mano a mano in tutto il mondo fino al 31 dicembre, giorno in cui giunse ad accendere una ‘fiamma eterna’ presso la sede delle Nazioni Unite a New York.

Il primo Peace Meditation Day fu intitolato The Million Minutes of Peace Appeal, mentre il secondo fu intitolato The World Instant of Cooperation.

Il volantino pubblicitario poneva la domanda: “Sei pronto a prendere il mondo nelle tue mani?”

Sebbene tale dettaglio sia stato occultato al pubblico, queste occasioni furono ideate da una galassia di organizzazioni esoteriche internazionali che operarono a stretto contatto con le Nazioni Unite, e le cui credenze spirituali, affiliazioni ed aspirazioni sono del tutto in linea con la Nuova Spiritualità.

Esse furono in realtà partorite dalle menti di quattro leader dell’occultismo visionario mondialista. In primo luogo John Price Randolph, autore di molti libri neo-gnostici e fondatore del Quartus Foundation for Spiritual Research, una organizzazione con sede in Texas, dedicata a…

“…svolgere attività di ricerca e comunicazione sulla divinità dell’uomo.”
John Price Randolph – “The Planetary Commision” (Quartus Books – 1980)

ed il cui obiettivo dichiarato è…

“…documentare la verità che l’uomo sia un essere spirituale che possiede tutti i poteri del regno spirituale… che l’uomo sia realmente Dio individualizzato, e che l’uomo realizzando la sua vera identità, possa dominare il mondo materiale.”
(Ibidem, p. 173)

Un’altra mente ispiratrice di questi eventi organizzati dalle Nazioni Unite fu Barbara Marx Hubbard (la quale sembrerebbe non essere connessa in alcun modo a Ron Hubbard e Scientology; su Wikipedia sono assenti le informazioni circa la sua vita privata – n.d.t.) nel cui libro del 1983 Apocalisse: il Libro della Co-creazione, chiedeva una briciola di Pentecoste tale da modificare lo stato del mondo della coscienza [“Link-up” n. 28 – Autunno 1986 – p. 5]

Vi fu poi il newyorkese David Gershon che immaginava la Terra come espressione di cooperazione universale.

E poi il moscovita Joseph Goldin il quale nel 1985 concepì una festa di Capodanno globale che si tenne a Mosca il 31 dicembre 1986, con collegamento via satellite in tutto il mondo. [Ibidem]

Almeno due di tali personaggi supportano apertamente la comunicazione psichica con gli spiriti: sia Barbara Hubbard che John Price Randolph rientrano tra le celebrità citate sulle copertine del ‘canalizzato’ Ken Carey nei libri della serie Starseed pubblicata da Harper/Collins. Tale è il contesto in cui questa festa occulta delle Nazioni Unite, progettata per introdurre la gente comune di molte fedi ed anche di confessione cristiana verso i regni della meditazione occulta a livello globale. In realtà gli organizzatori sono convinti che giungerà un punto critico in cui avrà luogo “una svolta verso una nuova coscienza planetaria”, se riusciranno ad indurre gente a sufficienza a meditare sul pianeta in qualsiasi momento.

Tra i molti clienti e sponsor di tali eventi citiamo il Dalai Lama, James Callaghan, Yehudi Menuhin, Richard Leakey, Terry Waite, il Dr. Linus Pauling, Madre Teresa, il dottor Robert Muller, il compositore Philip Glass, l’attore comico Dudley Moore, l’attore Ben Kingsley, Paul McCartney, l’industriale Bowater Scott, la Brahma Kumaris World Spiritual University, L’istituto Human Unity, la Fondazione Gandhi, L’UNA, Oxfam, ecc.

Uno dei motivi principali per cui le Nazioni Unite sono diventate il ritrovo di organizzazioni e individui che cercano di realizzare un unica coscienza politica e religiosa mondiale anticristiana è che essa costituirebbe una potente rete globale facilmente utilizzabile da infiltrati e forze clandestine. Inoltre, una tale situazione rientra tra i piani di chi persegue segretamente il governo mondiale, che porterà alla cosiddetta Età dell’Oro sulla Terra prevista nella spiritualità dei fautori del Nuovo Ordine Mondiale.

Lo scopo principale delle Nazioni Unite all’atto della fondazione era di ammorbidire la gente in merito alla idea di un governo mondiale che prevalga sulla sovranità dei governi nazionali. È per questo che l’ONU è improvvisamente venuto alla ribalta sotto forma di ‘poliziotto del pianeta’ verso la fine degli anni ’80 ed i primi anni ’90. Ciò non significa che l’attuale ONU e il suo Consiglio di Sicurezza siano destinati a diventare necessariamente il vero e proprio Governo Mondiale, sebbene essi costituiscano senza ombra di dubbio la sua forma embrionale.

