Galleria

Le tre fasi della Magia


tre-fasi-magia-feat

di Salvatore Brizzi

Talvolta mi giungono mail dove le persone si affermano confuse rispetto all’applicazione della Legge di Attrazione, alla sua efficacia e, soprattutto, al suo valore dal punto di vista di un percorso di risveglio della coscienza. In pratica mi chiedono: “Ma concentrandomi sul soddisfacimento di un mio desiderio, sto facendo un lavoro spirituale oppure, al contrario, sto solo alimentando il potere della personalità?”.

Dal momento che non ho tempo di rispondere alle mail, ho deciso di trattare qui l’argomento.

Innanzitutto, chi sono i personaggi legati al filone The Secret avviato da Rhonda Byrne?

Sono maghi. Rhonda Byrne, Joe Vitale, Esther e Jerry Hicks, Seth Godin, Robin Sharma, Jim Rohn, Robert Kiyosaki, Prentice Mulford, Bob Proctor, T. Harv Eker… sono tutti reincarnazioni di antichi maghi; alcuni anche molto evoluti animicamente, altri meno.

Ma chi è il mago? Cos’è la Magia? Come ha detto uno dei suoi principali esponenti, Aleister Crowley (che non era un satanista, mi sono stancato di ripeterlo), la Magia è sia un’Arte che una Scienza che permette all’essere umano di modificare la realtà secondo la sua vera Volontà. Il mago è pertanto colui che, in virtù di una straordinaria capacità di focalizzare l’energia mentale in un’unica direzione, riesce a provocare cambiamenti tangibili nella sua realtà: ottenere successo, piuttosto che guarire da una malattia o guadagnare più soldi.

A ben guardare, ognuno di noi crea già adesso la sua realtà, ma la crea a partire da ciò che conserva nel suo subconscio, e questo fa sì che non sappiamo mai cosa sta per accaderci. Il mago è semplicemente qualcuno che vuole crearla COSCIENTEMENTE, decidendo cosa vuole che accada nel suo futuro, o almeno in alcune aree del suo futuro. Per acquisire il potere di modificare coscientemente in suo favore una certa situazione – e questo è un punto essenziale – egli deve però prima diventare pienamente cosciente del fatto che già l’attuale situazione è stata creata da lui stesso!

Se non divento il Padrone della mia attuale realtà – e continuo invece a credere di subirla attribuendone all’esterno le cause – come posso sperare di ottenere il Potere necessario a modificarla? Il Potere di creare sta proprio in quella Responsabilità che di solito rifuggiamo.

Le tecniche proposte nel libro The Secret e in tutti quelli che appartengono allo stesso filone riguardano la correzione delle nostre forme pensiero limitanti, la focalizzazione sull’obbiettivo, il lavoro con la visualizzazione fino ad arrivare a sentirsi già in possesso di quell’oggetto o già all’interno di una certa situazione. Sono le stesse tecniche che vengono largamente usate anche in Magia da millenni.

Ma questo stadio della Magia è solo uno fra gli stadi contemplati nel percorso magico.

magic_of_universe-wide

Le fasi del percorso umano nel suo rapporto con la realtà sono tre:

Nel primo io mi limito a subire la realtà, attribuisco le cause di ciò che mi accade all’esterno: alla sfortuna, alla crisi, ai virus, alla società, agli sfruttatori… e così via. In questo stadio sono una vittima, un lamentante; non ho nessun Potere perché metto il mio Potere nelle mani degli altri.

Nel secondo comincio a prendere su di me la piena Responsabilità per ciò che mi accade. Quindi mi sforzo di cambiare ciò che non mi piace e di concentrarmi su ciò che desidero, lavorando con la gestione delle emozioni e della mente. In questo stadio acquisisco un grande Potere, sono un mago o una maga.

