ET_g_telosians-feat

g. TELOSIANI


Gli extraterrestri “sotterranei” sono ritenuti essere i discendenti della civiltà umana vissuta anticamente sulla superficie terrestre (come Lemuria e Atlantide) e sono quindi geneticamente legati alla razza umana.

La storia più famosa che racconta di queste antiche razze è quella narrata nei diari postumi dell’ammiraglio Richard E. Byrd, nei quali l’autore descrive una spedizione segreta al Polo Nord durante la quale fu condotto nella dimora sotterranea di una razza evoluta dalle caratteristiche fisiche nordiche. Gli furono mostrate alcune meraviglie tecnologiche ed incontrò anche il leader di questa avanzata razza sotterranea che, da quanto racconta Byrd, gli parlò così:

“Ti abbiamo consentito di entrare qui perché sei di animo nobile e molto famoso sulla superficie del mondo, ammiraglio. Sei nel regno degli Arianni, il mondo sotterraneo della Terra… ammiraglio, ti dirò perché sei stato invitato qui. Iniziammo ad interessarci a voi dopo che la vostra razza fece esplodere le prime bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki, in Giappone. Fu talmente allarmante che inviammo in superficie le nostre macchine volanti, i ‘Flugelrads’, per scoprire cosa avevate combinato… Vedi, non abbiamo mai interferito nelle vostre guerre e nelle vostre barbarie, ma in quel momento dovevamo farlo, perché avevate imparato a manipolare un certo potere non adatto agli uomini, vale a dire l’energia atomica. I nostri emissari hanno da tempo consegnato dei messaggi ai potenti del vostro mondo, ma ancora non abbiamo ricevuto nessuna risposta. Per questo ti abbiamo scelto, per essere testimone dell’esistenza del nostro mondo. Come puoi capire, la nostra cultura e la nostra scienza sono avanti migliaia di anni rispetto alla vostra, ammiraglio.” [70]

Ci sono molte controversie sulla veridicità dei diari dell’ammiraglio Byrd, ma ci sono anche un certo numero di segnalazioni che riguardano incontri con rappresentanti di un’avanzata razza umana vivente sotto terra. Si pensa che sotto il Monte Shasta[H15], in California, ci sia una enorme città sotterranea chiamata Telos. Questa ipotesi è sostenuta da persone che hanno avuto fisicamente accesso a questa città e da persone che hanno comunicato telepaticamente con gli abitanti di Telos.

Un noto ricercatore dell’ambito ufologico, William Hamilton, sostiene di aver incontrato alcuni rappresentanti di Telos che gli hanno descritto l’avanzata tecnologia, la struttura sociale di Telos e la sua connessione con la precedente civiltà lemuriana.

Hamilton descrive così una telosiana di nome Bonnie e la sua famiglia:

“Bonnie, sua madre (Rana Mu), suo padre (Ra Mu), sua sorella Judy, i suoi cugini Lorae e Matox, vivono e si muovono nella nostra società, tornando spesso a Telos per in vacanza per riposarsi. Bonnie racconta che i suoi simili usano macchine perforatrici per creare dei tunnel sotto Terra. Queste macchine riscaldano la roccia fino a fonderla e poi vetrificarla, così da non richiedere l’uso di travi e supporti come nelle nostre miniere. Un tunnel serve per collegare le varie città esistenti nelle regioni sotterranee del nostro emisfero. In questi tunnel transitano treni spinti da impulsi elettromagnetici fino alla velocità di 4000 km/h. Ce n’è uno che conduce ad una loro città sotto la foresta brasiliana del Mato Grosso. Fanno crescere il cibo con la tecnica idroponica, per irraggiamento di luce a pieno spettro, ed i loro orti sono governati da robot. Il cibo e le risorse di Telos sono distribuite in abbondanza a un milione e mezzo di persone che vivono secondo i principi di un’economia senza moneta.” [71]

Dianne Robbins, che sostiene di aver comunicato telepaticamente con i Telosiani, rende noto che essi sarebbero i discendenti degli antichi Lemuriani i quali, dopo la distruzione del loro continente, avrebbero eretto il Monte Shasta a loro nuova dimora.[72] A quanto pare, dopo il disastro, i 15 mila Lemuriani superstiti fecero rifiorire la loro civiltà nelle caverne sotterranee del Monte Shasta, fino a raggiungere una popolazione di 1,5 milioni di persone. I Telosiani si avvalgono dell’uso di tecnologie psicotroniche – compreso l’uso dei cristalli ed abilità mentali altamente sviluppate – per mantenere una società incredibilmente avanzata, capace di interagire con gli extraterrestri di molti sistemi stellari.

I Telosiani sono specializzati nel mantenimento della longevità umana, nell’integrazione di tecnologie armoniose e di sistemi di credenze, a vantaggio degli umani di superficie. I Telosiani ed altri “extraterrestri” sotterranei cercano di limitare gli aspetti più dannosi degli accordi tecnologici fra umani ed extraterrestri e, allo stesso tempo, assistono la crescita evolutiva della coscienza umana. Nei confronti degli umani di superficie, le principali attività supportive dei Telosiani sono  riconducibili all’apprendimento dell’antica storia della Terra, al ripristino della longevità caratteristica degli umani, alla modifica dei sistemi di credenze dannosi ed alla protezione l’ambiente. Le soluzioni che i Telosiani propongono a vantaggio del pianeta Terra sono la protezione dell’ambiente, la promozione della biodiversità, il ripristino della salute umana ed infine il recupero dell’antica conoscenza storica andata perduta.

