Al di là dei sogni

Film ► Al di là dei sogni


Recensione di Aleromy

Titolo Al di là dei sogni
Genere Drammatico, Fantastico
Regista Vincent Ward
Attori Robin Williams, Annabella Sciorra, Cuba Gooding Jr.
Anno 1998

Chi di voi sarebbe disposto a vivere all’Inferno pur di stare con la propria anima gemella?

Quando l’Amore tra due persone è cosi immensamente profondo da legarle come se fossero un’unica anima, allora tutto il resto non conta più. La paura, la sofferenza e l’inganno scompaiono quando il nostro desiderio è solo quello di amare in modo incondizionato.

I protagonisti del film sono Chris ed Annie, fra cui scatta immediatamente la scintilla. Dopo essersi sposati, hanno due bellissimi figli – Marie e Ian – che purtroppo perdono la vita in un incidente stradale, facendo sprofondare Annie in una brutta depressione da cui si riprenderà faticosamente.

4 anni dopo, anche Chris rimane ucciso in un incidente e proseguendo la sua vita nell’aldilà. Chris si ritrova in un bellissimo luogo creato dalla sua mente, frutto di quello che lui crea una volta trapassato, un mondo stupendo, sospeso, impalpabile.

Quando Chris crede finalmente di essere libero, Annie ricade in depressione e si toglie la vita. Chris viene anche a conoscenza del fatto che Annie non dimora del bellissimo “Aldilà” dove egli si trova, ma in un non-luogo, simile all’Inferno Dantesco. Chris si imbarcherà per poterla salvare e portarla con sè. Ci riuscirà?

Uuna volta che lasciamo il nostro contenitore, il nostro corpo fisico, tutto ciò che sperimentiamo è frutto dei nostri pensieri, delle nostre percezioni…

”Il pensiero è reale, la materia è illusione… ironia della sorte eh…”

Non dobbiamo aver paura dell’infinito, perché l’infinito siamo noi.

Al di là dei sogni [trailer]