Nel terzo mi affido totalmente all’Esistenza, alla Vita, a Dio… So che può accadermi solo ciò che mi serve nel momento in cui mi serve. Il mio Cuore è aperto e privo di paura e io divengo uno strumento nelle Sue mani. Ciò che desidero coincide in ogni istante con ciò che ho. I soldi, la casa, la salute, il partner… vengono spontaneamente verso di me e non devo più io andare verso di loro. Questo è il Potere di chi fa la Volontà del Padre. Chi è in questo stadio vive per realizzare una missione e non più in funzione di soddisfazioni personali. La sua massima felicità coincide con il lavorare ogni giorno per la missione… e i soldi e il successo sono solo una conseguenza, un “effetto collaterale” del mio consacrarmi alla missione.

In verità quando Magia e Alchimia vengono praticate nella loro accezione più elevata – come percorso di ritorno alla casa del Padre – conducono proprio a questo terzo stadio della Magia.

All’interno dal filone The Secret incontriamo personaggi che sono giunti a livelli differenti di questo cammino magico. Per cui ci si guardi bene dal proferire giudizi generici facendo di tutte le erbe un fascio, sia in positivo che in negativo.

Per esempio Joe Vitale, Gregg Braden, Robin Sharma e Roy Martina sono personaggi che navigano sul terzo stadio, ognuno, ovviamente, con le sue differenze. In particolare Joe Vitale in Zero Limits descrive egregiamente le varie tappe del suo percorso evolutivo. Anche Robert Dilts si colloca su questo stadio superiore: è un antico Guerriero, un leader nel vero senso del termine. Tanti altri invece sono ancora fermi alla realizzazione dei loro piccoli desideri grazie all’intensa focalizzazione… e pertanto questo – per quanto utile – è tutto ciò che sono in grado di trasmettere al loro pubblico.

Si badi che non sto affermando che Joe Vitale, Gregg Braden e Robin Sharma sono dei maestri che hanno raggiunto l’illuminazione (ammesso che questa espressione abbia un significato e non sia solo una leggenda creata ad hoc per fabbricare ricercatori spirituali…), ma che stanno perlomeno lavorando in un ordine di idee dove la loro volontà si sforza di coincidere perfettamente con la Volontà del Padre, a differenza di chi invece ha ancora bisogno di affermare la sua volontà personale nel mondo.

Il lettore di oggi è pertanto chiamato a sviluppare una buona dose di discernimento al fine di comprendere se il relatore che ha di fronte è quello più adatto alle sue esigenze evolutive.

Perché succede che talvolta questi libri sulla Legge di Attrazione sembrano non funzionare? La spiegazione è semplice: essi funzionano con me nella misura in cui la mia coscienza si trova al secondo stadio evolutivo. In quello stadio infatti è necessario che io rafforzi la capacità di modificare la realtà secondo il mio volere, per cui non verrò deluso da quelle tecniche. Devo ancora costruirmi un vero Io che sia capace di dominare il mondo ed è necessario che lo costruisca se voglio poi distruggerlo nella fase successiva.

Il problema nasce nel momento in cui io divengo pronto per andare oltre i desideri dell’Io, ossia, divengo pronto per aprire il Cuore, affidarmi alla Vita e mettere la mia volontà nelle Sue mani. Se mi trovo in questa fase di transizione da uno stadio precedente a quello successivo, quelle tecniche divengono obsolete e non mi danno più i risultati voluti, non perché quei libri e quei seminari non siano validi di per sè stessi, ma perché io sono cambiato, ho giocato abbastanza con i desideri personali e sono pronto per procedere oltre.

È come se la Vita a un certo punto mi dicesse: “Non c’è più bisogno che ti focalizzi sul denaro e sul successo, focalizzati sulla tua missione… e il resto ti sarà dato in aggiunta.”

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
[non vengo condotto, conduco]

Hearthaware blog

Fonte: www.salvatorebrizzi.com


Potrebbero interessarti anche…

Magia: cos'è e a cosa serve?

La magia: cos’è, perché funziona e perchè i politici la usano?

