ET_e_Bsirians-feat

e. SIRIANI B


In aggiunta agli extraterrestri sopra menzionati, ce ne sono altri dall’aspetto umano che provengono da Sirio B, noto sistema stellare binario. Alex Collier li descrive come segue:

“Le popolazioni di tutta Sirio B hanno vibrazioni abbastanza controllabili. Alcuni umani hanno la pelle rossa, beige e nera. I pianeti sono molto aridi e generalmente occupati da esseri rettiliani ed acquatici… La società è ossessionata da schemi di pensiero politici[H7] piuttosto che da attributi spirituali.” [49]

L’antica tribù africana dei Dogon ha sorprendentemente dimostrato di conoscere l’orbita ellittica di Sirio B intorno alla stella principale, Sirio A. A quanto pare, tale conoscenza fu trasmessa ai loro antenati da extraterrestri avanzati del sistema stellare di Sirio.[50] I Dogon descrivono i Siriani come anfibi di un pianeta orbitante intorno a Sirio B,  descrizione coerente con l’affermazione di Collier secondo cui uno dei pianeti di Sirio B è “prevalentemente occupato da esseri rettiliani ed acquatici”.[51] Le caratteristiche razziali degli umanoidi di Sirio B ci suggeriscono che essi siano discendenti del sistema stellare Vega, il quale verrà descritto in seguito.

Preston B. Nichols afferma di essere un insider che partecipò ad un progetto clandestino a Montauk, il quale coinvolse un certo numero di gruppi extraterrestri. Un investigatore indipendente ritiene che Nichols sia “un testimone molto affidabile e sicuro, le cui informazioni sono verificate su tutta la linea; nella misura in cui sia affatto possibile verificare certe particolari informazioni”.[52] Secondo Nichols, gli esseri umani provenienti da Sirio B, svolsero un’importante ruolo nella fornitura di tecnologia extraterrestre – come il viaggio nel tempo interdimensionale – alle agenzie governative clandestine coinvolte sia nel Philadelphia Experiment che nel Montauk Project.[53]

Alex Collier spiega il ruolo di questo gruppo di extraterrestri negli scambi tecnologici con le agenzie di sicurezza nazionali: “Quelli provenienti da Sirio B sono venuti qui e ci hanno davvero incasinato la testa: sono quelli che fornirono originariamente al nostro governo la tecnologia Montauk“.[54] Questa tecnologia extraterrestre fu fornita allo scopo di incoraggiare le agenzie di sicurezza nazionali allo sviluppo di capacità militari offensive per possibili minacce extraterrestri vis-à-vis. Secondo Collier, tale assistenza tecnologica riguarda anche la ricerca sulle armi biologiche:

“Il materiale biologico che è stato aggiunto al virus Ebola fu ceduto ai governi dagli umanoidi di Sirio B. Non so se lo presero su qualche altro pianeta o se provenga effettivamente proprio da Sirio.” [55]

Secondo Daniel Salter, un altro insider con una lunga carriera militare alle spalle (che include un periodo al National Reconnaissance Office), le questioni relative agli extraterrestri sono portate avanti da un’organizzazione clandestina all’interno della NSA – National Security Agency[H8], chiamata Advanced Contact Intelligence Organization (ACIO), nella quale cooperano sia umani che extraterrestri.[56]

Secondo le informazioni fatte trapelare da una presunto insider sul popolare sito web www.wingmakers.com – informazioni che Salter definisce accurate – l’ACIO sta collaborando con un pool di extraterrestri allo scopo di sviluppare sofisticate tecnologie di viaggio nel tempo, da usarsi per future minacce extraterrestri.[57]

Secondo il sito web wingmakers:

Blank Slate Technology o BST… è una forma di viaggio nel tempo che consente la ri-scrittura della storia in corrispondenza dei cosiddetti ‘punti di intervento’. I punti di intervento sono centri di energia causale capaci di creare un evento importante, come la disgregazione dell’Unione Sovietica o il programma spaziale della NASA. BST è la tecnologia più avanzata esistente e chiaramente chiunque ne sia in possesso può difendersi da qualsiasi aggressore. Si tratta, come Fifteen (leader del Labyrinth) amava dire, della chiave della libertà. Ricordate che l’ACIO è stata l’interfaccia principale con le tecnologie extraterrestri e con i modi di impiegarla nella società, al pari delle applicazioni militari. Eravamo esposti agli extraterrestri e sapevamo della loro agenda. Alcuni di questi hanno spaventato a morte l’ACIO.” [58]

È probabile che questo consorzio di extraterrestri comprenda quelli di Sirio B che, secondo quanto si dice, avrebbero ceduto una qualche forma di tecnologia per i viaggi nel tempo e/o i viaggi interdimensionali impiegati nel Progetto Montauk, e fornito assistenza nella ricerca di armi biologiche[H9]. I Siriani non sembrano essere strettamente collegati ai gruppi di Grigi e Rettiliani, coinvolti in maggior misura nei trasferimenti di tecnologia. L’interazione Siriana con il Governo Ombra sembra essere stata un’iniziativa indipendente, progettata per fornire una fonte alternativa di tecnologia extraterrestre.