Tra i numerosi fattori che stanno contribuendo a tale processo di ammorbidimento, il principale è la costante erosione del concetto di sovranità nazionale in tutto il mondo. A tal fine, i paesi della ex ‘cortina di ferro’ sono stati sistematicamente ‘democratizzati’ (ad opera dalle potenze mondiali del Governo Ombra), in modo che a lungo andare, le derive nazionalistiche suscitassero il desiderio di un governo mondiale.

Credere che lo smantellamento della cortina di ferro sia stato il risultato di una serie di decisioni indipendenti, spontanee, popolari è pura ingenuità. Chi scrive conosce numerose fonti di intelligence che dimostrano come le strutture politiche della Unione Sovietica e dei suoi satelliti (ad esempio Germania orientale, Polonia, Ungheria, Romania, Cecoslovacchia, ecc) siano state sistematicamente smantellate dagli stessi poteri che le avevano create.

Mikhail Gorbachev, ex presidente delle URSS e attuale presidente della Croce Verde Internazionale/ Mezzaluna Rossa, è stato preparato al suo ruolo dal predecessore Yuri Andropov, ed è un esponente importante del governo mondiale segreto, tutt’oggi in vigore.

Quale prova determinante del coinvolgimento dell’occultismo nell’ambito delle Nazioni Unite, vi invito a leggere il seguente rapporto circa la visita presso la sede viennese delle Nazioni Unite di due esponenti della nuova spiritualità (i quali si definiscono Operatori di Luce) al fine di comunicare una serie di informazioni canalizzate da una entità disincarnata (canalizzare significa tramandare oralmente una rivelazione oracolare da parte di entità spirituali. I riferimenti ad un Gruppo indicano l’insieme degli spiriti autori dei messaggi).

Tornerò per la conclusione, dopo questo articolo.

LUCE ALLE NAZIONI UNITE
Canalizzazione in Tempo Reale presso le Nazioni Unite

Steve Rother e il “Gruppo
Vienna, Austria, 20 maggio 1999

Dalla sede delle Nazioni Unite presso la città di Vienna, Steve e Barbara Rother presentano una canalizzazione in tempo reale del Gruppo, presso un raduno della Luce. Quella che segue è una canalizzazione molto potente la quale offre suggerimenti affinché l’intera umanità viva nelle vibrazioni più elevate del nostro nuovo Pianeta.

Siamo atterrati a Vienna alle 9 del mattino, dopo 13 ore di volo da San Diego. Vienna è una città bellissima con un ricco patrimonio artistico. Si è trattato della prima occasione in cui Barbara ed io abbiamo visitato la Europa, e siamo rimasti piuttosto entusiasti. La nostra ospite, Lourdes Resperger, ci ha accolti all’aeroporto con un mazzo di fiori che preludeva a quanto stava per accadere.

Resperger è la presidente della Società Internazionale Esoterica della città di Vienna, organizzatrice di questo evento. Abbiamo deciso di riposare in albergo prima della canalizzazione presso le Nazioni Unite alle quattro del pomeriggio. Non ero affatto preoccupato per l’evento e non vedevo l’ora che avesse inizio. Non sapevo cosa aspettarmi, ma la sensazione non era spiacevole. Eva Reinerman – di Bruxelles – ci ha accolti presso il nostro hotel nel tardo pomeriggio insieme a sua madre Elena. Con tutta la comitiva abbiamo poi preso la metropolitana per recarci presso il Vienna International Center. Essendo l’unico a portare con se una spada mi sentivo piuttosto a disagio, ma nessun problema: ne ho viste di peggiori.

Spiegare perché portassi una spada ai funzionari della dogana mi ha fornito molte storielle meravigliose da raccontare ai seminari. In pratica, all’ingresso del Vienna International Center abbiamo dovuto presentare i nostri documenti e adempiere i protocolli di sicurezza, dal momento che formalmente stavamo entrando in uno stato all’interno dello stato. Ci sono stati consegnati dei tesserini di riconoscimento; poi è giunto il momento della verità, quando una guardia di sicurezza ci ha chiesto di depositare le nostre cose sul carrello della macchina a raggi X. Dal momento che la guardia sarebbe andata nel panico vedendo la mia spada comparire sullo schermo, gliela ho segnalata in anticipo.

La guardia ha strabuzzato gli occhi, e poi è arrivata la solita domanda: “Perché questa spada?”

