DiscerningAlienDisinfo_feat

Come distinguere gli alieni positivi da quelli negativi


Il progetto Disclosure ET continua con questo significativo estratto dall’e-book “Discerning Alien Disinformation” del ricercatore americano Tom Montalk. Il testo, che potete anche visionare on-line in lingua originale sul sito dell’autore o reperire in formato cartaceo, è stato così recensito dal blog chaukeedaar.wordpress.com:

“È il più preciso, attento, logico e aggiornato approccio all’agenda aliena che abbia mai trovato: è senza dubbio il principale testo che mi sento di consigliare sull’argomento.”

La distinzione qui operata da Montalk fra alieni positivi e negativi è di tipo metafisico-spirituale: il sentiero Positivo è definito come quello in cui il Libero Arbitrio degli esseri è promosso e sviluppato in armonia con quello degli altri coabitanti del sistema sociale; invece, sul sentiero Negativo il Libero Arbitrio degli esseri è manipolato e oppresso con astuzia per incrementare il controllo esogeno del sistema.

Il passo che vi presentiamo tradotto in italiano è un’autentica pietra miliare del discernimento spirituale in materia di inganno alieno, meritevole di attenta e lettura e ponderata riflessione.

Discerning Alien Disinformation

Estratto della Parte VI

di Tom Montalk

Nelle sezioni precedenti, mi sono soffermato a descrivere i metodi di controllo degli alieni negativi per sottolinearne la forza, la raffinatezza e la finezza. Possono portare avanti la loro agenda senza necessariamente presentarsi come esseri violenti o spaventosi; al contrario, possono far leva sul proprio fascino per costruire false percezioni e fiducia negli esseri umani, i quali, incapaci di prendere decisioni pienamente coscienti, vengono indotti ingenuamente e volontariamente a scegliere di rinunciare alla propria sovranità.

montalkdiscerningaliendisinfo-pdf2Fortunatamente, possiamo discernere tra alieni “benevoli” e “malevoli” approfondendo la conoscenza delle loro reali caratteristiche. Quali peculiarità  gli alieni dovranno possedere per essere reputati realmente benevoli in termini di ideologie ed azioni? Vogliamo ricercare qui i tratti caratteristici fondamentali degli alieni positivi che non possano essere imitati dagli impostori negativi, o perlomeno da esseri con agende poco chiare.

I nostri standard di riferimento non dovranno essere troppo bassi – per evitare che gli alieni negativi possano facilmente identificarvisi – né troppo elevati – poiché, in questo caso, una semplice mancanza da parte degli alieni positivi potrebbe rivelarli ai nostri occhi come manchevoli delle qualità necessarie per essere considerati tali.

In questa parte finale del mio lavoro enuncerò le prime conclusioni alle quali sono pervenuto sulla natura e sulle motivazioni degli alieni positivi.

Cosa significa “Positivo”?

cosa_significa_positivo

Contrariamente agli stereotipi proposti dal movimento New Age, un percorso spirituale illuminato non consiste nell’essere mansueti e lieti di condurre una vita tanto semplice al punto da diventare passivi e sordi ai problemi della vita quotidiana. Le persone che adottano questo atteggiamento finiscono in genere con l’allontanarsi dalla realtà e lo sperimentare alla fine un brusco risveglio. La vera spiritualità deve essere tanto pratica quanto trascendente, deve essere aperta ad entrambe le realtà fisica e metafisica, e affondare le proprie radici nell’esperienza vivificata dall’ispirazione divina. Occorre essere consapevoli delle limitazioni del proprio stato d’esistenza ma, allo stesso tempo, permettere l’avanzamento spirituale al di là di essa, aprendo le porte ad influenze che giungono dai piani più alti dell’essere.

Non potrebbe essere altrimenti. Una civiltà impantanata nel beato diniego, nel pensiero illusorio e nell’accettazione scevra da discernimento crollerebbe sotto il peso della propria follia, o verrebbe depredata da esseri ipocriti nello stesso modo in cui la gente affabile, ma ciecamente fiduciosa, viene  ingannata dai ciarlatani.

Il vero sentiero positivo è quello in cui ci si avvale di forza, pragmatismo, discernimento, comprensione, equilibrio e gnosi. La gnosi è la più alta forma di intelligenza divina e si manifesta concretamente attraverso l’intuizione oggettiva umana. Essa permette rivelazioni interiori, profondi insight e il riconoscimento diretto delle verità nascoste nelle fonti esterne d’informazione. Prevale sull’intelletto e sulle frequenze emozionali più basse, rimanendo così incorruttibile alla disinformazione, alla manipolazione emozionale e a logiche fallaci. L’abilità di sapersi volgere interiormente ed intuitivamente verso una più alta comprensione è uno dei principali catalizzatori dell’evoluzione spirituale, perché guida verso la verità e mette in guardia da inganni ed errori.

Il sentiero positivo si percorre perseguendo la realizzazione del potenziale della persona, sia sul piano fisico che metafisico. Grazie ad esso, si impara a sviluppare la propria capacità di mettersi al servizio del benessere spirituale e dell’evoluzione degli altri, facilitando in tal modo lo scopo divino della Creazione.

“Positivo” e “Negativo” non sono solo meri aggettivi; piuttosto derivano direttamente e logicamente da alcuni fatti fondamentali della nostra esistenza:

  • Gli Esseri Umani e gli Alieni sono esseri coscienti dotati di Libero Arbitrio;
  • Il Libero Arbitrio conduce all’indipendenza e all’individualità;
  • Gli individui interagiscono con loro stessi, tra di loro e con il mondo;
  • L’interazione tra gli individui modifica la loro consapevolezza;
  • Il Libero Arbitrio determina se l’evoluzione della specie volgerà verso lo sviluppo o verso la soppressione.

Finché il Libero Arbitrio permetterà di scegliere tra il supportare o il soffocare la consapevolezza e le libere scelte altrui, determinerà in conseguenza la presenza di:

1) Esseri che renderanno servizio alla Creazione, espandendo le loro coscienze e il Libero Arbitrio in equilibrio con la coscienza e il Libero Arbitrio altrui;

2) Esseri che serviranno esclusivamente sé stessi, a costo di sopprimere il Libero Arbitrio e la consapevolezza altrui, a nocumento dell’intera Creazione.

Ciò definisce essenzialmente i sentieri Negativo e Positivo. Il sentiero Positivo tutela l’equilibrio sostenendo il Libero Arbitrio nel sistema, mentre quello Negativo crea squilibrio diminuendo il Libero Arbitrio degli individui attraverso l’uso della forza, dell’inganno e dell’assimilazione; lungo il primo, noi stessi progrediamo promuovendo l’evoluzione degli altri; lungo il secondo, avvantaggiamo noi stessi a detrimento degli altri.

L’unica ragione per cui la via negativa continua ad esistere senza andare incontro ad una distruzione entropica (cioè ad un collasso dovuto al caos crescente insito nel sistema stesso, n.d.t.) è dovuto al fatto che essa funziona secondo lo Schema di Ponzi, in cui, per evitare l’implosione, la gerarchia predatrice dipende da un afflusso perpetuo di reclute e risorse. Per almeno una di queste gerarchie di predatori, il pianeta Terra è diventato l’avamposto per il reclutamento di individui dei quali “cibarsi”.

Quanto è universale il sentiero Positivo? Può essere percorso dalle diverse tipologie di alieni, indipendentemente dalla loro fisiologia? E che dire di sentimenti quali amore e compassione? Un rettiliano, il cui sistema nervoso manca dei neurotrasmettitori posseduti dai mammiferi, può provare le stesse emozioni di un umano e quindi seguire il sentiero Positivo? Certamente.

Gli individui dotati di coscienza sono molto più dei loro corpi: sono scintille immortali di consapevolezza che dimorano in vascelli materiali temporanei. Verità, comprensione, discernimento, saggezza e una più alta intelligenza spirituale sono virtù che trascendono la biologia. Allo stesso modo, anche l’amore puro, che è l’impulso a salvaguardare e promuovere la coscienza, è universale. Probabilmente i mammiferi hanno una fisiologia che permette loro di esprimere l’amore puro attraverso il senso di compassione, l’empatia e il prendersi cura gli uni degli altri, mentre la fisiologia dei rettiliani potrebbe esprimerlo maggiormente attraverso il senso del dovere, dell’onore e del bisogno. Entrambe le specie sono accompagnate dal senso di comprensione ed entrambe sostengono l’evoluzione della consapevolezza in coloro che amano.

La “Positività” è qui definita su basi puramente metafisiche. Le sue caratteristiche originano nella coscienza o, per essere più precisi, nello spirito, scintilla trascendente di consapevolezza che risiede nella parte più intima dell’essere. Fintanto che gli esseri saranno autocoscienti, individualizzati, dotati di libero arbitrio e capaci di interagire tra loro, il sentiero positivo sarà sempre aperto alla loro sperimentazione.

Considerazioni

considerazioni

Nel chiarire cosa caratterizza come “positivo” un alieno, vi sono svariati concetti da tenere presenti. Per prima cosa, non tutti i gruppi positivi sono identici; possono avere missioni differenti, aspetti differenti, come pure diverse culture, livelli di sviluppo, attività principali da svolgere nelle relazioni con l’umanità terrestre e differenti mezzi per raggiungere i loro obiettivi.

In termini di sviluppo, essi variano da un livello che l’umanità potrebbe raggiungere tra parecchie migliaia di anni di evoluzione spirituale e tecnologica, ad esseri che hanno totalmente trasceso il tempo e lo spazio, i quali non necessitano ulteriormente di veicoli, corpi né, come accade in certi casi, di vivere come entità individuali. In altri termini, la gamma dei alieni positivi spazia dagli esseri Extraterrestri a quelli Ultraterrestri.

Tra questi due estremi, vi sono quelli che sono stati in grado di trascendere il tempo lineare ma che ancora necessitano di corpi, utilizzano tecnologia e viaggiano in veicoli. Sono l’analogo positivo delle entità negative iper-dimensionali menzionate nella prima parte di questo libro. Anche se non sono sempre legati al tempo lineare ed allo spazio tridimensionale, non necessitano nemmeno di interagire con i più alti reami immateriali dell’esistenza. Dal punto di vista funzionale, essi non sono né strettamente ultraterrestri e né strettamente extraterrestri, ma sono capaci di alternare questi due stati secondo necessità. Probabilmente, il termine che li designa meglio è Ambiterrestri.

Le razze di alieni positivi possono essere suddivise secondo uno schema simile:

Ultraterrestri Puri. Queste particolari entità immateriali non sono coinvolte in abduction o in avvistamenti UFO; sono intelligenze archetipe ed impersonali aventi la funzione di oracoli, guide ed emissari divini di altissimo spessore. Termini come “angeli” o “arcangeli” sono spesso approssimativamente riferiti a queste entità. Anche se totalmente assenti nella letteratura UFO classica, vengono comunque citati in alcuni testi canalizzati, religiosi e spirituali.
Ambiterrestri Superiori. Permangono per la maggior parte del tempo in uno stato immateriale ed iper-dimensionale di pura coscienza al di là dello spazio-tempo, potendo comunque materializzare i loro corpi e i loro veicoli secondo necessità. Svolgono attività di consiglieri, maestri, amministratori, supervisori o ricoprono altre posizioni di leadership. La loro attenzione è rivolta per lo più verso le questioni metafisiche sulle quali, grazie alle loro più ampie capacità di comprensione e percezione, forniscono linee-guida agli Ambiterrestri Inferiori.
Ambiterrestri Intermedi. Si situano al limite fra gli stati materiali ed immateriali dell’esistenza. Possono materializzare temporaneamente i loro corpi fisici e le loro astronavi nel nostro mondo 3D – tanto da poter essere toccate, studiate e replicate dagli umani – e hanno facoltà di de-materializzarsi per ritornare alla forma iper-dimensionale. Possono proiettarsi senza problemi nella nostra realtà. Quegli alieni positivi incarnati in forma umana, ma in realtà osservatori e servi di una causa divina, potrebbero far parte di questa categoria. Si interessano egualmente sia delle questioni spirituali che di quelle tecniche.
Ambiterrestri Inferiori. Li troviamo per lo più in forma materiale densa, anche se in uno spettro collocato leggermente oltre le nostre percezioni. Possono essere viaggiatori del tempo provenienti dal futuro o abitanti di un piano fisico o di una timeline paralleli. Nel loro ambiente nativo sono completamente tangibili. Se venissimo trasferiti nel loro ambiente, potremmo interagire tranquillamente con loro a livello fisico. Lo stesso vale qualora fossero loro a trasferirsi sul nostro pianeta, nonostante non abbiano capacità di adattamento proprie delle razze aliene positive più avanzate. Il loro regno consiste in una sorta di spazio-tempo traslato che differisce dallo stato di completa de-materializzazione al di là della spazio-tempo. Invece di proiettare coscientemente le astronavi dalla loro realtà alla nostra, preferiscono spostarsi semplicemente con quelle già presenti nella nostra dimensione. Rispetto agli Ambiterrestri Superiori, si interessano più di materie scientifiche, strategiche e diplomatiche, il tutto permeato di considerazioni etiche e spirituali.
Extraterrestri Puri. Queste entità sono completamente fisiche e appaiono sporadicamente in piccoli gruppi solamente per visitare il nostro pianeta. Date le loro limitazioni fisiche e la carenza di risorse, sarebbe per essi pressoché impossibile viaggiare in massa verso la Terra senza essere scoperti e catturati dalle razze aliene negative più evolute. Sono esseri tendenzialmente positivi che non hanno ancora trasceso le loro limitazioni fisiche. Ciò implica una certa ingenuità e fragilità che riduce le loro probabilità di sopravvivenza dato che, in ambienti fisici, la competizione per le risorse è all’ordine del giorno. A causa della loro elevata vulnerabilità, gli extraterrestri positivi sono pertanto inferiori di numero e molto più discreti rispetto agli altri.

La logica suggerisce che esista una simile classificazione anche per gli alieni negativi: gli Ultraterrestri demoniaci in cima, i viaggiatori spaziali fisici in fondo e gli alieni negativi iper-dimensionali (Ambiterrestri negativi) nel mezzo.

La relazione che intercorre fra questi due spettri di classificazione può essere rappresentata come una “Y” ruotata di 90° a destra, con un sentiero che sale e l’altro che scende. I percorsi si avvicinano in prossimità del punto di diramazione e divergono man mano che ci allontaniamo (il sentiero che sale è quello degli alieni positivi, quello che scende è quello dei negativi; in prossimità della giunzione, positività e negatività tendono a confondersi nella dimensione materiale, n.d.H.). Quelli più vicini al punto di diramazione, ossia quelli situati più in basso nei rispettivi spettri, sono quelli che molto probabilmente hanno molte caratteristiche in comune e interagiscono tra loro sia in conflitto che in collaborazione. Questo  perché sono meno polarizzati lungo i rispettivi percorsi e più trincerati nella fisicità. La fisicità è una realtà consensuale che necessita di una reciproca interazione causale. Così potremmo avere Ambiterrestri Inferiori negativi e Inferiori positivi sia in conflitto che in collaborazione fra loro; in circostanze obbligate, potrebbero addirittura coordinare gli sforzi per raggiungere indipendentemente i propri obiettivi individuali.

