Galleria

Come funziona il One People’s Public Trust


Print

Questo articolo si preannuncia essere d’importanza storica. Per la prima volta, in lingua italiana, sono spiegati al pubblico, in maniera esauriente, i principi di funzionamento alla base del One People’s Public Trust. A chi non avesse familiarità con il concetto di trust, nè abbia conoscenza del background storico, politico ed economico dietro questa operazione legale epocale, raccomandiamo la lettura degli articoli linkati a piè di pagina. Vi renderete conto da soli delle enormi implicazioni giuridiche e sociale derivanti dal pignoramento delle corporations mondiali, implicazioni che nel lungo periodo, confluiranno in un nuovo paradigma della condizione umana.

Lòthlaurin


di Andy Whiteley

Alcuni di voi ne hanno già sentito parlare… altri invece no. Come pubblicamente annunciato il 25 dicembre 2012, il dominio del sistema dei Governi Aziendali è stato pignorato (orig. “foreclose“, cioè lett. “impedire il riscatto di un’ipoteca”, n.d.t.). Legalmente pignorato… attraverso il suo stesso meccanismo di funzionamento. I “Poteri-In-Essere” sono ora diventati i “Poteri-Che-Erano”. Tutti i debiti sono stati cancellati e le società corporative – compresi i governi e le banche – sono state pignorate.

Certo, possono continuare a giocare sporco sperando che noi ci facciamo trascinare. Tuttavia, grazie ad una serie di documenti basati sull’UCC (Uniform Commercial Code) depositati dall’OPPTOne People Pubblic’s Trust, ora la scelta è nelle vostre mani. È ormai attiva a tutti gli effetti una nuova struttura di governance sociale, ratificata dalla struttura “legale” del sistema predecessore, controllato dalle corporations.

In altre parole… SIAMO LIBERI!

Mettetevi comodi, gente: anche se questo è un lungo articolo, vi consiglio di non perdervelo!

One People’s Public Trust

Il compimento delle azioni legali intraprese dall’OPPT ha generato molta eccitazione. Ed è giusto così! Il potenziale generato in favore di un cambiamento positivo è enorme!

Prima di discutere le sue implicazioni, vorrei però presentarvi gli antefatti e le premesse alla situazione.

I governi e i media controllati dalle corporations si rifiutano, per ovvie ragioni, di annunciare la loro dismissione. Quindi credo che il nostro ruolo, in quanto consapevoli cittadini del mondo, sia quello di capire cosa è successo e come è successo, in modo da poter informare gli altri ed avviare infine il processo di cambiamento globale che tutti stavamo aspettando.

Ma prima, riepiloghiamo come stanno le cose

Prima di proseguire, vorrei fare alcune premesse.

1. I governi sono (erano) corporations. Il fenomeno dei Governi Aziendali è dimostrato non solo dal modo in cui i governi si comportano relativamente al Trust governativo (rivestendo cioè il ruolo di Beneficiario e non quello di Fiduciario), ma risulta anche dalla documentazione ufficiale! Gli Stati Uniti, il Canada, l’Australia, il Regno Unito, la Francia, l’Italia, il Brasile, il Giappone, il Sud Africa (e l’elenco potrebbe continuare…) sono tutte società di private che gravitano alle dipendenze degli Stati Uniti, registrate come tali presso la SEC – Security & Exchanges Commission americana e operanti, in quanto tali, a nostre spese.[1] “Il sistema” è di natura oligarchica, essendo orientato al solo profitto di “pochi” e sostenuto dal lavoro del resto della popolazione.

2. Le persone sono (erano) corporations. Al momento della registrazione all’anagrafe, il certificato di nascita firmato dai vostri genitori viene utilizzato dal Governo Aziendale (o Governo Corporativo, orig. “Corporate Government”, n.d.t.) per avviare un trust a vostro nome. Questo trust è utilizzato come collaterale per un conto di garanzia che viene creato e finanziato a vostro nome. Siete voi i beneficiari di questo trust… ma nessuno vi dice che esiste. Se non sottoscrivete un testamento entre il compimento del 7° anno di età, il Governo Corporativo vi dichiara defunti e, in base al Diritto Marittimo (orig. “Admiralty Law”, n.d.t.) siete ufficialmente considerati dal sistema come “dispersi in mare”. Dico davvero.

Il Governo Aziendale assume quindi il controllo finanziario della vostra eredità patrimoniale e, consapevole del fatto che la maggior parte di voi vive oltre i 7 anni, continua a trattarvi come schiavi. I fondi generati dalla monetizzazione della vostra vita – usando voi stessi a garanzia – vi vengono prestati quando domandate finanziamenti bancari, mutui, ecc. Siete poi costretti a lavorare per ripagare al sistema i fondi più gli interessi. Legalmente, non avete alcun diritto perché siete considerati “deceduti” dall’età di 7 anni. Avete perso. Cliccate qui per info sul vostro rapporto con il trust governativo →.

3. I mass media sono lo strumento utilizzato dai Governi Aziendali per fare propaganda direttamente a casa vostra. I media sono usati per manipolare la percezione pubblica delle azioni e delle omissioni dei governi, per rafforzare norme sociali, limiti e comportamenti, e per vendervi ogni sorta di robaccia mediante la creazione di un bisogno e la fornitura di un prodotto che lo soddisfi. La cosa non è limitatata soltanto ai media: la psicologia del vecchio paradigma è rafforzata anche dalle istituzioni educative e religiose. Società, governi e media dicono tutti le stesse bugie. Fanno tutti parte della stessa bestia.

4. Di conseguenza, la struttura economica mondiale è (era) un meccanismo per la schiavizzazione di massa. La schiavitù è un sistema in cui le persone sono trattate come proprietà e costrette a lavorare. Dal momento della loro cattura, acquisto o nascita, gli schiavi sono trattenuti contro la loro volontà e privati ​​del diritto di andarsene o rifiutarsi di lavorare.

Vi suona familiare?

Siete nati in un sistema senza che vi sia mai stato detto come funzioni. Siete stati cresciuti ed educati a contribuire al sistema. Siete costretti a lavorare molte ore al giorno per il sistema e a pagare le tasse al sistema. È necessario che ne rispettiate le regole – la maggior parte delle quali si riferiscono a beni e proprietà – o sarete puniti. Per la sua natura, il sistema fornirà abbondanza solo a pochi eletti, mentre gli altri soffriranno la fame. Anche se tutto questo non dovesse piacervi, non potete uscire dal sistema. Il sistema “possiede” tutto, tutti e dappertutto.

