Galleria

Trascrizione dell’intervista Iconicon a Mehran Keshe


Finalmente, dopo qualche giorno di ritardo per motivi tecnici, il video della straordinaria intervista che ICONICON ha potuto fare a Mehran T. Keshe nella sede dell’omonima fondazione a Ninove, in Belgio, il 24 Settembre scorso.

Possiamo dire con orgoglio di essere stati il primo canale di diffusione di notizie indipendente ad avere un contatto diretto con la realtà tecnologica che promette di rivoluzionare i più importanti e strategici ambiti della nostra vita quotidiana, proiettandoci in un futuro ora letteralmente inimmaginabile: produzione di free energy, trasporti urbani, planetari ed interplanetari, guarigione dalle principali malattie, soluzione ai problemi della fame nel mondo, nuovi materiali per l’industria ed tanto altro ancora da decretare chiaramente la fine della dipendenza dal petrolio e persino da quelle che vengono attualmente definite fonti energetiche alternative, che appaiono inefficienti ed obsolete al confronto. E tutto questo nel totale silenzio degli organi di stampa del nostro paese, occupati a diffondere notizie meno che marginali.

L’ing. Keshe ha accolto con grande disponibilità il nostro mission team, di cui abbiamo già parlato in questo post, ed ha risposto a tutte le domande dell’intervistatore, l’ingegnere aerospaziale Ciro Pirone.

Keshe stesso ci ha confermato che l’Italia ha partecipato alla presentazione delle tecnologie alle ambasciate dei vari paesi svoltasi il 6 Settembre scorso, ed abbiamo potuto appurare che fondamentale è stata la pressione dei cittadini italiani nei confronti della propria ambasciata a Bruxelles, effettuata con un massiccio invio di email come suggerito dall’appello partito proprio da queste pagine.

Se l’Italia avrà una parte in questa vicenda, sarà nostra grande soddisfazione sapere di avere anche minimamente dato aiuto al positivo svolgersi dei fatti, nel totale disinteresse del sistema che dovrebbe al contrario tutelare la vita dei propri cittadini, il loro benessere autentico ed il loro progresso materiale, tecnologico e culturale.

Straordinarie sono alcune rivelazioni emerse durante l’intervista riguardo ai retroscena internazionali attualmente in atto: Keshe, che appare per la sua posizione a conoscenza di dinamiche agli alti livelli del potere, dichiara per esempio in un passaggio che un netto cambiamento degli equilibri internazionali è avvenuto nella settimana precedente all’intervista, ossia dal 16 al 23 settembre, e aggiunge che nei prossimi tre mesi l’ONU sarà soggetto ad un grande cambiamento in senso riformatore.

Straordinaria è poi la descrizione delle conseguenze avute dalle precedenti presentazioni delle tecnologie e delle loro applicazioni aerospaziali, che hanno fatto esclamare importanti personaggi del complesso governativo-militare-industriale americano “da questo momento le regole del gioco nei programmi spaziali sono cambiate”, mentre altrettanto rivelatrice, anche se intuibile, è la notizia che l’operato della Fondazione è sotto osservazione 24 ore su 24 da parte di polizia e intelligence.

Addirittura incredibile è poi quanto dice a proposito della potenza dei generatori antigravità, che con dimensioni di pochi decimetri possono sollevare centinaia di tonnellate e creare scudi magnetici impermeabili a radiazioni ed agenti esterni.

L’intervistatore, considerata la posta in gioco in merito all’implementazione di tecnologie del genere, ha poi, a microfoni spenti, giudicato con estrema prudenza quanto emerso, poiché lo stacco con la nostra realtà attuale sarebbe davvero abissale e fondamentale è per l’umanità riporre le proprie speranze su qualcosa che giunga davvero a compimento e vada quindi a vantaggio della gente, innalzando gli standard di vita al livello autentico che i conseguimenti scientifici e tecnologici potrebbero ora consentire.

La chiave di tutto questo sembrerebbe essere l’andamento dello scenario internazionale, che in questi giorni, per non dire ore, è denso di interrogativi, ma anche di possibilità insperate per la costruzione di una pace planetaria.

Quindi giudicate in ogni caso voi stessi quanto attendibile, convincente o ispirato appare Mehran T. Keshe nelle sue risposte. Chi meglio di ognuno di voi può formarsi un giudizio in merito, basandosi sulle proprie sensazioni istintive?

In ogni caso questa è senza ombra di dubbio una intervista molto importante e che non delude le aspettative, che proponiamo ora al pubblico anglofono nella versione originale, mentre è in corso di doppiaggio la versione italiana per maggiore diffusione nel nostro paese.

Buona visione.

Jervé

Fonte: www.iconicon.it ©
reblogged by Hearthaware blog

su gentile concessione di Iconicon Post

Nota. Tutti i nostri articoli sulla Keshe Foundation li trovate nella Home Page di Hearthaware nella barra del menù in alto, alla voce “Keshe Foundation“.

Intervista esclusiva a M. T. Keshe
Ninove, Keshe Foundation, 24 Settembre 2012

Intervistatore: Ing. Ciro Pirone
Traduzione: Jessica Pegoiani per Iconicon Post

La prima domanda è… Quindi, voi avete questa tecnologia che più che rivoluzionaria. Troviamo che questa cosa sia più che rivoluzionaria, quindi, tutti sono entusiasti a proposito di questa tecnologia.

Ci stavamo chiedendo, che cosa vi trattiene dal mostrare la vostra tecnologia o una delle applicazioni della vostra tecnologia in modo molto esplicito ad una vasta audience; come… non so… durante un evento, un evento sportivo. Perché dovreste farlo? Perché… Avendo l’attenzione di così tanta gente sarebbe impossibile da nascondere e tutta questa gente spingerebbe il governo per far implementare la vostra tecnologia, perché la vostra tecnologia – è scritto lì – salute, energia, trasporti, ambiente, agricoltura… ci sono cose delle quali tutto il mondo ha molto bisogno.

Quindi in questo modo lei potrebbe, non solo impedire al governo di boicottarla, ma anche di preservarne l’informazione, perché sarebbe impossibile resettare le menti delle persone che hanno visto la tecnologia di punto in bianco. Che cosa la trattiene?

Quello che ci trattiene è il rimanere in vita. Abbiamo mostrato… annunciato… che avremmo mostrato un’automobile volante il 26 novembre 2011, l’anno scorso. Il 25 novembre hanno invaso il mio laboratorio con la polizia, gli ispettori nucleari. Hanno messo dei sigilli. E, ad oggi, il posto è ancora sigillato.

Lo sappiamo.

Quindi… Sai che è successo… Ho portato gli ispettori nucleari alla macchina che vola e gli ho detto “voglio far volare questa automobile domani”.

Mi dice: “Prima di tutto non muovi niente di qui e se la muovi da terra non hai una licenza per far volare questa macchina. Seconda cosa, abbiamo confiscato tutto quello che è all’interno dei sigilli.”

Credo che questo per noi sia chiaro.

No, devi capire, se fossi in una posizione così negativa nel trasportare il mio materiale, che ho usato negli ultimi 10-20 anni e loro hanno portato tutti i sistemi più nuovi: rilevatore nucleare, rivelatore di emissioni e non hanno trovato nessuna perdita, non hanno trovato nessun residuo, non hanno trovato nessuna contaminazione… e io ho fatto qualcosa di male… dovrebbero confiscare il materiale e andare, portarlo alla centrale, ovunque lo tengono. Il materiale oggi dopo un anno e ancora nel mio laboratorio, l’hanno semplicemente messo sotto chiave davanti a me. Hanno semplicemente fermato la tecnologia.

Voi gente non capite. Se mostriamo una tecnologia in modo in opportuno… verrò ucciso. Lo sappiamo.

La domanda che noi abbiamo fatto non è… lei annuncia l’evento. Semplicemente lo fa.

Non si può fare. Ci osservano 24 su 24. Siamo sul monitor. 24 su 24, ad opera di fino a 5 agenzie. Lo sappiamo, ci è stato detto dagli ambasciatori.

Quindi: ci moviamo, lo sanno, usciamo di casa, lo sanno. Siamo andando al laboratorio, loro lo sanno. Caghiamo, scoreggiamo… loro sanno… le misure e le dimensioni di questa stanza.

E una delle cose che la gente non capisce. Scienziati compresi. Anche altri scienziati… io conosco altri scienziati che sono nella stessa situazione.

In secondo luogo non abbiamo scoperto niente di nuovo. La gente non capisce. Facciamo semplicemente il corso che la natura attiva nell’universo. Quindi, non è una scoperta. Abbiamo dato il brevetto all’ufficio brevetti in Dalhem… ci dicono che non possiamo brevettare una scoperta naturale. Se è naturale, specialmente per questo devi annunciarlo. Non la metti su una mensola.

Cosa posso dire… il procedimento è cercare di mettere sotto silenzio tutto ciò che si può. Ora, abbiamo annunciato che il 14 di dicembre mostreremo l’energia e il generatore.

A meno che non le impediscano di farlo.

