crescita-personale-feat

Crescita Personale


“Noi nasciamo in stato meditativo, poi conosciamo le vie della mente…” (Osho)

Cos’è, dunque, la Crescita Personale?

È un ritorno a quello stato di connessione primigenia con noi stessi e con l’Universo.

Al momento della nascita siamo in contatto con la nostra Essenza; poi, crescendo, su quella sorgente di acqua pura iniziano a sovrapporsi strati su strati di condizionamenti esterni ed interni: esterni, dovuti alle nostre relazioni con il mondo; interni, dovuti al risultato delle nostre esperienze dirette. Tutto questo erige un enorme castello, nelle cui profonde segrete grida forte il nostro Vero Sè: ma ben troppe voci si sovrappongono su quell’ormai flebile suono, tanto da impedirci di udirlo. Iniziando ad abitare in quel castello, crediamo e ci identifichiamo con quella sovrastruttura, che è invece l’unica vera barriera alla nostra autorealizzazione.

Crescita Personale è un percorso di consapevolezza, una strada che ci porta nella profondità di noi stessi a conoscere, benedire e lasciar andare ogni strato che si è sedimentato, è armarci di piccone per rimuovere anche le parti più dure, per integrarle. È portare Luce nelle buie profondità, è portare Luce ad ogni singola parte che abbiamo introiettato e che ancora ci appartiene.

Sul cammino però molti sono i pericoli in agguato.

Uno dei più noti è quello della “conformazione”.

Se la Crescita Personale, come abbiamo detto fin qui, è un percorso di conoscenza e di integrazione, esso è assolutamente individuale e unico per ciascuno di noi: non può essere assoggettato a parametri e criteri esterni a cui conformarsi per il suo raggiungimento. Oggi molti guru, in vari settori, vorrebbero consegnarci la “ricetta” della nostra “torta”, ma questa è una via seducente e pericolosa. Una via che devia il nostro Cammino e ci abbandona, svuotati e privi di energia vitale, in una stradina di periferia, dove solo il guru di turno potrà riportarci ad uno stato di finto benessere derivante da una continua dipendenza energetica.

Ecco allora l’immagine di saloni zeppi di persone plaudenti, che inseguono la propria felicità percorrendo la via conformatrice suggerita loro da qualcun altro, bruciando l’effimero carburante dell’emozionalità caricata allo stremo. Viene insegnato come potremmo diventare se sfruttassimo tutto il potenziale della nostra Mente, commettendo però l’errore madornale che solo chi ha camminato un po’ più a lungo riesce a scorgere fra i fumi dei facili entusiasmi: non è la Mente che può guidarci nel percorso di crescita, come già sapientemente illustrò Gurdjieff con la sua famosa metafora:

“Se paragoniamo l’essere umano ad un cocchio, la carrozzeria è il corpo, i cavalli sono le emozioni, il cocchiere è la mente. Ma è Colui che è seduto in carrozza, l’Anima/Essenza, che decide dove andare, perché solo lui sa qual è la direzione.” (G.I. Gurdjieff)

Dunque, SOLO ciò che risuona dentro di noi, in profondità, è bene per noi.

Tuttavia, anche qui il “risuonare” potrebbe essere confuso con la voce della Mente di Superficie, sempre in agguato a traviarci lontano dall’edificazione della Personalità Deliberata che ridimensionerebbe la Personalità Automatica.

È il Cuore – il nostro Grande Saggio – il portale da attraversare per ricongiungerci a Dio e quindi a noi stessi, quali sue creature e quindi creatori della nostra realtà. Solo la voce del Cuore ci indica la Via, perché attraverso quella voce parla la nostra Anima. È Lei che bussa alla Porta del Cuore, il giorno in cui siamo pronti per iniziare a vivere la nostra Vita.

TempoIntentoFedePazienza sono le Stelle che illuminano il cielo notturno del nostro Cammino.

In una parola, DISCIPLINA.

Sì, perché il Potere scaturisce dalla Disciplina. La Disciplina è una forma di Amore, Amore verso me stesso ed il mio meraviglioso Sogno Personale.
(G. Achilli)

Amore per i miei Talenti che chiedono a gran voce di essere espressi e condivisi. Da questo Amore in azione nasce il Potere. Il mio Potere. La mia capacità di creare. Solo cosi mi riconosco “Figlio del Padre” ed è solo per assolvere a questa Missione che mi sono incarnato in questo corpo su questo Pianeta. Tutto il resto è “rumore di fondo”, un brusìo che, opportunamente manovrato, ha lo scopo infido di disturbare il segnale che il nostro Magnete deve captare per dirci chi siamo e dove dobbiamo andare.

Siamo Canali attraverso cui scorre l’energia dell’Universo e, in quanto Canali, nel nostro percorso di crescita personale abbiamo il dovere di mantenerci puliti. Come?

Retto intento, retto pensiero, retta parola, retta azione, retta attività, retta sessualità, retta alimentazione, retta vita.