Fino ad ora, avete avuto una sola opzione: giocare. È come vivere in un casinò senza uscita, in cui il banco vince sempre.

[1] L’argomento è trattato apporfonditamente nel post “Le bolle papali che hanno cambiato il mondo“, linkato a piè di pagina – n.d.H.

Quando sono stati privatizzati i nostri governi?

Tutto iniziò con l’introduzione del Federal Reserve System. In occasione della promulgazione del Federal Reserve Act, durante la sessione del 22 dicembre 1913 (vol. 51), l’oratore Charles A. Lindbergh avvertì il Congresso degli Stati Uniti delle inevitabili conseguenze dell’istituzione del sistema Federal Reserve, che avrebbe potuto prendere il controllo della società manipolando il tasso d’inflazione e il costo del denaro.

Queste furono le parole di Lindbergh: “D’ora in poi, le crisi economiche saranno scientificamente create”.

E così fu. Nel 1929, i Poteri-Che-Erano fecero crollare deliberatamente il mercato azionario. Come? Le fluttuazioni del mercato azionario sono guidate dalle emozioni.[2] Prima del crollo del 1929, fu generato un periodo d’inflazione, suscitando artificiosamente l’eccitazione del mercato. Coloro che detenevano il controllo del mercato, dopo aver ceduto le loro partecipazioni azionarie a prezzi elevati, generarono il panico sui mercati. Una volta crollati i prezzi, riacquistarono le loro partecipazioni a prezzi stracciati, eliminando la concorrenza in difficoltà.

In breve, la Grande Depressione fu generata artificialmente in modo che le grandi aziende che controllavano il mercato azionario potessero trarne profitti, prestando ai governi il denaro necessario per riaversi dalle conseguenze del collasso pianificato. Le nazioni sovrane furono costrette a firmare accordi sul debito che, per loro natura, sarebbero stati impossibili da solvere. Quando i debiti nazionali cominciarono ad impennarsi, venne formalizzato il paradigma della “schiavitù da debito” e le corporation presero definitivamente il controllo.

Oggi, i Governi Aziendali continuano a mascherarsi da governi effettivi. Il sistema bancario della Federal Reserve (che domina l’economia occidentale) continua ad alternare strategicamente periodi di espansione economica a periodi di recessione, aumentando o diminuendo l’offerta di moneta e l’accesso al credito. L’attuale crisi finanziaria globale ne è un perfetto esempio. In tutto questo, anche i mass-media affiliati svolgono la loro parte, influenzando le  tendenze emozionali del mercato azionario e coprendo le menzogne della classe politica.

Tuttavia, la complessa campagna intrapresa dall’OPPT ha costretto il sistema corporativo al pignoramento. Tutte le aziende, inclusi i governi e i sistemi bancari, sono stati destituiti grazie all’uso dei loro stessi meccanismi di regolamentazione commerciale. Legalmente parlando, è il caso di dire: “Via i vecchi trust e avanti e con i nuovi!”.

[2] Per una espposizione dettagliata degli eventi storici relativi, vedi post “Wilcock: la TV russa smaschera la tirannia finanziaria“, linkato a piè di pagina – n.d.H.

E così, siamo giunti finalmente a rovesciare i governi?

No. È il rovesciamento delle corporations che si sono finora mascherate da governi. Se capite che “i governi” sono in realtà società private che hanno sovrascritto di nascosto le costituzioni delle nazioni sovrane, la loro dismissione non può che essere vista come un atto dovuto.

La frode del governo è reale. Finalmente, a causa dell’incapacità di controbattere alle rivendicazioni stilate secondo il codice UCC, l’intero complesso aziendale governativo si trova ad essere colpevole di frode, tradimento e messa in schiavitù. Secondo il Diritto Internazionale, l’OPPT ha il diritto di chiedere giustizia per questi reati, in nome e per conto del Popolo Uno (nel senso di “unitario e dotato di coesione interna”, orig. “One People”, trad. anche come “l’Unico Popolo”, n.d.t.). Così, ha scelto di pignorare e dismettere le corporations, le banche e i governi responsabili, di confiscarne infrastrutture ed assets – fra cui tutto l’oro e l’argento di proprietà del sistema bancario – e di riconsegnarli in mano al Popolo Uno.

Non pensate a quest’azione come ad una sovversione, pensatela piuttosto come il recupero di beni rubati. Le azioni del One People’s Pubblic Trust reclamano essenzialmente ciò che è già nostro, in veste di esseri sovrani di questo pianeta. La Legge Universale, la Common Law e l’UCC sono ora le leggi reggenti giuridicamente il pianeta.

Descriverò successivamente in dettaglio i meccanismi implementati dall’OPPT per sostituire le necessarie funzioni di governo.

UCC: la Bibbia di commercio

L’UCC è la “Bibbia” del commercio, poichè disciplina esattamente il modo in cui il commercio internazionale va attuato. Infatti, l’intero sistema commerciale mondiale ruota oggi intorno alle leggi UCC. Perfino la banca utilizza i processi legali disciplinati dall’UCC per ipotecarvi la casa o espropriarvi l’automobile.

Le leggi UCC non sono tuttavia insegnate nelle facoltà di giurisprudenza. Restano un esclusivo monopolio delle multinazionali e dei loro agenti, che formano gli impiegati dei loro uffici legali aziendali quel tanto che basta per sbrigare le pratiche, mantenendo stretto riserbo sulla conoscenza approfondita di questo importante meccanismo. Cio nonostante, è accaduto che uno degli Amministratori Fiduciari (orig. “Trustees”, n.d.t.) dell’OPPT, dopo essere stato professionalmente coinvolto nel sistema di diritto UCC, ha potuto comprendere a fondo come i Poteri-Che-Erano hanno fatto leva sull’UCC per controllare il sistema finanziario degli Stati Uniti a livello molto alto.

Heather Ann Tucci-Jarraf, punta di diamante dell’OPPT e madre di tutti gli esperti UCC, ha sfruttato l’ipoteca sulla sua casa come un banco di prova. Ne ha contestato l’espropriazione attraverso le procedure di diritto UCC, e così facendo ha scoperto, in modo molto semplice, come il sistema giudiziario degli Stati Uniti sostenga da sempre il sistema corporativo-aziendale.