Si potrebbe pensare che trattandosi della stessa domanda che mi è stata riproposta infinite volte, avrei avuto una risposta pronta. Non è così; ho biascicato qualcosa sul fatto che si trattasse di una spada cerimoniale.

A quel punto i suoi occhi quasi sono schizzati fuori dalle orbite, mentre visioni di sacrifici umani scorrevano nella sua mente. Poi le sue parole mi sono suonate fin troppo familiari: “Sarà meglio che parli con il mio supervisore.” È divertente come anche guardie di sicurezza altamente qualificate delle Nazioni Unite si trasformino in piccoli ometti sospettosi non appena vedano una spada.

Terminata l’ispezione siamo finalmente entrati in questa specie di piccola città nella città. Gli edifici del Vienna International Center sono numerosi. All’interno della struttura hanno sede l’ONU, la UNIDO, la Organizzazione delle Nazioni Industriali e l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (UNOV UCBDO).

Entrando nella hall principale ho notato sul soffitto praticamente tutte le bandiere internazionali. Siamo saliti di diversi piani fino alla sala in cui si sarebbe tenuta la canalizzazione. Al nostro ingresso era presente già una ventina di persone, così abbiamo iniziato a fare conoscenza. Alle 17:30 la stanza si è riempita di molti delegati delle varie organizzazioni che avevano appena concluso la loro giornata lavorativa. C’era gente delle Nazioni Unite, della UNIDO e della Agenzia per l’Energia Atomica. Espletate le presentazioni di rito ho iniziato il discorso di fronte a un uditorio di circa 70 persone. Ho narrato loro come tutto ebbe inizio quando il primo Gruppo mi contattò. Ho parlato dei messaggi già ricevuti dal Gruppo, e ho accennato al lavoro che stavamo facendo. Sono rimasto sorpreso di scoprire che la maggior parte delle persone nella sala aveva letto il Beacons of Light Meditations. A quanto pareva i messaggi del Gruppo venivano condivisi già da tempo via posta elettronica nella intranet delle Nazioni Unite.

Erano pronti ad ascoltare le informazioni e molto ansiosi di vederci. Da parte nostra eravamo ansiosi di incontrare Operatori della Luce originari di altri paesi, ma dopo circa cinque minuti di discorso ho guardato negli occhi sorridenti, ansiosi del pubblico, e mi sono reso conto di trovarmi a casa, con la mia famiglia.

Ho presentato la Spada, lo Scettro e Quill agli astanti ed ho spiegato le modalità con cui di solito utilizziamo tali strumenti nei seminari per illustrare le informazioni ricevute dal Gruppo. E’ stato bello vedere alcuni speciali guerrieri della Luce impugnare nuovamente la spada. Inizialmente ero molto preoccupato di dover fare qualcosa di così importante appena poche ore dopo essere sbarcato da un volo intercontinentale, ma un momento dopo essermi presentato all’uditorio, il Gruppo si è manifestato, e la mia eccitazione è schizzata alle stelle.

Dopo una breve pausa ho iniziato a canalizzare. Il Gruppo aveva deciso di non preparami a quanto stava per dire attraverso la mia voce. Normalmente una simile situazione mi avrebbe reso molto nervoso, ma in quel momento ero troppo occupato per preoccuparmi. La mia prima tecnica di canalizzazione è stata la scrittura, quindi l’attività verbale è relativamente nuova per me. Ormai però ho sviluppato una buona confidenza con le canalizzazioni in tempo reale. Mi basta liberare il flusso.

La tempistica del nostro viaggio ha fatto si che in quei giorni fosse in atto la crisi del Kosovo, paese a poche centinaia di miglia dalla nostra sede. In molti ci hanno chiesto risposte su ciò che stava accadendo laggiù. Volevano anche informazioni sul ruolo dei rifugiati. C’era tristezza nell’aria, causata dall’argomento.

Ad ogni modo è stato proprio quello il primo argomento che ho canalizzato. Il Gruppo ha parlato del ruolo che quella gente meravigliosa (i kosovari – n.d.t.) stava giocando nello schema delle cose, e del modo in cui il suo sacrificio stava facilitando l’ulteriore evoluzione dell’umanità. Ci ha invitati ad esternare la nostra verità in qualsiasi situazione. Molti a Vienna portano le cicatrici della ultima volta che lo fecero, nei giorni dell’Olocausto.

Ancora una volta, il Gruppo ha detto che il nostro risveglio su questo pianeta ha avuto inizio seriamente il giorno della caduta di Hitler. Si è trattato del nostro rilancio nella vibrazione collettiva.