Legge dell'Attrazione vs Legge di Consapevolezza

Legge dell’Attrazione vs Legge di Consapevolezza

L'arte della difesa iperdimensionale

L’arte della difesa iperdimensionale

36 commenti su “Le tre fasi della Magia

  1. Ciao Lòth, l’articolo è interessante, riprova di alcune cose che ultimamente mi stanno accadendo, anche se sono solo piccole cose, a mio favore, ma senza danneggiare nessuno…
    Ma non vedo cosa ci sia di male, evolvere nel terzo stadio e oltre, continuando, a volte a desiderare di ottenere vantaggi, personali per noi stessi… purchè non si danneggi nessuno però… non ci vedo nulla di male nel desiderare, alcuni avvenimenti o cose per noi stessi, senza essere necessariamente egoici.
    Si può sia abbracciare la propria missione, che concedersi alcuni svaghi o piaceri personali/individuali, finchè si rispetta la libertà altrui…
    L’importante è, non desiderarli fanaticamente!

    Penso di essere stata chiara, questo è il mio vedere.

  2. Riflessione interessante!
    Avevo letto The Secret anni fa, quando uscì, e all’epoca non ero riuscita a comprendere appieno il concetto di Legge di Attrazione, così avevo accantonato la cosa.
    Leggendo ora il tuo pensiero, e riprendendo quanto avevo letto all’epoca, inserito nel contesto in cui mi trovo ora, tutto si fa più delineato e la nebbia si dissipa, almeno un poco.

    Grazie per quanto hai deciso di condividere, mi hai dato molto su cui riflettere.

    S.

  3. Un bell’articolo Magico😉

    ˜”*°•.˜”*°•..˜”*°•♥•°*”˜.•°*”˜.•°*”˜ •°*”

  4. “Tutto è energia e questo
    è tutto quello che esiste.

    Sintonizzati sulla frequenza
    della realtà che desideri
    e non potrai fare a meno
    di ottenere quella realtà.

    Non c’è un’altra via.
    Questa non è filosofia.
    Questa è fisica.”

    *Albert Einstein*

    Di mio aggiungo che tutto questo
    è applicabile anche alla Magia.

  5. La motivazione principale per cui i libri come the Secret funzionano poco è descritta molto bene nei libri di Vadim Zeland sul transurfing (6 libri).
    Saluti.

    • Sul “molto bene” avrei un’osservazione da fare: Zeland scrive, o forse é tradotto male, in maniera molto mentale, cioé ha deciso di rivelare al mondo il “segreto dei segreti” semplicemente prendendo in prestito concetti da diverse discipline e mettendoli nel frullatore.
      Quello che ne é uscito, a mio modo di vedere, é un pot-pourri di concetti di non facile comprensione se non si é a conoscenza dei concetti originali dai quali ha preso spunto.
      Io per lo meno mi sono trovato in questa situazione: niente di nuovo, anzi mi balza agli occhi la presunzione di aver inventato un metodo, il transurfing, per surfare sugli eventi della vita che invece una ricerca mirata puó mettere meglio in evidenza, anche tramite la ricerca, appunto, che non é altro che un passaggio, un’esperienza necessaria.

      Praticamente ha scritto il Bignami del ricercatore spirituale medio.

      Per non parlare del libro intitolato “Transurfing vivo” dove si danno le istruzioni per una corretta alimentazione e stile di vita.

      Zeland avrebbe potuto aprire un blog nel quale mettere in evidenza i concetti che prima di lui altri hanno avuto pazienza e modo di sviluppare e testare.

      Ad ogni modo questo é il mio modo di vedere l’autore e la sua opera.
      Non escludo a priori la necessitá di un lavoro simile per chi non avesse mai preso contatto con concetti del genere.

      A queste persone consiglio di non fermarsi al Transurfing, perché non é la soluzione.

      Non esiste La Soluzione con la S maiuscola.