A meno che ce lo impediscano ma, non capisci, durante la riunione di venerdì, qui – tu eri presente – c’erano persone di diverse agenzie qui, noi non lo sapevamo e, da venerdì, hanno rivelato chi sono. Un cambiamento in come stanno le cose. E non posso discutere di questo, è molto confidenziale. Ma erano qui per i rappresentanti dei governi senza che nessuno lo sapesse. Persino noi non lo sapevamo perché hanno preso il biglietto su internet.

Mh? E vediamo… abbiamo visto un cambiamento radicale in una direzione… il che è incredibile.

Intende una direzione positiva o negativa?

Non lo so. Perché dobbiamo aspettare e riguardare questa cosa da qui a 6-12 mesi. Solo perché qualcuno ti abbraccia non vuol dire che non abbia intenzione di ucciderti stritolandoti finche non ti scoppia il cuore.

Ok, poi un’altra domanda. Prima lei ha menzionato che il governo belga e agenzie… quindi le agenzie nucleari europee hanno visto i suoi equipaggiamenti. Il suo laboratorio è qui in questa stessa location o da qualche altra parte?

Di questo non parlo per sicurezza. Loro sanno dov’è.

Sanno dov’è.

Certo, perché ha una certificazione, ha un’autorizzazione, ha tutto il resto. Altrimenti nemmeno io saprei dov’è.

Non vogliamo sapere dove sia. Stavamo solo speculando che potrebbe essere da qualche altra parte perché qui ci sono solo uffici.

No, no, no, no questo è solo…

Gli uffici

…l’ufficio e… come lo chiamate? Per le conferenze.

Per le presentazioni. Perché solo a novembre avete aperto…

Si. E siamo stati… eh… la ragione per la quale abbiamo aperto questo posto risale a 7-8 anni fa, ci sono voluti 7-8 anni per arrivare qui. Intorno al 2005 abbiamo fatto, organizzato una conferenza in un hotel, Park Hotel, a Utrecht per annunciare la scoperta sul peso, sulla gravità e quello che le avrebbe cambiate… Il signore che l’ha organizzato è un sindaco e ministro, ministro di gabinetto del Belgio. L’ha organizzato lui. Siamo andati là e abbiamo visto tutti quanti fuori e abbiamo detto “qual è il problema? Abbiamo prenotato una sala conferenze qui”. Il manager del ristorante stava in piedi fuori così.

E mi ha detto: l’unico modo di far passare questa conferenza, di far avvenire questa conferenza stampa è se il permesso viene dall’ufficio del primo ministro o dal ministero di gabinetto del Belgio, in caso contrario abbiamo già finito.

Ho detto: e perché una conferenza scientifica necessita di un governo?

Esattamente

Ed è ancora così.

Cercano sempre di…

Lo fanno sempre … e adesso abbiamo cercato di fare un’altra conferenza e l’anno bloccata. Tutti quelli che ci hanno spinto sono stati bloccati.

Adesso abbiamo aperto questo centro, nessuno lo sa, questo edificio è nostro.

E’ privato

E’ privato. Possiamo fare quello che vogliamo. Questa è la ragione per cui l’abbiamo organizzato così. Non è che noi non abbiamo… se vai a vedere i documenti, posso mostrarvi documenti, pile di documenti. Questi documenti sono stati nelle mani dei governi da 7-10 giorni a questa parte.

Noi non abbiamo chiesto… siamo stati approcciati, in modo indiretto, da un’azienda, da un signore, che ci ha fatto la richiesta. E poi abbiamo scoperto che dietro tutto c’è una grande organizzazione che ci ha chiesto di mettere in piedi in gli impianti ad Antwerp. Di portare qui gli impianti.

Gli impianti per cominciare a costruire i vostri sistemi.

Gli impianti… tutto quello che c’era, tutti i lavori che stavano finendo nella spazzatura. Avevano chiuso tutto.

La novità del Belgio ci ha portati a presentare la proposta… il comitato, i membri del comitato direttore di quest’azienda hanno proposto di settare il generatore, i sistemi spaziali, le applicazioni mediche di professori dell’università in Belgio. Perché hanno esaminato i nostri test, sanno che sono corretti, vorrebbero fare parte del comitato direttivo perché questo porterebbe prestigio quando sono in università posso darvi tutti i nomi da leggere e confermerebbero di esserci stati.

E poi cos’è successo?

E poi il direttore del Pricewaterhouse di Gent ha detto che non potevamo andare da nessuna parte e che non potevamo più collaborare con nessuna università in Belgio. Fine. E i professori che stavano lavorando con noi con una prospettiva di sviluppo di 2 anni con il loro nome sopra sono stati minacciati di perdere la loro cattedra se mai avessero collaborato di nuovo con Keshe. E questo è quanto. Non facciamo quello che potete fare voi.

Possiamo vedere questi documenti che ha citato?

Non sono qui, non sapevo che li avreste voluti. Se lo volete possiamo mostrarveli. Non c’è problema.

No, è perché lei ha detto che poteva mostrarceli.

Possiamo mostrarli. Non sono qui, non teniamo tutto qui.

E tutte le cose… c’è un’azienda che si chiama Magner, che avrebbe dovuto incorporare la meccanica tedesca, il governo tedesco era pronto ad acquistare la parte finanziaria per tenere in piedi il posto. Li abbiamo incontrati, hanno aperto le loro fabbriche, abbiamo incontrato i direttori. Avremmo salvato 30’000 preesistenti, ne avremmo creati altri 30’000… pfff… tutto perso. Quindi non è una questione di perché non ci sono i generatori… la ragione è stata che ogni volta che abbiamo provato a produrre il dispositivo ne hanno bloccato l’esecuzione. E noi siamo ben noti alle autorità di Bruxelles. Ci hanno perquisiti un lungo e in largo, facendo ricerche dettagliate sui nostri processi. E hanno sempre classificato tutto come informazioni infondate… bla, bla e cose così.

Sappiamo che… sappiamo che…

Quindi quando mi chiedi perché i generatori… erano stati fatti gli impianti per la produzione nel 2010.

E confermi che questi generatori saranno… se tutto va bene…

Non parliamo più di questa cosa. La gente che lo ha pagato lo riceverà in dicembre.

Non ne parliamo più… quando lo facciamo, dove lo facciamo.

Sono uno dei tizi che…

Passato domani… o il giorno dopo quello che è organizzato si ferma. Finiamo i generatori stabiliti.

Sono uno di quelli che lo riceverà.

No… tu non lo riceverai perché io so che è il tuo.

Ha, ha! NON lo riceverò

Mi assicurerò io che tu non lo riceva.

Ha, ha… lo voglio! Allora, adesso ho un’altra domanda relativa più a quello che avete mostrato durante la presentazione lo scorso venerdì. Avete accennato che il programma di training che inizierete… è stato molto interessante in verità quello che avete presentato.

E’ già su facebook e youtube e già stato pubblicato. L’hanno già mandato, questa mattina, il personale della fondazione. Non si può far senza.

Ok. Avete accennato che… il programma di training sarà, tipo, gratuito per chi non può pagarlo e invece chiunque può…

Accanto hai 3 bottoni. Uno dice fai una donazione: ho imparato un tanto, voglio donare un tanto. Uno dice sono già stato qui voglio solo rileggere il documento e ho già fatto una donazione. E l’altro è gratuito. Finiscono tutti sulla stessa pagina.

Quindi, come ho detto, l’africano, che non può permetterselo, cliccherà sul bottone… l’apprendimento per lui è gratuito. Il milionario che dice “ah… posso creare un nuovo sistema con queste informazioni… mi ha fruttato questa cifra, faccio una donazione”.

Poi un’altra domanda. La fondazione Keshe possiede altre aziende?

No, la fondazione Keshe ha i suoi lavoratori. Abbiamo uno statuto della fondazione Keshe che è un’organizzazione no-profit in Olanda. E questa possiede il dipartimento ricerca e sviluppo della  fondazione Keshe e poi la stessa possiede Powercell della fondazione Keshe… che il sito commerciale Powercell Keshe che è stato creato per gestire la fabbrica in Antwerp. E non abbiamo potuto creare l’azienda nel 2009. Ce l’abbiamo fatta solo 3 anni dopo ad avere il BTV numero 3, la settimana scorsa. 3 anni, hanno trovato ogni giochino disonesto all’interno delle strutture delle autorità belga per fermare il rilascio.

Ma se tu volessi creare un’azienda oggi, domani mattina hai tutto. Come mai un’azienda con me al comando ci impiega 3 anni?

Vai a cercare sui registri la fondazione Keshe, guardi le registrazioni e lo vedi. E il punto è che ho vissuto in Europa per 37 e rotti anni. 37-38 anni quindi…

Non ci dovrebbe essere nessuna ragione…

Non ci dovrebbe essere nessuna ragione.

La criminalità comanda nelle strutture delle autorità belga e le formiche del governo la spingono.

Ok, ora abbiamo un’altra domanda… chiamiamola, chiamiamola pure una domanda cattiva

Non risponderò

Eh?