Il Gruppo ha iniziato a parlare di energia universale, e di come tutto sia miscelato insieme.

– Per rendere l’idea ha usato la immagine delle maree dell’Oceano che bilanciano la rotazione della Terra. Tale movimento costante di energia (acquatico) è alla costante ricerca di equilibrio. La ricerca dello equilibrio e della fusione è la via dell’energia universale. Sostenere tale fusione vuol dire porsi nel flusso universale. Opporsi a tale fusione vuol dire contrastare il flusso universale.

• Ha dato delucidazioni su come ogni azione debba essere compatibile al flusso della Energia Universale.

• Ha spiegato che la compatibilità delle azioni e la rimozione delle linee immaginarie di separazione ci aiuterebbe a compiere la transizione evolutiva della umanità. Hanno incoraggiato la segregazione di tutte le azioni che resistano o non supportino la fusione.

• Ha parlato di come tutte le cose inizino da un’unica fonte. Quando avviene un invio di energia che va contro il flusso universale allora si sviluppa una resistenza. Quando una resistenza non corretta si sviluppa una azione fuorviante che attrae altri invii di energia errati, creando una comunità di energia fuorviata.

• Se questo fenomeno prosegue, dato che i simili si attraggono, ben presto viene a crearsi un intero paese di energia fuorviata.

• Ha aggiunto che se mai la maggior parte del pianeta fosse caratterizzata da energia fuorviata, la Madre chiuderebbe il gioco e giungerebbe la fine dei tempi sulla Terra.

• Ci ha anche invitati a tenere a mente che gli eventi del Kosovo fossero in realtà una possibilità di brillare di luce concessa in un luogo in cui la luce non brillava da diverso tempo.

• Non parlava di un luogo geografico, ma di una sorta di pulizia etnica.

• Ha messo in chiaro che tutti noi ci troviamo nelle vibrazioni più elevate, status che avrebbe incontrato una brusca opposizione.

• Ha detto che le parole ‘lotta’ e ‘guerra’ non sarebbero rimaste a lungo nel nostro vocabolario, ma che era anche molto importante che prendessimo posizione, dicessimo la nostra verità e creassimo la nostra realtà. Per molti versi era come avere la possibilità di affermare la direzione della nuova Terra.

• Ha detto che coloro i quali abbiano accettato il ruolo di vittime dovrebbero sentirsi molto onorati.

• Ha aggiunto che (le vittime) stessero giocando un ruolo molto importante, il quale non sarebbe passato inosservato, e che tutti noi dovevamo loro un vero e proprio debito di gratitudine. Sebbene il teatro fosse quello del Kosovo, in realtà la posta in gioco era molto più elevata e aveva a che fare con il flusso di Energia Universale, e con un insegnamento per le nostre vite e le nostre azioni sul pianeta.

• Ha detto che anche le nostre più piccole decisioni nella vita di tutti i giorni possano essere rapportate al flusso per verificare se si tratti di un depistaggio di energia.

• Ha detto che agli alti livelli di governo sia facile verificare come ogni singola azione e ogni politica possano essere sia favorevoli al flusso, che contrarie ad esso.

• Ha detto che non esiste giudizio, ma solo conseguenze.

• Esso (Il Gruppo) ha sottolineato come la moneta dell’Euro rappresenti un perfetto esempio di fusione in quanto cancella le linee immaginarie che definiamo ‘confini’. (!!! – .n.d.t.)

• Ci ha incoraggiati a consolidare i legami tra di noi, e a diventare cittadini della Terra.

• Ha detto che una volta che avessimo conseguito tale obiettivo, avremmo potuto iniziare a lavorare su come diventare cittadini dell’Universo.

• Ha parlato di coloro che presto si riveleranno per aiutarci a comprendere il nostro vero patrimonio.

• E ha detto che quando tutto ciò accadrà, ogni confine immaginario sarà cancellato, e tutti noi diventeremo cittadini del nuovo Pianeta Terra.

• Ha parlato dei nostri vicini galattici e di quanto diverse siano le loro specie.

• Ha detto che quando cominceranno a manifestarsi, gli umani si scopriranno molto più simili di quanto oggi credano, e questo li legherà reciprocamente, come cittadini del pianeta.

• Ha parlato degli allineamenti planetari che negli ultimi tempi hanno causato turbolenze, e del ruolo della umanità in questo ordine di cose.

• Ha parlato dei cambiamenti fisici in procinto di verificarsi, e del risveglio dell’umanità (v. post correlati).

• Tutto sommato, ci ha invitato a fare delle scelte e ad assumerci le responsabilità di quelle scelte.