Ciò non sorprende davvero, dato che il 99% delle nostre leggi disciplina la proprietà o il commercio.

Dopo una serie di valutazioni estremamente prudenti, l’OPPT ha concluso che le corporations operanti sotto l’egida di governi e sistemi finanziari apparentemente “pubblici” sono responsabili di alto tradimento verso i cittadini di questo pianeta, senza che essi ne siano a conoscenza, nè abbiano mai espresso in tal senso volontà o consenso intenzionale. Clicca qui per leggere la relazione finale dell’indagine →.

Quindi, con lo scopo di pignorare l’intero sistema, gli amministratori fiduciari dell’OPPT hanno predisposto una trappola, usando gli stessi strumenti giuridici forniti dal sistema, contro il sistema stesso.

oppt-in-biden-obamaCome ha fatto l’OPPT ad ottenere il pignoramento?

L’OPPT è gestito dagli Amministratori Fiduciari (o “Trustees”) Caleb Skinner, Hollis Randall Hillner e Heather Ann Tucci-Jarraf. L’OPPT è stato creato nel momento in cui gli amministatori hanno vincolato loro stessi, e di conseguenza riesumato, il trust risultante dall’originale Costituzione degli Stati Uniti del 1776, costituzione che è stata abbandonata nel 1933, quando il governo degli Stati Uniti fu trasformato in una corporation.

L’OPPT ha poi vincolato a questo trust ogni individuo del pianeta, in qualità di equamente beneficiario, indicandolo come “il Popolo Uno, creato dal Creatore”. Così facendo, gli Amministratori Fiduciari hanno generato un trust di lignaggio superiore a qualsiasi altro, essendo questo un trust fra il Creatore e le sovranità individuali della Terra. Questi “stati” individuali sovrani sono i beneficiari del Creatore e custodi delle sue manifestazioni sulla Terra. Legalmente parlando, non può esserci alcuna pretesa superiore a quella del One People’s Pubblic Trust… eccezion fatta per quella reclamata dal Creatore stesso.

Le risorse del nostro pianeta, indicate nei documenti UCC depositati come “la totalità dell’oro e dell’argento mondiali”, non possono quindi più essere soggetti a proprietà, nè venduti a qualsiasi prezzo, nè centellinati in quantità minime salariali per schiavizzarci, nè nascosti per creare povertà o miseria. Sotto il One People’s Public Trust, tutti abbiamo uguali diritti patrimoniali. Le risorse del nostro pianeta appartengono ora a ciascuno di noi in egual misura, per diritto di nascita. Ora è legge.

Tra il 2011 e il 2012, i Trustees hanno depositato una complessa serie di documenti UCC per conto dei suo Beneficiari. I dettagli completi dei documenti depositati dall’OPPT secondo il diritto commerciale UCC si possono trovare sul sito web http://peoplestrust1776.org. Fate attenzione: questi documenti sono assai impegnativi da leggere, perchè stesi per garantire la certezza del diritto e della diffusione legale, non per comunicare al pubblico le azioni dell’OPPT o le loro conseguenze. Tuttavia, gli Amministratori stanno collaborando direttamente con la comunità dei “media alternativi” mondiali in modo da assicurarsi che tutti possano ricevere informazioni accurate, chiare e pertinenti.

Cerchiamo di riassumere questi documenti:

Specificando che le corporations, i governi e le banche sono la stessa cosa, è stato depositato un “Ordine di Ricerca e Azione(orig. “Order of Finding and Action”, n.d.t.) contro il “Debitore”, denominazione della persona giuridica – creata attraverso le procedure dell’UCC – che comprende e racchiude in sè tutte le entità aziendali del mondo. I documenti depositati affermano che il Debitore abbia “consapevolmente, volontariamente e intenzionalmente commesso tradimento” mediante “possesso, manipolazione, favoreggiamento e connivenza con i sistemi monetari privati​​”, e abbia posto in essere una “schiavizzazione sistematica dei cittadini, senza il loro consenso consapevole, volontario ed intenzionale”.

I documenti UCC depositati sono pubblicamente registrati e seguono le normali procedure amministrative. A fronte di una contestazione, al Debitore è concesso il diritto di replica. Se questa non perviene entro i previsti termini di scadenza, è avviata di default un’azione legale seguita dall’estinzione dell’entità giuridica, in questo caso, dovuta al fatto di non essere riuscita a confutare le accuse di tradimento da parte del Popolo Uno.

La cosa importante da capire è che ogni documento UCC, dal momento in cui viene depositato, assurge a legge se rimane inconfutato. E in questo caso, gli Amministratori dell’OPPT assicurano di aver creato una situazione giuridica in cui gli individui e le entità che formano il Debitore non hanno avuto la capacità di replicare. E come avrebbero potuto? Gli addebiti per messa in schiavitù e per frode sono reali.

  • Naturalmente, nessuna risposta è stato ricevuta.
  • Il Debitore è quindi colpevole di tradimento.
  • Come contropartita, le corporations sono pignorate e i loro assets rivendicati.
  • La ricchezza del nostro pianeta viene restituita al Popolo Uno.
  • Tutti i debiti corporativi sono cancellati.
  • “Il sistema” è terminato.
  • Ciò si evince dalla pubblica documentazione archiviata.
  • Il depositi UCC si pongono ora come norme di Diritto Internazionale.
  • Detto con la terminologia propria del sistema, “il sistema” non esiste più.
  • Siamo liberi!

Clicca qui per leggere il comunicato stampa emesso il 4 febbraio 2013 dal One People’s Public Trust.

Tutto questo cosa significa?

Legalmente, nessuno può agire in veste di autorità superiore nel rapporti tra voi e il Creatore. Avendo rimosso i meccanismi di controllo dell’economia e dei governi, il One People’s Public Trust lascia le persone sotto la loro piena ed autonoma responsabilità, quella di essere personalmente responsabili per sé e di garantire il libero arbitrio e i diritti degli altri. Non c’è più una catena strutturata di comando. Non ci sono regole. Nessuna corporation dietro cui nascondersi. Voi siete – come il Creatore intese in origine – un Essere custode del vostro pianeta e dei suoi abitanti.

Si tratta di un massivo cambiamento di paradigma, che richiederà indubbiamente del tempo per trovare piena realizzazione.