Gli extraterrestri umanoidi, provenienti da razze non evolutesi sulla Terra, dichiarano di aver fornito materiale genetico per l’evoluzione umana; alcuni di essi hanno consentito a membri della loro razza di incarnarsi come starseed sulla Terra, all’interno di famiglie umane. Questi starseed, starchild e star people sono descritti da Brad e Francie Steiger come individui le cui anime erano formalmente incarnate su altri mondi ed altri sistemi stellari, e che poi hanno viaggiato verso la Terra decidendo di incarnarsi qui[H16], nell’intento di accelerare lo sviluppo evolutivo dell’umanità.[73]

La maggior parte degli umani li considera benevoli, come descritto dai contattisti George Adamski, Orfeo Angelucci, George Van Tassell, Howard Menger, Paul Villa, Billy Meier e Alex Collier, i quali spiegano la natura della loro interazione volontaria con questi umani-extraterrestri.[74] Spesso i contattisti su menzionati hanno anche fornito prove fisiche, sotto forma di fotografie, video e/o testimoni dei loro contatti con le razze extraterrestri; in questo senso, la ricerca più estesa e documentata è quella del contattista Eduard “Billy” Meier.

Sembra che queste razze extraterrestri umanoidi provenienti dallo spazio abbiano diverse specializzazioni peculiari[H17], emergenti ciascuna come singolare risultato storico di migrazioni planetarie, attuate in conseguenza a conflitti o sconvolgimenti galattici. Vale la pena esplorare la storia di ogni razza, per capire come attualmente interagiscano con la razza umana o come potrebbero interagire con essa per trovare le soluzioni ai problemi del mondo.


Note dell’autore

[70] Richard Byrd, The Missing Diary of Admiral Richard Byrd, (Inner Light Publications, 1992).
[71] Citato on-line @
www.mslpublishing.com/about-mt-shasta, vedi anche William Hamilton, Cosmic Top Secret: America’s Secret Ufo Program – New Evidence, (Inner Light – Global Communications,  2002).
[72] Dianne Robbins, Telos: The Call Goes Out from the Hollow Earth and the Underground Cities, (Onelight.com Publishing, 2001).
[73] Brad and Francie Steiger, The Star People, (Berkeley Books, 1981).
[74] Vedi ad esempio, George Adamski,
Inside the Flying Saucers. Per discussioni sulle esperienze di un vasto numero di contattisti, vedi Timothy Good, Alien Base: The Evidence for Extraterrestrial Colonization on Earth.


Note di Hearthaware

[H15] In corrispondenza del Monte Shasta si trova uno dei 12 chakra maggiori di Gaia. Inoltre, il Monte Shasta è anche uno dei punti nodali della Griglia Cristallina 144.
[H16]
Vedi le interessanti corrispondenze con quanto riportato nella pagina di presentazione degli starseed, “Starseed ► 1. Chi sono?“.
[H17]
Per maggiori specifiche sui ruoli, le funzioni e le competenze dei vari starseed, vedi le pagine “Starseed ► 10. Origine planetariae relative sottopagine, e “Starseed ► 11. Life Mission“.

Hearthaware blog

Autore: Dr. Michael E. Salla, PhD
Fonte: www.exopolitics.org – e-mail: drmsalla@exopolitics.org
©2004 Copyright Michael E. Salla, PhD
Versione italiana a cura di Santjago per Hearthaware blog
©2013 Hearthaware blog – Licenza Creative Commons CC BY-NC-SA

« ◄ g »

3 commenti su “g. TELOSIANI

  1. Non so se i Telosiani (da non confondere coi Talosiani) siano davvero discendenti di superstiti di Lemuria (certo ne avrebbero fatta di strada per arrivare fin là) ma una cosa è certa: i Lemuriani non erano “Nordici”. Forse sono diventati così pallidi a forza di vivere nel sottosuolo. E di sicuro non scavavano tunnel. La “tecnologia” di Lemuria è impensabile per il tipo di civiltà in cui siamo. La storia di Lemuria, e soprattutto la sua fine, riportata nei link sono solo c*****e.
    Posso dirlo con sicurezza perché a Lemuria ci ho abitato per almeno un paio di vite… e anche per qualche motivo in più.

  2. Anche il perforamento della Terra, anche se fatto così perfettamente, è un modo di danneggiare la STESSA Terra come pianeta.
    e i veri Agharthani o Lemuriani, non lo farebbero mai… hanno già i cunicoli pronti, presenti da sempre, o addirittura i portali dimensionali.
    Ogni tanto a me, in astrale, capita di andarci.

  3. Vorrei evidenziare che l’autore sovrappone informazioni di origine diversa in modo un po’ impreciso. Infatti nella descrizione data da Byrd della sua affascinante esperienza, gli esseri “nordici” che incontra si definiscono “ariani” e non “telosiani”
    http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/el_byrd.htm
    http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/tc_byrd.htm
    Si parla di Telos come città sotterranea popolata dai discendenti delle leggendarie civiltà perdute solo di recente, in base appunto alle canalizzazioni dell’autrice citata D. Robbins, 1999-2000
    Secondo “Terra Cava” di F. Cellina, in cui l’autore semplicemente riporta i materiali canalizzati da D. Robbins e Aurelia L. Jones, Telos farebbe parte della Federazione Galattica di Luce. E’ tutto dire.
    Anzi no: aggiungerei una considerazione sull’importanza del M. Shasta come un centro primario di energia e quindi l’interesse di forze oscure a impadronirsene o indebolirne la portata; e un’altra sul fatto che il regno sotterraneo è un altro ambito in cui creare confusione.
    (oltre che, neanche a dirlo, sulla storia di Lemuria: tanto chi potrebbe mai verificare?)

I commenti sono chiusi.