• Ci ha gentilmente ma risolutamente rammentato che attraverso le nostre scelte creiamo il nostro futuro.

Al termine della canalizzazione ogni astante ha potuto porre una domanda al Gruppo. Sono state poste molte domande interessanti che andavano dal 23° Universo alle modalità con cui si può meglio ricordare chi siamo. Una domanda che ha prodotto una risposta interessante del gruppo, è stata posta da uno scienziato della Agenzia per l’energia atomica.

La domanda concerneva la natura della sincronia in quanto rapportata alla rappresentazione tridimensionale delle scintille divine. La base della loro risposta è stata che lo scienziato stava facendo le cose più complicate di quanto realmente fossero. Il concetto di Dio è troppo semplice per adattarsi alle tre dimensioni. Tale domanda normalmente accomuna Operatori di Luce di ogni ceto sociale.

Alla fine della canalizzazione, ho aperto gli occhi per scoprire che quelli seduti in prima fila erano tutti in lacrime. Si tratta di un problema noto, per cui ho imparato ad avvertire le persone in modo che possano scegliere se intendano trovarsi o meno nel flusso di lacrime causato dalla eccessiva vicinanza al canalizzatore.

Alla fine ci sono stati molti lunghi abbracci, ed una meravigliosa Operatrice di Luce mi è venuta incontro, con un sorriso raggiante da un orecchio all’altro. Si trovava lì per darci il benvenuto, e aveva portato con se una amica traduttrice, dal momento che non parlava inglese. Mi ha raccontato di come dopo circa cinque minuti di canalizzazione avesse chiesto alla sua operatrice di smettere di tradurre, in quanto stava ricevendo il messaggio direttamente nel suo cuore, senza bisogno di parole.

I Rother

Una delle esperienze più belle presso le Nazioni Unite è accaduta alcuni giorni dopo. La nostra ospite Lourdes ci ha chiesto di ritornare alle Nazioni Unite per il pranzo. Questo ci ha consentito di dare una occhiata più approfondita in giro, e abbiamo visto più di quanto immaginassimo. Il Vienna International City ospita un sacco di Luce, ed è stato davvero fantastico avere la possibilità di essere accompagnati in una visita privata di questa grandissima struttura. Appena prima di partire abbiamo preso un caffè in una caffetteria deserta. Ci siamo seduti al tavolino e circa cinque persone ci si sono avvicinate in quanto mi avevano visto al seminario. Ci hanno abbracciati con i saluti da parte della famiglia. Tutto ciò è andato oltre le mi più rosee aspettative, e per la prima volta ho realizzato come insieme a Barbara, il Gruppo stia avendo un ruolo meraviglioso nel riunire la famiglia in tutto il mondo.

Abbiamo fatto un seminario di due giorni nel cuore di Vienna, località molto speciale in cui il Gruppo ha condiviso di più sulla famiglia di Michael (? – n.d.t.). Hanno detto che la energia di Michael era molto forte in quella posizione geografica, e che quello fosse il motivo per cui adesso si stavano ritrovando l’un l’altro. In più di un modo mi ha ricordato Casa.

Ci siamo sentiti profondamente onorati di essere invitati a condividere questo messaggio con tanti importanti Operatori di Luce in questa fase critica del nostro pianeta. Ci è stato chiesto di ritornare nel mese di aprile 2000 e abbiamo accettato l’invito con gratitudine. Barbara ed io ci sentiamo molto onorati di portare un messaggio che sia in grado di far ritrovare gli Operatori di Luce di tutto il mondo. Ringraziamo tutti voi che adoperate le energie per rendere tutto ciò possibile. Tutti insieme stiamo cambiando il mondo e ci avviamo alla creazione del paradiso sulla Terra. Un cuore alla volta. Steve, Barbara ed il Gruppo.

Potete trovare l’articolo di cui sopra, completo di foto, sul sito Lightworker (in realtà il pezzo sembra essere stato rimosso dal sito – n.d.t.)

Commento di Alan Morrison

Forse ora è più facile farsi una idea di ciò che sta realmente accadendo nel mondo. I collegamenti con le Nazioni Unite vanno ben oltre quanto detto in questo articolo.

Per quelli di voi che obietteranno: “E allora?”, io rispondo che coloro che sanno leggere i segni dei tempi non saranno colti di sorpresa quando la imminente persecuzione inizierà con una vendetta. È giunto il momento di preparare le nostre congregazioni ad un futuro difficile.