A differenza delle società aliene negative, basate sulla concorrenza, sul potere e sul’inganno – e quindi fortemente compartimentalizzate – le società aliene positive sono più armoniose, integrate e unificate fra loro. Ciò NON implica una coscienza collettiva appiattita in cui l’individualità venga soppressa ma, al contrario, un’armonizzazione delle individualità spiritualmente evolute all’interno di un network sociale che risuoni con il loro essere. In un tale sistema esiste un equilibrio tra lo sviluppo individuale e la coesione sociale, quest’ultima conseguenza diretta dalle basi spirituali garantite dal primo.

Infatti, coloro che riescono a connettersi con l’intelligenza spirituale superiore e si collegano alla stessa sorgente divina, possono condividere lo stesso rapporto spirituale e la stessa comprensione reciproca. Questo porta naturalmente ad un’autentica fratellanza, non certo frutto di programmazione o di imposizione, ma frutto dalla condivisione delle conoscenze di base e dall’amore per la verità, la libertà e l’equilibrio. Il tutto non va frainteso con le aspirazioni delle sette religiose che, mischiando dogmi con pregiudizi personali, causano conflitti interni e guerre religiose. La vera spiritualità scaturisce da una fonte comune e conduce all’armonia e all’unità, mentre i sistemi di credenze soggettive hanno effetti esattamente opposti.

Un altro aspetto da considerare è che l’evoluzione sociale e l’evoluzione spirituale sono due cose ben distinte. Nelle ultime migliaia di anni, l’umanità potrà anche essere progredita politicamente, tecnologicamente ed economicamente; questo non significa però che gli esseri umani si siano evoluti anche a livello spirituale. Qualità negative come l’avidità, l’ignoranza, l’egoismo, l’arroganza,  la gelosia e l’ira sono oggi diffuse come lo erano nei tempi antichi. Quella che appare oggi come una società avanzata è infatti composta da individui disonesti e spiritualmente non evoluti, tenuti in schiavitù attraverso sofisticati sistemi di controllo. Quindi, l’aspetto esteriore di pace, l’ordine e il progresso scientifico di un gruppo alieno NON sono necessariamente la prova di una bontà di fondo, perché potrebbero essere maschere dietro cui nascondere la propria atrofia spirituale.

Evoluzione spirituale non significa studiare e seguire precetti religiosi o etiche filosofiche (il che equivale a farsi programmare da fonti esterne all’essere): significa invece maturare nell’anima in modo che la saggezza intrinseca, il discernimento e la coscienza sviluppata in questa vita continui nella successiva. L’evoluzione spirituale è quel percorso, basato su successive reincarnazioni, in cui intelligenza spirituale superiore si manifesta sin dalla nascita, portando l’essere ad operare attivamente e guidandolo nelle sue decisioni personali e prospettive. Solo se una società è composta da individui spiritualmente evoluti può essere definita autenticamente positiva.

L’evoluzione individuale non ha limiti e può essere più veloce di quella sociale. Un singolo individuo scrupoloso e con una buona formazione esoterica potrebbe realizzare in alcune vite ciò che l’umanità nel suo insieme raggiungerebbe in migliaia di anni. La differenza tra la civiltà umana e gli alieni positivi è proprio questa: ciò che gli esseri umani spiritualmente più evoluti hanno raggiunto individualmente – nonostante l’inerzia del resto della società – gli alieni positivi lo hanno raggiunto a livello collettivo. Poiché un umano medio è meno evoluto di un Ambiterrestre medio, diremo allora che gli Ambiterrestri siano più avanti nella scala evolutiva.

D’altra parte, alcuni esseri umani possono essere più evoluti di talune entità aliene. Considerate ad esempio certi maestri esoterici che hanno avuto un profondo impatto sulla consapevolezza spirituale umana. Forse erano esseri umani puri che si levarono ben oltre la norma, o forse alcuni erano perfino Ambiterrestri Superiori che si incarnarono di loro iniziativa nella società umana, al fine di contribuire alla sua elevazione. Potrebbe anche esistere una fratellanza spirituale umana, dedita alla progresso della nostra coscienza, ancor più evoluta di alcuni gruppi di Ambiterrestri Inferiori intenti a contrastare l’agenda delle razze aliene negative: che si conoscano o meno, entrambi fanno parte dello stesso piano divino.

Tutto questo vuole dimostrare che la linea di demarcazione fra esseri umani e alieni è, individualmente parlando, sfumata e confusa, mentre su scala sociale è graduata e precisa: il livello che per essi è diventato una norma diffusa, noi possiamo raggiungerlo individualmente come eccezione alla nostra specie, e collettivamente solo dopo un’ulteriore evoluzione spirituale. L’umanità NON dovrebbe dunque essere denigrata, né gli alieni positivi dovrebbero essere deificati sul falso presupposto che questi ultimi siano universalmente superiori ai primi, poiché vi sono le eccezioni.

Ovviamente, le eccezioni esistono pure per gli alieni. Nonostante la loro unità, dal momento che lo sviluppo individuale permette di divenire spiritualmente più evoluti degli altri, all’interno di una singola civiltà aliena positiva potrebbero esistere individualità più o meno avanzate; ad esempio, gli Ambiterrestri Superiori potrebbero collaborare con gli Inferiori. Sarebbe un errore pensare che una civiltà aliena sia esclusivamente ambiterrestre Inferiore, mentre un altra sia esclusivamente Ultraterrestre, in quanto all’interno di ciascuna ci saranno sicuramente delle eccezioni. Il livello medio di sviluppo è ciò che differenzia le civiltà: in quest’ottica possono collaborare insieme diverse civiltà positive, alcune più vicine agli Ultraterrestri, altre più vicine agli Extraterrestri, con questi ultimi che si rimettono spesso alla saggezza e alle indicazioni dei primi.

Caratteristiche degli alieni umanoidi positivi

caratteristiche_alieni_positivi

Come sono gli alieni umanoidi positivi? Siamo in grado di dare una risposta tramite: 1) resoconti di persone rapite e contattate, tenendo presente la possibilità di invenzioni, aggiunte non veritiere, bugie; 2) testi esoterici, mitologici e religiosi, dove si fa menzione di benefattori non umani; 3) esperienze personali come sogni, viaggi astrali, abduction e contatti fisici nel mondo reale. Da queste aree ho tratto la seguente stima.

Le loro comunicazioni verbali e telepatiche risuonano come sincere, mostrano grande sobrietà e profonda comprensione; essi hanno anche l’umiltà, la prudenza e la lungimiranza di semplificare la loro comunicazione, sottovalutando la loro intelligenza per non imporsi ed intimidire. Sono perciò attenti e misurati nel modo di parlare. In generale, sono consapevoli della loro influenza e si astengono dal condizionare le nostre opportunità di apprendimento fornendo anticipatamente le risposte. Sono esperti nel crittografare profonde verità in ciò che dicono: tali verità si riveleranno con il senno di poi, una volta raggiunto un grado di maturità sufficiente per poterle comprendere. Sono ugualmente molto talentuosi nel riunire diversi significati in poche parole e nel dire la cosa giusta al momento giusto, il che fa un’enorme differenza.

Possiamo riconoscere in loro un alto grado di sviluppo della consapevolezza e della coscienza, chiarezza, giudizio, intelligenza e saggezza, perlomeno nei nostri riguardi. È diffusa l’idea sbagliata che i più alti esseri positivi non siano così pienamente consapevoli e vigili, e che essere illuminati significhi somministrare dolci banalità stereotipate in uno stato di tranquilla beatitudine. Gli esseri realmente positivi hanno una coscienza molto elevata, non incompleta. Non sono ciechi di fronte alla realtà o insensibili riguardo a verità e conoscenze che noi consideriamo sgradevoli, ma le vedono in modo chiaro e realistico nel loro contesto superiore.

Possiedono amore, empatia e compassione ma non a discapito di ragione, saggezza e comprensione: al contrario, questi due aspetti superiori – quello emozionale e quello intellettuale – sono fusi in armonia ed equilibrio. L’amore senza comprensione porta a sentimentalismo e credulità, mentre la comprensione senza amore può condurre a freddo intellettualismo e crudeltà. Gli alieni positivi superiori, avendo raggiunto un certo livello di sviluppo spirituale, non hanno queste mancanze. I sistemi di sviluppo esoterico più equilibrati portano gli uomini allo stesso livello di calore umano e comprensione.

Gli impostori possono indurre nei loro bersagli un finto senso di cordialità e di calore, che limita la consapevolezza facendo credere che l’impostore possa essere un alieno positivo che irradia vibrazioni positive. Tuttavia, queste emozioni apparentemente positive sono semplicemente risposte chimiche o ormonali che offuscano il giudizio invece di acuirlo. Quelli autentici emanano un calore che può essere percepito senza essere inondati da sensazioni, come il percepire il calore del fuoco senza essere nel fuoco; gli impostori, d’altronde, figurativamente “ci scaldano” con emozioni indotte in modo tale che, nonostante i loro cuori freddi, possiamo erroneamente proiettare su di loro il nostro calore emozionale. Gli impostori producono un effetto che è soppressivo sulla consapevolezza piuttosto che supportivo. Mentre gli impostori sfrondano la nostra consapevolezza ad una dimensione facilmente maneggiabile, gli esseri realmente positivi hanno il pregevole effetto di esaltare le nostre potenzialità, elevando in noi prospettive e lucidità. Quando si ha a che fare con gli impostori, c’è sempre una sensazione come di trance, intontimento, ipnosi o sopraffazione.

Gli esseri positivi, in particolare gli Ambiterrestri Intermedi e quelli Superiori, non si appellano ai nostri istinti più bassi né fanno leva sul nostro ego per costringerci a cooperare. Piuttosto, si rivolgono alla nostra ragione più elevata ed alla nostra intuizione. Non fanno balenare ricompense o privilegi davanti ai nostri occhi per farci agire contro il nostro giudizio più alto, ma possono ricompensarci inaspettatamente per aver seguito il nostro miglior giudizio in circostanze probatorie. Non cercano di impressionarci con titoli fantastici, né con un inutile gergo tecnico inteso a confondere, né con dettagliate ma superflue banalità: utilizzano invece un approccio pratico e minimalista, trattando solo l’essenziale importante. Talvolta sono esitanti nel soffermarsi sulla loro identità ed origine, poiché ciò potrebbe causare problemi come la venerazione, l’adorazione e la compromissione della loro sicurezza: quest’ultima è particolarmente importante per gli Ambiterrestri Inferiori, a causa della loro fisicità.

Anche se, al momento attuale, gli esseri positivi più elevati sono spiritualmente più sviluppati e raffinati di noi, essi non sono comunque perfetti. Più si avvicinano al nostro livello di sviluppo – cioè più si discostano dal livello degli esseri positivi più elevati – più sono propensi a operare basandosi su informazioni incomplete, facendo ipotesi ingenue e mal riponendo la loro fiducia. Pur entro certi limiti, il libero arbitrio lascia margini aperti al futuro, per cui c’è spazio per gli errori. Più in basso si trovano gli Ambiterrestri nella scala evolutiva, più limitata è la loro abilità di previsione e preveggenza. (…)

Questo è solo un esempio di quanto differiscano gli esseri positivi da quelli negativi, in quanto gli alieni negativi sono più rivolti verso la fisicità mentre quelli positivi pongono grande enfasi nella spiritualità. Gli esseri positivi sono maggiormente protesi a perfezionare e liberare l’anima, a preservare il libero arbitrio, a diffondere conoscenza, saggezza e altri ideali trascendentali; invece gli alieni negativi sono più concentrati sulla raccolta di risorse, sulla manipolazione genetica e sulla preservazione del loro “allevamento di bestiame”. Ciò non vuol dire che gli alieni positivi disdegnino il lato fisico, che siano indifferenti all’ambientalismo o immuni dalla necessità della tecnologia; significa piuttosto che, quando gli interessi in gioco sono alti, possono avere il senno di riclassificare i loro valori, sacrificando il superiore per l’inferiore.

Tecnologia ambiterrestre

tecnologia_ambiterrestre

La tecnologia è necessaria per realizzare ciò che la consapevolezza da sola non è in grado di fare. Gli alieni positivi la utilizzano solo quando sono in forma corporea (piano fisico e/o eterico). I più elevati Ambiterrestri usano meno tecnologia per adempiere alle stesse cose, perché sono meno legati alla fisicità ed hanno un maggior comando cosciente su di essa.

La tecnologia puramente materialistica che ci è familiare si può sviluppare fino a quando non raggiunge la soglia quantica ed i limiti del determinismo. Oltre questo punto deve diventare sub-quantica ed ultra-relativistica, incorporando fattori interdimensionali e metafisici per potersi sviluppare ulteriormente.  È così che funziona la tecnologia ambiterrestre inferiore, che permette la progettazione dello spazio-tempo, la rotazione dimensionale, i viaggi nel tempo, la modificazione delle energie eteriche e l’interfacciamento diretto della coscienza con i dispositivi.

Tutto ciò può essere fatto naturalmente anche dalla tecnologia degli Ambiterrestri Intermedi e Superiori, avendo essi perfezionato ad un livello ancora superiore la fusione fra la coscienza e la tecnologia. Sembra che la loro tecnologia sia interamente plasmabile con la coscienza e perciò fondamentalmente alchemica in natura. Appare e funziona come tecnologia, ma si tratta effettivamente di incarnazione fisica o precipitazione eterica di pensieri, intenzioni ed archetipi spirituali. La relazione fra le sue parti tangibili rispecchia la relazione fra le sue più alte componenti metafisiche.

La principale differenza tra la tecnologia ambiterrestre positiva e quella negativa è lo spettro della realtà multidimensionale a cui ognuno può accedere, che risulta essere più marcato per la positiva, grazie ad una più equilibrata ed olistica qualità di coscienza, capace di risuonare più profondamente con la Sorgente Divina della Creazione. Gli Ambiterrestri negativi, non potendo accedere a questa Sorgente, per giungere le loro mete devono invece ricorrere necessariamente ad astuzie, persecuzioni, lusinghe, piraterie, furti e scappatoie.

Distinguere tra forze Positive e Negative

alien-ownage-med

Gli Ambiterrestri Positivi e Negativi hanno tratti univoci e tratti condivisi. Compilare una lista dei tratti univoci ci aiuterà a identificare l’orientamento di una particolare fazione aliena, mentre una lista dei tratti comuni ci mostrerà su cosa NON possiamo fare affidamento per riconoscerli e distinguerli. Ciò è molto utile, poiché gli impostori utilizzano i tratti in comune per “provare” il loro orientamento positivo, per raddolcire e nascondere i loro tratti univoci negativi.

Segue una lista dei tratti Condivisi, una lista dei tratti Univoci Negativi e infine una dei tratti Univoci Positivi. Non tutti i tipi positivi avranno tutti i tratti positivi, ma sicuramente non avranno i tratti univoci negativi. D’altro canto, non tutti i tipi negativi avranno tutti i tratti negativi, ma non avranno i tratti univoci positivi. Questa lista dovrebbe essere usata come guida per ulteriori riflessioni e perfezionamenti, e non come una rigida lista da applicare in maniera superficiale. La distinzione tra forze positive e negative deve essere realizzata con comprensione genuina, intuizione ed esperienza, in considerazione delle circostanze ed eseguita caso per caso.