Sono state abolite le barriere sistemiche che hanno inibito il nostro libero arbitrio e le nostre scelte, il che pone nuove sfide al modo in cui vediamo noi stessi e compiamo le scelte importanti nella nostra vita. Da oggi viviamo – almeno sulla carta – in un sistema di auto-responsabilità. I depositi registrati dell’OPPT hanno validato tutto ciò a tempo indeterminato, in modo che il vostro libero arbitrio non possa più esservi tolto senza il vostro consenso consapevole.

Finora, la nostra esistenza all’interno del precedente sistema di schiavitù si è rivelata una lotta costante, una lotta per conciliare gli impegni lavorativi e familiari, una lotta per sbarcare il lunario e potersi permettere un posto in cui vivere, un luogo dove poter esistere.

In un mondo di abbondanza progettato specificamente dal Creatore per provvedere alle nostre necessità, questa lotta non era però uno stato naturale dell’essere. Piuttosto è stata il risultato di una guerra psicologica giocata contro di noi. E ha funzionato! Ha mantenuto noi esseri umani sotto controllo, ci ha costretti a lavorare da bravi piccoli schiavi, garantendo la distribuzione dei profitti ai pochi privilegiati al potere.

Ma oggi, usando le sua stessa definizione, “il sistema” non esiste più.

Molti di noi hanno visto “il sistema” per quello che era. Molti non lo hanno fatto. Molti non hanno creduto che il “sistema” non fosse davvero un sistema. Molti se ne renderanno presto conto.

Indipendentemente da ciò, non appena la scomparsa del vecchio paradigma si radicherà e si manifesterà nelle nostre società, dovrà essere accompagnato da un cambiamento psicologico in tutti noi. Potrà sembrare esagerato, ma noi esseri umani abbiamo già affrontato diversi precedenti cambi di paradigma: considerate soltanto il cambiamento psicologico interiore richiesto alla razza degli schiavi afro-americani quando fu abolito il sistema di servitù non-volontaria… e quello del popolo tedesco quando crollò il muro di Berlino nel 1989… quello dei cittadini della ex Unione Sovietica, all’atto del sua dissoluzione nel 1991… quello del popolo egiziano, che ha fatto cadere la dittatura nel 2011… quello del popolo islandese, che nel 2012 ha imprigionato banchieri e politici corrotti e riscritto la propria costituzione…

Questo tipo di rivoluzione psicologica non è nuovo. Ma pone di fornte molte sfide a livello personale.

Questo è il momento di essere coraggiosi, e di essere coraggiosamente VOI stessi. In assenza di una struttura di controllo, ognuno di noi deve farsi carico del proprio destino e del destino del nostro pianeta. Dobbiamo imparare, ancora una volta, a compiere scelte per noi stessi e iniziare a creare il mondo nel quale vogliamo vivere.

Proprio come dei neo-genitori, dobbiamo accettare che la vita non sarà più la stessa e, in assenza di un “libro di regole” ci sintonizzeremo con i nostri istinti ed imparareremo a cooperare in modo nuovo… insieme.

Perchè i cambiamenti non si vedono ancora?

Siate pazienti. In primo luogo, abbiamo bisogno di identificare come le azioni dell’OPPT abbiano cambiato il panorama legale, e il modo in cui ciò si ripercuote su di noi.

Il vecchio sistema corporativo scenderà in campo a combattere? Ovviamente, si! I governi controllati dalle corporations fingeranno che non sia cambiato nulla. Se voi continuerete ad accettare il loro sistema di schiavitù del debito, sono sicuro che i “Poteri-Che-Erano” saranno lieti di accontentarvi!

Ma non fatevi ingannare: sanno quanto è successo. Sanno che sono stati pignorati. Sanno che il gioco è finito. Ora è scritto nel Diritto Internazionale.

Abbiamo la libertà di non cooperare pacificamente con il vecchio sistema. È venuto il tempo per esercitare questa libertà.

Se vi sembra strano che i governi “visibili” siano ancora mascherati come tali, tenete presente che i governi “visibili” sono burattini aziendali che non hanno mai dettato legge veramente. A questo punto, gli ex proprietari vorrebbero farci credere che tutto proceda come prima. Finora, hanno sempre fatto affidamento sulla segretezza, e continueranno a fingere fino alla fine. Questo è il loro solo modo.

In una recente intervista a Freedom Radio, Heather Ann Tucci-Jarraf, trustee dell’OPPT, ha rilasciato la seguente dichiarazione che riassume il suo piano per risolvere il problema:

“A coloro che si domandano quale sia la risposta dell’OPPT alle azioni o alle omissioni delle persone ‘in vista’, dico che sono venuta invece per i burattinai, per i pesci grossi che si nascondono dietro al velo dell’anonimato… e loro lo sanno. Con assoluto amore e pace, con assoluta gratitudine e grazia… Heather.”

Come gestire le azioni del sistema contro di voi

Con la dissoluzione del sistema debito/schiavitù, ogni debito fittizio che presumevate di avere verso il sistema è stato sciolto. Pensateci per un minuto!

Per facilitarvi la transizione fuori dal vecchio sistema, è necessario che comprendiate quali rimedi immediati sia possibile applicare alle azioni in corso che il vecchio sistema ha intrapreso contro di voi.

In due recenti articoli su wakeup-world.com, abbiamo discusso un metodo pre-OPPT per riaffermare la propria autorità al di sopra del meccanismo di governo corporativo (vedi parte 1 e parte 2). Questo metodo è radicato nella consapevolezza che 1) i precedenti governi erano corporations, e che 2) spetta a coloro che rivendicano l’autorità di governare l’onere di dimostrarne la legittimità.

Potete vedere uno studio sull’applicazione di questo metodo su un caso di vita reale nel documentario di Scott BartleWhat the FUQ? Frequently Unanswered Questions of the Australian Government”.

Semplificando, il punto nodale di questa sfida è stato:

“Avete una rivendicazione da fare su di me e io sono felice di onorare la vostra richiesta… però prima vorrei sapere se sto trattando con le persone giuste. Dimostratemi che voi rappresentate il vero governo di questo paese, così come costituitosi alla creazione di questa nazione.”