Non risponderò

Cattiva… ma in ogni caso, rispettosa. Con rispetto. Come si supporta economicamente la fondazione? A parte gli appoggi…

Non lo diciamo. Abbiamo sovvenzioni… Lo facciamo da anni, lo faremo per anni.

Avete trovato un modo.

Non abbiamo trovato nessun modo. Siamo… Dal meeting del 21 Aprile qui quando è uscito il decreto, volevano trovare una motivazione per la quale avremmo avuto finanziamenti dall’Iran per chiuderci.

Che è fuori da…

No, no, no, no. Hanno passato al setaccio ogni singolo penny che la fondazione avesse mai ricevuto nelle banche. Non c’era nulla. Tutto è etico, tutto è corretto. Non lo diciamo, ma la banca lo sa.

Questo lo capiamo.

Lascia che ti spieghi una cosa. Quando sono stato in Iran 4 anni fa, sono tornato il sss… l’8 ottobre di 4 anni fa dopo essere tornato a Teheran. C’è stato un unico pagamento che fu inviato a mia moglie che mio figlio e mia moglie hanno potuto ricevere mentre ero via. Le autorità del Belgio, sono state così gentili che abbiamo ricevuto una lettera dalla banca, abbiamo una copia possiamo mostrarvela, che diceva che nessuna cifra fatta eccezione per l’acquisto di cibo poteva essere inviata. Se mandavi cibo in Iran potevano pagare. Quindi mia moglie e mio figlio dovevano fare la fame mentre lavoravo con l’Iran. Quindi, abbiamo detto è facilissimo d’ora in poi mandiamo una fattura per un panino di 5000 euro… così lei può spedire il panino con la posta e noi mandiamo il pagamento per quello. Questa è la criminalità che si verifica in questo paese e con il benestare del governo… tu non capisci come viviamo noi scienziati.

Ho altre domande…

A proposito la banca è KBC. La lettera arriva dalla KBC possiamo darti una copia.

Si, se lei può noi la mostriamo

Non è qui. Il mio portafoglio per disgrazia è stato lasciato qui 2 sere e la carta, la carta della fondazione è stata rubata. Come facevano a sapere che per caso ho lasciato qui il mio portafoglio? E l’unica cosa che manca dal portafoglio è la carta della fondazione. Quindi fanno passare questo edificio con tutta probabilità ogni notte per vedere cosa viene lasciato. E’ un posto chiuso a chiave.

La ragione per la quale ho detto OK… è se lei vuole mostrarcelo, per noi è solo un bene. Siccome vogliamo informare tanta gente…

Vedi… Vedi… Il fatto è che tu vai… vuoi verificare, conosci le regole… controlla, controlla quello che ho detto. Controlla la quando è stata avviata la Keshe parts BBBA nel 2009-2010 e guarda quando è stato rilasciato il BTV la scorsa settimana. 3 anni per avere il BTV. Tutte le scuse per rifiutare.

Ok. Grazie per aver risposto… fino a questo momento. Ora abbiamo domande più carine. C’è una domanda a proposto degli aspetti legati alla salute della vostra tecnologia. Con la vostra tecnologia, è possibile riparare un corpo… certo, sappiamo che con la vostra tecnologia è possibile riparare un corpo e riportarlo in buone condizioni di salute. Ma che mi dice delle malattie di derivazione genetica?

Non siamo ancora andati così lontano con la nostra ricerca. Ci abbiamo guardato, abbiamo esaminato alcuni casi, ma ci vogliono i prossimo 2-3-5 anni. Non abbiamo ancora visto i batteri, non abbiamo ancora visto in dettaglio i virus. Non abbiamo visto le malattie infettive ancora. Non abbiamo visto i virus di maggiore profondità spaziale ancora perché sono totalmente differenti, sono plasmatici. Quindi, questi sono nel futuro. Adesso… due giorni fa, tre giorni fa, ieri… non so quando i ragazzi lo hanno messo sul sito… abbiamo sviluppato una tecnologia tale per cui possiamo dire che il 90-95% della fibromialgia e CVS è reversibile. Quindi lo abbiamo pubblicato per la prima volta, ora siamo sicuri… al punto che abbiamo 80-90% di accuratezza, se vai sulla nostra prima pagina della parte medica abbiamo pubblicato 100 casi accessibili da oggi pomeriggio. Quindi abbiamo 100 trial test. Quindi, hai una fibromialgia in una casistica di 500, la possiamo risolvere. Si può fare. Scoprirai che dal 5 al 10% che ce l’hanno, ma possiamo risolvere,  devono fingere di avere ancora il problema per ottenere la copertura medica statale, l’assistenza sociale, assicurazione eccetera. Altrimenti non sarebbero amati dai padri… dai mariti eccetera. Lo sappiamo. E’ un fatto. E’ un fatto che le persone che hanno l’ADD che sono state malate a lungo termine non vogliono perdere le coperture. Quindi diciamo che per il 90% è reversibile. L’abbiamo visto. Oggi ho ricevuto indietro 2 sistemi dopo 6 mesi, 8 mesi. Abbiamo persone che sono state fibromialgiche da 5 a 10 anni, casi gravissimi, che hanno perso il loro lavoro… lei ha ricominciato come insegnate il primo di settembre di quest’anno. Ma la cosa che devi capire è che non mettiamo tutto sul nostro sito internet perché abbiamo realizzato che nel preciso momento in cui pubblichiamo un nuovo topic di tipo etico, tutti quanti in giro per il mondo vogliono averlo riceviamo fiumi di richieste e…

Non potete raggiungere la salute di tutti…

No, lo blocchiamo perché non possiamo accettarne così tanti. Ne prendiamo tutti i giorni da tutto il mondo. Ho ricevuto un tizio dall’Italia questo pomeriggio e un ragazzo dall’America con il cancro. Abbiamo bloccato i processi del cancro 4 mesi fa, perché ora sappiamo la soluzione, sappiamo il processo.

Ho notato questa forte dichiarazione. E ora la sta confermando che ora siete in grado di curare il cancro. Da quando?

Per ora non lo comprendiamo totalmente… in circa 6 mesi. Comprenderemo totalmente il processo del cancro. Totalmente. Abbiamo test che si stanno svolgendo in questo momento… dottori stanno confermando, ma non capiamo proprio tutto… ogni giorno aggiungiamo qualcosa a questa conoscenza. Ora comprendiamo il cerchio completo. Il cerchio completo è stato capito. Come il cancro è stato causato, come viene controllato i procedimenti per controllare e il 7 di novembre in un meeting qui, proveremo a discuterlo un pochino e poi lo esamineremo meglio… ora parlerò questo sabato in Germania, in un conferenza, poi sarò ospite per tenere una conferenza ad Heidelberg.

Poi abbiamo trovato il processo dell’SM. Per la SLA – che è come la Malattia del Prof. Hopkings – abbiamo trovato la causa e abbiamo trovato il processo per invertirla perché abbiamo 3-4 volontari che stiamo esaminando, starò a vedere. Le parti che mancano in quello che sappiamo, tipo alcune posizioni nelle quali non sempre vediamo le differenze e ci proviamo. Alzeimer, completamente reversibile. L’epilessia è totalmente reversibile.

Cosa mi dice della psicologia, come la depressione?

Reversibile.

Si può fare.

Si. Ma devi capire che queste persone che hanno questo tipo di malattie, ci si attaccano, altrimenti non gli rimane niente altro e non vogliono farlo.

Capiamo… oggi giorno è una questione di interiorità

Il punto è che con le analisi del sangue lo vediamo. Quindi hai un’analisi del sangue quando cominciano e un’analisi del sangue quando finiscono. E se dicono che non c’è niente quindi che cos’è questa roba qui? Perché non leggiamo gli esami del sangue come fanno i dottori normali. Leggiamo risultati che si riferiscono alle gravità ed al campo magnetico del corpo. Quindi un modo diverso di leggere. Un modo totalmente diverso di leggere.

Me l’aveva detto qualcuno questo.

Un diverso modo di leggere il sangue, hai risultati diversi. Quindi, vediamo se c’è un problema dell’attenzione… quindi, noi lo sappiamo e glielo si mette di fronte. Questo è quello che facciamo e che non è bello fare… e allora semplicemente se ne vanno. Perché non ti possono mentire. Giriamo l’esame del sangue e diciamo questo è questo, questo è quello… quanto vuoi andare avanti a mentire?

Perché si vogliono curare da soli.

No… perché quando c’è il marito lei sta male. Quando lui… ora non riceviamo più marito e moglie insieme. Perché deve essere malata agli occhi del marito perché deve cucinare e pulire a casa.

Aaaaaaaah.

Capito? Questa è una cosa di versa.

Stiamo tentando… se vieni qui il prossimo lunedì… con lo staff dei cameramen… vedrai un uomo che è stato paralizzato per 8 interi anni su una sedia a rotelle. La settimana scorsa ha camminato 150 metri, senza nessun medicinale. Non poteva guidare aveva bisogno della moglie e ruotava queste cose per disabili… era l’unica cosa che riusciva a fare… ora mi diceva su skype “per la prima volta posso fare le cose da solo, posso guidare da solo senza…”

Noi sappiamo da altre fonti che le applicazioni della vostra tecnologia funzionano veramente.