  6. Molto utile questo post, mi ha chiarito diversi aspetti. Sto ora leggendo proprio Vitale e il libro di Jerry ed Esther Hicks lo porto sempre dietro. Sto vedendo accadere cose strabilianti nella mia vita. L’importante è avere pazienza e crederci, perchè altrimenti il rischio è di pensare che la Legge non funzioni, Invece, proprio perchè è Legge, funziona. Sempre.

  7. Dopo l’articolo dell’Astrologo Russo,
    questo (ma forse un altro sarebbe stato lo stesso…) passa un po’ in seconda linea per me almeno…
    Tuttavia la spiegazione dei tre stadi, che personalmente non collegherei alla magia (termine che non mi piace neppure, perchè collegato a pratiche di un certo tipo) ma ad un qualsivoglia percorso evolutivo è ben esplicata.
    Tuttavia mi sento molto più in sintonia con le parole di A. Einstein che ha postato Luce, che ringrazio, mentre a Tuli vorrei dire che non è che ci sia “qualcosa di male” a desiderare nel terzo stadio, ma è solo che… non è più necessario…
    In ogni caso più che di “cambiare la Realtà” mi focalizzerei sull’interagire con la Realtà, sulla co-Creazione.
    Cambiarla: perchè? Dal momento che l’ho creata Io…

    .

  8. Non condivido totalmente le idee di Brizzi su Aleister Crowley, sembra quasi che si voglia indurre la gente a farselo piacere, è un cattivo insegnamento. Seguite l’intuito. Quanto alla Legge d’Attrazione nulla da dire.

    • Effettivamente, A. Crowley morì dopo una sequenza di giornate in cui si nutriva di un uovo sodo e la dose giornaliera di ero. …
      NON È UN GIUDIZIO, ma non è neppure di certo l’esempio migliore di un Essere Realizzato.

  9. Praticamente riattualizza la perfetta letizia di Francesco d’Assisi🙂

    • Che si tratti di riffa o di raffa, la figura dell’umile frate emerge in questo periodo come un fiore di loto appena sbocciato nel fango.🙂
      Ho notato che in molti stanno rivolgendo i loro pensieri a quest’uomo, in un modo o nell’altro, e non solo riferendosi all’attuale figura del reggente nel Vaticano.

      • Sì, lasciamo stare quello nel Vaticano che è tutt’altra storia.
        Mi riferivo al concetto della perfetta letizia più che a San Francesco. Infatti quella lettura è una delle più belle e profonde. Però va riconosciuto che proprio quest’uomo è quello che più di altri ha indicato con semplicità, a volte fin troppa, l’invito a considerare che siamo parte di un sistema di Gaia.🙂

  10. Certo, negando il matrimonio ai gay e considerando le donne inadatte alla politica: forse quella sobria e vera, di cui loro hanno paura, e chissà cos’altro, ha portato separazione tra me e i miei familiari, e anche in altre famiglie…
    Come fa ad essere un fior di loto, sbocciato nel fango, un uomo così?
    Come fa ad essere buono, un essere così?
    Vorrei che la gente aprisse gli occhi, siamo nel medioevo!
    Siamo tornati più indietro, con costui: tutte le persone che la pensano diversamente dal papato, non lo seguono o lo contestano, VENGONO maltrattati anche dai loro familiari, derisi e presi di mira dai pollici versi… in vari siti, se in internet, e strillati di persona, da amici e familiari, che dovrebbero credere in noi… e invece si affidano ad un perfetto sconosciuto, che per quanto papa sia, non sarà mai DIO!!!
    Perchè il vero Dio, è ovunque, tranne che li!
    VOGLIO rispettare chi lo segue, ma è davvero troppo, poichè, molti di essi, non rispettano coloro che non lo seguono, e si comportano da pecore medievali… costringendomi all’autodifesa o alla chiusura totale, nei loro confronti.
    ATTENZIONE questo ci sta separando!
    Mentre noi dovremmo essere uniti.

    Scusatemi per il mio sfogo.