In questa situazione, una volta che l’ente che agisce per conto del Governo Aziendale non riesca a dimostrare la sua legittimità, il controllo di tale interazione potrebbe essere assunto da voi, introducendo i termini e le condizioni in base alle quali qualsiasi interazione tra voi e l’entità giuridica coinvolta possa continuare.[3]

Nel mondo post-OPPT, la procedura per contestare la presunta autorità degli agenti corporativi (compresi compresi coloro che dichiarano di rappresentare il governo) è essenzialmente questa:

“Sarei felice di soddisfare la vostra richiesta… però nel sistema giurisprudenziale UCC c’è un deposito tuttora incontestato che pignora l’entità che voi sostenete di rappresentare. Al momento presente, state agendo pertanto in virtù della vostra sola responsabilità personale. Vi prego dunque di cessare la prosecuzione delle vostre rivendicazioni su di me. Se decideste di proseguire con le vostre rivendicazioni, tutte le future interazioni fra le parti in causa saranno sottoposte alle seguenti condizioni… “

Considerato che non rappresenta più una persona giuridica, si dovrebbe notificare all’agente – in quanto persona individuale – un Avviso di Cortesia (orig. “Courtesy Notice”, n.d.t.) che include i termini e le condizioni in base a cui si accettano tutte le interazioni future. Oltre ad informarli, questa notifica dà loro la possibilità di ritirare la richiesta illegale formulata contro di voi. Se l’agente avvia ulteriori contatti con voi, va ad innescare un contratto personale fra le parti, disciplinato e vincolato dall’accettazione dei termini e delle condizioni da voi fornite.

Se un secondo agente della stessa ex corporation vi contatta per la medesima questione, ripetete la procedura anche con esso. Ricordate: le aziende non esistono più, avete a che fare soltanto con altri individui.

Sul sito www.oppt-in.com/documents sono disponibili linee guida dettagliate per la creazione del vostro Avviso di Cortesia comprensivo di Termini & Condizioni. Il vostro potere è pronto per essere esercitato (clicca qui per scaricare le linee guida alla compilazione dell’Avviso di Cortesia, n.d.H).

La consapevolezza pubblica del nuovo paradigma necessiterà di tempo per manifestarsi nella nostra società. Fin quando le implicazioni del One People’s Public Trust non saranno diffusamente conosciute e adottate dalla comunità, vi preghiamo di essere rispettosi verso chi non ne è ancora a conoscenza. Alla fine, man mano che gli individui si risveglieranno al nuovo paradigma, cesseranno semplicemente di operare per conto delle ex corporations. Ma se, nel frattempo, vi accorgete che a qualcuno farebbe comodo disporre di un Avviso di Cortesia, onorate la vostra posizione di conoscenza e cogliete l’occasione per informarlo rispettosamente. Anche gli agenti di ex corporations, ex banche ed ex governi sono proprio come voi e me: sono stati schiavi dello stesso sistema. Solo che loro non conoscono ancora la verità, tutto qua.

Nel caso di questioni legali, non è raccomandabile consegnare un Avviso di Cortesia comprensivo di Termini & Condizioni ad un (ex) agente di polizia che vi ferma per strada. Anche in questo caso, vanno considerati proprio come il resto di noi… e realisticamente sarebbero ancora più suscettibili di arrestarvi e incriminarvi ​​se vi rapportaste a loro in quel modo brusco. Fino a quando l’opinione pubblica non raggiungerà il punto di saturazione, vi consiglio di assecondare da subito le cariche ufficiali e consegnare il vostro Avviso di Cortesia solo in un secondo momento, via fax, e-mail, lettera raccomandata, o anche a mano.

Se la cosa dovesse finire in tribunale, informate il Magistrato, il Giudice (o chi per esso) nello stesso modo su indicato, prima della data stabilita per l’udienza. Non vi consiglio di mettere il Giudice in difficoltà fornendogli Termini & Condizioni in tribunale. Se sarete rispettosi e permetterete loro di leggersi preventivamente in privato l’Avviso di Cortesia prima di ascoltarlo da voi, otterrete sicuramente un miglior risultato per tutti gli Esseri coinvolti in questa interazione.

Ricordate: la procedura di emissione degli Annunci di Cortesia è soltanto un buon esercizio di apprendimento a beneficio di coloro a cui vengono notificati, in quanto rimedio ad una data situazione. Sarà comunque la cooperazione tra gli individui la chiave per manifestare il nuovo paradigma nella nostra società. In assenza di qualsiasi copertura mediatica ufficiale su questo argomento, la diffusione pubblica del One People Public Trust potrà avvenire soltanto attraverso la condivisione rispettosa delle informazioni all’interno delle nostre comunità e network.

Dopo tutto, siamo noi il “Popolo Uno, creato dal Creatore”.

[3] Maggiori info le trovate nel post “Lettera di accettazione condizionata del debito“, linkato a piè di pagina. In Italia è attivo un gruppo di studio pensato per agevolare coloro che hanno urgente bisogno di difendersi legalmente dalle ingiuste pretese del sistema – n.d.H. Clicca qui il redirect →

oppt-in-rockefellerQuali meccanismi vengono forniti dall’OPPT?

Dalla dissoluzione legale del sistema dei Governi Aziendali, discende la dissoluzione della miriade di di leggi e regolamenti creati attraverso le precedenti strutture legislative e amministrative. In quanto Beneficiarie del One People’s Public Trust, rimangono l’UCC, la Legge Universale e la Common Law come uniche e sole regole del gioco.

La Legge Universale è in essenza un principio omnicomprensivo che governa la condotta fra gli esseri. La Legge Universale è espressa nei seguenti termini: “qualsiasi scelta dovuta al libero arbitrio è ammessa finchè non interferisce con le scelte di libero arbitrio di un altro essere”. Questo è fondamentale per la struttura dell’OPPT.

La Common Law si riferisce alle “leggi dei precedenti giurisprudenziali” sviluppate nel corso dei millenni attraverso le sentenze di giudici e tribunali consimili. La Common Law si basa sul principio secondo cui non è corretto trattare casi simili ogni volta in modo diverso (principio dello “stare decisis“, n.d.t.) e sul principio del “non nuocere, non arrecare perdita” (“quieta non movere“, n.d.t.)

Per agevolare la transizione verso il mondo post-OPPT, gli Amministratori hanno creato un nuovo quadro legislativo – basato sulla Legge Universale e sulla Common Law – che ci permetterà di costruire un nuovo mondo e smantellare quello vecchio.