Non solo, ma diventa ancora più importante testimoniare con forza la situazione mondiale attuale. Non immergetevi in inutili fantasie auto-compiaciute circa una futura rinascita del mondo. Non ci sarà niente di simile. Né dobbiamo andare a nasconderci sulle colline con un generatore di elettricità e scorte di alimenti essiccati, in placida attesa che vengano a prenderci.

Vi prego essere civili e – come sempre – Lector Caveat (il lettore è avvertito che qualche dettaglio può essere impreciso – n.d.t.)

Articolo in lingua inglese pubblicato sul sito The Forbidden Knowledge:
Link diretto →  www.theforbiddenknowledge.com
Traduzione: www.anticorpi.info
reblogged by Hearthaware blog
hearthaware.wordpress.com

Pagina correlata: I libri di Alice A. Bailey

16 commenti su “ONU, New Age e Nuovo Ordine Mondiale

  1. Salve, articolo interessante e grazie. Ho letto che Elena Blavatsky fondatrice della Teosofia è stata ispirata e riceveva messaggi dalla Gerarchia di Luce e poi alla fine ha deviato. Per quanto riguarda Alice Bailey questa s.ra è una Discepola della Gerarchia e fu ispirata dal Tibetano che si definiva Maestro che invece non lo era. Anche lei alla fine deviò il messaggio della Gerarchia per scopi personali e ha parlato spesso nei suoi scritti a favore dell’Onu. Per quanto riguarda il Gruppo canalizzato dai Rother ho letto gli ultimi messaggi diciamo da un paio d’anni a questa parte e mi sembrano veritieri in quanto alla famiglia di appartenenza dicono effettivamente di appartanere alla famiglia dell’AA Michele. In quest’articolo si parla anche di guerra nei Balcani e sembra che il Gruppo incitava alla distruzione per un beneficio futuro in questo non mi esprimo in quanto qualsiasi cosa dicessi potrei sbagliare. Però questo si verificò anche con SA.LU.SA qualche anno fa che in uno dei suoi messaggi canalizzati incitava il popolo americano alla distruzione della Libia e questo fu un argomento di discussione con una che diceva di essere di origine pleiadiana e non mi seppe dire niente in merito visto che lei non diceva che era sbagliato fare guerra alla Libia accettava quella realtà. Adesso veniamo all’ONU da mie indagini ho scoperto che in Italia i politici e burocrati appartenenti alla massoneria e agli ordini esoterici sono in minima parte rispetto agli altri Paesi facenti parte dell’ONU ed altri organi importanti. Pertanto ci potremmo scandalizzare e magari cadere nel giudizio nagativo verso gli appartenenti a tali organizzazioni. Io che sto scrivendo non appartengo a nessuno di queste cose o altre. Mi astengo dal giudizio. Ma la mia logica mi dice che anche in questi ordini c’è Luce in qualcuno che ne fa parte e che persegue il bene dell’Umanità. Un saluto.

    • La questione mi tocca profondamente giacchè ho dedicato 3 anni interi della mia vita a studiare riga per riga l’opera omnia (24 libri) di Alice Bailey. Cosa ne ho concluso? Che gli insegnamenti esoterici dati sono di elevatissima qualità e precisione. Molto meno chiaro è invece il fine per cui essi sarebbero utilizzati.

  2. Complimenti Lòthlaurin; anch’io anni fa mi ripromettevo di farlo ed ancora non ho cominciato. Delle due autrici di cui si parla ho letto le biografie, contestualizzata in una più generale storia dell’esoterismo, ed estratti della loro monumentale (specie per la Bailey) opera; le considero donne coraggiose e pionieristiche nel loro operato, considerato anche il contesto socio-culturale in cui vivevano. Ciò che scrivono è indubbiamente complesso e di sicuro non posso sapere quanto questa loro conoscenza venisse usata a scopi personali. L’impressione che ho ricavato dalla parte dell’articolo di A. Morrison è che veramente si faccia di tutta l’erba un fascio, come si suol dire. Si mettono nello stesso calderone cose di origine molto diversa dimostrando peraltro o di non conoscerle affatto o di averne una visione notevolmente pregiudizievole e viziata da dogmatismi. Con il sistema delle citazioni decontestualizzate si può dimostrare tutto e il suo contrario.
    Vorrei fare una riflessione sul fatto che è abituale per le forze di destabilizzazione deviare ciò che è iniziato con buoni propositi verso altri scopi. Non possiamo escludere che originariamente l’Onu o altre Istituzioni internazionali fossero state concepite da menti visionarie per uno scopo sinceramente evolutivo. Non vedo perché immaginare un futuro mondo unito debba essere una prerogativa solo del NWO. La vera differenza è nel modo in cui questa unità si realizza e il modo in cui questa unità viene fatta funzionare; dittatura o comunità di persone libere e consapevoli orientate al bene comune sono due esiti ben differenti.