    • Noi siamo Uniti, Tuli, LO SIAMO GIÀ!
      Tutto il resto non è, nè deve essere un problema…
      Come disse Qualcuno tempo fa: “non ti curar di loro” e io aggiungo: “e lasciali cucinare nel loro brodo”… fa anche rima, ah, ah, ah.
      Comprendo il tuo “sfogo” comunque, ma… è importante non farsi carico pure dei fardelli di qualcun altro, oltre che dei nostri e lasciarli fare quello che hanno deciso.
      Di più credo che diventi troppo impegnativo, doloroso (come vedi) e oltremodo INUTILE.
      Un Abbraccio!

    • Infatti quando parlavo di Fiore di Loto, mi riferivo a Francesco d’Assisi, non certo al signor Bergoglio.

      Comunque, sto cominciando a risentire degli effetti di Saturno già da qualche giorno e oggi ho avuto una stangata: la mia micia anziana, Luna, a quanto è emerso dalle lastre ha una forma neoplastica (cancro) ossea che le sta mangiando metà della mandibola.
      Questione di mesi, forse uno o due anni al massimo.
      Sono crollata davanti alla veterinaria, che è anche una persona di cui mi fido in quanto siamo molto simili caratterialmente, ora sono di nuovo in piedi.
      Sono forte per lei, quella piccola micia che ha superato l’inferno in quel gabbione sui monti, in attesa che io arrivassi per portarla via.
      Ha passato metà della sua vita quasi con me (8 anni fra strada e canile e gli ultimi sette con me e mio marito), dopo averci pianto dietro per mezzo pomeriggio sono giunta ad una conclusione: prenderò quello che verrà, me ne prenderò cura come ho sempre fatto senza farle mancare niente insieme a mio marito, poi quando lei deciderà che è giunto il tempo di passare oltre (ancora non si è arresa, va avanti con tutte le sue forze), allora saremo noi a prenderle un biglietto per i campi elisi, prima classe.
      L’alternativa sarebbe lasciare che muoia di fame divorata dal cancro, e questo non posso farglielo.
      Non dopo tutto quello che ha passato.
      E se per questo dovrò scontarne il karma che ne deriverà in un’altra vita in 3°d, così sia.
      Perdonatemi lo sfogo, ma è successo questa mattina e avevo bisogno di scriverlo, urlarlo al vento e piangerci dietro.

      Grazie a tutti.

      • Il tuo sfogo è comprensibilissimo e hai fatto bene a farlo.
        Anch’io ho animali da sempre, ne ho avuti centinaia, ormai… e posso capire quello che stai passando.
        Questi Esseri meravigliosi sono fenomenali Compagni di Viaggio, disposti a tutto ciò che un “essere umano” di solito non è… non è il tuo caso vedo.
        Sarà lei a “dirti” di cosa avrà bisogno, d’ora in poi, non ti preoccupare e fa quello che lei vorrà, senza indugi.
        Nel caso, ci sono molte sostanze naturali, che un buon veterinario omeopatico ti consiglierà, purtroppo poco conosciute, ma valide alleate per il dolore.
        In ogni caso non sconterai alcun karma, non ti preoccupare… ma stalle vicino e ascoltala… è tutto quello di cui ha bisogno.
        Abbracci ad entrambe!
        Grazie a Te!

      • Grazie Franca, davvero.
        Sto cominciando a pensare che lei si stia preparando ad andare oltre, perché il suo compito al mio fianco è compiuto.
        È sempre stata una micia dal carattere apparentemente freddo e distaccata, ma basta guardarla negli occhi e sa darti più serenità lei che non so chi.
        Ogni volta che la guardo, non so perché ma mi da l’impressione di essere un’anziana saggia, di quelle sdentate dal sorriso sempre sulle labbra che riescono a dire tanto senza mai aprir bocca, solo con lo sguardo.
        È stata per talmente tanto tempo con noi che fatico a distaccarmene.
        Forse è per questo che sta procedendo su questo sentiero di lento distacco, per darmi il tempo di incassare e rialzarmi.
        L’unico desiderio che ho per lei, è che il dolore e la sofferenza la abbandonino presto, vorrei che passasse oltre in serenità, socchiudendo gli occhi come solo lei sa fare, ricordandomi una bimba asiatica, infatti quando mi riserva quella dolcezza le ripeto sempre “mi fai gli occhietti cinesini?” perché hanno proprio la forma delle mandorline.