Qualsiasi persona, ed in particolar modo il personale militare i cui giuramenti sono stati cancellati dall’estinzione giuridica della corporation per cui hanno lavorato, possono “consapevolmente, volontariamente ed intenzionalmente” unirsi al One People’s Public Trust come Pubblici Funzionari (orig. “Public Servants”, n.d.t.) per proteggere e servire il popolo del Creatore.

I Pubblici Funzionari che scelgono di legarsi al trust sono:

  • autorizzati e obbligati a proteggere e preservare il sangue e la vita di tutte le persone;
  • autorizzati a prendere in custodia, tutti e soli, gli agenti e gli ufficiali, i proprietari, gli operatori e i collusi nel favoreggiamento verso i sistemi monetari privati​, i sistemi di applicazione della legge e i sistemi di messa in schiavitù;
  • autorizzati a porre sotto sequestro qualsiasi sistema monetario privato​​, monitorando, trasferendo, rilasciando e raccogliendo dati legittimamente;
  • autorizzati ad utilizzare qualsiasi mezzo e risorsa strategica per adempiere a questo incarico.

Di fatto, i membri delle forze militari dispongono ora di un quadro legale di riferimento che permette loro di abbandonare le milizie asservite al controllo corporativo e affiancarsi all’OPPT, contribuendo attivamente alla riappropriazione dei beni in favore del Popolo Uno.

Se io fossi giudice dell’umana natura, direi che un numero crescente di agenti sarebbero lieti di accettare questi “ordini”!

Ora, eseguire gli “ordini” non vuol dire che i Pubblici Funzionari potranno arrestare il primo agente esattore che vi telefona perchè la vostra carta di credito è scaduta. È dovere di ognuno di noi – come Esseri del Creatore – aiutare gli altri non informati a capire questo cambiamento, informandoli e fornendo loro Avvisi di Cortesia. L’ordine di “esecuzione” si riferisce ai veri proprietari della struttura dei GovernI Aziendali pignorati, cioè l’1% della popolazione.

Centri di assistenza per il Popolo Uno

Sebbene il servizio alla comunità non fosse affatto la motivazione in capo ai precedenti proprietari del “sistema”, le loro corporations adempivano comunque alcune necessarie funzioni di assistenza pubblica, come le forze di polizia e i servizi di sanità… nella speranza che noi ci saremmo mai accorti che fossero aziende!

Quali sono dunque le disposizioni dell’OPPT in merito al servizio pubblico?

Sono i CVACCreator’s Value Asset Centres (lett. “Centri per la Valutazione delle Risorse del Creatore”, n.d.t.), cioè  meccanismi di assistenza progettati per sostenere e servire l’umanità, custode della Terra. Essi forniscono una rete interconnessa di supporto estesa a tutto il pianeta, gestita da Pubblici Funzionari che agiscono ogni momento in piena responsabilità.

Essi forniscono un semplice sistema di governo e amministrazione, che ricopre 8 aree di processo funzionale:

  1. Conoscenza;
  2. Comunicazione;
  3. Trasporti;
  4. Trasparenza;
  5. Difesa e Mantenimento della pace;
  6. Responsabilità;
  7. Tesoreria;
  8. Recupero.[*]

[*] La temporanea funzione di rivendicazione delle risorse appartenute al Debitore, le infrastrutture e la ricchezza del Popolo Uno, in conformità ai termini del One People’s Public Trust, n.d.A.

Ogni ex nazione ex sul pianeta ha una succursale CVAC ad essa riservata, ad eccezione del Vaticano. Ogni filiale CVAC amministrerà gli stessi servizi e funzionerà allo stesso modo delle altre filiali CVAC del mondo. Ogni essere umano sul pianeta sarà supportato da ciascun e qualsiasi punto nodale della rete CVAC ed ogni essere umano avrà accesso alle stesse risorse e network di supporto.

Ogni area amministrativa degli CVAC sarà gestita da un Consiglio locale e guidata da uno Steward (lett. “amministratore”, n.d.t), il cui ruolo principale sarà quello di coordinare e facilitare il Popolo Uno nel prendere decisioni e nel risolvere i problemi. La struttura potrà ospitare inoltre ulteriori sub-CVAC, da creare per la gestione di nuove circostanze o iniziative, a condizione che la loro funzione sia per il beneficio di tutti gli Esseri senza pregiudicare gli altrui diritti al libero arbitrio.

Il 15 febbraio 2013, nel corso di un’intervista su www.thecrowhouse.com la trustee OPPT Heather Tucci-Jarraf ha descritto la struttura CVAC come “un luogo sicuro e protetto dove possiate Essere e Fare, secondo le vostre scelte… ma senza danneggiare nessun altro”.

Le nostre possibilità sono letteralmente senza confini!

Per definizione, il sistema CVAC è l’antitesi di quei corrotti strumenti corporativi che abbiamo chiamato “governi”. Responsabilità, misurabilità e trasparenza sono i cardini della struttura dei CVAC. I CVAC forniranno la piattaforma per semplificare ed unificare le leggi, andando incontro ai bisogni di tutti. Sarà impedito interferire sul libero arbitrio di qualsiasi entità in esistenza, in modo da preservare e proteggere tutte le creazioni, il valore e gli assets dei Centri. Gli Steward e membri del Consiglio saranno soggetti ad un rinnovo trimestrale delle loro mansioni, il che assicura che i Pubblici Funzionari restino responsabili del Popolo Uno in ogni momento.

Per queste ragioni, i CVAC stanno a fondamento di un nuovo tipo di governance. Ora è il sistema che serve noi, e non il contrario. E con la consapevolezza e il sostegno crescenti del Popolo Uno, il suo primo compito sarà quello di rimuovere la vecchia cabala.

La documentazione relativa alla creazione e ai termini dei CVAC è disponibile sul sito  www.peoplestrust1776.org. Saranno pubblicate a breve ulteriori informazioni.

Andiamo avanti come “Popolo Uno”

Il One People’s Public Trust rappresenta un massiccio spostamento di paradigma. Fornisce un cambiamento strutturale che consentirà uno shift energetico nel lungo termine.