Abbiamo parlato con persone che sono state curate.

Non è una cura facciamo un processo e non facciamo questa cosa per il campo medico. La NASA, dicevo nel mio meeting… La NASA ha speso milioni e miliardi per andare sullo spazio per vedere delle condizioni… perché tutto è fatto da forze… vinci la gravità… tutto è condizione di forze. L’assenza di peso è una condizione di forze, non è realtà. L’assenza di peso è un falso non vediamo l’assenza di peso in nessuna parte del mondo fatta eccezione per quando l’uomo vola quindi è una falsa condizione non è la realtà… ma con il nostro sistema tutto è condizione reale. Hai gravità, hai campo magnetico, puoi camminare in giro non per compressione ma per gravità naturale. Quindi il corpo ti da le stesse condizioni dell’universo, il corpo ti da le stesse condizioni di un sistema solare. Spendo 10’000 euro, facci 20 miliardi di ricerche della NASA che nemmeno sappiamo se sono corrette una volta che ci arrivano e se la macchina funziona. Noi se non funziona in 10 minuti cambiamo, accendiamo e vediamo se funziona. Il paziente viene e dice “ooh… mi hai fatto questo… funziona” o diciamo “oooh nessun problema, cambiamo questo perché va fatto in quest’altro modo”. I miei appunti astrologici sono i miei volontari. La portano a casa e poi insegnano “possiamo usare questo in questo posto, così”. Questo pomeriggio abbiamo un ragazzo con COPD, ai polmoni… non riesce più a respirare. Il ragazzo viene da noi e dice “ho sempre avuto un olfatto sensibile. Non potevo sentire l’odore di niente che stavo male”. Per la prima volta in così tanti anni non sento più. Questo perché prima sapevamo, da un caso di coma, come restituire i sensi. Come restituire l’olfatto e il gusto. Se tu avessi perso l’olfatto tipo da 20 anni a questa parte… potrei restituirteli in 6 mesi. In modo naturale. Il corpo lo vuole. Perché abbiamo visto il processo. Il dottori che ci hanno fatto consulenza ci hanno mostrato come succede e quindi mi ci sono voluti 10 giorni per costruire il sistema per invertirlo. Quindi, è così che funziona. Quindi, dal punto di vista medico non è un mistero. Vedi, c’è una licenza dietro di te sul muro. Quella licenza non l’abbiamo mai richiesta. Visto che hai detto che hai controllato con altre persone come funziona. Questa organizzazione in questo paese si occupa di medicina alternativa, di terapia alternativa. Sono venuti, sono andati a controllare con i nostri volontari, son tornati e ci hanno dato questa cosa. Non so nemmeno chi sono… ho fatto una presentazione… 10-20 uomini e donne nella stanza e poi quando ho finito mi hanno chiesto “sapete chi siamo” “no”. “Noi siamo questa organizzazione, in questo paese non potete fare niente a meno che non abbiate la nostra autorizzazione. Vi diamo una licenza per questo.” Ho detto “quando cominciamo?” Hanno risposto “ce l’avete già perché abbiamo controllato questo lavoro”. Di solito ci vogliono anni per ottenere queste licenze. Quindi, noi sappiamo che funziona, loro sanno che funziona, hanno visto le persone. Ma, con questo procedimento non ci sono effetti collaterali, non c’è nessun pericolo perché il corpo si ripara da solo e torna nella condizione normale.

Si ricostituisce nella sua condizione iniziale.

Quindi, a proposito di questo sistema legato alla salute, siccome c’è molta gente sofferente e siccome sembra ci siano alcune malattie che voi potete curare totalmente…

Non possiamo curare, non curiamo.

Date… voi date al corpo la possibilità di risistemarsi… Permettereste a dottori, associazioni o fondazioni no-profit – fondazioni come la sua – di aiutare altre persone in altre parti del mondo?

Abbiamo portato qui così tanti dottori, nel tentativo di insegnare. Così tanti. Le uniche persone che si sono avvicinate a noi per imparare sono gli imbroglioni che vogliono rubare la tecnologia per derubare altri. C’è stato questo tizio che ci ha avvicinati per scoprire, ma non è riuscito a scoprire che cos’è. Se n’è andato e adesso fa tazze e racconta “tutte queste tazze sono fatte come le fa Keshe” e le vende per 125 euro in giro per l’Olanda. E tutta la gente che le userà starà male. Quindi… stiamo formando, abbiamo iniziato la formazione per i dottori in Europa, ma devi trovare il dottore aperto verso la nuova tecnologia e che allo stesso tempo che sia disposto a lavorare con noi perché potrebbero perdere l’abilitazione medica. Ma, posso dire, che le persone che vengono qui, fra il 20 – 30 %, sono praticanti di dottori o sono stati mandati da dottori. Quindi, non riferiscono a meno che non lo finiscano.

Noi come comunità. La comunità di queste persone che stanno seguendo questa fondazione… vorremmo aiutarla. Vorremmo aiutare lei e insieme la gente, ok? E fra questa… in questa comunità ci sono anche numerosi dottori che sembrano essere intenzionati a supportare la gente usando la vostra tecnologia… possiamo? Possiamo…

Sono stato a Roma due settimane fa ed è previsto che io torni a Firenze il 6 ed il 7 di ottobre. Se organizzate conferenze, organizzate presentazioni… verrò con piacere… L’Italia non è un problema. Ho adottato una ragazza in Italia, non proprio una ragazza, una donna, perché non abbiamo una femmina con noi abbiamo 4 ragazzi. Quindi, ci prendiamo cura di lei e lei fa parte di noi quindi d’ora in poi per noi l’Italia è come una seconda casa per noi. Dobbiamo andare a trovarla, prenderci cura di lei. Quindi, voi organizzate, sono a Firenze il 6, tengo una lezione il 5 in Olanda…

Ma al di là della formazione, vorrebbero utilizzarlo in pratica…

Devi capire che se imposti il sistema nel modo sbagliato… C’è una discussione in corso al momento, stiamo cercando… abbiamo trovato i sistemi per i quali i dottori possono diagnosticare qualunque malattia e il macchinario pre-settato la rifà prima di loro. Quindi abbiamo estratto quella parte di lavoro…  è come quando dal medico professionista, tipo dal professionista, dall’oculista… fa la diagnosti e poi mandi il risultato allo specialista.  Ci lavora, fa il vetrino e poi te lo rimanda. Abbiamo fatto la stessa cosa. E’ solo che ci serve la parte informativa per questo e la parte informativa richiede tempo. Quindi, in circa 2-3 anni, ovunque nel mondo, ogni paese dovrebbe avere un sistema. Per la maggior parte capiamo le malattie, per la maggiore quindi abbiamo il procedimento… e allora si… si può…

E noi come comunità… questa era una domanda che era… diciamo… pubblicata sul nostro forum. Noi come comunità, potremmo aiutarla in questa fase? Nel costruire un sistema di cui abbiamo bisogno?

Gli italiani possono farlo, perché avete un fantastico background scientifico e produttivo.

Grazie

Qui ci bloccano, ma non ci bloccano in Italia… non so fino a quando.

Faremo del nostro meglio

Il punto è che abbiamo visto… non sappiamo quanto andrà avanti… un grande cambiamento di direzione che è emerso dal meeting di venerdì. Non sappiamo quanto sia buono. E’ un cambiamento da uno dei principali-principali governi fra i vostri. Ma è temporaneo? O una cosa spot e vogliono vedere cosa succede? Loro ci hanno approcciati, non li abbiamo approcciati noi.

Questo è una buona cosa.

Non lo sappiamo ancora.

Ma voi avete detto che non volete rivelare che cos’era questo contatto.

Lo sapremo presto. E’ uno di quei gatti che non puoi tenere nel sacco. Si saprà pubblicamente non appena è fatta. E’ la stessa cosa che abbiamo detto il 14 di dicembre. Non abbiamo avvicinato gli astronauti americani. Loro ci hanno avvicinati dicendo “vogliamo farne parte”

Quindi se non sai quanta pressione c’è da parte del governo Americano non puoi prendere parte a una cosa così. Quindi non sappiamo. Adesso è in mani pubbliche.

Ok. Ora ho un’altra domanda più incentrata sulla teoria che presentate nel vostro libro. Avete spiegato nel vostro libro che, guardando l’atomo e alla scomposizione del neutrone, del protone e dell’elettrone, potete anche capire il funzionamento dell’intero universo, dal sistema solare all’universo.

E’ la stessa cosa. E’ tutto uguale.

Questo lo abbiamo capito.

Come ho detto nel mio discorso… una goccia d’acqua, un bicchiere d’acqua, una vasca di acqua ed un oceano di acqua… l’acqua non cambia. E’ solo una diversa quantità che ci mettiamo. Lo chiamiamo una parte del protone, la chiamiamo terra, lo chiamiamo sole, lo chiamiamo galassia, lo chiamiamo universo. E’ lo stesso principio che non può cambiare. E’ come il campo magnetico. Può attrarre o respingere. Nell’attrarre o nel respingere funziona secondo una forza e secondo qualunque campo magnetico gravitazionale intorno.