        Oggi va un poco meglio, per quanto possibile.
        Lei si comporta come se nulla fosse, quella ad essere in subbuglio sono io, la consapevolezza di quello che sta passando mi ha sconvolta più di quanto mi aspettassi.
        Preghiera, concentrazione e serenità, ecco su cosa mi baserò per assimilare e trasmutare il dolore che mi sta dilaniando.

        La sola consapevolezza del distacco fa male, so per certo tuttavia che la supererò,
        Glielo devo.
        E lo devo a me stessa.

  11. Ciao a tutti,
    ho letto “The Secret” qualche anno fa ed anche la trilogia di Zeland ed un sacco di altri libri, ma ho poi tirato le mie conclusioni e cioè:
    ognuno di noi arriva su questo pianeta ed in questa dimensione attraverso un percorso che lo ha portato nel qui ed ora… percorso fatto di tante vite passate… anche da altre dimensioni e pianeti oltre ai livelli di pianeta Terra – Gaia… ma siamo qui con un contratto d’anima già stabilito a priori dall’altra parte del velo.
    Ci sono esperienze che abbiamo deciso di fare in accordo con il piano Divino e prese dal nostro sè superiore per “completare” o per continuare il nostro percorso di evoluzione, questo percorso può comprendere o meno una vita ricca di soldi, il tutto in funzione a ciò di cui abbiamo bisogno proprio per la nostra evoluzione personale (l’ascensione è individuale… nel senso che mamma, papà, figli e fratelli o amanti, mariti e mogli la faranno per conto proprio… ognuno ha il suo percorso) perciò se da contrattto animico abbiamo “deciso” di fare una vita di povertà economica… certo questo è difficile che ce lo ricordiamo… possiamo applicare la legge di attrazione finché vogliamo… fino all’esasperazione chiedendo all’Om-Ni-Verso la ricchezza economica… ma ci sarà negata… vero che esiste il libero arbitrio… ma questo è una questione di scelte anch’esse legate al percorso che già abbiamo stabilito di fare. Se nella nostro vita dobbiamo arrivare a fare un viaggio a Katmandù… prima o poi ci arriveremo… a 20 anni o a 50… il libero arbitrio serve ad accelerare o rallentare la strada che ci aspetta per arrivare a “rispettare” il nostro contratto d’anima…
    Con ciò voglio solo ricordare che il pianeta Terra è il pianeta dell’esperimento… e che percorriamo le strade che ci portano al raggiungimento solo ciò che ci manca o che abbiamo lasciato in sospeso.
    Ripeto che questo è solo il mio pensiero frutto di 54 anni di vita su Gaia.
    Abbraccio cosmico.
    Chandra.

    • Ciao ChandraLuna,
      d accordo anche con Te, per quanto scrivi e di cui hai fatto esperienza.
      Credo di sapere però (per esperienza mia…) che i contratti animici si possono modificare e anche sciogliere, così come quelli di tipo materiale…
      Quindi non è detto che se, ad esempio abbiamo fatto un contratto di povertà, prima di scendere qui, esso debba essere mantenuto per Sempre…
      Chiaramente di mezzo c’è (come nei contratti materiali) una nuova stipula che implica un certo tipo di lavoro e di esecuzione da parte nostra, ma si può fare.
      L’arrivo sulla Terra della Nuova Energia e l’innalzamento della frequenza vibrazionale aiuta molto ad attuare tutto ciò.
      Non ho letto The Secret, ma credo di conoscere molto bene tutto questo, in quanto già sperimentato da parte mia.
      Naturalmente questa è la mia Esperienza, che non vuole essere in antitesi con la tua, ma semplicemente diversa.
      Certo che solo un perfetto accordo con il Nostro Sè Superiore permette che tutto questo avvenga, ma non credo comunque che ci siano (in Realtà) limiti precisi che ci vengano imposti in alcun modo, a meno che non siamo Noi i primi ad accettarlo,
      consapevolmente o meno.
      Un Abbraccio Cosmico anche a TE!