L’OPPT ratifica a tempo indeterminato la nostra libertà come Esseri del Creatore. Corregge a livello legislativo gli squilibri dovuti a povertà, ingiustizia e non-sostenibilità. Fornisce una piattaforma attraverso cui tutti noi possiamo sperimentare le meraviglie e le risorse del nostro pianeta. Rimuovendo dalla facciata delle entità corporative i ridicoli protocolli posti a protezione dei loro esecutori, ci ricollegheremo energeticamente gli uni gli altri. In quanto Esseri. In piena responsabilità. Ciascuno in egual misura. Dato che Siamo. Liberi.

Siamo in un periodo di enorme trasformazione sociale, politica e spirituale.

Personalmente, avverto questa transizione come se fossimo un po’ a cavallo fra due mondi. Il sistema che ha controllato la nostra vita così a lungo è stato rimosso, ma il cambiamento non si è ancora pienamente manifestato nel mondo fisico attorno a noi. Anche se il processo di riforma mondiale delle ex corporations in cooperative richiederà indubbiamente del tempo, abbiamo già fin d’ora il legittimo potere di rifiutare il vecchio sistema, che ancora non ha smesso di fingere di essere reale.

Anche noi abbiamo tante decisioni da prendere! Che cosa abbiamo scelto di Essere e di Fare nel nuovo mondo? Quali sono le opportunità che intendiamo creare attraverso il sistema CVAC? E realisticamente, che cosa ne faremo dei “Poteri-Che-Erano”?

Per ora, ogni essere umano ha il dovere di manifestare nella sua vita quotidiana la libertà concessa dal One People’s Public Trust, cercando di aiutare anche gli altri a capirlo, integrarlo e manifestarlo nella loro.

La libertà non è gratis. Si ottiene attraverso la responsabilità.
Il cambiamento inizia con voi.
Fate la cosa giusta, adesso.
Abbracciate la vostra responsabilità.
Spargete la voce.
OPPT IN.
SIAMO LIBERI!

Hearthaware blog

Autore: Andy Whiteley – Fonte: wakeup-world.com
Traduzione italiana a cura di Lòthlaurin per Hearthaware blog
Siti ufficiali: oppt-in.com e www.peoplestrust1776.org
©2013 Hearthaware blog – Licenza Creative Commons CC BY-NC-SA


Potrebbero interessarti anche…

The One People's Public Trust: cosa significa?

The One People’s Public Trust: cosa significa?

L'OPPT riscatta le nazioni in nome del popolo della Terra

L’OPPT riscatta le nazioni in nome del popolo della Terra

Il background storico e legale dietro al One People Public Trust

Il background storico e legale dietro al One People Public Trust

Wilcock: la TV russa smaschera la Tirannia Finanziaria

Wilcock: la TV russa smaschera la Tirannia Finanziaria

Le Bolle Papali che hanno cambiato il mondo

Le Bolle Papali che hanno cambiato il mondo

Lettera di accettazione condizionata del debito

Lettera di accettazione condizionata del debito

35 commenti su “Come funziona il One People’s Public Trust

    • Ci ho pensato attentamente prima di prendere una decisione, valutando le varie opportunità:
      http://www.wordreference.com/enit/one
      Tradurre “Unico” rende il significato che di popolo ce ne sia uno solo e non ve ne siano altri;
      Tradurre “Uno” rende il significato di Unità, coesione e appartenenza.
      Sono questi ultimi i significati che ho voluto fare passare.
      Fermo restando che entrambe le traduzioni sono corrette e pertinenti.

      • Condivido il significato di UNO e, personalmente ritengo sia l’interpretazione più completa, lasciando al contempo spazio per “altro”. Al momento trovo ancora difficoltà a comprendere le sfacettature di questo evento. Ne ho compreso il senso globale, ma fatico a capire le azioni “pratiche”, anche perchè i link di riferimento sono tutti in inglese che, purtroppo, non conosco. Sarebbe utile riuscire ad avere una versione in italiano degli Avvisi di Cortesia. Forse da lì, documenti concreti, si potrebbe capire di più.

      • Sarà presto fatto, Rosaria. Ci sono già traduzioni in corso. A quanto mi hanno detto, alla fine di questa settimana potremo già avere un’idea di quello che c’è scritto nel Courtesy Notice.

      • OK TI RINGRAZIO tanto per la info e la spiegazione, e tante grazie per tradurre pazientmente e amorevolmente tutto questo dalla fonte🙂 buon proseguimento.

  1. Seguo OPPT da quando è stato presentato ed è meraviglioso quello che potrebbe fare. Trovo però molto difficile ancora la comprensione dei fatti e delle procedure da attuare. Quello che dovremmo fare è trovare una semplificazione e una linea guida per tutti, in modo che si possa diffondere. Scusatemi se sono pratico, però unendo le forze e le capacità di ognuno si può fare un ulteriore salto. Penso ci possa dare una mano http://nuovoparadigma.org/, che ne dite?

    • In effetti l’ideale sarebbe semplificare le cose, sembra che la libertà sia solo per gli esperti che hanno studiato anni una sola cosa.

  2. Salve, esistono in Italia delle sedi di movimenti o Blog legati a questo percorso? Dove posso ottenere maggiori informazioni? Grazie

  3. “Voi siete – come il Creatore intese in origine – un Essere custode del vostro pianeta e dei suoi abitanti.” I Nativi Americani dicono che Il Grande Spirito ci ha affidato Gaia perché ce ne prendiamo cura come suoi giardinieri e Guardiani.🙂
    Lieta di constatare come la loro saggezza sia tutt’ora evidente e sotto gli occhi di tutti, nonostante tutto quello che hanno passato.

    Grazie Lòth, passo la voce fra le mie conoscenze e rimango sintonizzata.
    E grazie a tutti voi per l’impegno che state mettendo per aiutarci a spostare Gaia e tutto il “Popolo Uno” su di una timeline di pace e consapevolezza.

    Buon proseguo!

  4. Aspettavo questa meravigliosa notizia. Sono pronta per lavorare accanto a voi, miei fratelli, per far conoscere al mondo la VERITÀ. Grazie dal profondo del mio cuore. Con amore e luce.