…Tutto quello che c’è intorno…

Quindi si comporta a seconda della propria individualità e a seconda della totalità circostante.  Perché è sempre collegato.

E’ molto… dico sempre nei miei discorsi… è come fare nascere un bambino. Anche il bambino è separato, eppure ancora collegato alla madre.

Quello che voglio fare è fare un webmaster internazionale per il quale se i tedeschi decidono di bloccarlo… allora i webmaster italiani prendono il sopravvento. Perché adesso vogliono fare tutto in Belgio e il resto segue a ruota. E questo non va bene. Questa è un’organizzazione internazionale e tale deve rimanere.

Siamo ad disposizione per dare una mano.

Quindi, se avete un webmaster in Italia, contattatemi immediatamente.

Ne abbiamo parecchi.

Se abbiamo webmaster concediamo l’accesso. Diamo fiducia. Ci fidiamo solo di voi. Perché noi restiamo come webmaster principale al vertice e voi avete gente che capisce programmazione informatica nel webmaster… metteteli in contatto come oggi come volontari. Possono occuparsene loro.

Possiamo farlo. Lo abbiamo già mandato lo scorso venerdì. Possiamo.

C’è un sacco di gente dietro…

Se ce l’avete, ci serve. Perché c’è un movimento in Belgio per far si che tutto in Belgio a controllare la fonda… Voglio cacciare fuori pure me! Il piano è cacciare via me così…

La ospitiamo in Italia…

Come scusa?

No problem!

La ospitiamo in Italia, ah!

No problem!

E’ questa la situazione al momento. Quindi, c’è un problema al momento perché c’è gente che vuole fare in modo che sia una cosa solo riservata alla popolazione belga. Ma la fondazione perde tutto. Siamo un’azienda internazionale. Se lo sapete, in Italia o ovunque chi può essere webmaster, ne abbiamo bisogno urgentemente. Li rapiamo!

Possiamo farlo. La contatterò tramite Désirée e la impostiamo.

Désirée sa quanto sia un punto cruciale.

Ma la domanda era un po’per il fatto che ok… lei vuole insegnare la tecnologia…

Si.

Ma come funzionerà? Perché… voi insegnerete la tecnologia e le persone saranno in gradi di costruire i loro sistemi!

Si.

Alla fine.

Alla fine. Si, certo. Ma il punto è che la gente…

Quanto ci vorrà?

La gente non capisce. E’ molto semplice. Quello che sappiamo fino ad ora… paragonato alla conoscenza completa…

E’ solo una piccola…

non è neanche un puntino nel mondo!!

Dico sempre… prendi questo quadro sul muro e prendi il puntino più piccolo che ti trovi… non abbiamo nemmeno coperto quel puntino… Tutto il resto coprirà l’intero quadro. Perché io lo so cosa manca… Io lo so cosa c’è di mezzo… Ma abbiamo fatto una prima mossa, abbiamo fatto il primo segnetto sulla lavagna.

Cosa pensa che manchi a quello che avete capito?

Una delle cose è… sappiamo tramite la nostra divisione medica, che arriverà un libro numero 4. Ho scritto , se la gente capisce, in quel libro… non ce l’ho qui, non è qui

L’avete stampato?

No è fuori per l’inserimento fotografico.

Se vuoi capire quanto è profonda la questione… lo vedo quando costruisco un reattore di tecnologia spaziale… persino il mio reattore per lo spazio ha un’anima. Ha un comportamento. Devi capire il comportamento del reattore perché è una cosa con una vita. Poi allora capisci quanto poco sappiamo.

Mh.

E dico, lo dico nel libro… c’è il libro numero 6 sulla tecnologia del reattore. Dico che non solo il designer, il produttore, l’assemblatore, l’operatore, devono pregare per il loro reattore… perché è una cosa viva. Tu dai la vita. Allora capisci quanto poco sappiamo.

Eh si.

Si, perché quando carichiamo un reattore spaziale. Perché i nostri reattori hanno una finestra, lo vediamo, perché l’abbiamo fatto fin dall’inizio…

La finestrella… vedete dentro…

Vediamo dentro. Vediamo, il controllo. Vediamo entità che grazie a noi vengono ad esistere. Lo vediamo iniziare la reazione da movimento. Dobbiamo controlliamo. E stiamo a vedere. Per due, tre ore… finché non decidi di fare una mossa. E allora lo vedi. E’ tipo come… perché adesso facciamo un reattore dinamico, un plasma dinamico… il plasma per sopravvivere deve in qualche modo arrivare a comprendere l’ambiente che lo circonda. E allora lo vedi. Vedi la vita.

Mr. Keshe, adesso subito mi è venuto in mente… ho detto ok… cosa le impedisce di mostrare un video di uno dei vostri generatori?

L’abbiamo mostrato a… no, non possiamo… abbiamo mostrato il video della riduzione del sollevamento e del peso il 21 agli ambasciatori. Allora gli americani hanno realizzato quanto siamo andati avanti. Perché hanno visto…

Il 21 con gli amba… emh il 6 di settembre…

No, no il 21 di aprile.

Ah di aprile!

Di aprile. L’abbiamo mostrato… ecco perché abbiamo avuto il decreto presidenziale. Perché, adesso… non si tratta solo del volare. Volare è niente.

E il muovere.

Muovere è niente. Ti sei immerso in tutte le acque. Nell’universo niente è solido, tutto è liquido. Cosa diversa. Ma siccome crei un campo intorno, il reattore non lo tocca mai. Ti puoi immergere ovunque. Fino ad ora, ora… lo vedrai perché lo mostreremo presto, lo vedrai alla dimostrazione. Abbiamo… I nostri reattori sono  7Chili  8Chili e 9Chili… non te ne servono altri… questo includendo ogni tipo di supporto. 7Chili… scendiamo a 6.4, 6.9 bla bla bla perché giù a 6.1 poi a 5 e poi zero. E poi rileva e separa. Con il 9 Chilo, arriviamo a 7 e poi saliamo a 9.1, 9.2, puoi accrescere il peso. Non c’è niente attaccato, non c’è niente nella macchina. Controlla il suo proprio internamente.  Ma il punto è, spiegavo ad alcune persone che quando tu fai il test dell’acqua… quando il sistema esce dall’acqua hai un bellissimo vortice che ha le luci di tutto l’oceano. Vedi tipo la luce del giorno.

Wow.

L’abbiamo testato. Non parliamo a sproposito. Quindi… se… quando gli ambasciatori hanno visto il video del.. truder boeing… sono tre anni fa… sono un bambino piccolo a confronto… non è una novità che l’avevamo fatto… boeing… perché erano stati ingaggiati dalla NASA per studiare questa cosa per svilupparla.

Questa nuova tecnologia?

Si. Gli scienziati del boeing li abbiamo incontrati alla facoltà spaziale a Strasburgo. Hanno fermato l’intera conferenza… i tre tizi principali del boeing, volevano vedere… dissero che in cambio mi avrebbero dato la loro tecnologia spaziale. E poi hanno bloccato tutto. Sono usciti per bloccarlo. Perché hanno detto… quanto tempo ci vuole per portare un CD da Bruxelles, che è il quartiere generale di investimento boeing in Europa la maggior parte delle cose sono fatte a tempo di volo da qui, a Seattle. Quanto ci vuole? E hanno da 10 a 20 voli al giorno. Questo CD è grande come questo foglio di carta. Indovina…

Ind…

2 mesi…

Si è fermato…

No, quando l’ hanno visto con la telecamera… non hanno volato.

Capito? Blocco, blocco… e poi hanno riportato alla NASA. Bla, bla… qualsiasi cosa abbiano concordato. E abbiamo detto “la prossima volta che volete negoziare con noi e fra me, voi e nessuno di mezzo”. E il fatto è che con la presentazione se vai sul settimanale di Sterling Allan…

Si, si…

Ci saranno degli astronauti. Gli astronauti americani compariranno e se compaiono… puff… finisce alla NASA, altrimenti la NASA deve impedire loro di presentarsi o fare qualcos’altro…

Vedremo. Il momento si avvicina.

Il momento si avvicina. Si sta avvicinando velocemente. 2 mesi non sono niente.

Ultima domanda

In una delle vostre interviste credo o…

Ci vuole un’ora con il nostro programma di formazione… lascia che di racconti del programma di formazione. Il nostro programma di formazione è creato… ci sono voluti anni per finire il lavoro. Il nostro programma di formazione è impostato in modo da eliminare la revisione esperta. Nessuno ha bisogno di revisionare nessun altro per il proprio affare. Quindi, io condivido la mia visione con te. Se sei d’accordo la usi. Tu condividi la tua visione con me. Se io sono d’accordo con solo una parte di essa… prendo la tua, aggiungo una parte della mia… per sviluppare qualcosa di nuovo. Nessuno di noi ha torto. Forse la tua visione ora è sbagliata, ma sarà corretta fra 10 anni perché potremo capire quella parte che hai capito tu. Quindi, nessuno può revisionare quello che sa. Avete visto la mia pagina .