    • Cara ChandraLuna, sono completamente allineata con te! Condivido il tuo pensiero che è pure il mio… all’alba dei miei 56 anni terreni! Un abbraccio a tutti.

  12. Anni fa ho seguito per un certo periodo un maestro. Era una donna. Mi diceva questo: “Il percorso è segnato, ma noi abbiamo la libertà di andare a sbattere contro ogni ostacolo e farci male, oppure evitare di cozzarci contro ed evitare il dolore.”
    Ma mi diceva anche che l’oroscopo di nascita, se noi evolviamo, ad un certo punto diventa illeggibile. Non è più valido.
    Questo concetto è molto grande e l’insieme di questi insegnamenti credo stiano a significare tre livelli diversi.

    Primo: sono soggetta al mio destino e non posso sfuggirlo.
    Secondo: ho un destino, ma posso evitare molte lacrime con la comprensione e la volontà creativa.
    Terzo: non ho più un destino segnato, sono l’artefice della mia realtà.

    Credo però che questi tre livelli di fatto coesistano, non siano come i gradini di una scala.
    Io non credo ai gradini, ma alle dimensioni che coesistono, sempre. Credo che questi tre livelli siano di fatto costantemente aperti per noi e che noi non si faccia altro che oscillare dall’uno all’altro, per vari motivi.
    Chi riesce a stabilizzarsi sul terzo, è libero.
    E per libero intendo niente più zavorre, la realtà che cambia in modo sorprendente e la scoperta in noi di possibilità e capacità infinite.
    In realtà non credo neppure alla realtà che cambi.
    Credo coesistano realtà parallele e infinite e noi possiamo spostarci in esse, senza rendercene conto.
    Come me ne accorgo? Ad esempio, ecco che una persona sgradevole improvvisamente mi diventa alleata, ecco qualcosa che stranamente è cambiato… Io non penso che sia cambiata quella persona. Mi sono spostata in una realtà in cui quella persona è così.
    Non so se rendo l’idea. Comunque, vorrei dire a Tuli che non può cambiare i suoi familiari, ma può spostarsi in una realtà in cui i suoi parenti siano più aperti e più disponibili nei suoi confronti. Sarà strano, sarà diverso. Come fare? Cara Tuli, sei esperta in voli. Ami le ali, ami gli uccelli e tutto ciò che vola. Forse devi sperimentare. Se volare non ti porta via, allora potresti forse provare a scendere giù nel materiale piccolo e noioso e a camminare e operare adagio fino a trasformarlo.

  13. Crowley è stato un occultista che si è spinto molto avanti. Ma come la quasi totalità di chi fa questi percorsi arriva a impazzire per il fatto che sono letteralmente “invasati” da entità che facendo finta di dargli potere ma in realtà lo portano alla deriva. L’entità LAM che è quella che a preso contatto con Crowley è un “grigio” ossia una di quelle razze conosciuta da chi si interessa di ufologia e abduction. Se sapete cosa sono le abduction e sapere il ruolo dei grigi in questo contesto, non avrete difficoltà a comprendere la ovvietà della fine che ha fatto il mago.

    • Questa è anche la conferma che le droghe (e ricordatevi sempre che anche l’alcol lo è…) fanno da veicolo a questo tipo di energie e di infestazioni.
      Tutto ciò non per condannare nessuno, ma… cerchiamo di imparare dagli errori del passato, affinchè tutto ciò non sia stato vano…
      E andiamo verso la LUCE!

  14. Questo contributo di Brizzi é molto attraente, é un buon decalogo da tenere a mente.
    Bravo intrattenitore, é essenziale esserlo per la diffusione della conoscenza.