Tratti Condivisi dagli Alieni Positivi e Negativi

alieni_condivisi

  • Ciascuna parte è in grado di rispettare il libero arbitrio, intervenendo solo quando richiesto. La differenza sostanziale è che gli alieni positivi rispettano in pieno l’autorità personale e richiedono che venga formulata una scelta consapevole e sincera, mentre gli alieni negativi onorano il libero arbitrio umano al solo fine di manipolarlo segretamente per garantirsi la legittimazione della loro conseguente presa di potere. Entrambi potrebbero richiederci il permesso di instaurare il primo contatto, o potrebbero incoraggiare i terrestri ad affrancarsi dal loro aiuto invece di dipendere dalla loro presenza. Ancora una volta, la differenza sta nel fatto che gli alieni negativi indurrebbero la popolazione a compiere scelte pilotate e piazzerebbero “opinion leader” nella società al fine di orientare segretamente i progressi in loro favore.
  • Entrambe le parti potrebbero esprimere preoccupazioni ambientali per la Terra. Fintanto che il pianeta Terra riesce a servire gli scopi degli alieni negativi, sarebbe legittimo un loro interesse alla sua salvaguardia: potrebbero volerlo preservare come terreno di “allevamento”, come avamposto per ulteriori conquiste o come fonte di risorse naturali. Secondo la moderna cultura, è politicamente corretto perorare la causa dell’ambientalismo: l’idea di vivere in armonia con la Terra è circondata da un’aura spiritualistica. Tuttavia, la promozione di questi ideali non sarebbe del tutto in conflitto con un’agenda aliena negativa: se nel “bestiame” umano venisse instillato sufficiente rispetto per l’ambiente tale da poter mantenere l’ecosistema in piena ed autonoma attività, questo non farebbe altro che aumentare la sostenibilità e l’efficienza della “fattoria” terrestre e dare lustro all’immagine degli alieni. Così facendo, gli alieni che abbracciano la causa ambientale eleggendo gli umani come custodi della Terra, non danno necessariamente prova di positività, anche se non è neppure una prova esclusiva di negatività, poiché il rispetto per l’ambiente è lodevole e necessario a prescindere. In ogni caso, la questione ambientale sembra avere minore importanza per gli alieni positivi, forse perché comprendono l’effimera ed illusoria natura della fisicità, in contrasto con quella più vasta realtà che è l’immortalità dell’anima; o forse sono semplicemente coscienti che i cicli naturali e cosmici hanno arrecato alla Terra danni ben maggiori rispetto a quelli che gli umani potrebbero essere mai in grado di infliggerle.
  • Entrambe le parti potrebbero fornire tecnologie avanzate in grado di sostenere la produzione di energia, cibo, trasporti, esigenze sanitarie e altro. Gli alieni negativi userebbero tutto questo come un falso segno di benevolenza e non fornirebbero alcun dispositivo che non possa facilmente essere disattivato, revocato o teleguidato da loro stessi, qualora gli eventi dovessero volgere al peggio; il dono della loro tecnologia potrebbe anche essere usato come contropartita in negoziazioni collettive o come cavallo di Troia. Entrambe le parti sono maggiormente disposte a fornirle liberamente e su scala ridotta ai loro contattisti umani addestrati, per assicurarne la sopravvivenza in tempi difficili. Gli alieni positivi sono in genere più cauti nell’offrire la loro tecnologia, specialmente considerando che le invenzioni umane secretate esistono già: necessitano solamente di essere portate alla luce e distribuite liberamente.
  • Entrambe le parti potrebbero voler difendere la pace, la non violenza, l’armonia sociale e l’unità. Gli alieni negativi, oltre a guadagnare in immagine per aver disatteso le aspettative di violenta ostilità, grazie a questi valori riuscirebbero a mantenere l’ordine, l’efficienza e la docilità della popolazione umana controllata, contribuendo a smorzare il pensiero indipendente e il dissenso nei loro confronti. I loro “nemici” (cioè quelli che resistono all’identificazione con la massa) verrebbero etichettati come nemici della pace, dell’armonia e dell’unità, giustificando così la loro persecuzione, anche violenta, in difesa di quegli ideali. Le loro “unità” ed “armonia” sarebbero applicate forzosamente dall’esterno soffocando l’animo umano;  per gli alieni positivi, unità ed armonia sono invece una conseguenza del risveglio delle persone ad una comprensione comune attraverso un’evoluzione spirituale indipendente per ogni singolo individuo.
  • Per entrambe le fazioni, i fini sono più importanti dei mezzi; ciò vale specialmente per gli Ambiterrestri Inferiori con missioni specifiche, maggiormente legati alla fisicità, al tempo lineare e quindi alla causalità. Per essi è fondamentale avere una visione globale dei fatti e conseguire risultati a lungo temine. La benevolenza degli alieni positivi proviene dalla comprensione, piuttosto che dalla passività o dal sentimentalismo: quindi non è detto che debbano essere sempre gentili, compiacenti o disponibili nei nostri confronti. Se un individuo o una società mancano della maturità spirituale necessaria per affrontare la verità, piuttosto che forzarne le divulgazione, gli alieni positivi potrebbero ricorrere a travestimenti, enigmi o addirittura al silenzio, fino a compromettere la loro prefissata agenda o fino a sembrare impassibili o addirittura disonesti, quando messi alle strette. Allo stesso modo, potrebbero anche lasciare che qualcuno passi attraverso gravi sofferenze, se questo fosse assolutamente necessario per la sua evoluzione spirituale. Tutto questo non è in contraddizione con il significato della compassione, ma va inteso come conseguenza della compassione coniugata con una più alta conoscenza. Per questi motivi, abbandono, crudeltà apparente, simulazioni e segretezza non sono necessariamente prova di negatività da parte loro, poiché a volte sono questi i soli mezzi a loro disposizione per poter raggiungere fini positivi. Ciò non dovrebbe comunque essere confuso con le razionalizzazioni ordite dagli alieni negativi per giustificare le loro tattiche di tortura, le quali non sono altro che espedienti sadici asserviti a scopi negativi.
  • Entrambe le fila potrebbero annoverare alieni Nordici cooperanti con i Grigi. Sebbene i Grigi appaiano essere automi organici fabbricati dalle fazioni di alieni negativi per sobbarcarsi la manovalanza delle abduction, alcuni Grigi potrebbero essere riadattati dagli Ambiterrestri Positivi come assistenti alla gestione dei contatti umani. La presenza dei Grigi, di per sé, NON prova quindi che un gruppo alieno sia ostile o benevolo, anche se le fazioni negative sembrano ricorrere più frequentemente al loro utilizzo.
  • Entrambe le fazioni potrebbero manifestarsi a bordo di sfolgoranti astronavi ed essere fisicamente attraenti. Non importa quanto scintillante, dorata, cristallina e apparentemente divina possa sembrare un’astronave aliena, né importa quanto nobili, potenti ed angelici possano mostrarsi i suoi piloti: queste qualità NON sono garanzia di intenti positivi. Le forze negative conoscono molto bene le nostre aspettative religiose e scientifiche, nonché le nostre debolezze psicologiche, e faranno del loro meglio per nascondersi dietro a tutto ciò. Dovremmo piuttosto tenere a mente il contesto e le tempistiche della loro apparizione, le conseguenze delle loro parole ed azioni, e dare ascolto al nostro intuito riguardo ai loro scopi.

Tratti Univoci degli Alieni Negativi/Impostori

alieni_negativi

Indipendentemente da quello che professano, il loro vero intento è rivelato dai risultati finali delle loro azioni. Ambiscono a ricoprire cariche di autorità usando i più indiretti ma efficienti mezzi a disposizione. Ad esempio, imitando gli alieni positivi, potrebbero esortarci a rinunciare al nostro libero arbitrio, o affermare che non sono qui per salvarci. Ciò che potrebbe assomigliare al rispetto della nostra libertà di scelta, si rivelerebbe solo un mero stratagemma che ci porrebbe sotto il giogo di una tirannia legittimata attraverso un’illusione di democrazia, conseguenza della manipolazione dell’opinione pubblica realizzata attraverso la disinformazione e opinion leader piazzati ad arte affinché le nostre scelte volontarie e spontanee siano in linea con la loro agenda.

Poco importano la tecnologia, gli insegnamenti e la guida che potranno offrirci: se l’effetto sarà quello di farci perdere discernimento, libertà e potere spirituale in favore di un loro maggior controllo e influenza, dovremo riconoscere in essi un tipico orientamento negativo. Non dovremo attendere di vedere i risultati finali per capire con chi abbiamo a che fare: la direzione che prenderanno gli eventi in risposta alla loro aperta disclosure sarà evidente fin da subito.

Domanderanno pesanti sacrifici e, in cambio della nostra sicurezza e sopravvivenza, ci chiederanno di rinunciare a parte della nostra libertà e sovranità. Ignoreranno e nasconderanno di proposito benefiche alternative che ci garantirebbero sicurezza e sopravvivenza senza il bisogno di dover rinunciare alla nostra sovranità e che incrementerebbero in noi consapevolezza, acume, indipendenza, socialità, responsabilità ed equilibrio spirituale.

Le persone in prima linea a favore della disclosure extraterrestre sono anche i più forti vettori di disinformazione. Potrebbero incoraggiare fanatismo, idolatria, deificazione e sfarzose cerimonie per manipolare le masse a sostegno degli alieni, focalizzandosi su emotività, correttezza politica, false congetture, devote illusioni, disperazione, idealismo radicale e altre fragilità subconscie.

Essi potranno sia negare l’esistenza di alieni negativi, sia ammetterne l’esistenza, additando tuttavia in quest’ultimo caso alcune fazioni troppo limitate numericamente per giustificare l’enorme mole di attività aliene negative note ai ricercatori esperti. La loro descrizione degli alieni negativi potrebbe inoltre essere fuorviante dalla realtà e troppo semplicistica: potrebbe portare a pregiudizi popolari e ad ignorare la possibile esistenza di impostori negativi.

Se le loro fila annovereranno sia i Rettiliani che le Mantidi, saranno quasi sicuramente fazioni o alleanze di alieni negativi. Ciascuna di queste due razze, presa singolarmente, ha già una reputazione segnata da attività di abduction: se cooperanti, si ridurrà ulteriormente la probabilità di un orientamento positivo.

Saranno probabilmente i primi a rivelarsi perché sono interventisti e hanno preparato con attenzione la scena della loro apparizione. Dato che la loro propaganda promozionale potrebbe dimostrarsi un flop di fronte alle verità rivelate dai gruppi di autentici alieni positivi venuti prima di loro, sarebbero costretti a rivelarsi prima che tali gruppi possano stabilire un’atmosfera di discernimento consapevole. Una volta preso il potere, dovrebbero inoltre istruire e programmare la gente in modo tale che i gruppi positivi che arriverebbero in seguito a smascherare l’inganno siano accolti come ostili dall’ego collettivo e magari percepiti come egoisti tradizionalisti che cercano di tenere lontano il genere umano dai benefici tecnologici derivanti dall’alleanza con le altre fazioni aliene.

Potrebbero dare prova del loro potere e della loro tecnologia abbagliando, persuadendo ed intimidendo. Sfrutterebbero queste dimostrazioni per apparire più potenti di quanto siano, smentendo e smantellando i paradigmi umani esistenti per rimpiazzarli con i loro; potrebbero garantirsi più credito di quello che meritano (per esempio sostenendo di essere i soli creatori del genere umano) e perfino allettarci mostrando i loro doni tecnologici per incentivare la nostra cooperazione. Nella nostra storia, ciò si è già verificato molte volte fra i “stupefacenti” esploratori colonizzatori e i nativi che ne rimasero culturalmente impressionati.

La loro interazione con gli umani è equiparabile ad un culto. I programmi di reclutamento e le stesse tattiche di depersonalizzazione usate dalle sette saranno probabilmente usate dagli alieni negativi sulla popolazione, su larga scala. Ciò include la raffigurazione dei loro leader come esseri divini (gli alieni come nostri creatori); l’abbattimento della vecchia identità (distruggere la comune percezione della realtà e smantellare i vecchi paradigmi); la dequalifica di una vecchia parte di sé stessi come malevola e fuori moda (capro espiatorio della struttura corrotta del potere umano); il bombardamento di “amore” (dicendo che sono qui per aiutarci e guidarci, e che sono i nostri amorevoli confratelli); l’instaurazione nuove confessioni “spiritualiste” (per degradare e corrompere l’umanità); la promozione del fanatismo (dipendenza dalla causa del progresso e del rinnovamento); l’isolamento dagli amici e dalla famiglia (quarantena e separazione per le persone “progressiste” e la “classe ibrida d’élite” dalla restante “bassa società”).

Il tipo di spiritualità che vorrebbero poter instaurare si traduce in pacificazione, suggestionabilità, de-personalizzazione, sottomissione e bassa capacità di discernimento. Potrebbe comprendere le sfumature dell’esistenzialismo, del Buddhismo, del deismo, del panteismo, e di altre filosofie impersonali utili al programma alieno per mantenere un’apparenza di ragionevolezza e santità. Il non-dualismo fungerebbe da utile diversivo per le entità negative. Infine, la spiritualità che promuoveranno sarà una forma di materialismo spirituale che ci disconnette dalle intelligenze spirituali più elevate, qualcosa che giustifica razionalmente la loro autorità attraverso una versione moderna del Diritto Divino dei re, che ci rende leali alla loro causa e ci prepara a diventare più simili a loro.

Tratti Univoci degli Alieni Positivi

alieni_positivi

Quando si entra in contatto intuitivo con le loro vibrazioni o quando, grazie alla chiaroveggenza, si colgono le qualità delle loro coscienze, si percepiscono moderazione, sincerità, sobrietà, compostezza, ragionevolezza e perspicacia.

Danno molta importanza all’apprendimento, alla conoscenza, al discernimento, alla saggezza, alla comprensione ed agli altri valori legati alla coscienza, non solo a parole, ma anche dimostrandolo coi fatti attraverso il rilascio di informazioni verificabili, pratiche ed approfondite, che hanno un effetto potenziante sugli individui che le ricevono e le comprendono.

Si appellano alla ragione, all’esperienza, all’intuizione e alla conoscenza interiore che deriva da una più elevata intelligenza spirituale. Si astengono dal fare appelli persuasivi per l’ego, dallo sfruttare la cieca emotività o i pensieri speranzosi, dal creare presupposti falsi e dall’utilizzare altre esche simili. Si rivolgono agli aspetti dell’essere più elevati e maturi, invece che agli aspetti più bassi e legati all’ignoranza. Per esempio, non enfatizzerebbero mai la loro autorità caricando le loro parole di pomposi appellativi o di oscuri gerghi tecnici intesi ad impressionare.

Approcciano ed interagiscono con gli umani in maniera consapevole, dimostrando un profondo rispetto nei confronti del libero arbitrio, di uno sviluppo indipendente e dell’auto-scoperta. Mantengono basso il loro profilo e sminuiscono la loro identità, evitando di innescare culti e deificazioni che ne farebbero oggetti di ossessione e preoccupazione, e distoglierebbero l’attenzione dal principale proposito dell’interazione.

