ConscioSubconscioSuperconscioFEAT

Conscio, Subconscio e Superconscio


In rete si parla sempre più spesso di coscienza di terza, quarta e quinta dimensione (abbreviate in 3D, 4D e 5D), si parla dell’imminente salto dimensionale che Gaia sta per compiere verso la 5D, ma il più delle volte non c’è un concetto chiaro di cosa siano effettivamente le “dimensioni” della coscienza. Questa pagina ha lo scopo di divulgare una serie di informazioni che possono diventare preziose per coloro che vogliono chiarificarsi le idee in merito a questo tema, per interpretare più lucidamente i cambiamenti in corso dentro sé stessi e nel mondo.

Conscio, Subconscio e Superconscio

Le dimensioni della coscienza 1D, 2D, 3D, 4D e 5D hanno a che fare con i concetti più semplici e maggiormente noti di conscio, subconscio e superconscio, quando sono inquadrati in una sistemazione che non è quella della scienza psicologica ma quella della scienza spirituale. Le dimensioni subcoscienti e supercoscienti sono entrambe non conscie (sono infatti catalogate come inconscio) ma a livelli e con significati differenti: il subconscio è il regno della coscienza degradata ed automatizzata rispetto a quello del conscio, il superconscio è il regno della coscienza espansa ed evoluta rispetto a quella del conscio.

Dunque il nostro stato di coscienza abituale è una “finestra” centrata fra le dimensioni subcoscienti e quelle supercoscienti. Noi esistiamo contemporaneamente su tutti questi tre livelli: la differenza è che, per due di loro, quelli periferici verso l’alto e verso il basso, non ce ne rendiamo conto consapevolmente.

Quando passiamo attraverso il risveglio della coscienza ed intraprendiamo un cammino spirituale, la nostra finestra di coscienza si allarga in entrambe le direzioni: in alto, veniamo in contatto con l’energia dei mondi sottili, accediamo al potere divino del nostro Sé Superiore e lo integriamo nella nostra dimensione cosciente; in basso, tocchiamo il nostro “inferno personale”, ci accorgiamo di avere schemi di pensiero, reazioni comportamentali automatiche, credenze e pattern emotivi disfunzionali che cominciamo ad integrare un po’ alla volta nella nostra dimensione cosciente; nel crogiuolo centrale della dimensione conscia, le energie inferiori vengono in contatto con le energie superiori: i tre si fanno uno, il nostro karma viene trasmutato, la nostra energia viene spiritualizzata e la coscienza procede verso l’integrazione unitaria dell’essere nella multidimensionalità.

Veniamo ora alle corrispondenze: la 1D e la 2D sono le nostre dimensioni subconscie, la 3D è la nostra dimensione conscia, la 4D e la 5D sono le nostre dimensioni superconscie.
1D. In particolare, la 1D è la coscienza della materia di cui è composto il nostro corpo fisico (DNA, acqua, reazioni chimiche molecolari), è ciò che ci accomuna con il regno minerale, è la coscienza chimica residua che permane in un corpo umano allo stato di cadavere.
2D. La 2D è la nostra coscienza biologica che governa le funzioni di crescita automatica dei tessuti, la riproduzione cellulare, il battito cardiaco e le funzioni neurovegetative inferiori, è ciò che ci accomuna con il regno vegetale, è la coscienza biologica residua che permane in un essere umano in stato di coma vegetativo.
3D. La 3D è la nostra dimensione abituale di coscienza, in cui non siamo consapevoli dell’universo di fenomeni di micro-coscienti che avvengono in 1D e in 2D nelle molecole, nella chimica e nella bioenergia eterica del nostro corpo, perché siamo centrati a livello superiore nel mondo senziente, sensoriale, emozionale ed egoico (che ci accomuna con il regno degli animali superiori) e nel mondo nel pensiero e del linguaggio (che è invece una peculiare caratteristica umana).
4D. Allo stesso modo, nella 3D non siamo normalmente consapevoli dei fenomeni macrocoscienti che accadono più in alto nella 4D, che è la dimora del nostro Sé Superiore, della nostra Anima che trova espressione nel corpo astrale, che dimora su un piano di esistenza che ci accomuna al regno delle gerarchie angeliche, un mondo a cui si accede attraverso al porta del cuore.
5D. Ugualmente non siamo consci del fatto che nella 5D siamo già fuori della dualità, percepiamo l’unità del Tutto, siamo in contatto con il corpo causale e con le energie monadiche, cioè con il nostro Spirito.