Si lo sappiamo.

Quindi abbiamo tolto la revisione dalle scatole. Diamo per assodato che la gente è diventata di mentalità chiusa perché i nostri insegnanti ci hanno detto che non potevamo sapere altro, questo è uno dei più grossi problemi che abbiamo nella nostra divisione medica. Il problema principale nel formare la divisione medica è che i dottori dicono “oh… questo nei libri di medicina non lo abbiamo letto, quindi non può essere vero”. Quindi, siccome non c’è… ora c’è e sta a te capirlo e non c’è nessuno che ti dice cos’è. Terzo… siccome rendi pubblico il tuo punto di vista, io non lo posso usare per brevettarlo. Quindi. La nostra conoscenza appartiene a tutti. Quindi, il business dei brevetti al fine… …di controllare la conoscenza…

Ha finito di controllare la conoscenza a scopo di lucro.

è finito. Se posso usarlo per fare qualcosa che posso vendere in base alla mia nazionalità… è fatta.

Ho un’altra domanda che mi è venuta in mente ora… i vostri libri, ok?

Si…

Lei ha scritto i libri e come dice spesso li ha scritti cercando di essere chiaro per la persona che se ne sta in Africa nella foresta e per il tizio seduto dietro il computer negli Stati Uniti… o chiunque. Ma, a volte il vostro inglese è difficile da capire a causa dell’argomento stesso… voglio dire…

No… è solo perché… prima di tutto ci sono errori nella prima edizione

Ok…

E’ stato corretto tutto, nella seconda edizione. Perché… in realtà gli editori sono qui domani e dopodomani e faremo passare parola per parola, pagina per pagina.

Ah molto bene.

Secondariamente…

Quando arriverà la seconda edizione?

Prima di Natale. Perché abbiamo fatto una stampa a migliaia in anticipo… non li stampiamo uno a uno. Ma un’altra cosa è che io scrivo i miei libri non per il presente. Se prendi il libro, se capisci come funziona l’universo, si è lavorato con gli stessi principi per l’ultimo miliardo di anni… quello che scrivo è per migliaia di anni a venire. Perché il principio non cambierà. Semplicemente perché non lo capisci

Non significa che non è esatto, certo.

Non significa che non è corretto.

Quindi quando non lo capisci è perché la conoscenza dell’uomo non ci è arrivata… col tempo per riuscire a capire.

No, no. Ma la domanda non era sul contenuto… è difficile…

E’ difficile da capire…

E’ la… Erano le frasi… a volte sono molto lunghe e le frasi lunghe… ti perdi…

Ok… ma il fatto è che ha senso per le persone che risolvono quell’indovinello sono quelle che per davvero hanno fatto il sistema.

E’ perché sono stati così pazienti…

No, perché…è che… quando scrivi un libro come questo… non scrivi parole. Scrivi comprensione del lavoro in relazione a quando stai pensando.

Ok.

Quando a volte leggo un paragrafo… dico fra me e me “ah l’ho letto?” “dove ho il cervello?”

Ah! Ah!… si ha ragione

Poi ci ritorno… allora a quel punto lo capisco, lo inquadro… perché quando l’ho scritto stavo facendo il test…

C’era dentro

No, perché ho svolto un test sul reattore. Sapevo esattamente cosa stava succedendo. Noi accendiamo e spegniamo reattori 2000 volte al giorno. Perché non è così difficile. Ed ogni volta che accendo il mio reattore prego per lui e “spero tu di diverta quanto mi divertirei io… ”. Perché le entità… sono entità vive. E poi vedi ti mostrano giochi, ti mostrano come stanno cose che non hai mai visto. Siamo in grado di spiegare un sacco di cose. Non perché sogniamo. Prima di tutto grazie ai governi iraniani… quelli che chiamo uffici presidenziali… gli uffici di ricerca… mi hanno fornito così tanto materiale, non si sono trattenuti dicendo “oh poi hai intenzione di venderlo…” La conoscenza… è per tutti.

Ve li hanno dati.

Quindi sono arrivato ad avere una quantità spropositata di reattori. Quindi, ora quando voglio far funzionare qualcosa, in aggiunta ai reattori nostri costruiti negli anni e stiamo ancora costruendo reattori… quindi, io voglio vedere come reagisce questo… ho cento reattori di qui, ne metto cento di là e poi vediamo supponevo sarebbe andata così, ma va cosà… e ti chiedi perché? E capisci che questo qui di tizio ha giocato sporco… e dici “buuh” e allora vedi il movimento direzionale, vai in cerca di protezione… e poi trasferisci quella conoscenza sulla medicina e dici “ooh… adesso ho capito cosa fa l’Alzeimer…” E’così che abbiamo scoperto molte cure. Un sacco di processi…

Perché il corpo è come una galassia. Se capisci come funziona all’interno del corpo… scambi un cuore con un buco nero… scambi il tuo braccio con un braccio di galassia. Non è diverso. E allora capisci come sono in relazione. Il perché non abbiamo un dito qui sulla testa o perché non c’è una coda sotto le dita dei piedi. Quindi, capisci. Non c’è nessuna differenza. Vorremmo essere diversi per essere speciali… non c’è niente di speciale in noi… siamo la stessa cosa di tutto quello che è in funzione nell’universo. Se capisci il processo è così. Ecco perché noi spediamo alcune migliaia, la NASA spende alcuni miliardi e noi siamo 200 anni più avanti di loro. E’ questo il bello.

Questo è molto eccitante.

[…]

L’abbiamo affidato ad un posto sicuro. Non significa che ce l’ha l’UN perché non vogliamo fare quell’errore. Non importa che le Nazioni Unite siano fatte così… cambieranno con un po’ di tempo. Ci saranno cambiamenti già nei prossimi 3 mesi. Lascia che ti spieghi una cosa. Ho scritto tutto questo perché fosse pubblicato sul mio forum. Ce l’ho sul computer puoi leggerlo in macchina. Gli equilibri in gioco per la pace mondiale sono cambiati negli ultimi 7 giorni.

Mh.

Siamo al raggiungimento della pace mondiale da un errore dell’occidente. E non hanno capito come hanno fatto a tirarsi la zappa sui piedi. Sono andati in Siria convinti di poter utilizzare la Siria per indebolire lo stato iraniano, perché i sostenitori del regime iraniano e i sostenitori di quello siriano vanno a spasso mano nella mano. E la finta minaccia era che Israele avrebbe attaccato l’Iran di lì a pochi giorni. Adesso con la manovra militare fra Russia, Siria, Cina ed Iran… in Israele, ìn Siria… L’Iran sta sulla porta accanto di Israele. Tel Aviv è a 10 minuti di volo. Chi si mette a sparare? Ora si sono portati… si sono infilati dentro al peggior incubo per Israele. Adesso ci devono convivere. Quindi, presto cominceranno a parlare di pace ed è quello che ho scritto in quello che sto scrivendo ora. Ho scritto al governo Iraniano e il governo Israeliano a contattato la fondazione Keshe e io lo sto scrivendo. Se le Nazioni Unite sono troppo lontane per affrontare il viaggio, la fondazione Keshe è a Bruxelles. Sediamoci e parliamo. Quindi, ora, chi spara a chi? E in secondo luogo se organizzi un attacco Russi e Cinesi ti stanno seduti vicino e viene fuori una super guerra. Quindi ora…

Sembra che questo sia quello che stanno cercando.

Ora…

Una terza guerra mondiale per aumentare il…

No.

…il gdp

No, no, la realtà è che… siamo obbligati ad accettare la pace nel mondo.

Si…

E il fatto è che quando non puoi vendere le armi… devi usare qualcosa… E’ quello che ho detto nei miei scritti al presidente degli stati uniti… converti le fabbriche di armi in fabbriche di officine pacifiche. E si può fare. Non ci sono problemi nel farlo. D’altra parte sono mezzo ebreo, mezzo musulmano, sono sposato con una cattolica… per me le religioni sono tutte la stessa cosa ed ho mezza famiglia buddista eccetera. Quindi, semplicemente… quello che era previsto è arrivato ad una fase finale. Israele non può attaccare l’Iran, Iran non può attaccare Israele… ma entrambi forzeranno lo stato della Palestina perché ci sono seduti adesso. E in un certo modo quello che molta gente non capisce come iraniano e come membro della comunità europea, io riuscivo a vedere qual’era il piano quando parlavano. Non è l’annientamento di Israele, ma l’amalgamare Israele all’interno dello stato della Palestina. Quindi è che vivano come una cosa sola. E’ quello che hanno fatto per secoli! Nella mia famiglia, te lo possono dire… i miei progenitori, i miei cugini, tutti. Mio nonno era un ebreo che era solito viaggiare dalla Palestina all’Afganistan. Ed era solito andare alla cabala e pregava in una grande moschea della cabala e cantava, lo ascoltavano perché aveva questa voce fantastica. Nel medio-oriente le religioni vivevano mano nella mano… è così che hanno vissuto per secoli. Adesso vendere le armi è diventata la religione. Ma adesso questo è finito.