Vogliono aiutarci a prendere decisioni con consapevolezza, piuttosto che persuaderci nel prenderne una in particolare. Più siamo informati, meglio è. Non intendono tenere nascoste certe informazioni – comprese quelle relative alle forze negative e ai loro metodi ingannevoli – se queste possono aiutarci a prendere una decisione più saggia.

Sono attenti ad evitare di creare dipendenza. Invece di caricarci sulle loro spalle o di guidarci come pecore, preferiscono vederci diventare autosufficienti e consapevoli, capaci di prenderci le nostre responsabilità in base alle nostre sfide individuali. Al massimo fungono da catalizzatori, moderatori e assistenti in questo processo, ma mai da sostituti.

Danno più importanza alla nostra evoluzione e liberazione spirituale, piuttosto che allo sviluppo tecnologico. Questo verrebbe elargito solo se fosse posto indirettamente a salvaguardia del progresso spirituale. Altrimenti ci terranno all’oscuro di certe tecnologie finché non progrediremo eticamente ed intellettualmente in maniera sufficiente per capirle ed utilizzarle in maniera responsabile. Invece di imporre una nuova tecnologia dall’esterno in maniera traumatica, preferiscono fungere da catalizzatori nella mente degli inventori umani senza rivelarsi apertamente: ciò garantisce un naturale radicamento e sviluppo della società umana.

Nella loro interazione con le persone, assomigliano ad un’altruistica scuola misterica esoterica. Sono discreti, scelgono con cura i loro discepoli, fanno progredire i loro allievi attraverso fasi di iniziazione e puntano a far crescere i loro discepoli per farli divenire essere umani più capaci e potenti, con l’obiettivo di preservare la libertà umana e di catalizzarne l’evoluzione.

Sono infine altruisti e disinteressati, non nel senso di carenti in individualità, ma nel senso di consapevoli del benessere spirituale degli altri e dediti all’equilibrio e all’armonia dell’intero sistema, non solo di sé stessi. Mai manipolerebbero o deruberebbero gli altri solo per soddisfare i loro bisogni. Se la loro comprensione di una data situazione richiede l’auto-sacrificio, o se stanno compiendo una missione divina che lo richieda, si comporteranno di conseguenza, con coraggio e onore.

Sostengono il superamento dell’ignoranza, degli impulsi anti-spirituali, animaleschi, egoistici ed egocentrici senza necessità di condannarli, ma piuttosto illustrando un modo più elevato di agire. La loro dedizione mira alla perfezione spirituale dell’individuo.

Nel rivelare sé stessi al mondo, è improbabile che possano essere i primi. Non essendo la nostra civiltà preparata al contatto, sarebbero responsabili di risultati traumatici. Sugli alieni positivi graverebbe l’onere di dover smorzare paura irrazionale e forme culto nei loro riguardi, dover educare l’umanità sulla natura della vita aliena e, allo stesso tempo, portare pace e aiutare la transizione delle persone verso il mondo post disclosure. La logistica di tutte queste cose è troppo complessa. È meglio che permettano agli impostori di presentarsi per primi, concentrando i loro sforzi nell’aiutarci durante la fase di transizione. Quindi, dopo che si sia accresciuta l’opposizione degli umani ma prima che le forze negative prendano il pieno controllo, potranno intervenire e diffondere le informazioni necessarie per invertire la tendenza. Solo dopo aver assaggiato il frutto amaro dell’inganno ed aver imparato alcune lezioni importanti, l’umanità potrà capire ed apprezzare ciò che essi offrono. Solo allora sarà possibile avere un profondo e prolungato contatto con le forze positive.

Hearthaware blog

©Tom Montalk per montalk.net
Fonte: http://montalk.net/discerning-alien-disinformation-part-6
Traduzione di Artemisia, Clarida, GiS91 e Yayalab per Hearthaware blog
Licenza Creative Commons CC BY-NC-NDLicenza CC-BY-NC-ND


Articoli correlati

Esopolitica

Esopolitica

Disclosure: quanto dovremo aspettare ancora?

Disclosure: quanto dovremo aspettare ancora?

Tecniche di manipolazione aliena sulla Terra

Tecniche di manipolazione aliena sulla Terra

93 commenti su “Come distinguere gli alieni positivi da quelli negativi

  1. Grande Lòth bentornato! Ho sentito molto la tua assenza… spero tu abbia voglia di tornare a stimolare e risvegliare le nostre coscienze…
    Un abbraccio di luce
    Andrea

  2. Grande ripresa, ma quello che mi preme più di tutto è:
    UN GRANDE ABBRACCIO A LOTHLAURIN!!!

  3. Sono Mauro della Casetta del Bosco (www.casettadelbosco.wordpress.com). Ho sempre letto ed apprezzato i tuoi articoli caro Lòth ma non mi ero mai inserito nei commenti.
    Questa volta lo faccio volentieri soprattutto per darti il “bentornato” tra di noi.
    Anch’io ho avuto un lungo periodo di pausa e di silenzio e posso comprendere la tua pausa di riflessione. Dopo il silenzio si è diversi e forse… migliori!!!
    Grazie, fratello di ricerca.
    Mauro

  4. Come dissi già in passato: fino a quando Noi non saremo pronti, Loro non si mostreranno.🙂
    Lieta che il mio pensiero viaggi sullo stesso sentiero di questo articolo.

    Una mia osservazione: leggendo le descrizioni dualistiche su di Loro, mi è venuto spontaneo il confronto fra Jedi e Sith ed il loro intento di Servire il Popolo attraverso la Forza, o sfruttare quest’ultima per Servire Sé Stessi;
    I primi, attraverso la propria Spiritualità, Conoscenza, Saggezza e Discernimento;
    I secondi, lasciandosi sedurre dal Lato Oscuro: Paura, Rabbia, Aggressività, Passione (inteso come qualcosa che ti intorpidisce e ti fa sragionare).

    Una bella coincidenza…😉

  5. Ciao Lòth e ciao gente, passavo di nuovo da queste parti e ho deciso di farvi ritorno, trovando questo nuovo testo pubblicato. Ina coincidenza anche per me, anzi, meno coincidenza e più sincronismo.
    Ciao Lòth, ho saputo fare a meno di molte cose in questi giorni, anche di questo sito, non ne ho alcuna dipendenza, ma mi fa piacere che tu sia tornato e che tu abbia ridato vita a questo blog… poi sono contenta che hai tolto quei tendenziosi votini pollicini.
    Ho deciso di farvi ritorno, perchè c’è bisogno di lavorare coesi, sempre di più.
    Ma anche per esprimere un parere circa gli ultimi righi di questo interessante capitolo sulla disclosure: in cui si affermerebbe che alla fazione aliena negativa, sarà permesso apparire tra noi, per prima… ma a me personalmente sembra che già loro, questa fazione, si stia già mostrando sotto varie forme, già da un bel pezzo di tempo… e che già abbiamo e stiamo ancora subendo la loro invasione, che è già piuttosto peggiore di quanto descritto… ma penso anche, che visto il sempre crescente numero di individui che sia tra le piazze, ma soprattutto in rete, stanno manifestando repulsioni e rigetti nei confronti di questi alieni, questo numero di gente sempre crescente abbia creato una diversa finestra di opportunità con una rispettiva traiettoria temporale differente: cioè ad una sorta di via di mezzo, tra l’invasione… a stile Visitors… e quell’invasione, seppur avvezza ma meno plateale e rincretinente… che forse sarebbe quella che stiamo vivendo oggi.
    Ci pensate? Se fosse stata o fosse, permessa una invasione alla Visitors, sarebbe più catastrofico per tutti, anche per coloro che hanno arbitrariamente scelto la timeline positiva, tanto meritata… ed è forse per tale motivo che si sia lasciata accadere solo in parte intermedia: alieni tra noi si, ma non troppo visibili e decettivi… come sarebbe nel caso dei Visitors.
    C’è da dire che chi ha scelto le timeline positive, meriterà di andarci senza subire le decezioni delle scelte altrui o le interferenze ostili.
    E per questo sarebbe irrispettoso, se gli ET positivi non gli diano protezione e assistenza, per onorare e proteggere il loro libero arbitrio che hanno adoperato per scegliere la timeline evolutiva.
    Compresa me che ho fatto questa scelta, ma ancora mi ritrovo forze decettive che vogliono bloccarmi in 4°D o in 3°D contro la mia volontà.
    Ed io invoco difesa e aiuti anche per tutti coloro che si stanno trovando in simili condizioni.

    Ciao e ben tornato Lòth😉

    • Grazie Tuli per la tua mail, mi sta dando punti di riflessione interessanti! Potrebbe essere una ottima deduzione, il fatto che siamo già sotto invasione silente di forze negative… beh su YouTube, il canale Menphis75 fa vedere diversi video dove si notano rettiloidi travestiti da umani mentre vengono intevistati…

      • Ciao Andrea, quale mia mail? …ti riferisci al guest book? …la mia e mail l’ho fatta cancellare, perchè qualche malintenzionato l’ha presa e mi ha mosso stalking.
        Poi per quanto riguarda questo video, si lo so, ci credo è autentico, di questi rettiliani ce n’è di diversi, ma non tutti loro, ovviamente sono malevoli, i benigni potrebbero essere quelli che lavorano solo nell’anonimato, in quanto vogliono evitare la notorietà, l’apparenza e… anche queste figuracce, come è accaduto a questo esemplare. Che infondo mi fa anche ridere😀

  6. Che gioia trovare la tua e-mail nella posta, mi sei mancato Lòth, mi siete mancati tutti anche se io scrivo di rado, perciò invio nell’etere un abbraccio di luce e amore che colleghi tutti i nostri cuori.

  7. PROPOSTA DI INCONTRO
    Ripubblichiamo il commento postato dall’utente Gibo il giorno 15/04/2013 ore 10:05 in coda al post Frank O’Collins critica duramente OPPT con la proposta di incontrarci di persona in modo informale. Diffondiamo per assicurarci che abbia la giusta risonanza.

    Bene fermo il turbine della mia vita e provo a completare il discorso.
    Penso che abbiamo bisogno di serrare i ranghi dell’Esercito della Pace.
    Per paradosso sento che proprio in questo momento in cui ognuno è chiamato a riscoprirsi come individuo straordinario e bastare sè stesso abbiamo l’urgenza di incontrarci nel reale per superare le finte divisioni e riannodare i fili dell’unica grande famiglia umana. Potremmo riunirci spontaneamente in C.L.I. (Comitati di Liberazione Individuale). Non sto parlando dell “solite” e apprezzabilissime azioni che io riassumo nella formula “armiamoci e partiamo” che spesso genera una montagna di discorsi e un topolino di azione concreta. Sto parlando di musica, di individui che decidono e agiscono autonomamente ma che sono legati da in invisibile filo che rende le loro azioni corali. Parlo di trovarsi e escludere la mente il più possibile, parlo di incontrarsi per stare nei rispettivi cuori e trasferirci tramite questo canale esperienze e conoscenze. In questa dimensione la comunicazione è istantanea: si va in un posto si apre il cuore magari con danze e balli e ci si scambia tutto ma proprio tutto in un istante e poi si torna cambiati, più ricchi ma anche più responsabilizzati dalla consapevolezza di non essere soli…
    Ovviamente questo non esclude poi fare cose insieme come naturale conseguenza dell’incontro durante il cammino di persone che stanno percorrendo quello stesso tratto di strada.
    Dobbiamo imparare a ritrovarci intorno al un fuoco sacro nella “realtà non ordinaria” per dirla in termini sciamanici e lì elaborare un pensiero e decisioni comuni (una sorta di super-pensiero collettivo elaborato da un super-consiglio) e poi agire autonomamente in questo mondo.
    Ci sono i mezzi per farlo e sono semplici.
    Sento che l’energia di tutte le persone che con coraggio provano a farsi delle domande scomode e i mi accorgo che mi è di grande necessità: in ognuna di loro c’è una parte della verità che sto cercando. Non importa a che punto siano del loro cammino, la differenza è solo tra chi si muove e chi sta fermo.
    Bene.

    il giorno 21 Giugno in una radura tra il fiume Arbia e il bosco nel comune di Gaiole in Chianti in una mia proprietà faremo una festa di Inizio Kirghisia. Non so cosa succederà, è tutto da fare, e di sicuro tutto sarà lasciato alla spontaneità. Ci guardiamo negli occhi e sia quel che sia. Sarà una cosa molto selvatica e alla buona. Sarà bellissimo. Ha una casa colonica che sto rimettendo lì vicino e terreni e bosco per 3,4 ettari. Sto lottando per costituire una Onlus a cui donare tutto, sto lavorando per realizzare la prima Isola felice a “Montisia”. Sono ancora in mezzo al guado tra la mia vita passata e quella futura non so quali saranno i tempi e nemmeno conosco la rotta precisa. Ma di sicuro l’avventura è già partita. L’obbiettivo ultimo è quello di creare una comunità dell’anima!
    Chi vuole venire è il benvenuto, quindi esorto Franca e gli altri che leggono a farci un pensiero, ogni minuto passato davanti a questo video mi sembra perso ogni istante passato a guardarsi nei cuori vale una vita intera! Ditemi come devo fare per aver le vostre mail, non ci capisco nulla di ste robe. Sarà il caso che indichi la mia mail qui’ oppure no?

    Seconda cosa: Grazie a Ric per la segnalazione su tempodicambiare.it. Ho visto che l’elenco delle “cose pratiche da fare” che frettolosamente avevo stilato è stato “spulciato” punto punto da Ric #°1 e mi è sembrata una cosa ganzissima. Preciso che ho elencato azioni che ho fatto, che sto facendo, che vorrei fare. Mi è venuta l’idea e la voglia di fare una sorta di elenco collettivo dove ognuno di noi può indicare un azione piccola in gradi di mettere in crisi il sistema o meglio di costutire quello nuovo! Non importa che tutti siano d’accordo, ognuno prenderà quello che reputa interessante. Mi sembra una roba pratica, veloce ed efficace. A qualcuno piace questa cosa e sa come si potrebbe fare?

    Per finire mi piacerebbe anche confrontarmi con qualcuno sulla mia idea della moneta-dono perché si sa che le idee anche geniali non servono a nulla se non le si mette in pratica. Il concetto è semplice e di facile attuazione ma io avrei bisogno ancora di un confronto. Ho scritto a Fardin e lui ne è entusiasta.

    Avrei potuto far di meglio ma il reale quotidiano mi chiama a gran voce!
    Mi auguro che l’amicizia con alcuni di voi divenga presto “tangibile”.

    Get Real!
    Grazie, Grazie a Voi, Siamo Pari!
    Pura Vida!
    Gabriel
    detto Gibo

    Accodiamo il seguente altro commento omonimo del 16/04/2013 ore 12:15 con la e-mail del contatto e altre info utili.