Ciascuna di queste 5 dimensioni verrà trattata singolarmente nelle prossime pagine di Hearthaware. Intanto vi presentiamo una tabella che evidenzia schematicamente come rispondono in maniera differenziata e simultanea i vari livelli di coscienza multidimensionale umana agli stessi stimoli/aspetti/esperienze della vita.

Carthesio

Conscio
3D

Subconscio
1D – 2D

Superconscio
4D – 5D

1

Abitanti esterni di 1D, ad es. rocce e cristalli.

Componenti interni di 1D, ad es. acqua, minerali, codifica genetica del corpo.

Tutti gli abitanti dalla 3D alla 5D simultaneamente.

2

Abitanti esterni di 2D, ad es. piante ed insetti.

Componenti interni di 2D, ad es. il supporto vitale del sistema nervoso autonomo.

Tutti gli abitanti dalla 3D alla 5D simultaneamente.

3

Animali nel mondo esterno.

Componente animale del sé in 3D.

Tutti gli abitanti dalla 3D alla 5D simultaneamente.

4

Intelletto e ragione.

Istinti ed intuizione.

Conoscenza o Gnosi.

5

Ego, sé esteriore/inferiore.

Sé interiore.

Sé Superiore.

6

Pensieri volontari ed emozioni reattive.

Dialogo interiore ed emozioni represse.

Tutti i pensieri e tutte le sensazioni, perché sono immediatamente manifesti.

7

Stimoli consci del sistema nervoso centrale, ad es. i movimenti volontari.

Stimoli inconsci del sistema nervoso autonomo, ad es. i movimenti riflessi.

Tutte le informazioni fornite a tutti i membri della Coscienza Unitaria 5D.

8

Realtà che si osserva con 5 sensi.

Realtà non osservabili con i 5 sensi.

Realtà collettiva scelta per essere sperimentata.

9

Memorie di esperienze conscie, a cui si è partecipato quando si sono verificate.

Memorie di esperienze inconsciamente partecipate quando si sono verificate.

Tutte le memorie di tutte le esperienze dalla 1D alla 5D simultaneamente.

10

Memorie di esperienze passate, ad es. memorie piacevoli.

Memorie del passato, ad es. memorie represse e spiacevoli.

Tutte le memorie di tutte le esperienze 3D e 4D del passato, del presente e del futuro.

11

Alcuni bisogni emozionali del sé presente.

Molti bisogni emozionali del sé e del bambino interiore passato e presente.

I bisogni emozionali sono immediatamente manifesti nella realtà.

12

Posti cui si è presenziato consciamente, mentre ci si recava.

Posti in cui non si è presenziato cosciamente, mentre ci si recava.

Ogni posto che si pensa viene istantaneamente sperimentato.

13

Causa ed effetto delle azioni coscienti.

Causa ed effetto delle azioni inconscie.

Causa e effetto sono fusi nell’esperienza istantanea.

14

Bisogno fisico di sesso.

Bisogno emozionale di sesso.

Il sesso è un bisogno di fondersi nell’Unità.

15

Effetto intenzionale sull’amante.

Effetto non intenzionale sull’amante.

Tutto l’Amore è intenzionale e incondizionato.

16

Mete conseguite per mezzo del “lavoro”.

Mete conseguite per mezzo dell’intenzione e del desiderio.

Le mete sono Volontà Divina.

17

Il desiderio attuale di una meta, basato sull’ego.

Desiderio del passato basato sull’emotività per il conseguimento di una meta.

Desideri ed emozioni non basate sull’ego sono immediatamente
manifesti
.

18

Il “duro lavoro” crea la realtà.

Pensieri e sensazioni creano la realtà.

Sperimentare la realtà scelta dai pensieri e dalle sensazioni.

19

Alcune sensazioni del corpo fisico.

Sensazioni inconscie del corpo fisico, eterico, astrale e causale.

Sensazioni di tutti i corpi di luce dalla 3D alla 5D.

20

Alcuni sogni e il loro significato.

La maggior parte dei sogni e il loro significato.

I sogni sono un modo 4D di comunicare.

21

Intenzione risoluta.

Immaginazione, istinti e creatività latente.

Proposito Divino.

22

Informazioni dai 5 sensi fisici.

Informazioni dai sensi interiori e superiori, ad es. ESP e abilità psichiche.

Informazioni di tutte le vite di 3D, 4D e 5D.