A questo livello, la Crescita Personale diventa quindi l’unico vero scopo: tutto il resto sbiadisce e lascia il posto alla Visione del mosaico del nostro Sogno Personale. Infinite tessere che, giorno dopo giorno, con sofferenza e con gioia, tra cadute e rialzate, finalmente ci mostrano e ci rendono chiaro il significato di ogni singolo e più piccolo evento della nostra vita.

Perché nulla è successo a caso, tutto “cospirava” alla nascita di un Essere di Luce: il nostro “IO SONO”.

Sunshining

crescita-personale-bannerGiulio Achilli
Crescita Personale

Ci accompagna nell’approfondimento di questo tema il libro “Crescita Personale” scritto da Giulio Achilli (fondatore e direttore del Centro MareNectaris, già autore del docu-film “Lo Sfidante“).

Il libro, disponibile in formato .pdf, .epub e audiolibro .mp3, esplora il tema della Crescita Personale dall’unico punto di vista sostenibile: quello della costruzione nella permanenza e del raggiungimento di traguardi prefissi dall’Anima e non dalla Personalità Automatica, della quale la Mente di Superficie non è che il portavoce.

Così l’autore introduce la sua stessa opera nella webpage di presentazione del libro, delineandone scopo e struttura:

“Il termine Crescita Personale ha in questo contesto un significato ben preciso: lo sviluppo cosciente e deliberato di un Ponte interiore verso stati di Coscienza superiori all’ordinario.

Questa è l’unica crescita possibile per un essere umano, e coincide con ciò che tutte le tradizioni esoteriche radicate nella Verità chiamano creazione e sviluppo di un’Anima: la creazione e lo sviluppo di una sottile Quintessenza interiore che possa mantenere la Coscienza di Sè alla dissoluzione del corpo fisico, e si ponga in cosciente e deliberato accordo con la sua propria evoluzione.

In questo libro vengono delineati i fondamenti del percorso, le linee generali di Lavoro Interiore necessarie per incamminarsi in Equilibrio verso questo scopo, e i primi risultati pratici che questo processo ci porta in dote.

Queste indicazioni sono derivanti dall’esperienza diretta dell’autore, e dall’esperienza di tutti i Viaggiatori che prima di lui hanno percorso a lungo e profondamente questo Cammino; esse sono state distillate ed accordate sulla base di questo preciso momento storico: ma come sempre, sta ad ogni singolo Viaggiatore accogliere o meno questo messaggio e queste indicazioni, sulla base del suo intimo e profondo Sentire.”

Ciò detto, vi auguriamo buon ascolto e buona lettura.


Crescita Personale (Parte I – II – III – IV – V)
Crescita Personale (Parte VI – VII – VIII – IX)
Crescita Personale (Parte X – XI)

epub-icon

Scarica il libro in formato .epub

pdf-icon

Scarica il libro in formato .pdf

mp3-icon

Scarica l’audiolibro in formato .mp3

 Hearthaware blog

“Crescita Personale” è un libro di Giulio Achilli
© Giulio Achilliwww.marenectaris.net

Link: www.marenectaris.net/libri/crescitapersonale/
Sottofondo dell’audiolibro: Carbon Based Lifeforms
(Album: Hydroponic Garden, Trk: Refraction 1.33)

Post a cura di Sunshining per Hearthaware blog
Licenza Creative Commons CC BY-NC-ND
Licenza CC-BY-NC-ND

Quest’opera, rilasciata su Licenza CC, può essere riprodotta liberamente alle seguenti condizioni:
BY Attribuzione: la paternità dell’opera deve essere indicata come negli accrediti a piè di pagina, aggiungendo il link diretto alla fonte web originale e l’indicazione del tipo di Licenza CC;
NC Finalità: quest’opera non può essere utilizzata per fini commerciali;
ND Derivazione: non è possibile alterare o trasformare quest’opera, nè utilizzarla per crearne un’altra.

10 commenti su “Crescita Personale

  1. Non è semplice parlare ai Cuori delle persone e riuscirvi ad entrare. Giulio è una benedizione per tutte quelle Anime che cominciano da zero o che sono all’inizio del loro cammino🙂 Io sono in Viaggio da anni e anni, ma sono contenta di averlo “scoperto”. E non posso che continuare a dirgli Grazie per essere tutto ciò che è!🙂

  2. Bell’articolo, condivido tutto! Faccio la maestra nella scuola primaria… sento così forte la responsabilità di non condizionare i bambini. Mi trovo di fronte ad un problema grosso quando i bambini hanno dei comportamenti che non rispettano se stessi e gli altri, a volte ho paura di sconfinare nell’autoritarismo: è molto difficile far capire a un bambino con una famiglia dove si urla e si alzano le mani che esistono dei modi più gentili e semplici per rapportarsi con gli altri. Credo che l’esempio sia l’arma più potente, cerco sempre di essere tranquilla e serena, ma a volte perdo la pazienza… ritorno al punto iniziale, proprio perchè sono un’adulta di riferimento, so di avere molto potere di influenzare delle creature in crescita e mi dispiacerebbe tantissimo che da adulti dovessero liberarsi di condizionamenti trasmessi dalla maestra… mi consola questo: anche quando divento più severa non smetto mai di amarli, so che lo sentono… spero che basti. Se avete consigli o suggerimenti… grazie

    • Ciao maestra. Rispondo al suo commento che sta per accumularsi di polveri.
      So un buon metodo per relazionarsi con i bambini, il metodo sarebbe che noi ci comportassimo da bambini (autovalutandosi), deve tirare fuori i/la suo bambino/a interiore; in altre parole un comportamento che si avvicini a loro. Così i suoi comportamenti sono più comprensivi per i bambini.
      Siccome sono dei bambini, certi comportamenti degli adulti non li capiranno mai, e se sforzasse di farli capire…
      …incurverebbe un alberino in crescita.