    Cara Laurita, Franca, Lòth e gli altri in ascolto
    La mia mail é nexuno44@libero.it
    chi pensa di partecipare mi può scrivere.
    Diamo sostanza ai nostri sogni! Aboliamo le aspettative!
    Gibo

    p.s. Siamo ancora ad aspettare un leader per muoverci? Non ne hanno ammazzati o corrotti abbastanza? Abbiamo ancora bisogno di un ennesima accurata analisi del sistema per capire che siamo schiavi anzi peggio auto-schiavi? “Loro” sono un nemico senza volto, sanno usare le forme pensiero come un mantra; si scannano per un brandello di carne ma quando c’é da far funzionare il sistema ognuno svolge diligentemente il suo compito senza briefing o comunelle: come automi telecomandati.
    Perchè non dovremmo fare la stessa cosa pure noi? Mandare avanti le fome pensiero e potenziarle a suon di mantra, far lavorare le buone idee senza bisogno di appiccicicarci sopra una faccia o una paternità, diventare sfugggevoli e tremendamente efficaci!
    Per fare questo dobbiamo smettere di esistere e cominciare ad essere (smetto di pensare comincio ad agire). L’azione in grazia di Dio ed armonioa con le forze della natura ci suggerisce lei stessa la prossima mossa.
    Oh come parlo? Sono pervaso!
    Vi saluto tutti, mi eclisso.
    Ganzi gli abbracci di luce ma vuoi mettere gli abbracci di bracci (e luce)?
    Pura Vida!

  8. Gli abbracci di “braccia” sono i migliori!
    (●⌒∇⌒●)

  9. Mi piacerebbe molto incontrarvi tutti di persona… studiando all’università non ho però così tanti soldi😀
    Vedrò di esserci comunque😉

  10. La nostra lettrice Giulia Rosano ci autorizza a postare i seguenti resoconti delle sue esperienze con gli extraterrestri.


    Riporto qui, su invito di un’amica che mi ha incoraggiata, una serie di esperienze personali.
    Ho esitato a lungo nel pubblicarle in quanto i messaggi non sono collettivi ma riguardano più che altro la mia persona, ma come giustamente lei mi hanno fatto notare, forse potrebbero essere utili anche ad altri di voi.
    Vi auguro dunque una buona lettura e che buon pro vi faccia.
    Con amore e amicizia.
    Giulia Jivan Arnava Rosano,
    9 Aprile 2013


    1° contatto Aprile 2010
    Sono in OBE (viaggio fuori dal corpo, o viaggio astrale).
    Vengo accompagnata da due esseri alti, molto gentili.
    Stanno al mio fianco, uno alla mia destra e l’altro alla mia sinistra ma un po’ arretrati rispetto a me.
    Non li vedo chiaramente ma percepisco essere due entità dal sesso indefinito, molto dolci, luminosi.
    Ci ritroviamo alla fine di un ponte sosposo.
    So di aver viaggiato per un lungo tratto ma del resto del tragitto non ho memoria.
    Oltrepassato il ponte mi indicano di entrare in un immensa caverna di fronte a me. La caverna ha soffitto a volta.
    Indugio…
    La vegetazione circostante è indescrivibilmente bella. Vedo distintamente alberi e fiori magnifici.
    Sembra che tutte le piante presenti sul pianeta siano campionate in questo luogo paradisiaco.
    Le luci e i colori sono incredibili. C’è molta pace e amore che avvolge ogni cosa.
    Mi viene fatto cenno di entrare, con un gesto e un ampio sorriso da parte di una donna all’entrata dell’immensa caverna.
    Tutti gli esseri presenti, una moltitudine, sono alti all’incirca 2,30-2,50.
    Indossano vesti azzurro bianche, molto semplici, alcune corredate da finiture e accessori dai colori vivaci.
    L’essere femminile mi porge la mano. Mi avvicino.
    Così mani nelle mani, mi presenta il folto gruppo di esseri presenti nell’enorme antro.
    “siamo il popolo del cuore della Terra. Siamo tuoi fratelli. Hai vissuto a lungo qui e puoi tornare ogni volta che lo desideri intensamente. Chiedi di venire e ti faremo accompagnare.
    Sale una forte emozione. Quello che segue è un grande abbraccio, senza nemmeno toccarci. Mi rendo conto che loro sono come un essere unico, benché distinti in personalità uniche, e io in quell’istante ne faccio parte.
    I miei accompagnatori, sono sempre stati alle mie spalle per tutto il tempo. Mi sorridono, comprendo che è il momento di partire.
    Mi ritrovo nella mia stanza, senza ricordare la strada percorsa.
    Tutti i dialoghi si svolgono telepaticamente.


    2° contatto Ottobre 2011
    Sono in convalescenza a seguito di una malattia virale che mi ha molto debilitata.
    Da un giorno sono rientrata a casa dall’ospedale e ho l’impressione che il mio corpo abbia espulso una gran quantitá di tossine a causa della malattia. Anche mentalmente e spiritualmente mi sento alleggerita.
    La mattina seguente, al mio risveglio, vedo due esseri fluttuanti sopra di me.
    Alti circa 60-70 cm, antropomorfi e tuttavia luminosi. Sembrano indossare una veste di luce bianca, hanno il capo piccolo e leggermente allungato, dalle loro spalle partono filamenti luminescenti, lunghissimi, dei quali non vedo la fine… Insieme sostengono un uovo bianco latte riflettente la luce che essi emanano.
    Uno di essi mi domanda “sei pronta ?” – io istintivamente rispondo “non ancora”.
    L’immagine scompare. Poco dopo comprendono che si riferivano alla mia disponibilità a ricevere i loro messaggi.


    3° contatto Novembre 2012
    Intensa esperienza di OBE, lucidissima, ipereale.
    Riporto qui solo l’ultima parte del viaggio.
    Premetto che sono sempre accompagnata da una guida durante i viaggi. Ad un certo punto chiamo mentalmente Osho, uno dei miei maestri spirituali, il quale mi offre ulteriore protezione. In questa circostanza, appena pensato il suo nome, ho iniziato a salire velocemente sino a trovarmi fuori dal pianeta.
    Diversamente dalle altre volte, tutto è immerso nella luce.
    Potevo vedere distintamente il nostro Sole, sentirne il calore e la luce emanata.
    Come a rispondere a un richiamo, mi volto alla mia destra e vedo una enorme sfera 3 o 4 volte più grande di Giove, interamente ricoperta da una “struttura” che non saprei definire, simile a metallo argenteo e luminescente.
    Ho avuto la sensazione si trattasse di un pianeta-astronave.
    Sento che è il momento di rientrare. Lo sguardo torna al nostro magnifico pianeta.
    Ora lo vedo distintamente ricoperto da una griglia luminosa, come a formare una intensa rete neurale. Non vi è traccia di inquinamento. Tutto è perfettamente in armonia.

    p.s. Anne Givaudan mi disse in seguito che la sfera potrebbe essere una stazione celeste e la luminosità e armonia dell’ambiente farebbero pensare alla Terra nella 4* dimensione.


    Febbraio 2013
    Chiudo gli occhi per accogliere il sonno e mi ritrovo nello spazio infinito, poi sotto una grande cupola dello stesso colore del cielo notturno.
    Vedo distintamente esseri alti ca. 2,30m. Ha no vesti viola con paramenti colorati.
    Un essere femminile si avvicina a me fluttuando. Man mano che si avvicina ho l’impressione riduca la sua statura per conformassi alla mia. Con lei si avvicinano altri esseri che percepisco per la maggiorparte di sesso maschile, m restano in disparte.
    Lei è di fronte a me, provo una sensazione di forte affetto per lei, e una sensazione di “casa”.
    Mi comunica alcune informazioni personali e quindi mi abbraccia senza toccarmi. È un abbraccio immenso e caldo. Piango di gioia ma interiormente.
    Si presenta come andromediana, della galassia di Andromeda.

    Dialogo personale:
    “Hai viaggiato molto nell’universo, hai vissuto su molti pianeti, ma molto con noi. Io sono tua madre cosmica.
    (sento che lei mi ha generata, cresciuta, istruita).

    Giulia Jivan Arnava Rosano


    Allega anche le seguenti foto che, a suo dire, si avvicinano molto all’aspetto degli alieni contattati:

    • Che esperienze fantastiche! Spero un giorno di riuscire anche io a trovare le risposte alle mie domande… Pace🙂

    • Posso solo ringraziare questa persona per aver scelto di condividere con tutti la sua esperienza.

      Grazie di cuore.
      Veramente.

  11. Ciao Lòth… bell’articolo, finalmente neutrale, messaggio arrivato e concordo con te al 100%. Ma se posso dirti la mia: per me é molto piu facile parlare con gli alieni negativi perchè la presa per il culo è garantita, invece con i positivi ci vuole cervello supersviluppato per fare le domande e ottenere le risposte giuste. Oltre tutto i buoni aspettano sempre… con me sono molto passivi… che strazio… alla fine tutto devo fare da sola.

    • Agamica!
      Per esperienza personale, posso dirti che in passato ho provato un senso di frustrazione per il fatto che ponevo le mie domande, e quasi mai ricevevo una risposta chiara.
      Poi riflettendoci a mente fredda, mi sono accorta che non erano loro che “non si facevano vivi”, ero io ad essere “sorda” al loro modo di comunicare.
      Con me, la mia guida si fa “sentire” solo quando ha qualcosa di concreto da mostrarmi e principalmente lo fa sul piano onirico, oppure tramite esperienze e prove che mi pone davanti nel quotidiano, e me le ripropone fino a quando io non le supero.
      Poi ottenuto il risultato che, presumo io, si auspicava, allora passa alla “prova” successiva, ossia mi manda messaggi criptici tramite il piano onirico e poi mi lascia il tempo che mi occorre per elaborarli e analizzarne il significato.

      Il più delle volte ho a che fare con un rebus, ho perfino chiesto a Lòth un parere su uno dei sogni più criptici che ho fatto nell’ultimo periodo, perché era qualcosa che mi ha scossa profondamente.

      Tuttavia, ora non me la prendo più, soprattutto dopo aver letto questo articolo: proprio per evitare di farci inciampare, penso che cerchino di “farsi vivi” il meno possibile fino a quando non ritengono che si sia raggiunto un livello di consapevolezza tale, da gestire eventuali reazioni alla loro presenza (e a quella di tutto ciò di cui fanno parte, non dimentichiamoci che loro stanno su di un livello che fa parte di una realtà, interconnessa alla nostra, ma credo anche indipendente, sotto un certo punto di vista… so che detta così suona stranissimo, ma non so purtroppo in che altro modo descriverla).

      Spero di esserti stata di conforto, almeno un poco.

      A presto!

      • Ho capito che mi sono incarnata su questa pianeta per fare certe determinate cose, ma qui uno deve tirare per 17 ore al giorno. Non come loro 3 ore e poi finito. Ora mi faccio una meditazione di 3 ore, poi respiro la natura, etc. Alla fine mi tocca sopportare certe fisse dei buoni. Almeno ci sono quelli un po’ meno buoni che mi distraggo un po’… tanto alla fine non c`é mai una rosa senza spine. Vedete quelli buoni solo lavoro, compito, missione e pace – te lo concedono per un instante… prima di cominciarne un altra. Buoni? Cattivi? Io la vedo un po’ come una brodaglia, pappina per picoli. I cattivi, a forza di sentire quelle cazzate che sparano, ho l’occasione di ridere e spararmi una bella diatriba infuocata e tutto per divertirmi un po’ e ridere… chi vince questa volta? Ci provano veramente a farmi passare da loro parte. Sudano, ve lo giuro.

  12. Molto bello ed interessante quanto testimoniato da Giulia, le credo, cose del genere non possono essere sciocchezze, sono esperienze reali, lasciano un segno evolutivo, una prova di amore e tanto altro: secondo me è questa la vera disclosure; i veri ed autentici primi contatti, che per diventare di massa, devono prima essere individuali, soggetto per soggetto, per facilitare il risveglio fino a divenire un fenomeno più esteso.
    Questo mi fa piacere perchè secondo quanto sta accadendo, a sempre più gente, posso dedurre che stanno avvenendo contemporaneamente entrambi i tipi di Primo Contatto o Disclosure, come vogliamo chiamarli: entrambi, sia il primo (degli ET negativi)… sia il primo (degli ET positivi).
    Ad ognuno, l’ET più simile a lui… o che si merita, come qualcuno ha già detto.
    Mi fa piacere perchè, se non altro, non sono presenti solamente i primi mascalzoni visitors che arrivano, e fanno i loro porci comodi in pompamagna, che di danni nell’anonimato ne hanno fatti già abbastanza… Ma contemporaneamente, ci sono anche i nostri veri Fratelli Galattici autentici, che non stanno a compromessi con i primi, e si stanno muovendo in avanti, per evitare le inutili pene, evitabili, quali il totale e palese asservimento della popolazione Terrestre o disastri artificiali.
    Quindi, essi stanno agendo di paripasso contro l’agenda ostile, passo per passo per guidarne i cambiamenti e far emergere solo ciò che c’è di evolutivo, da tutto questo, per scartare allo stesso tempo, tutto ciò che è deleterio e inutile.
    O almeno si sforzano e lottano per assicurasi questo… ma siccome si tratta di una guerra, si sa, in guerra non è solo una fazione ad avere vittorie.
    Il signor Montalk ha esposto cose importantissime (sono arrivata quasi alla fine del suo libro) ma aveva previsto che la disclosure dei benevoli ET sarebbe arrivata solo dopo, che i primi arrivati avessero esteso la loro palese tirannia, poi solo a metà strada, sarebbero intervenuti i secondi…
    Ma per fortuna questa timeline è stata modificata, ed oggi ci troviamo con entrambe le disclosures… e questo mi fa sempre pensare alle ormai famose timeline differenti, di cui ha parlato Stankov.
    Anche Montalk ha ammesso la presenza di differenti timelines da imboccare, simile ad altre teorie e pensieri di altri studiosi.

    Con questo poemetto vi espongo come la vedo…
    Ciao a tutti

    • Questo sito mi è sempre sembrato molto New Age: falsi paradisi, false canalizzazioni, false promesse… una cosa che mi ha fatto ridere molto è stata la notizia dei 3 giorni di buio trasmessa da un tale CM Aton (ma chi è?), messa in evidenza per non so quanti mesi e relegata poi in una sezione apposita per via della sua evidente fallacità.

  13. Ciao a tutti, ho notato che alcune persone qui hanno contatti con entità misteriose, addirittura comunicano con la sorgente divina creatrice dell’Universo conosciuto e sconosciuto. Potete fargli un paio di domande per me?
    1) vorrei sapere quante forze fondamentali esistono per loro;
    2) il fotone ha o no massa?
    3) quanti sono gli stati della materia per loro?
    4) la forza nucleare debole può essere la causa del decadimento anche delle nostre cellule?
    Grazie infinite!

  14. @GiS91: forse ti riferisci a quei 3 giorni di “buio interiore”…
    pensa che qualcuno ancora non ne è uscito!
    (dal buio)

    • No, non mi riferisco a quello🙂 Verso Agosto, se non sbaglio, sul sito in questione comparve una canalizzazione di questo fantomatico CM Aton che diceva che a breve ci sarebbero stati i 3 giorni di buio con tanto di astronave che avrebbe oscurato il sole! Dunque non 3 gironi intesi a livello spirituale ma bensì proprio a livello materiale.