23

Comunicazione attraverso l’ascolto e gli input visivi.

Comunicazione per mezzo di telepatia, empatia, intuizione e linguaggio corporeo.

Comunicazione attraverso la fusione nell’esperienza dell’Unità.

24

Vita attuale.

Vite e morti passate, nascite passate e presenti.

Tutte le vite in 3D e 4D, passate, presenti e future.

25

Guide spirituali e mentori.

Guide spirituali e mentori.

Guide e mentori nella 5D e superiori.

26

Corpo fisico.

Corpo astrale e eterico.

Corpo di Luce e corpo causale.

27

Tempo fisico lineare attuale.

Paradigma tempo/spazio.

Il momento presente.

28

Coscienza individuale.

Coscienza collettiva.

Coscienza Unitaria.

29

Individui separati.

Comunicazione con Tutto Ciò Che È.

Unità con Tutto Ciò Che È.

30

Limitazioni della vita di tutti i giorni.

Libertà dalla limitazione fisica.

Libertà da tutte le limitazioni.

31

Concetto di Dio.

La realtà di Dio come Tutto Ciò Che È.

Fusione con Dio come Tutto Ciò Che È.

32

Compagno fisico nel mondo 3D.

Complemento Divino nel mondo 5D.

Fusione con il Complemento Divino.

33

Identità esteriore del compagno umano.

Vera identità del compagno umano.

Consapevolezza del sé di 5D di tutti i compagni umani.

34

Amore, perdono ed accettazione condizionati, ad es. “Ti amerò, se tu…”

Vero amore, vero perdono, vera accettazione, ad es.
“Ti amo veramente”.

Amore, Perdono ed Accettazione incondizionati, per gli altri e per il sé.

35

Consapevolezza di questa vita 3D.

Consapevolezza di tutte le vite 3D e della vita 4D attuale.

Consapevolezza di tutte le vite 3D, 4D e 5D.

36

Consapevolezza del sé umano.

Consapevolezza dello Spirito dei componenti interni di 1D.

Consapevolezza dell’Anima.

Fonte: www.multidimensions.com
tradotto da Susanna Angela per www.stazioneceleste.it
tabulazione a cura di: Carthesio

Hearthaware blog
Progetto Ascensione
direct link → hearthaware | P-Ascensione | Conscio, Subconscio e Superconscio

« C4 »

6 commenti su “Conscio, Subconscio e Superconscio

  1. Pingback: Progetto Ascensione ► New Pages | Hearthaware

    • In ogni caso, nelle prossime pagine prendermo in esame specificamente ciascuna dimensione 1D, 2D, 3D, 4D e 5D in forma discorsiva, senza le limitazioni “aforistiche” dovute alla tabulazione. Sicuramente diventerà tutto molto più chiaro🙂

  2. Qualche riflessione… non lascerei l’intuizione nell’ambito del 1D o 2D, secondo me è una facoltà più evoluta.
    Sono d’accordo che l’inconscio includa sia subconscio sia superconscio (per quel che mi riguardava l’avevo definita “sopracoscienza”… che analogia!) però di solito come sub. si considerano aspetti che sono sulla soglia della coscienza, pronti ad emergere; nel sistema descritto si includono in sub. materiali che di fatto non emergono per nulla. Insomma credo ci sia il rischio di fare confusione anche se mi rendo conto che le necessità di schematizzare richiedono una semplificazione. Secondo me è necessario distinguere con un termine specifico i contenuti che restano non-consci.
    Tra i contenuti sub. non c’è solo l'”inferno” ma anche risorse positive non riconosciute, anche se in effetti in parte molto minore.
    Inoltre, nella mia esperienza ho notato che il corpo fisico ha una sua forma di consapevolezza e intelligenza che si esprime precedentemente o in forma alternativa rispetto alla comprensione che noi abbiamo e che elaboriamo. Mi spiego meglio: accade che il corpo manifesti degli eventi (possono essere modificazioni o disturbi) che raccontano di un contenuto (vissuto, memoria) che non è ancora emerso alla coscienza, lo fa prima che questi contenuti si manifestino alla coscienza. Insomma mi pare che la consapevolezza di sé, come intelligenza e memoria, del fenomeno biologico organizzato sia un po’ più profonda e sviluppata di come viene descritta nella tabella; ma di questo magari si potrà discutere meglio in seguito.

  3. Pingback: Il processo di Ascensione | Hearthaware

I commenti sono chiusi.