Si.

Con questa mossa spero sia finito, vedremo la pace.

Lo speriamo anche noi.

Lo vedremo che è così. Ma è ora… tu devi… vedi, queste vesti di scienziato a tempo pieno una volta erano le vesti di un uomo d’affari. Quando i paesi dell’est si sono aperti ero coinvolto, ero parte della conversione delle fabbriche di armi a fabbriche di pianoforti. Perché a nessuno interessava più comprare un carro armato russo. Ma c’erano soldati, c’era la gente… avevano bisogno di essere sfamati. Quindi siamo giunti alla conclusione… vi posso portare a vedere i pianoforti. Il rumore della guerra l’abbiamo fatto diventare il suono della musica. Qui in Belgio ci sono centinaia di migliaia di pianoforti che abbiamo fatto arrivare dalle fabbriche dove… il metallo ere lì per fare i carri armati… ma non c’era più bisogno dei carri armati russi. Quindi abbiamo fatto le casse dei pianoforti, sai il letto di metallo… e li abbiamo importati.

Abbiamo fatto le pale idrauliche, abbiamo fornito le acque qui in Europa. Ve li mostreranno. Ho ancora i pianoforti in magazzino, le pale in magazzino.

Vedi… ora… tutte queste fabbriche di armi in America, nell’ovest devono cominciare a fare un programma speciale. Adesso sappiamo come si fa, mutiamo il lavoro di tutti. Hanno avuto paura ma si sono tirati la zappa sui piedi.

Mmmh.

L’abbiamo già visto. Ho passato 10 anni… ero coinvolto con i regimi comunisti, prima dell’import-export. E quando c’è stato il cambiamento semplicemente eravamo là per caso, abbiamo visto la gente che ci lavorava… e non aveva cibo. Erano amici, gente con la quale avevamo lavorato per anni e non potevamo vedere le fabbriche senza pane. Quindi, abbiamo studiato una soluzione, abbiamo cominciato il cambiamento di produzione, importavamo… 3-4-5 anni… importavamo tutto quello che si poteva fare. Abbiamo importato, abbiamo tenuto aperte le fabbriche e allo stesso tempo finanziavamo i guadagni e non sono l’unico… ci sono centinaia di uomini d’affari che si sono occupati di completare questa transizione. E penso che dovremmo fare la stessa cosa ora ad ovest. Quando questa guerra arriva a non avere più esigenze…

Perché l’aver preso l’aereo americano lo scorso anno, il Drone, abbiamo mostrato il reattore qui in Belgio. Mi hanno bloccato. Sono venuti, l’anno preso e hanno sigillato il mio sistema il 25… quello che avrei dovuto mostrare il 26. Ma la fondazione aveva programmato anticipatamente le conferenze. Il sabato dopo abbiamo tenuto una conferenza qui a Gent. Quindi, abbiamo preso i reattori… tutti i reattori spaziali, reattori di energia, tutto con noi nelle valigie, siamo andati giù alla Beldfort Group (Beldfort Group è un gruppo prezioso per questo paese) hanno il loro quartier generale e… non l’abbiamo detto a nessuno… si dava per scontato che ci saremmo arresi, niente più conferenze. Abbiamo preso dei sacchi neri con noi e li abbiamo messi davanti alla porta d’ingresso e abbiamo detto “chiunque entri, tutte le macchine fotografiche, le telecamere, qualunque cosa di elettronico stiate portando va nei sacchi neri di fronte a voi e mani lungo i fianchi. Perché voglio mostrare qualcosa di nuovo… chiunque registri mi appartiene, il tesoro è mio. Confischerò tutto quello che avete con voi. Un tizio ha obiettato, se n’è andato. Poi si sono seduti, abbiamo aperto le valigie… la gente ha visto i nostri reattori

NON – li hanno visti?

LI HANNO – visti.

Ma ho visto anche nel video. Ho visto che mostravate i reattori… c’era una bobina… una bobina intorno…

No, no, è diverso. Quello era diverso… L’abbiamo fatto vedere tutto. Un’ora e mezza, abbiamo mostrato tutto. Abbiamo mostrato lo space-lift. Sul video. C’erano 130 persone presenti.

Quando? Dove?

Il 3 di dicembre, l’anno scorso.

Ah.

Qui a Gent.

A Gent.

Qui in Belgio, perché siamo a casa. Non dobbiamo passare frontiere. Possiamo mostrare come sono fatti. Se parli con il capo della Belfort Group, Peter Vereecke, te lo racconta. Per un’ora e mezza abbiamo fermato tutto. Hanno visto, abbiamo mostrato i reattori. Hanno visto com’è, hanno visto il reattore NASA, abbiamo visto il sistema, mostrato il video… la riduzione del peso… e allora, quella è stata vendetta per quello che mi hanno messo sotto chiave il sabato precedente!

Si, ah ok.

Il venerdì prima. E in quel discorso ho detto. L’Iran mostrerà la potenza di questa tecnologia molto presto. Per via di quello che avevano fatto la settimana prima. Due giorni dopo… hanno fatto vedere la potenza, hanno preso il Drone. E poi, se vai sul mio sito internet, 3 giorni fa, abbiamo messo un nuovo video che mostra esattamente come è stato catturato il Drone.

Abbiamo…

L’avete visto?

Abbiamo visto qualcosa che prendeva il Drone

Si, è esattamente così che funziona… Fai in modo che l’aereo diventi parte del tuo

Quindi ci voli sopra…

Ci voli sopra, aumenti il tuo campo… no, no… diventa una parte di te.

E’ così che funziona una cellula!

Ho una domanda per lei.

Il generatore di energia che consegnerete. E’ possibile creare lo stesso tipo di campo fuori da casa vostra per esempio… se volete difenderla.

Si.

Si?

Si, il piano è quello.

E’ uno scudo.

E’ uno scudo. Uno scudo magnetico. E’ naturale! Lo chiamiamo atmosfera. Adesso abbiamo imparato come fare l’atmosfera. E’ tutto qui! Non abbiamo imparato niente di nuovo! Non abbiamo sviluppato niente di nuovo. Abbiamo solo imparato come funziona l’universo. Allo stesso modo in cui abbiamo imparato come volano gli uccelli, adesso sappiamo come vola l’universo. E l’abbiamo copiato. Ecco perché non è strano. Non abbiamo imparato nulla di nuovo… abbiamo scelto di ignorarlo. Per secoli abbiamo scelto di ignorarlo. Se… se non avessimo avuto gli uccelli. Se non avessimo avuto la scienza missilistica cinese… e i nostri progenitori fossero giunti alla conclusione che niente volava… ma avessero potuto vedere le stelle muoversi… Se avessimo speso il nostro tempo e la nostra energia per scoprire come si muove l’universo… non avremmo copiato gli uccelli. Avremmo copiato il loro… O non lo sappiamo…

Si, certo.

Non capiamo… facciamo un’altra cosa… i nostri reattori hanno un diametro di soli 7 centimetri.

E avete detto che sono fatti di plastica.

Si. E possono sollevare fino a 30’000-40’000 tonnellate.

Woow!

Perché… quando crei un campo magnetico gravitazionale

Si, si…

Qualunque cosa è all’interno della sua entità diventa suo.

Si, si ma questo lo capisco…

Il peso della terra è indipendente da quello che porta il sole.

Quindi… ora abbiamo imparato la tecnologia.

Ma questo qui è chiaro… voglio dire… Questo l’ho capito.

Adesso con questo capiamo la tecnologia… questa è la differenza.

Questi principi sono chiari anche solo leggendo o guardando i vostri video.

Si. Quindi! Non abbiamo fatto niente di nuovo. Quindi, se riesco a fare un reattore che può andare… vedi… la forza di un reattore è molto semplice. Hai un sole e hai la terra. Più ti avvicini, più è il caldo, più è l’energia che assorbi.

Ok?

Ora, è la stessa cosa che succede con il plasma. Se riesco ad avvicinarmi alla materia principale, posso creare un campo più forte e più grande.

Quindi. Se me ne sto a sedere qui, ho un po’ freddo sono troppo lontano. Si? Ma se mi avvicino a sufficienza… faccio un campo grande così, ma se vado ancora più vicino ho un campo più forte, vado più largo…

Quindi, quello che fate col vostro reattore è che create l’antimateria, la materia principale.

No… non creiamo niente!

No, c’è già.

Stappiamo la bottiglia.

Ci entrate dentro.

Andiamo il più vicino o il più lontano che vogliamo da essa.