    • Se è l’articolo che intendo io si parlava di un’astronave che avrebbe oscurato il sole per tre giorni.

  15. Ha ragione GiS91, riguardo al sito lanuovaumanità, si lo so, è NEWAGE a caratteri cubitali.
    Per tale ragione ho postato quel link sulla loro disclosure, per farci renderci ulteriormente presente, quali potrebbero essere le differenze, tra la disclosure (MIEC) e l’autentica disclosure. Il mio scopo è stato solo, di porre più riflessioni sulla questione e su rispettive differenze.
    Anche io credo che i giorni di buio, siano più interiori che altro.
    Se il sito, lo avessero specificato, in questo modo, sarebbe stato un’altro paio di maniche, ma molte altre sono le sue lacune, scriverei un libro.
    Ma vi dico che ogni tanto lo vado a visitare, NON perchè credo in CM Aton o altri!
    Ma tanto per tirare conclusioni e paragoni tra un tipo di informazione ed un’altra, per vederne tutte le loro sfumature, e le loro divergenze con il mio sentire, o meno.
    Sapete? Anche nel buco più cupo, in quel sito o in altri, mi è capitato di trovare e selezionare, frammenti di verità per poi aggiungerli alla mia ricerca personale, frammenti di verità anche laddove, non me lo aspetterei.
    Sono consapevole che i MIEC, mettono nei loro messaggi, alcune verità vere, certamente, ma non per beneficiarci, ma bensì per mescolarle con la falsità e farne un veleno più sottile e letale… ma io che questo lo so, ci vado con il bisturi, li frego!
    Prendo quel frammento di verità e me lo porto con me, tutto il resto lo lascio la dov’è. Di rado, accade anche in tv, che alcuni pezzetti di verità vengono mischiati in una marmellata di cacchina, ma senza il terrore, è possibile intravedere dove sono e quali sono, questi rari pezzi di verità (o almeno parlo per la tv italiana).

    Considero comunque questo sito new age, (di cui ho postato il link), comunque pericoloso per la maggior parte della gente (cosa comprensibile) ma confusionario anche per la gente più istruita riguardo a certe cose, di cui si parla qui…
    occorre sempre più discernimento.

    Ciao e spero di non avervi incasinati, con questo link.

    • Tuli anche io visito periodicamente il sito in questione, se non altro per prendere consapevolezza degli eventuali trucchetti che i MIEC potrebbero rifilarci… e questa è un po’ la ragione per la quale continuo a seguire anche Cobra😉

  16. Ha ragione anche Jack: la storiella dell’astronave che oscura il sole o il cielo… l’ho letta anche io, sempre li in quel sito. Ma naturalmente opto, che sia una agenda MIEC, che non avverrà, o se avverrà, sarà in un’altra timeline, non la nostra… oppure sarà solo una bufala… comunque non ci credo.

  17. Qualcuno sa dove posso vedere/comprare il film documentario Disclosure Sirius preferibilmente sottotitolato o doppiato in italiano… thanks!

  18. Scusate se parlo spesso io, ma sono la solita chiacchierona, che ci posso fa’?
    Proprio, a proposito di Cobra: sul suo blog, Portal2012, rilascia degli aggiornamenti su delle presunte meditazioni, compiute in luoghi chiave, anche negativi, come banche, luoghi dove ci sono state atrocità o pure luoghi come Giza, monti sacri come esempio, Monte Shashta o Stonehenge, ecc.
    A sua detta, afferma che si eseguono queste meditazioni di gruppo, o conferenze, per riattivare antichi Nadi dormienti, soprastanti quei luoghi, esempio: quando si è recato a Torino (luogo energicamente negativo) ha affermato di aver riattivato il Nadi di Torino, per depurarlo dalla negatività di questa città.
    È comprensibile che una meditazione di massa, se fatta bene con buone intenzioni, possa influenzare positivamente un Nadi, riattivarlo o cose simili.
    Poi, ho notato che anche lui, usa quelle date sincroniche, come fanno anche i massoni deviati, per eseguire le sue meditazioni/riti.
    il problema è, che questo Cobra, forse inconsapevolmente o ingenuamente o meno, si sta affidando alla fazione dei Pleiaidiani di Alcyone, ovvero quelli che stanno spingendo la disclosure con Obama; straparlazzando solo di rettiliani, e concentrando tutto su di loro… come se gli unici responsabili siano solo loro (cosa su cui riflettere)… poi questi stessi nordici negativi, in diverse loro teorie (In Teorie Pleiaidiane) hanno affermato sin da anni, che questo pianeta Terra, avrebbe rischiato di non compiere la sua transizione da 3° a 4°D; che l’impero rettiliano avrebbe contaminato la maggior parte delle anime di questo mondo, rendendole complottiste, e questo avrebbe comportato la contaminazione della 4° e la 5°D da parte loro… precludendo a tutti noi, la meritata transizione evolutiva verso una Naturale 5°D… Affermarono anche, che nessuno aiuterà questo pianeta e noi umani, a liberarci di loro, in pratica resteremo soli, alle prese con questo problema di natura esogena, e l’evoluzione avverrà tra molte generazioni… Quindi ancora dolore, male e sofferenze per TUTTI, e per millenni ancora… (questa è guerra psicologica!)… lo so, sono i negativi, è assodato e chiarificato!
    Ma quello di cui mi chiedo è: cosa ne sarà dell’esito del lavoro di Cobra?
    Non sottovaluto il significato del suo lavoro (con le energie della Dea)… ma quale Dea? Ma vorrei capire anche dalle vostre opinioni, su cosa ne otterremo noi, dall’esito di queste meditazioni, gli sarà impedito, se vorrà fare danni?
    O si farà in modo, di far emergere dai suoi lavori, solo ciò che è utile a noi?
    Chi medita o lavora, guidato da questi scellerati Alcyoniani/nordici, sicuramente cose buone non farà! Ma potrebbe anche essere che egli, stia preparando la pavimentazione delle timeline di schiavitù (B)? Pur sempre utili al Piano Divino, perchè esse saranno le arene, necessarie per l’evoluzione di alcune anime.
    E potrebbe essere questa la ragione dell’importanza di Cobra e del suo operato?
    Naturalmente, Cobra a fare queste sessioni domenicali, non è il solo, considerando che un lavoro simile lo stanno facendo anche il gruppo di Operatori di Griglie di Eireport, di Gaiaportal. Questi ultimi, probabilmente guidati da ET amici.
    Ma vi domando un’altra cosa: potrebbero, loro, da ogni azione scellerata, come atti di terrorismo, black-ops, false bandiere ed altro, scatenare situazioni che gli si rivoltano sempre più contro… e che non faranno altro che preparargli la timeline a loro tanto simile? …magari con tanto di tappeto rosso e rullo di tamburi😀
    laddove loro stessi ci finiranno dentro…
    Ma ritornando ad Alcyone, secondo voi, potrà, questo centro galattico, ritornare in mano ai veri Pleaidiani amichevoli di Taygeta, che lo reindirizzeranno positivamente verso di noi? La mia Guida mi dice di sì, ma mi piacerebbe saperne di più anche da voi. GRAZIE in anticipo.
    Per ogni cosa che imparo, ho sempre altre domande da pormi.

    • Ciao Tuli!
      Alla tua domanda, io rispondo con un video che mi ha appena inviato mio fratello via email:

      Te l’ho inviato per farti capire meglio il mio messaggio: quanto può essere nociva la propria natura archetipica autodistruttiva e legata all’oscurità (inteso come paura, pessimismo eccetera).

      Desensibilizzati dai messaggi negativi, concentrati sulla Luce.

      P.s.: il video lo condivido con tutti voi, perché a prescindere da chi l’abbia creato e perché, ritengo che il messaggio insito sia meraviglioso.

      Buona serata a tutti!

  19. Grazie Angelsidia, è interessante, ma all’ultimo del video c’è scritto Dove, la nota multinazionale dei saponi… Si è il messaggio che conta, ma io di queste aziende non mi fido, e non mi fido di quello che pubblicizzano, da parte loro c’è spesso un secondo fine. Anche quando ci dicono che siamo belli e importanti.
    Grazie comunque del tuo pensiero, questo è quello che conta…
    Io mi sento bella e mi amo, ma se non avessi questa maledetta cellulite, starei meglio, ma credo che quando aumenteranno le eliche del nostro DNA, queste cose innaturali, se ne andranno per sempre.
    Ho capito che le celluliti, le bruttezze le malattie ed altre innaturalità, provengono dalla manomissione del DNA… e non dipendono solo dalle diete o dinamicità motorie… sedentarietà, ginnastiche ecc.
    E se poi, mi concentro solo sui messaggi negativi, è per varie ragioni:
    1) Questi messaggi sono la stramaggioranza, li trovi ovunque anche dentro al tostapane, i tombini, i miei sogni, nel mio guardaroba, nello specchio … anche nel nido dei miei canarini… … tanto che la mia canarina, vuole rifarsi il nido tutto da capo …Lo ha intuito anche lei!
    2) Li tratto, li sfido e li studio (i messaggi dal cesso) …i negativelli… tanto per conoscerne i segreti ed impedirgli di fregarmi ancora.
    Ammetto che, sempre più di rado, capita che mi stordiscono e mi fanno innervosire! (tanta è la facciazza tosta che si azzardano ad avere) vogliono pure avere ragione.
    poi mi scasso da ridere e capisco che sono sempre più disperati… mi fanno ricordare quando ero piccola io, che quando per una cavolata, volevano picchiarmi, io per salvarmi la pelle, me ne inventavo di tutti i colori, ed un giorno per non andare a scuola, misi il termometro nel fornellino della cucina… e quello bello e buono, mi mandò il mercurio in aria …bop… pezzi di vetro e mercurio qua e la… ed io a piangere disperata… perchè non solo dovevo andare a scuola, ma anche dopo averle prese… (che patetica vita ci hanno fatto fare, a tutti)
    Voglio che paghino!
    Si so disegnare anche io, fare i ritratti, lo faccio da quando ero ragazzina, ma ciò che preferisco disegnare, sono uccelli, astronavi, galassie, fiori e simili.
    Ma purtroppo, essendo interessata a raggiungere una visione di insieme, riguardo all’evento di oggi, devo di conseguenza studiare gli aspetti insiti nei messaggi negativi, ma anche in quelli positivi, che naturalmente preferisco di gran lunga!
    però, questi ultimi, sono rari e per trovarli, mi tocca andare a tempestare di domande la mia guida, che fino ora mi sta rifornendo di info utili, ma non complete per ora, esortandomi a cercarle anche dentro di me. Lavori in corso.
    Mi vuole far capire che, la visione caleidoscopica di insieme, non può essere totalmente raggiunta, ma che devo, concentrarmi sulle cose che amo fare e su me stessa: oggi mi sto occupando di canaricoltura; (allevare canarini) giardinaggio e disegno.
    ma d’ora in poi, cercherò di stare un pò più lontanina da questi messaggi OK?

    • Forse non è giusto tenere in gabbia gli uccelli anche se sono canarini? Anche loro han diritto di non essere in prigione. L’unico reato di essere nati canarini? Lasciagli la gabbia libera e se ritornano son contento anche per te ma lasciagli il libero arbitrio? Grazie.

  20. Ma lo vogliamo capire che più si lotta contro qualcosa più la si rafforza? Guardate la storia: hanno sempre lottato. Rivoluzioni che si sono trasformate in dittature, quante, direi quasi tutte. Vogliamo lottare contro i messaggi negativi? Ci arriveranno sempre più a valanga.
    Ho un’amica che brucia le cimici. Ne è invasa. Io, se mi entra in casa una cimice, la raccolgo con qualcosa e la libero fuori, così ne ho poche, una ogni tanto, tanto per ricordarmi che esistono.
    Lottare contro, secondo me non è la strada. Bisogna lottare per, non contro.
    Lottando per, cioè creando, dandosi da fare, l’energia diventa esponenziale e possiamo contare sull’assistenza continua della Provvidenza.

    • Già, più che d’accordo con Fiore (anche stavolta…).
      Forse prima o poi impareremo che tutto ciù che “di negativo” ci sta intorno è in qualche modo un nostro riflesso… e quindi anche un invito ad abbracciarlo, per poi lasciarlo andare per sempre…
      E mai voltarsi indietro…

      Un Saluto ed un Abbraccio a Tutti
      (a Lòth anche un GRAZIE!)

      W la vida…!!!

      • Ben detto, condivido appieno con Fiore, Franca e Fede, non per banale simpatia, ma perché anche per me è esperienza acquisita.

    • Sono d’accordo. Ho smesso di lottare diversi anni fa, e devo dire che da quel momento, dal momento in cui ho “deposto le armi”, tutto è stato più fluido. La mia vita è cambiata, non senza difficoltà certo, però è molto più leggera e bella. Mi accorgo che le volte in cui ritorno per abitudine a certi miei vecchi comportamenti (diciamo che fin da quando ero piccola ho sempre avuto un certo caratterino indomabile orgoglioso ed egocentrico -per fortuna si cambia!!-) … beh dicevo che quando per abitudine ritorno ad analizzare tutto ciò che mi disturba, cercando un modo per cambiarlo, le cose diventano più difficili ed affrontarle faticoso. Quando me ne accorgo, cambio espressione del viso, sfodero un bel sorriso ed accetto ciò che accade. D’improvviso tutto diventa più leggero e non serve più che io sopporti ciò che non mi va, semplicemente, nel momento in cui ritorno in me stessa, tutto ciò che è fuori cambia e mi rendo conto che non pesa più. E la mia vita torna ad essere bella e spensierata. Sono serena e positiva.. E amo tutto e tutti!
      Alle volte penso di essere superficiale o che manco di carattere o che dovrei essere un po’ di più come la società vorrebbe che io sia… Ma onestamente non me ne frega nulla. E se qualcuno mi fa delle cattiverie… Sorrido nel mio cuore, anche se caratterialmente magari acuso il colpo, e lascio passare il tempo necessario perchè tutto il mio corpo e la mia mente si adegui al mio spitito gioioso.
      Lottare contro è un po’ come essere autolesionisti secondo me…
      Fiore sono in accordo con quanto scrivi e lo sottoscrivo.🙂

      • Ciao Fede, ti ho scritto sulla mail che hai postato ma non ho ricevuto risposta. Ad ogni modo,spero tu sia riuscita a fare un po’ di energia. Ho provato alcuni esperimenti trovati in rete, come hai fatto tu, purtroppo sono tutte sciocchezze. La conoscenza appaga! Fatta la corrente col fotovoltaico, passo all’acqua farò un pozzo! Convoglierò la piovana. I costi sono abbastanza elevati. Buon proseguimento.

      • Ciao Valerio! In verità non mi è arrivata, nel senso che non l’ho vista. Non so se è stata vista dalla casella di posta come spam, o io l’ho distrattamente cancellata! Sono un po’ sbadatella alle volte… diciamo ‘^_^ …
        Per ora i miei esperimenti sono fermi perchè sono un po’ presa da altro. Risultati fino ad ora ne ho visti pochi o nulli ed è davvero mortificante. Ovviamente però non mi arrendo! Ho molte idee e spero di poterle mettere in pratica presto. Se non ti chiedo troppo… Mi rispediresti la mail? Te ne sarei grata!
        Grazie, e buon proseguimento a te!