  5. L’altro lato della medaglia.
    Articolo fresco e fatto bene. Mi da la speranza di un futuro concretamente in evoluzione.
    Vorrei però capire una cosa.
    Significa che il governo non ha più l’autorità per trattenere i detenuti in carcere?
    Significa che il sistema legislativo fino ad oggi vigente non vale più.
    Se così fosse siamo tornati all’età in cui ogni cittadino non era tutelato dal sistema giudiziario.
    Il mio mondo è pieno di persone buone e parecchie che se possono approfittarsene e non avere sopra la testa qualcuno che le punisce, si fanno pochi scrupoli a depauperare il prossimo dei propri diritti, rubando ed addirittura uccidendo per soldi.
    Che ne sarà del sistema giudiziario?
    Grazie

    • Per come vedo io le cose, è una cosa buona che OPPT abbia una diffusione lenta e graduale. OPPT dice delle cose sulla carta, ma finchè sarà sconosciuto, le persone continueranno ad ignorare i loro diritti. Se uno pensa e agisce da schiavo, è bene che non venga a conoscenza delle possibilità offerte da OPPT. Se venisse diffuso dai media su larga scala ci sarebbe subito la rivoluzione civile e l’anarchia. Quindi bene che ci sia OPPT, ed è bene che vada in mano solo a chi è pronto a difendersi dal sistema, solo chi si fa certe domande, solo a chi cerca. Per chi lo ignora, tutto il sistema sta ancora in piedi. E va bene anche questo. Perchè il nocciolo dell’evoluzione è lo sviluppo della coscienza. Se OPPT segue è buono, se OPPT precede, no buono. Sarò retorico, ma il sistema è caduto per chi è pronto ad esercitare i propri diritti, è in piedi per chi non lo è. Tu chiamale, se vuoi, transizioni.

      • Ottimo sunto di quanto sta accadendo.
        Ognuno procede con i suoi tempi, occorre avere pazienza e andare avanti calmi e senza fretta alcuna.
        In linea di massima sappiamo come comportarci e se possiamo, è bene aiutare chi ci sta accanto secondo le nostre possibilità.
        Per il resto, non ci resta che attendere pazienti.
        🙂

  6. Del resto è sempre così che tutto ha inizio: dal molto piccolo.
    Mentre leggevo ho avuto una visione:
    ci sarà un enorme effetto domino che libererà piano piano molte persone dal vecchio paradigma, poi sarà la volta di quelle persone che rivestono ruoli più “istituzionali” e gli agenti, i giudici, i funzionari, e poi gli stessi legiferatori, avranno una nuova struttura mentale con la quale servire il Popolo Uno di cui loro stessi sapranno di far parte.
    Ben trovata Umanità!

  7. Grazie per il grande lavoro che state portando avanti, credo fermamente in un Mondo Migliore e sono certa che con il tempo tutto avverrà!

  8. Attenzione!
    Ciao a tutti, visto l’esito delle elezioni politiche, e visto che il movimento 5 stelle é entrato in parlamento e non essendo ancora sotto influenze internazionali e o di governi ombra, perché non far venire fuori la cosa, a livello nazionale? Una visibilità così ampia quando ricapita?
    Potrebbe essere una ghiotta opportunità!
    Come si può fare?
    P.s. Ma come verrebbero gestite le persone attualmente in prigione/carcere?

  9. Non saprei quale effetto avrà nel tempo questa iniziativa, ma ci credo profondamente dato che per altre vie questa azione risulta essere l’unica valida per liberare ciascuno di noi: conoscenza ed autoresponsabilità. Quindi avanti: ci siamo!

  10. Mi piace il principio su cui si basa OPPT e sono fiduciosa che in un prossimo futuro si possano cogliere i frutti della sua azione, però mi domando, anche, che cosa è cambiato, ad oggi, dal fatto di aver operato dei pignoramenti o fatto crollare il vecchio sistema visto che apparentemente nulla è cambiato dato che i nostri politici continuano a decidere per noi?

  11. Aspettavo il cambiamento in un principio d’amore e le mie aspettative non sono state deluse.
    Ci aspetta un gran lavoro, specialmente spirituale. Grazie fratelli.

  12. È semplicemente incredibile tutto quello che sta succedendo, e mi sento sereno più che mai. Inoltre ho trovato anche altri siti/blog in cui qualcuno ha cominciato a compilare la propria Dichiarazione di Sovranità, date un’occhiata:
    http://movimentosovrano.blogspot.it/

  13. La dichiarazione The One People’s Public Trust (dinanzi abbr. in OPPT) riprende il modello della Dichiarazione d’Indipendenza degli Stati Uniti d’America del 1776 e lo estende a tutta la popolazione vivente oggi sulla Terra.

    Quindi visto che la dichiarazione d’idipendenza degli USA si rifà sulla carta costituente della Repubblica Veneta siamo noi la culla della civiltà moderna e speriamo del futuro del intero pianeta… non a caso infatti la Rep. di Venezia fu la prima repubblica al mondo e il primo stato al mondo ad abolire la schiavitù😉 quanto eravamo avanti al tempo e quanto siamo indietro oggi con adesione alla repubblica italiana meglio nota come repubblica delle banane😉

  14. Ciao, da poco sono venuta a conoscenza di OPPT e sto leggendo tutto quello che è stato scritto e tradotto in italiano (purtroppo non conosco l’inglese). Grazie a tutti voi che state facendo questo enorme lavoro! Condivido in pieno le idee e gli intenti di OPPT, ma sinceramente ho un grande dubbio su come sia possibile far crollare il vecchio sistema. I potenti di tutto il mondo, da sempre, si sono arrogati il diritto di decidere le sorti del mondo e di tutta l’umanità con un solo mezzo: la violenza perpetuata attraverso i corpi militari, le armi (sempre più sofisticate), le carceri. Pensate davvero che si faranno spodestare senza combattere? Mi sembra assai utopistico. Vorrei capire meglio. Ciao e grazie ancora per il vostro grande impegno. Diana

  15. Non ha senso quello che state dicendo. La vita dell’uomo si basa su evoluzioni sociali e culturali non su promesse mistiche e finalità magiche. Non c’è nessuna cospirazione spirituale, non c’è nessun popolo unico eletto se non la natura umana in sé. È utopia tentar di distruggere un sistema con idee fantasiose.

  16. Ha assolutamente ragione Simone. Quello che è scritto qui non ha alcun senso, e cmq non porta nessuna prova a supporto. Per carità, ci piagerebbe eh… ma qui si vaneggia.

  17. Sto seguendo da tempo l’evoluzione dell’OPPT e sono convinto che possiamo al più presto liberarci dalle catene… vorrei sapere cosa sarebbe più efficace usare per notificare l’annullamento di prestiti e mutui ai diretti interessati!! Grazie

I commenti sono chiusi.