  3. Grazie. La sincronicità continua ad essere impressionante.

    Con Forza nella Volontà
    Con la Pace attraverso il Flusso

  4. È possibile averlo in versione podcast da trasferire sul lettore .mp3?

  5. Grazie di cuore, mai sentito qualcosa di più centrato, fa immediatamente eco dentro.

  6. Dio non esiste?
    Albert Einstein ha dimostrato il contrario

    Germania, primi anni del XX secolo.
    Durante una conferenza tenuta per gli studenti universitari, un professore ateo dell’Università di Berlino lancia una sfida ai suoi alunni con la seguente domanda:
    “Dio ha creato tutto quello che esiste?”
    Uno studente diligentemente rispose: “Sì certo!”.
    “Allora Dio ha creato proprio tutto?” – Replicò il professore.
    “Certo!”, affermò lo studente.
    Il professore rispose: “Se Dio ha creato tutto, allora Dio ha creato il male, poiché il male esiste e, secondo il principio che afferma che noi siamo ciò che produciamo, allora Dio è il Male”.
    Gli studenti ammutolirono a questa asserzione. Il professore, piuttosto compiaciuto con se stesso, si vantò con gli studenti che aveva provato per l’ennesima volta che la fede religiosa era un mito.
    Un altro studente alzò la sua mano e disse: “Posso farle una domanda, professore?”.
    “Naturalmente!” – Replicò il professore.
    Lo studente si alzò e disse: “Professore, il freddo esiste?”.
    “Che razza di domanda è questa? Naturalmente, esiste! Hai mai avuto freddo?”. Gli studenti sghignazzarono alla domanda dello studente.
    Il giovane replicò: “Infatti signore, il freddo non esiste. Secondo le leggi della fisica, ciò che noi consideriamo freddo è in realtà assenza di calore. Ogni corpo od oggetto può essere studiato solo quando possiede o trasmette energia ed il calore è proprio la manifestazione di un corpo quando ha o trasmette energia. Lo zero assoluto (-273 °C) è la totale assenza di calore; tutta la materia diventa inerte ed incapace di qualunque reazione a quella temperatura. Il freddo, quindi, non esiste. Noi abbiamo creato questa parola per descrivere come ci sentiamo… se non abbiamo calore”.
    Lo studente continuò: “Professore, l’oscurità esiste?”.
    Il professore rispose: “Naturalmente!”.
    Lo studente replicò: “Ancora una volta signore, è in errore, anche l’oscurità non esiste. L’oscurità è in realtà assenza di luce. Noi possiamo studiare la luce, ma non l’oscurità. Infatti possiamo usare il prisma di Newton per scomporre la luce bianca in tanti colori e studiare le varie lunghezze d’onda di ciascun colore. Ma non possiamo misurare l’oscurità. Un semplice raggio di luce può entrare in una stanza buia ed illuminarla. Ma come possiamo sapere quanto buia è quella stanza?
    Noi misuriamo la quantità di luce presente. Giusto? L’oscurità è un termine usato dall’uomo per descrivere ciò che accade quando la luce… non è presente”.
    Finalmente il giovane chiese al professore: “Signore, il male esiste?”.
    A questo punto, titubante, il professore rispose, “Naturalmente, come ti ho già spiegato. Noi lo vediamo ogni giorno. E’ nella crudeltà che ogni giorno si manifesta tra gli uomini. Risiede nella moltitudine di crimini e di atti violenti che avvengono ovunque nel mondo. Queste manifestazioni non sono altro che male”.
    A questo punto lo studente replicò “Il male non esiste, signore, o almeno non esiste in quanto tale. Il male è semplicemente l’assenza di Dio. E’ proprio come l’oscurità o il freddo, è una parola che l’uomo ha creato per descrivere l’assenza di Dio. Dio non ha creato il male. Il male è il risultato di ciò che succede quando l’uomo non ha l’amore di Dio presente nel proprio cuore. E’ come il freddo che si manifesta quando non c’è calore o l’oscurità che arriva quando non c’è luce”.
    Il giovane fu applaudito da tutti in piedi e il professore, scuotendo la testa, rimase in silenzio.
    Il rettore dell’Università si diresse verso il giovane studente e gli domandò: “Qual è il tuo nome?”.
    “Mi chiamo, Albert Einstein, signore!” – Rispose il ragazzo.

    L’ho letta poco fa, mi sembrava carino condividerla con voi. 🙂

I commenti sono chiusi.