      • Ciao Fede, proverò ancora! La prossima settimana. Nei prossimi mesi mi fermo per un po’, ne ho bisogno e poi l’estate è alle porte. Sto cercando un posto dove stare solo e trovare me stesso!!! Apprezzo le persone un po’ ingegneri come te! A presto.

    • Sono pienamente d’accordo con Fiore e Franca. Più si lotta contro qualcosa più la si rafforza.
      L’ho imparato già da molti anni, da quando leggevo i primi libri sulla Legge di Attrazione, bisogna focalizzarsi su ciò che va bene, ciò che piace, ciò che di positivo si desidera e non su ciò che NON va bene. Solo così si può migliorare tutto quello che ci circonda.
      Ma noi abbiamo delle “impostazioni di fabbrica sbagliate”, le definisco io, e tendiamo a concentrarci solo su ciò che non ci va bene e non tolleriamo, che il più delle volte rispecchia ciò che non amiamo in noi.
      Semplicemente cambiando il nostro atteggiamento mentale, e tenendo ben sotto controllo pensieri ed emozioni, possiamo cambiare la nostra vita in meglio.

      • DEPROGRAMMAZIONE!!!
        Un saluto ad Ania e a Tutti e…
        W LA VIDA!

        Siempre tendrè una razon para sonreir…

  21. Io qui non ho più nulla di che spartire, mi fraintendete di continuo.
    Io non ho nulla a che fare con la NEW AGE!
    Addio!

    • -_-‘ Non c’è bisogno di essere arrabbiata per questo. I miei compagni e professori mi fraintendono sempre, ma rimango sempre calmo.
      A volte mi capita che quando chatto online con un gruppo, essendoci un frainteso, mi tutti mi insultano. Allora ho fatto come te: uscire dal gruppo. Ma non credo che tu abbia subito una situazione peggiore di me.
      Non mi interessa tanto della New Age, ma consultare questo blog è molto utile per l’evoluzione spirituale. Anche se te ne vai, spero che tu ritorni qua ogni tanto. Quando avrai fatto più passi nel tuo cammino, torna in questo post e ti sentirai una bella nostalgia.
      Addio bella Tuli.

    • Sui vari blog leggo molto e scrivo poco… Ho sempre apprezzato i tuoi interventi e mi dispiace che tu abbia preso questa decisione… Sentirò la tua mancanza.
      Buona vita🙂

  22. Vedi Tuli, se me ne andassi io, nessuno ci farebbe caso, ma se te ne vai tu, si spegne tutto. Rimani Tuli, hai bisogno di scrivere, di raccontarti, con la tua simpatia, la tua verità. Sei riuscita a descriverti così bene da diventare reale, qui, nero su bianco, con le parole. Abbiamo sentito il frullare di ali, la morbidezza di riccioli commossi, tutto quello che sei, vivo. Sei la persona che più di tutte si è rivelata. E con un talento letterario più unico che raro.
    Purtroppo quando ci si espone così apertamente come fai tu, si possono raccogliere pareri contrari al tuo pensiero, ma perché ognuno alla fine ha il diritto di dire la sua, non credi?
    La new age che cosa c’entra? Etichette, solo etichette, ma noi non siamo dei prodotti da supermercato che devono essere etichettati perché altrimenti non si sa che cosa sono. Io non so che cosa sono e questo è il bello del gioco. Se esprimo un parere, è un parere vissuto e sperimentato, non un sentito dire.
    Comunque sto scrivendo per pregarti di rimanere e scrivere ancora, perché con tutto il cuore riconosco la tua grande preziosità. Ciao Tuli, spero di risentirti presto, ciao.

    • Scusatemi la mia impulsività, ne ho fin su i ricciolini di fraintesi e incomprensioni.
      Ma come dici tu Fiore, in rete, scrivendo in rete, si finisce sempre con il fraintendere.
      Ho fatto ritorno, di nuovo rinnovo, ciao a tutti, premetto che quel giorno che me ne sono risentita e andata via, avevo avuto un brutto momento prima, stavo risentendo del livore delle ferite lasciate dai fraintendimenti e le incomprensioni; avevo avuto un attacco di tristezza per aver ritrovato di nuovo il cielo, martoriato da quegli aerei scorreggioni che spruzzano veleni, pensavo fosse finita, per un lunghissimo periodo non ne avevo visti più, e pensavo che qualcuno avesse fatto qualcosa di buono…
      ma ahimè ancora no, io spero e prego che le forze della Natura ci proteggano da loro e non ci facciano respirare quella merda, noi non lo meritiamo!
      Premetto ancora, che io non sono pessimista, il vero pessimismo l’ho vissuto tanto tempo fa, quando non ero certa della presenza del mio SÈ superiore, la Guida, le forze divine, la resistenza ed ET positivi, quando pensavo fossi sola: anni fa. roba passata.
      Voglio farvi sapere che non vado in cerca di messaggi negativi, perchè li temo, li amo o voglio fare il kamikaze… ma li ho cercati per studiarli nel mio laboratorio personale: un diario segreto che sappiamo solo Io e Lui (il piumerottolo alato)
      Studiarli, è questo il termine adatto.
      È vero, mi sto dedicando a cose belle, avicoltura, giardinaggio e disegno.
      Ho fatto un aiuola nel mio balcone e gli ho messo su, una coltura di lumache, che sembra stiano gradendo il loro ambiente e riproducendosi, non scappano più, come facevano prima, e accettano il pane che gli lascio.
      prima andavo a cogliere babaluci (lumache in siciliano) per mangiarmeli, ma da molto tempo, ho deciso di lasciarli vivere ora li sto allevando nel mio balcone in libertà.
      Non volevo paragonarvi ai NEW AGER, è solo che certe volte, quando parliamo di certe cose, gli somigliamo tutti un po’, compresa io.
      Sarà perchè i veri New Ager originali, nacquero negli anni ’80, quando erano sinceri e non influenzati dal satanismo, forse noi ci somigliamo, solo perchè siamo ricollegati a quelli originari di quegli anni ’80, quando erano solo un movimento di gente che aveva nuovi (new) modi di vivere e pensare.
      Forse sì, noi lo siamo? Ma quelli veri e originari di quegli anni, a riprendere il nuovo paradigma, da dove i vecchi starseed (veri new ager) degli anni ’80, lo hanno lasciato. Stiamo noi, completando il vecchio lavoro dei nostri predecessori?
      Dipende da noi, tuttavia è molto difficile, ancora, discernere tra la vera new age: quale movimento libero di nuove energie, e quella new age, fittizia, settaria e strumentalizzata dalla cabala… è molto difficile fare questa distinzione.
      Poichè anche loro, gli psicopatici della cabala, hanno i loro nuovi paradigmi, ovvero sempre vecchi, ma camuffati da nuovi e molto convincenti direi.
      Ed è facile, in momenti di rabbia (comprensibile e normale) che si possono dire o scrivere cose senza senso o ingigantite… (come forse ho fatto io con voi).
      Ma sono fatta così, ci resto male quando tutti, davanti a crimini incalcolabili come questi, fatti su di noi, mi parla di perdono facile, di accoglienza e accettazione nei loro confronti, mi sento offesa, voglio una giustizia esemplare su di loro, la imploro ogni santo giorno… e poi penso io, che sia l’amore, il rispetto, il perdono ecc, VANNO MERITATI! Non esiste che, chiunque fa i suoi orrori e porci comodi e poi tanto, quando arrivano in punto di morte, tanto c’è Dio che mi perdona tutto.
      Faccio tutto il male che voglio… tanto poi, c’è un Dio che mi perdona!
      Troppo facile, troppo comodo. Dalle mie parti, non funziona così!
      Ci vuole rigore, non quello di Angela Merkel… Ma quello Divino, mi fido solo di questo, ma questo si materializza anche tramite noi.
      Il Creatore Madre Padre, agisce con le nostre braccia, siamo noi il suo tessuto.
      SE SI DESSE Amore al primo che capita, senza fare attenzione, sarebbe come venderlo o prostituirlo; l’amore, il perdono ecc., sono cose che giorno dopo giorno vanno costruiti e conquistati, con la meritocrazia etica e morale.
      Trovo decettivo e new age (strumentalizzato) il perdono facile, il solito pace, luce, amore e namastè, che spesso leggo in rete, quasi ovunque… naturalmente non ho nulla contro questi termini, che tra l’altro sono belli, di per sè… ma disdegno il modo melenso e smielato di utilizzarli, come figurine appiccicose che imbrattano i siti, sono stati trasformati in clichè.
      Trovo dannoso l’uso decettivo dell’amore e del perdono, che stanno divenendo un nuovo strumentino nelle mani delle sette sataniche, che mediaticamente vogliono imbonirci e privarci degli anticorpi personali che ognuno di noi ha e deve sempre avere, non vogliono solo abbassarci le difese immunitarie fisiologiche, ma anche quelle spirituali/mentali/animiche.
      Questo uso ricorrente del perdono, dell’amore o dei valori, rischia di diventare un vero e proprio cavallo di troia, per chi non sa distinguerli da quelli veri, quelli sentiti interiormente.
      Io perdonerò questi gerarchi alieni (anubis/seth/sekmet/bastet), solo quando sarò pronta a farlo, forse quando sarò in 5°D tra le braccia alari della mia amata Guida, quando le mie ferite si saranno rimarginate con il vero AMORE, che adesso non immagino nemmeno cos’è, solo questo, mi potrà guarire, solo questa è la chiave del vero perdono incondizionato, ma anche quando anche loro, si saranno redenti e se lo meriteranno.
      Questi gerarchi da me menzionati, sono la vera punta di diamante della cabala criminale intergalattica, che si è estesa anche sulla Terra, sotto forma di quello che conosciamo oggi… ma voglio lasciarli perdere! Non voglio dargli importanza, se ne parlo non è perchè mi piace, o sono autolesionista, ma è perchè è giusto conoscerne gli aspetti, le abitudini, gli scopi… Se li conosciamo è meglio: almeno non camminiamo con gli occhi chiusi… e il buco del cu…. aperto!
      Sapere è potere.
      NON tollero quelli che mi lanciano minacce velate, ammiro di più quelli che lo fanno dichiaratamente… ma veniamo al punto: queste minacce velate, roteano sempre intorno all’ormai famoso perdono forzato, della serie: se non li perdoni, non andrai in 5°D… bla bla… Se non li ami, ti sconfiggeranno… e via dicendo.
      Noi siamo liberi di perdonare, amare o odiare chi vogliamo e quando vogliamo, l’importante è che, sappiamo fare queste cose con saggezza.
      Abbiamo una miriade di sentimenti, gravemente feriti, anche dopo essere andati in 5°D, temo che ci vorrà ancora tempo per risanarci le nostre ferite e perdonare, ma avverrà solo quando saremo pronti.
      Fermo restando, che la 5°D, che è una dimensione cosciente e vivente, ci accetterà e ci accoglierà anche se li stiamo odiando, perchè ci ama e ci comprende le sofferenze e sa che per risanarle, abbiamo bisogno del suo caldo abbraccio che ci ospiti in lei.
      Sicuramente, c’è chi perdonerà prima, rispetto ad altri… ma potrebbe essere per motivi vari personali… ma non significa che sarà migliore e più meritevole di chi non ha ancora perdonato o lasciato andare… tutti abbiamo differenti soglie di dolore… io ad esempio, sono sensibilissima e lacrimo anche per un ovetto, dei miei canarini rottosi o morto di freddo, o per una lumaca mangiata viva dai vermi.
      E a chi dice di aver sanato tutte le sue ferite, lo rispetto, ma gli dico che non gli credo, perchè sarebbe ipocrisia dire che tutte le ferite sono risanate… nemmeno noi, sappiamo con certezza, quante ferite abbiamo, da quante e quante vite, e se non le conosciamo, come facciamo a dire che sono risanate?
      Anche e persino la mia Guida, si ferisce, soffre e piange, quando mi vede soffrire, e anche lui, prova odio o paura, certo, anche questo è Amore.
      Leviamocelo dalla testa che l’Amore vero, possa essere fatto di soli SI, di soli permessi, accettazioni e perdoni facili… ma bensì in quanto non duale, esso racchiude anche i lati oscuri o controversi, ma essenziali per il suo funzionamento: il saggio, sa dirci anche di NO, e deve saper essere anche severo ed autoritario, in certe situazioni che lo richiedono, altrimenti sarebbe un pappamolla.
      La storia ormai ce lo ha detto: per evolvere bisogna essere: ne troppo pacifici; ne troppo guerrafondai… pena l’estinzione.
      Mi fa piacere che voi non avete reagito con delusione nei miei confronti ma con l’Amore che ho letto, che mi ha convinto a ritornare tra di voi.

      Scusate sempre per il poemetto…
      alla prossima scriverò tutta la Divina Commedia…
      Scherzo😉

      • Una guida che prova odio o paura (anche questo è Amore??), che razza di guida sarebbe? Una guida così ha bisogno lei di una guida.
        Il perdono non è un’azione sentimentale e buonista, il perdono a cui si fa riferimento in senso evolutivo significa semplicemente non-giudicare.

      • Tu poni argomenti molto difficili, veramente, per cui non ci saranno forse mai risposte conclusive. È tutto dentro di noi, sai. Vendicarci o rinunciare alla vendetta sono scelte personali. Veniamo tutti messi alla prova con attacchi e ferite dove siamo più sensibili e poi c’è questa marea di paura che domina, non è facile vivere. Ma vogliamo essere tosti? Coerenza, dignità personale, onestà, disponibilità, adesione al bello e a ciò che sentiamo giusto… non c’è forza al mondo che ci possa smuovere di un millimetro se scegliamo questo. Scegliere non è essere smidollati, ma guerrieri. Le emozioni vengono e vanno, rabbie, commozioni, gioie… ma non siamo le nostre emozioni, siamo qualcosa che va molto oltre.
        Secondo me le emozioni vanno rispettate e vissute e salutate quando se ne vanno, perché se ne vanno e ciò che rimane è qualcosa che ci avvicina un po’ di più a noi stessi. Noi siamo una storia infinita di cui non possiamo intuire i confini.

  23. Se qualcuno qui intuisse una risposta alla domanda che mi pongo stamattina, sarei molto felice di sentirla. Vi racconterò una cosa.
    Sono abituata a fenomeni paranormali di vario tipo, tanto da non farci quasi più caso (oggetti che si spostano, che scompaiono e riappaiono in posti diversi, materializzazioni, teletrasporto di animali, fare le cose con il pensiero, tipo: devo andare a spegnere il gas, poi vado lì e il gas è già spento, lettura di cose che non sono mai state scritte, cioè leggere magari una frase e poi non trovarcela scritta mai più… e altro ancora), potrei scriverci un libro.
    Ma ieri sera mi è successo un fatto che veramente vorrei sapere chi o che cosa lo ha prodotto e per questo ve lo racconto, non si sa mai che qualcuno potesse darmi una risposta.
    Sto costruendo una scacchiera gigante. Sto facendo i vari pezzi in cartone. È un lavoro immane. È un’idea che mi è venuta e la sto realizzando, gratis, per il paese. Sono arrivata agli alfieri, che sono alti come una persona. Mi mancano i re e le regine.
    Ieri sera prendo un alfiere, già finito, e lo poso sul tavolo per ricontrollarlo, perché pendeva un poco. E dentro ci vedo un lavoro che non ho fatto io. Premetto che l’alfiere è sempre stato sotto i miei occhi e nessuno vi si è avvicinato.
    Dentro ci trovo il cartone piegato e incollato e disposto in un modo diverso da come era, come se qualcuno avesse disfatto e rifatto il mio lavoro. Chi o che cosa e perché?
    Non si è trattato di un intervento distruttivo, no, solo di una cosa fatta in modo diverso.
    Vorrei tanto sapere chi può aver fatto questo.