Tuttavia, la descrizione di Collier degli umanoidi di Sirio B, che hanno convissuto nei loro mondi con i Rettiliani, suggerisce che abbiano una profonda esperienza storica condivisa con Rettiliani[H10]. Potrebbe essere stata la preoccupazione riguardo agli accordi di scambio tecnologico con i Rettiliani e i Grigi a spronare maggiormente gli sforzi dei Siriani.

In conclusione, questo gruppo di umani-extraterrestri di Sirio B è principalmente attivo in programmi di scambio tecnologico, in cui i governi sono stati assistiti nell’acquisizione di diverse tecnologie che hanno avuto successivamente applicazioni militari. Ciò sembra essere finalizzato a promuovere la cooperazione militare in difesa da possibili minacce extraterrestri nei confronti della Terra, attraverso la sovversione o l’intervento esterno[H11]. I problemi globali ai quali gli umanoidi provenienti da Sirio B hanno contribuito includono: la ricerca di armi segrete, l’uso di tecnologie extraterrestri e l’abuso di civili usati negli esperimenti di viaggio nel tempo.


Note dell’autore

[49] Alex Collier, “More on Civilizations in Various Star Systems” in Defending Sacred Ground, (§6).
[50] Vedi Robert Temple, The Sirius Mystery, (Destiny Books, 1987, p.204-227).
[51] Alex Collier, “More on Civilizations in Various Star Systems” in
Defending Sacred Ground, (§6).
[52] John Quinn,
Phoenix Undead: The Montauk Project and Camp Hero Today, (NewsHawk Inc., 1998).
[53] Preston Nichols, Montauk Experiments in Time, (Skybooks, 1999, p.65-70).
[54] Alex Collier, “More on The Sirians” in
Defending Sacred Ground, (§5). Per una citazione on-line,  vedi Alex Collier, Leading Edge Follow Up, (Interview by Val Valerian, 5 maggio 1996).
[55] Vedi Alex Collier, “
Leading Edge Follow Up Interview, 1996 in Defending Sacred Ground, (§5).
[56] Daniel M. Salter, Life With a Cosmos Clearance, (Light Technology, 2003, p.186-188).
[57] Vedi Daniel M. Salter, Life With a Cosmos Clearance, (p.181-185).
[58] Vedi Neruda,
Interview #1.


Note di Hearthaware

[H7] Alla luce di questa dichiarazione di Collier, si comprenderanno meglio le innumerevoli escursioni in politica fatte dall’essere siriano denominato SaLuSa, canalizzato via radio da Mike Quinsey. Visti gli interessi politici e militari dei Siriani B sulla Terra, rileggendo meglio il doppio post “Le canalizzazioni sono davvero attendibili?” – 1° parte e 2° parte – appariranno chiari i motivi alla base del basso lignaggio spirituale dei messaggi e della loro forte pregnanza politica, che lascia trasparire fortemente gli interessi propri che la razza extraterrestre di Sirio B ha sulla Terra.
[H8] Ora potrà apparire chiaro il perchè la National Security Agency sia in grado di manipolare le canalizzazioni e ne abbia l’interesse, come affermato nel nostro post articolo “La NSA contamina le canalizzazioni“.
[H9]
Il film Sirius, recentemente ultimato, e promosso dal dott. Steven Greer all’interno del Disclosure Project, è dedicato proprio alla disclosure dei Siriani di Sirio B.
[H10] Anche nel post “
Reportage sulla Federazione Galattica di Luce” sono confermate le strane connivenze e/o ibridazioni genetiche fra i Siriani B e i Rettiliani. Inoltre anche l’entità Washta, canalizzata via radio da Sheldan Nidle, è da ritenersi affiliata a tale razza ET. Ci sono dunque numerosi indizi che riconducono la FGdL al sistema di Sirio B.
[H11] I Siriani B sono senza ombra di dubbio la razza ET le cui motivazioni ed intenzioni sulla Terra sono più difficili da interpretare. Un esempio lampante è dato dai messaggi rilasciati dalla contattista italiana Marina Tonini, che ricava invece dai contatti con i Siriani B implicazioni molto utili all’evoluzione della coscienza umana.

Hearthaware blog

Autore: Dr. Michael E. Salla, PhD
Fonte: www.exopolitics.org – e-mail: drmsalla@exopolitics.org
©2004 Copyright Michael E. Salla, PhD
Versione italiana a cura di Ametista per Hearthaware blog
©2013 Hearthaware blog – Licenza Creative Commons CC BY-NC-SA

« e »

Un commento su “e. SIRIANI B

  1. Considerato l’abisso che c’è nei contenuti direi proprio che i Siriani vari SaLuSa & Co. e i Siriani B della sig.ra Tonini non siano affatto gli stessi. Sembrano proprio ben altri. D’altra parte nello stesso sistema stellare ci possono essere più pianeti a diversi livelli di evoluzione…

I commenti sono chiusi.