  15. Ciao a tutti. Posso chiedervi per caso se avete mai visto un oggetto volante nero molto scuro?
    Io l’ho visto due volte, ma non ho potuto osservarli bene perchè volava veloce, ad una velocità regolare, poi c’erano tanti cespugli e alberi alti che coprivano la sua traiettoria. Magari era un uccello, però non ho visto le ali.
    Se fosse stata un’astronave, essa potrebbe essere di un colore nero così scuro? Io l’ho sempre vista di colore argenteo.

  16. Ciao XinXin Ruan, se hai visto che è triangolare e magari ha delle luci arancioni nelle punte, questo velivolo, forse potrebbe essere un Tr3, ossia un ufo dei militari… (HE IO PAGOO) fatto con i soldini delle tasse, pagate con il sangue dei tartassati.
    Io sono stanca degli scooter e delle auto… sto ufo lo vorrei avere io, lo dovremmo avere noi, e invece andiamo avanti con il petrolio e il carbone.
    Ma da ciò che ho capito, secondo miei studi, che questi UFO non sono tanto stabili.
    Ciao amico, se non è come ti ho descritto, allora potrebbe essere di altra natura.

    • Ciao Tuli.
      Non so se sono ufo a forma triangolare, perchè quel oggetto volante è troppo nero, non riesco a osservarlo bene da lontano.
      Ho sentito parlare che alcuni paesi, tra cui USA, hanno ricevuto tecnologia dai grigi, è una tecnologia vecchia dei grigi. In cambio i grigi possono fare qualsiasi esperimento o abduction che vogliono sui terrestri.
      Ho anche visto uno schema grafica di questo ufo da blog di qualcuno, il suo principale motore è l’energia nucleare.

      • Ciao a tutti, posso dirvi una cosa: quando ne incontrate uno, non vi lascia dubbi🙂 Quello che ho visto io, ormai molti anni fa, SO per certo che l’umanità non sarebbe capace di produrre per via della “tipologia” di velocità (o fermo). Ed era in pieno giorno. Nero, o comunque scuro, con delle luci. Ma che differenza fa al dunque?

  17. Secondo me questi odiosi esperimenti, questi alieni, li fanno ancora, su una fetta di popolazione sempre minore, ma ancora ci sono.
    Ci sono altre razze che vogliono impedirglielo, c’è un braccio di ferro tra loro.
    A volte prevalgono i nostri e a volte questi grigi e loro padroni.
    Sono cose troppo raccapriccianti per essere permesse!

  18. Molto interessante l’articolo di Brizzi. Bella anche la conversazione che ne è scaturita. Soprattutto per quello che riguarda la situazione della micia Luna: sono con te AngelSidia.

  19. Visione gnostica e limitante della magia, non trovate? E poi al limite si torna alla Madre, da quando in qua un padre ha potere di dare la vita? Questa visione patriarcale della spiritualità ha ormai rotto los marones🙂

    • Ciao Stella Blu,
      forse hai già letto dai miei comments precedenti che anch’io ho trovato questo post un po’ troppo approssimato, diciamo così.
      Sicuramente la visione patriarcale della spiritualità, oltre a mantenere il dualismo (se vogliamo) non è neppure in linea con i tempi.
      La Nuova Era è nettamente di impronta femminile, perchè Creativa, non competitiva, ma basata su tutte quelle caratteristiche da sempre ritenute femminili e che non sono quelle che nella storia recente hanno predominato.
      È importante però dare il giusto valore a tutto ciò per non ricadere in ulteriori pregiudizi…
      È interessante anche notare che su questo blog non sei l’unica che commenta i post a mesi di distanza dalla loro pubblicazione… (Nota per Hearthaware)
      Sui marones rotti delle donne sono ancora più d’accordo… ah,ah,ah.
      Ma ormai tutto ciò appartiene al passato.
      Hai fatto bene comunque a sottolinearlo!

      Un Saluto a Te e a Tutti!!!

I commenti sono chiusi.