    • Ciao Fiore!

      Può essere che qualcuno ti ha mostrato un altro modo per costruire l’alfiere, forse più semplice, forse più complesso, o semplicemente voleva darti una mano.
      L’alfiere pende ancora da un lato o è dritto?

  24. Già, sarebbe bello saperlo…
    Pensa che Gustavo Adolfo Rol
    ha vissuto tutta la vita in mezzo a fenomeni
    molto simili ai tuoi
    senza mai sapersene spiegare i motivi.
    Buona giornata a tutti🙂

    • …diciamo che non ha potuto spiegarne i motivi ai suoi amici perché non erano motivi umanamente comprensibili. É scritto in qualche testo che raccoglie le sue memorie, credo in “Io sono la grondaia”, ma non ne sono certo.

  25. Grazie delle vostre risposte. L’alfiere è dritto… Rol passò anni a sperimentare e a imparare, per poi riuscire a ripetere i fenomeni volontariamente, o quasi. Io non sperimento e solo riguardo a due tipi di fenomeni sono riuscita a ripeterli più volte volontariamente. Tutto il resto è spontaneo e sfugge al controllo. Ma non è un problema, mi ci sono abituata, però a volte mi piacerebbe sapere chi o che cosa interferisce. Per ora risposte certe non ne ho, posso solo fare ipotesi.
    Volete sapere l’ultima? Ieri ho costruito la regina. Ho tagliato un modello alto metri 1,45. Bene, ho sagomato il modello, dato la forma (un lavoraccio) poi lo guardavo e mi dicevo ma come è alta questa regina. La misuro: metri 1,65. Allora le ipotesi sono due: o io sono completamente andata di testa, o la regina è cresciuta da sola e ha preso l’altezza che le pare più consona al suo rango. Sapendo che è inutile lottare contro le opere che vogliono essere in un certo modo, la lascerò così.
    L’anno scorso ho costruito una vecchia, una mendicante. La signora cambiava espressione più volte al giorno. E che dire della dama fra i cigni? (Tutto in grandezza naturale) Una lotta. Volevo volgerle la testa in un certo modo, ma lei continuava a girarsi da un’altra parte. Alla fine ho ceduto e lei è rimasta voltata come le pareva.
    Giudicate voi. Vi assicuro che io sono la persona più tranquilla e meno incline alla follia che si possa immaginare.
    Ora della scacchiera mi mancano solo i re… Figure un po’ prepotenti direi. Non oso immaginare che cosa mi combineranno.
    Cari saluti.

  26. Ciao Gea, ora sei tu che stai giudicando l’operato e i sentimenti della mia Guida.
    La mia Guida, sa quel che fa e ha diritto di provare i suoi sentimenti.
    Come potrebbe essere allegro e danzante, dinnanzi ai miei drammi?
    Perchè se vediamo soffrire un cane o un gatto, dobbiamo sentirci tristi, ma se Lui, vede soffrire me, deve danzare ed essere spensierato? perchè solo loro devono essere compianti e compresi, mentre noi umani no?
    Perchè se muore uno di loro, ci si può vendicare tranquillamente, tutto è consentito, mentre se muore uno di noi, la vita continua, e si perdona tutto?… tanto a veder morire umani e altri poveri animali, ci siamo abituati, da sembrarci una cosa normale e perdonabile!
    Vedete? È a causa di questa gente, ipocrita, che individui sensibili come noi, si offendono e se ne scappano dai forum, che vengono trasformati in giungle.
    Rispetto il tuo pensiero, ma nessuno conosce la mia Guida, per giudicarne l’operato, non lo conosco bene nemmeno io ancora.
    E sinceramente, se gli venisse fatto del male, o caduto in battaglia, io lo VENDICHEREI perchè lo amo! Che razza di persona sarei, se me ne fregassi o mi comportassi come se nulla fosse o come se avessi perso un oggetto.
    Anche le Guide, soffrono, lottano per ciò in cui credono, ma soprattutto per proteggerci da minacce che solo Dio sa, ed è meglio così.
    Riporto quasi tutto, (nel mio diario personale) parlando di cani e gatti, perchè mi secca, che la macchina della giustizia debba muoversi, prima e solo per loro, e non ci sono regole etiche che tengano, per far valere i loro diritti, mentre quando i feriti o i morti, siamo noi, non si muove nemmeno un granello di polvere, anzi quello ce lo fanno respirare con gli aerosol degli aerei.
    È evidente, per chi vuole vedere, sentire e constatare, che su questo pianeta, c’è una disuguaglianza tale da fare impallidire gli stessi suoi ideatori.
    Creature che hanno più diritti, blasonature, riconoscimenti, elogi e protezioni… a ridosso di altri esseri, che sono trattati come scarti da riciclare (tutti noi e i veri animali che soffrono il disboscamento e la depauperazione)
    E se qualcuno (come la mia Guida Uccello) si oppone a tutto questo, riconosce i miei diritti, vuole riscuotere la sua giustizia/vendetta, con senso di zelo e orgoglio… io non ci vedo nulla di male! Non mi sta togliendo nulla… invece viene mal giudicato… come se fosse un reato prendersi cura di un qualcuno, come me, da parte di Lui,
    Che non ha altra scelta che combattere per difendermi, sia perchè gliel’ho chiesto, sia perchè lo sente istintivamente… con i suoi metodi, che ammetto, è normale che non a tutti piacciano… ma almeno, che non lo giudichino per favore.
    SENNO’ MI INCACCHIO PARECCHIO, e davvero lascerò questo blog (per colpa di qualcuno non si fa credito a nessuno) ma non sono una codarda, non voglio più scappare… anzi sono i troll che offendono e giudicano, a dover scappare!
    Perchè ognuno ha i suoi metodi, i suoi modi di fare e siamo tutti diversi.
    Mi vedo costretta a non parlare più della mia Guida e dei suoi metodi e sentimenti.
    Mi rendo conto che queste informazioni sono troppo extra, per gente, ancora non pronta a comprendere.

    Ciao, non c’è l’ho con gli onesti e generosi di questo sito, ma con chi è ipocrita, con chi mette qualcuno o qualcosa, a scapito dei nostri diritti.

    • Ciao. Me l’aspettavo una rispostona con questi toni. Posso solo dire che la rabbia prima o poi ci si ritorce sempre contro, se non ce ne accorgiamo, significa solo che non abbiamo ancora toccato il fondo. Naturalmente sono d’accordo che ognuno ha il diritto di far emergere tutta l’acredine che sente il bisogno di buttare fuori.
      Come giustamente qualcuno mi ha detto: “Le decisioni giuste vengono dall’esperienza, peccato che l’esperienza viene dalle decisioni sbagliate.”

  27. È desolante leggere un blog di rilievo
    che scende di livello per commenti
    che non sono nemmeno inerenti al post…

    Scusate,
    forse non sono una persona extra…
    magari non sono ancora pronta a comprendere…
    Ma sono contenta di rimanere nella mia modestia🙂

  28. Rinnoviamo le Energie,
    please…
    Una bella Meditazione Dinamica di Osho aiuterebbe moltissimo…
    Oppure: mettersi davanti ad uno specchio ed osservarsi mentre ci si “sfoga”…
    Mio Dio!!!

    Posto una bella canzoncina che mi ha inviato poco fa una dolce Amica che non scrive più qui…

    W la Vida (che sprecarla arrabbiandosi è proprio da…)

  29. Quando il post si allunga, i video e i commenti un po’ contrastanti ci stanno bene, anche se andiamo fuori tema, ma così è più stimolante e divertente…

  30. Bene, le cose si trasformano.
    Anni fa ho seguito per un periodo un maestro. Era una donna. Era un esempio vivente di umanità, equilibrio e buon senso, oltre ad essere una sensitiva straordinaria. Attraverso delle tecniche molto semplici, mi faceva fare del lavoro su me stessa.
    Un giorno mi ha mostrato due statuine e mi ha detto che la rappresentavano. La prima era di legno: un guerriero rigido con addosso una corazza e le armi. Mi ha detto che così era lei nel passato.
    La seconda statuina era di vetro e raffigurava una donna nuda morbidamente seduta con i piedi nell’acqua. Mi ha detto che così era lei nel presente.
    Questa donna mi ha raccontato che era arrivata ad un punto in cui era andata a scegliersi una tomba perché voleva morire, c’era troppo dolore nella sua vita.
    Siccome aveva fatto l’insegnante, una sua ex allieva mi ha raccontato che a volte esplodeva in rabbie tali da tirare i libri addosso agli allievi.
    Questa persona disperata e irascibile si era trasformata, attraverso un percorso, in un punto di riferimento per gli altri, in una sorgente di acqua fresca, pura e vera.
    Come dice la canzone: “Dai diamanti non nasce niente…”

    • L’alchimia della Vita a volte ci porta a picchi (di dolore, ma anche d’ altro…) dove non resta che soccombere o trasformarsi come un bruco in farfalla e… volare e arrivare dove non si sarebbe mai creduto di potere.
      E questa è la sfida più grande che l’Esistenza può creare.
      Ed è una sfida che credo si trovi solo sulla Via dei Maestri…

  31. Bene
    è già una consolazione rendersi conto
    che dal letame nasce qualcosa di “buono”😉

  32. Si soccombe solo per propria scelta.
    E si risale solo per propria scelta.
    Il problema è che molto spesso ci si allontana dalle proprie scelte.
    E lì come può rinascere? Fino a quanto l’Uomo può sfidare Sè stesso, gli Altri che ama, il Creato, Dio ed Aion per darsi la forza di percorrere la via, quella di Tutti?

  33. Con questo articolo mi sento di dire che la distanza che ci separa dagli alieni di ogni genere é veramente annullata, nel senso che stiamo parlando ed analizzando fatti che accadono ogni giorno e persone che incontriamo ogni giorno.
    Certo, magari non hanno la pelle spessa e grigia o la coda di lucertola con gli occhi senza pupille, ma le possibili realtá descritte nell’articolo ci indicano come stiamo giá vivendo tutto questo, la disclosure é in atto.
    Se ci aspettiamo ancora le navi comandate dalla regina Anna credo che stiamo solo nascondendoci dietro ad un pollice per non voler vedere come stanno realmente le cose.
    Quella fase sará anche prossima, ma il “prossima” non si sa fra quante nostre generazioni potrá essere.
    I preparativi sono stati fatti, le persone informate e sensibilizzate a livello conscio ed inconscio, non resta che attendere per coloro che stanno a naso all’insú aspettando ET.

  34. Lòth!
    Posso sottoporre a te e all’utenza tutta, questo video che mi è stato passato da mio fratello maggiore?

    Lo chiamano Mutaforma, ma c’è chi pensa sia un’androide. Chi invece sospetta sia uno scherzo.
    Voi cosa ne pensate?

    • Penso che la certezza che non sia umano non mi meraviglierebbe affatto. Posso parlare della presenza aliena con certezza esperienziale, ho avuto contatti telepatici con esseri positivi e semi-positivi, impianti eterici che continuano a mettermi addosso i “cattivoni” (più ne tolgo più ne mettono), le abduction e i tentati walk-in che ho subìto negli ultimi anni, perfino da bambino. Per me la presenza aliena non è qualcosa da dover dimostrare. Nè gli Arconti sono qualcosa di cui ho solo sentito parlare sul web. Purtroppo, li ho conosciuti da vicino, e loro conoscono molto bene me, da molte vite: sanno chi sono e soprattutto chi sono stato. Tornando alla tua questione, molti collaborano col MIEC segretamente, per cui che quello nel video sia alieno è una cosa plausibile. Spero presto di poter postare qualcosa sui loro piani futuri. Sul web in lingua italiana c’è solo spazzatura, postata da creduloni abbagliati dalla falsa luce e convinti che la Cabala stia cadendo a pezzi. La battaglia finale non è ancora cominciata e i risvegliandi non sono ben lungi dall’essere autoimmuni dalla radice 4D della Matrix. Finchè non si porta alla luce l’inganno in maniera iperdimensionale, si è ancora dentro fino al collo, con l’aggravante che si crede di esserne fuori.

      • Sarebbe presuntuoso affermare di essere riusciti a vincere una battaglia che non si è nemmeno cominciata.
        Mio fratello è un uomo impaziente, vorrebbe fare la sua parte, affrontarli a viso aperto, li definisce codardi e vigliacchi, e io non so che risposta o suggerimento offrirgli.
        Più che aspettare e lavorare su me stessa non so cos’altro poter fare in questo momento.
        Non mi sento di dire a chi mi sta accanto – Aggrappati a me! – se io per prima non riesco quasi a rialzarmi e a reggermi in piedi.

        Non mi preoccupa il fatto che siano qui sul pianeta, mi preoccupa l’ingenuità delle persone.

  35. Non mi sembra corretto definire l’Alieno in buono e cattivo.
    L’alieno è alieno e fa l’Alieno. Esso non possiede quella cosa che l’Umano o meglio una percentuale di umani hanno: Anima e siccome non può possederla in quanto la frequenza vibratoria dell’Anima è talmente alta (c’è un motivo del perché è così alta rispetto all’alieno) che non può essere ospitata nel suo corpo. Vale a dire all’interno della doppia elica del D.N.A. la sua coscienza è una coscienza duale e separata.
    Anima è quell’elemento che consente l’emozione nell’esperienza di vita, consente all’umano di sentire la vita come emozione. L’Anima si commuove, prova empatia.
    Altra cosa importantissima non avendo l’Asse del TEMPO Essa è IMMORTALE.
    Tutti la vogliono e siccome non è possibile AVERLA trovano il sistema per imprigionarla così da poter usare la SUA energia.
    Vi prego di non continuare a dire dichiarare quello che state dicendo circa l’Alieno buono o cattivo. L’Alieno non è ne buono né cattivo egli è semplicemente ciò che è nella sua intima struttura esistenziale un ALIENO.
    V’invito a non continuare con questa storia perché molte persone con ANIMA non sanno bene e sono fuorviate da queste notizie/affermazioni.
    Il danno potrebbe essere l’imprigionamento della propria Anima per sempre.
    Attenzione a giocare con la vita. A Livello Universale si possono avere seri problemi.
    Siete responsabili di tutto ciò che fate. Non esiste qualcosa come non lo sapevo scusate ecc. Nell’Universo vi è la regola del libero arbitrio. Libera scelta sia essa consapevole o inconsapevole non fa differenza datosi che l’Universo è AMORALE.
    grazie
    Dahaelen di ARDA

I commenti sono chiusi.