    • “Non vedo perché immaginare un futuro mondo unito debba essere una prerogativa solo del NWO. La vera differenza è nel modo in cui questa unità si realizza e il modo in cui questa unità viene fatta funzionare; dittatura o comunità di persone libere e consapevoli orientate al bene comune sono due esiti ben differenti.” SOTTOSCRIVO E SOTTOLINEO.

    • Sono d’accordo con te, Mnemosyne.

      Fermo restando che sto osservando queste notizie con sempre maggiore distacco e “disinteresse” (nel senso che, ne prendo atto, ma non le sento più “vicine” a me e a coloro che mi circondano come un tempo), Bel tentativo di destabilizzazione, comunque.😀

      Grazie Lòthlaurin, come sempre, le tue premesse circa questi articoli sono interessanti e tuttavia non pregiudicano la lettura e l’assimilazione delle notizie che riporti.

      Buon proseguo!

    • Fantastico, è proprio quello che cerco di sostenere nelle varie discussioni di questi ultimi giorni: Si tende al pregiudizio che una qualsiasi mossa debba essere necessariamente portata avanti da forze oscure per esclusivi scopi oscuri, senza considerare che al loro interno possano esserci uomini che operano come “infiltrati” (consapevoli e no) per un fine diverso da quello di altri. Questo tipo di analisi dovremmo imparare ad applicarla a più ambiti, includendo anche le amministrazioni varie del governo (nel nostro caso italiano) ed anche nelle forze militari.

  3. Salve a tutti, non voglio sembrare pessimista,
    ma se un domani il NWO, Illuminati o chi per loro… dovessero riuscire nel loro intento, quelli di noi che vorranno opporsi come faranno? Mi rendo conto che, chi fa parte di questi meccanismi è cmq mio fratello/sorella. Per esempio si parla tanto dei microchip, come potrei fargli capire che quello che fanno è sbagliato? Come potremmo uscirne liberi se già adesso nel mondo c’è sempre meno libertà… potrei dirgli che l’Amore capisce ogni cosa, che è tempo di amare e non di sopprimere e odiare, ma secondo voi non sarei costretta a amalgamarmi a ciò che vogliono loro, non verremmo privati cmq di poter esercitare il nostro libero arbitrio?

    So che nel mondo ci sono tante Anime buone che cercano di migliorare il pianeta terra, ma ce ne sono altrettanti che invece vogliono manipolarci sempre più, poi vi è quel terzo gruppo, quello ancora inconsapevole, che non vuole sapere, che non vuole credere, questi sono i più indifesi, quelli che non si rendono conto di ciò che sta succedendo,sono le persone che si bevono tutto ciò che gli viene detto dai media. Dalla mia infanzia ad oggi mi sono sempre sentita fuori dal mondo, quando chiedevo a mia madre perchè nel mondo altri bambini come me morivano di fame ed io no, mi veniva risposto di non pensarci ed io mi arrabbiavo perchè non era giusto, lo stesso accade oggi che sono adulta, ma io adesso so perchè avviene tutto questo e a volte mi sento impotente.

    Scusate lo sfogo, ma è solo che nel mio cuore spero sempre che le persone capiscano quanto è bello tutto ciò che abbiamo intorno, uscire di casa e guardare il cielo nella sua immensità, sentirsi uniti con tutto, animali, piante, vento, pioggia sole, mare, universo e con tutto ciò che È, capirebbero che i soldi, l’ultimo modello di cell., in vestito griffato e tutto ciò che riguarda i beni materiali non è nulla a confronto di quella immensità.

    A presto, con Amore, A.

    • Hai toccato un tema delicato e molto attuale. Ne parleremo prossimamente, affrontando il tema della scissione delle timeline in seguito all’Ascensione. In soldoni, secondo i modelli ascensionali più in voga, non ci sarebbe possibilità di fermare il NWO. In seguito all’Ascensione, chi rimarrà in 3D proseguirebbe in questa timeline che come potete vedere sta stringendo sempre di più le maglie.