Quindi, è molto semplice. Quando vuoi andare lontano? Vuoi andare fino alla luna e aprire un’area di 10 Km nell’atmosfera? Vai un pochino… ma non dimenticare… la vicinanza è il mio fattore ora! Fattore di massima importanza. Da qui a qui aumenti del 10 perc… 10 volte. Da qui a qui di centinaia di migliaia di volte. Quindi non hai bisogno di andare un po’ troppo in alto… Abbiamo perso dei reattori perché non capivamo il concetto. Non è arrivato così “flup!”… ma dall’esperienza. Ho bruciato dei reattori, ne ho distrutti. Ho danneggiato un sistema a Teheran perché non capivamo un sacco di cose. Grazie agli ufficiali con cui abbiamo collaborato di Ahmadinejad che ci hanno dato il permesso di andare avanti con la nostra ricerca perché era una cosa positiva. Eh? Quindi, ora vuoi andare a 10 metri vai qui… arrivi alla luna, vuoi andare a fare una passeggiata, non hai bisogno della tuta spaziale. La tuta spaziale è un lavoro della NASA americana. E’ finito.

Questa era una domanda che le volevo fare. Avete descritto un sacco di cose nei vostri libri e nei vostri video… e nei vostri brevetti, e in altre pubblicazioni che avete. C’è niente che avete tenuto per voi per evitare che la gente potesse per davvero costruire il sistema?

No… noi…

Quindi, se noi leggiamo tutto quanto

Abbiamo persino… Abbiamo persino shoccato l’ufficio brevetti. I nostri brevetti… metà dei nostri brevetti sono da pubblicare

Si, ci sono tutte le pagine…

No, non le hanno pubblicate… non ce lo lasciavano fare.

Abbiamo un brevetto su come uccidere

Un brevetto su come uccidere?

Si.

Certo perché questo è…

No… Se sei malato, sei paraplegico… sei giunto oltre la possibile riparazione o qualcosa che non possiamo più riparare… perché dovresti soffrire? Quindi… non puoi sparare la gente nello spazio. Ma con questo sistema… è nel nostro brevetto… ha la grandezza di una moneta da 5 penny, un dischetto di 5 centimetri. Semplicemente lo metti su una certa parte del corpo… la morte è istantanea.

Ma perché dovreste farlo.

Perché un uomo dovrebbe soffrire?

Ma se potete curare tutti…

Se metà del tuo corpo è saltato in aria come faccio a trovare il tuo cuore, la tua gamba e il tuo fegato?

Ah ok

Si, se è saltato in aria si.

Capisci? Così come adesso abbiamo sviluppato come si fa a far crescere un dito. Ad oggi, l’abbiamo fatto perché se non l’avessi fatto… uno stupido… diciamo… un altro governo americano, belga o un altro paese troverà un nuovo modo per assassinare… quindi, abbiamo impedito anche questo. Perché abbiamo il brevetto. Tutti possono uccidere tutti.

Il che non va bene

Non va bene. Quindi, siamo arrivati a pensare persino a questo. Uno dei nostri brevetti è chiamato “la mort…” “il sistema per poter…” è molto semplice te lo posso spiegare. 2 secondi e lo capisci. E’ semplicemente che tutto il tuo sistema nervoso esce dal cervello vero il tuo corpo. E’ un percorso in una direzione o l’altra. Tutto quello che serve è invertirlo. E’ istantanea la tua morte. In micro secondi. Giochi a fare Dio.

Si. Non è una cosa buona.

No, ma ci deve essere, quest’opzione ci deve essere. Il processo è non soffrire. Tutto qui.

Quello è comprensibile.

Quindi abbiamo pensato fino al lì e ci siamo occupati anche di quello.

Mr. Keshe. Grazie mille.

Prego.

Grazie del vostro tempo, per l’opportunità.

Spero siate stati contenti.

Ne siamo stati molto contenti. Ci è piaciuto molto. E… monteremo il video noi, no?

Fateci avere il link.

In qualche modo… e ve lo faremo vedere.

…e poi lo farò caricare sul nostro sito.

E se vorrete dare il via a quel che chiamiamo la fondazione Keshe in Italia

Vogliamo. Lo vogliamo eccome.

Vi faccio avere i diritti…

Vogliamo.

Perché controlliamo il nostro server.

Vi contatteremo e vi diremo quali sono le persone che se ne occuperanno.

E se avete… eeh come si chiama… persone che possono essere di accesso ai siti… che conosce la materia… ne abbiamo bisogno il più velocemente possibile…

(noi collaboriamo con…)

Domani riceverà i nomi.

Nessun problema. Se lo attiviamo… c’è questo ragazzo che può allocare immediatamente e ritireremo il server di adesso perché non lasciamo che portino la fondazione su un altro server.

L’unico problema è che ci vorrà un po’ di tempo perché dovremo tradurre tutto in italiano.

Si ma se… il webmaster dovrebbe avere un inglese fluente…

Si, si, certo… devono avere un inglese fluente

Si perché il nostro sito… Per proteggerci… abbiamo installato 2 server diversi in due paesi diversi.

Ok

Perché se uno viene attaccato… siamo pesantemente attaccati…

Lo vediamo… talvolta sparisce e..

E poi molto velocemente ritorna.

si…poi molto velocemente ritorna.

Si, si. Abbiamo costruito una sicurezza enorme dietro al nostro sistema. Adesso andremo ad una terza e a una quarta postazione in modo che se una è oscurato l’altra si attiva.  Ma un sacco di persone come voi hanno già fatto copie e le stanno trattenendo.

Si, si.

E se ci oscuriamo noi, escono loro.

Possiamo anche metter in piedi il nostro server in Italia.

Si, si. Non ho problemi. E una cosa che… non possiamo lasciare ad un solo individuo di gestire perché se no vuole essere il capo.

Ok. Grazie.

L’abbiamo già visto succedere.

Grazie mille.


Potrebbero interessarti anche…

Esclusivo: Iconicon intervista Mehran Keshe

Intervista a Mehran Keshe

Mehran Keshe sull’incontro del 6 settembre

15 commenti su “Trascrizione dell’intervista Iconicon a Mehran Keshe

  1. Eh già il video è privato. Chiedo se qualcuno può fare la traduzione in sottotitoli in italiano, quando il video sarà accessibile?

    • Credo che Iconicon ci stia temporaneamente lavorando per inserire i sottotitoli e il doppiaggio italiano. Ho mandato loro una mail, così ci sapranno dare conferma o meno. Quando è stato pubblicato, era visibile ma tutto in inglese.

  2. Il video non è visibile ne da questa pagina e neppure sul sito di iconicon, problemi tecnici, o che altro?

  3. Ok annunzio vobis che il video è di nuovo on-line. C’era un piccolo errore nei titoli di testa che è stato corretto. Il video è ora visibile in inglese. Iconicon sta già lavorando alla trascrizione dei dialoghi e al doppiaggio in italiano. Quando il video aggiornato sarà pronto, lo sostituiremo in questo stesso post dandone un annuncio ufficiale.

  4. Magari fosse vero!!! Lo spero tanto… Ma mi domando, ma con ENI ed altre aziende del settore energetico, applicazioni del genere le farebbero fallire… Speriamo che Keshe e il suo progetto non faccia un brutta fine!!

  5. Leggendo quello che dice a volte mi sembra pazzo eppure non so forse potrebbe essere la volta buona.
    Namastè

    • Beh è la difficoltà nell’espressione, prova a prendere un astrofisico ed immagina che debba spiegare alcuni meccanismi di chimica organica a dei bambini di 4 anni… In questo caso noi siamo i bambini e lui un semplice ingegnere che ha appreso con l’esperienza dei concetti che interessano marginalmente il suo campo di studi ma che, contemporaneamente, lui utilizza per far funzionare i suoi apparecchi… Comprenderai come è difficile comprenderne i meccanismi in maniera autodidatta, e per di più trovare le giuste parole senza turbare un ascoltatore, quindi legato presumibilmente ai falsi concetti imposti, per spiegare cosa ha imparato.

      Più che un pazzo, a me sembra uno zio, un nonno, che cerca di raccontare al nipote quella storiella che insegnerà qualcosa di importante per il futuro del bambino…

  6. Avevo visto il primo video intervista e mi aveva positivamente colpito.
    Ma questa seconda intervista mi lascia perplesso… Se non altro perchè è molto sconnessa. Sia in termini di domande formulate dall’intervistatore che di risposte fornite (un po fumose…).
    Le soluzioni sono 2:
    o la traduzione è fatta abbastanza male
    o l’ intervista è effettivamente ambigua…
    Potrebbe anche essere un mix delle due cose.

    Detto ciò non voglio comunque essere avventato nel giudizio o nello spegnere gli entusiasmi. Rimango fedele alla mia posizione di partenza.
    Resto FIDUCIOSO nella Keshe.
    Ma ci crederò solo dopo che si avranno dimostrazioni visibili o prove tangibili.

    Speriamo che il 14 Dicembre mostrino effettivamente la tecnologia dei reattori. E allora la fiducia o la speranza che noi tutti riponiamo si trasformeranno in certezza ovvero in presa di coscienza di una nuova era iniziata.
    Speriamo davvero che non ci siano i soliti “inconvenienti” o rinvii che si verificano classicamente ogni qualvolta arriva una data che segna un evento cosi tanto decantato.
    Speriamo bene insomma…

I commenti sono chiusi.