    • Vedi il mio commento sotto. Se si arriverà ad un Unico Governo Mondiale e qualcuno di loro proporrà il microchip, le loro idee saranno oltraggiose per il pubblico e causeranno una reazione forse violenta ed emotiva in molte persone che così agiranno contro di loro. Nel processo di rottura del libero arbitrio, in cui sono coinvolti, essi si ritroverannno costretti ad imparare a provare sensazioni. Questo pianeta sta attraversando una trasformazione che è inevitabile. Sta andando inevitabilmente verso una struttura di luce, che significa una struttura unificata. Una struttura che sta lavorando nelle lunghezze d’onda vibrazionali che hanno un campo unificato, che non sono dentro alla lotta per la diversificazione, ma sono integrate, e stanno muovendosi sempre più verso l’unificazione, attraverso la vibrazione, o vero nucleo conosciuto come amore.

    • Salve Lothlaurin, a proposito del NWO e i controlli sull’Umanità alcuni giorni fa parlando con un Essere in 3^ dim che sta svolgendo il compito di questa Nuova Era mi è stato detto che effettivamente i prossimi anni (centinaia o migliaia) saranno proprio questi gli ostacoli dell’Umanità se vorrà avanzare nell’Evoluzione. Le dittature e i controlli. Gli ostacoli più sono difficoltosi se superati più veloci si avanzerà sulla Via. (Naturalmente non saranno solo questi gli ostacoli) Un saluto.

    • Ciao Amo. Prendo spunto dalla tua riflessione per dire il mio punto di vista.
      Noi siamo già liberi. Forse non come esseri umani ma come spiriti si. Siamo spiriti liberi. Quando ti riferisci a “noi” parli ovviamente dell’umanità. Ma non siamo l’Umanità pur facendone momentaneamente parte…
      Questa potrebbe essere la ragione perché ti sei sempre sentita fuori dal mondo senza entrare nei dettagli, quelli li troviamo ognuno di noi. Quello che accade a molti di noi.
      Un abbraccio.

  4. L’articolo originale sul sito c’è ancora, insieme al testo delle canalizzazioni di tutte e cinque le volte che gli autori sono stati ospitati all’ONU in diverse sedi tra il 1999 e il 2002, bisogna cliccare sul menu in microcaratteri in alto a sinistra. Che io sappia non è così anomalo che relatori un po’ insoliti facciano un discorso in qualche sede ONU.
    La traduzione di questa frase: “Those actions that resisted blending and encouraged segregation would not be supported.” sarebbe meglio: “Le azioni che hanno resistito alla fusione ed incoraggiato la segregazione non sarebbero state supportate”. Nel testo originale non si parla di euro, ma addirittura di euro-dollaro:
    “where you have chosen to combine your economic structures in the form of what you call a “euro-dollar.” And although there is typical resistance to such changes, we tell you that these are the co-creations that are clearly aligned with the Universal Energy”
    hanno già deciso che dobbiamo co-creare l’euro-dollaro.
    (Tanto il Gruppo mica fa la spesa qui!)
    Ci sarebbe anche altro di interessante, ma questa è la più carina:
    “The power of the eyes that watch your every move is far beyond your understanding.”
    beh, non cominciamo a fare i complottisti, “eyes” è plurale, no?

  5. La volontà dell’umanità è quella di voler cambiare ed integrarsi in un tutto unificato. Anche se alcuni individui all’interno dei governi pensano che con un Unico Governo Mondiale, a cui stanno lavorando, avranno il controllo del mondo, rimarranno sorpresi. E’ basato sul mentale, senza emozioni. La mente sottovaluta sempre il potere unificante dell’amore. L’amore ci condurrà alla grande unificazione e trasformerà tutte le menti integrandole. I governi ombra sono stati grandemente gabbati, ed ora sono in confusione. Ci sono sentimenti contrastanti negli individui coinvolti. Anche se ci può essere un gruppo di base, negli anni futuri gran parte di loro cambieranno. Perchè l’unificazione della luce del risveglio attraverso l’amore sta influenzando tutti gli individui dappertutto. Quando le barriere sono unificate, le coscienza sono unificate. Così, nell’atto stesso in cui essi pensano di star lottando contro o cercando di prevenire la luce, o la realizzazione dell’amore, della speranza, essi stanno cambiando se stessi. Essi pensano di vincere con la loro tecnologia superiore, con la loro comprensione superiore della tecnologia e della mente. Ma essi conoscono molto poco sulle emozioni, e per questo essi stanno cambiando se stessi.

  6. Lòthlaurin, ho sentito parlare della scissione, ma aspetto il vostro articolo che sarà di sicuro più esauriente rispetto al marasma che si trova in rete.

    la Luce di Emmanuel, i tuoi sono pensieri molto belli e pieni di speranza.
    Grazie

    A presto. A

  7. Pingback: Il lato oscuro di Thrive | Hearthaware

I commenti sono chiusi.