ET_j_pleiadians-feat

j. PLEIADIANI


Billy Meier racconta di come i Pleiadiani, discendenti diretti dei nordici Lyriani, si siano spostati da un sistema solare ad un altro prima di stabilirsi definitivamente nella costellazione delle Pleiadi.

“Meier descrive la storia dei primi antenati pleiadiani, anticamente stanziati su un altro sistema solare, e del loro viaggio verso le Pleiadi, nonché di un loro precedente tentativo fallito di stabilirvisi. Un terzo del loro popolo, composto dai sopravvissuti alla distruzione del pianeta d’origine, costruì in meno di 900 anni gigantesche astronavi-arche di evacuazione, tecnologicamente molto avanzate, cominciando così una migrazione che durerà per diverse migliaia di anni. Gli extraterrestri che visitarono la Svizzera sono i diretti discendenti di una di quelle astronavi-arche stabilitesi su uno dei tre pianeti adibiti alla vita umana nella costellazione delle Pleiadi. Da allora, essi hanno sperimentato periodi favorevoli ed altri sfavorevoli. Sostanzialmente, noi umani siamo i discendenti delle loro prime colonie avviate quando cercarono di stabilirsi su questo sistema solare, insieme con vari gruppi di umani aborigeni ed esuli provenienti da un sacco di altri posti.” [92]

Il sistema solare di cui parla Meier è Taygeta, e il suo pianeta principale è Erra.[93] Sono i Pleiadiani di Taygeta ad aver scelto Meier come rappresentante per divulgare la verità sulla presenza extraterrestre.[94] Semjase, la donna pleiadiana che contattò Meier, descrisse i Pleiadiani  come segue:

“Noi non siamo né Guardiani della Terra né Angeli mandati da Dio o cose simili. Molte persone affermano che vigiliamo sugli abitanti della Terra per tenere sotto controllo i loro destini. Questo non è vero, perché noi abbiamo scelto una missione che non ha nulla a che fare con il supervisionare o con il regolare Il destino della Terra. Dunque è errato indicarci come messaggeri e guardiani del Pianeta Terra.” [95]

Un’aspetto importante che i Pleiadiani hanno identificato nella loro missione è quello di avvisarci della presenza dei Grigi, così descritti:

“Ci sono molte differenti forme di vita che hanno acquisito abbastanza conoscenza da varcare I confini planetari. Viaggiano attraverso lo spazio e talvolta giungono anche sulla Terra. Molti di loro sono creature sgradevoli che vivono in una sorta di primitivismo simile a quello degli umani. Dovreste allontanarvi da loro perché spesso attaccano e distruggono tutto ciò che incontrano sulla loro strada. Molte volte hanno distrutto interi pianeti o ridotto gli abitanti in schiavitù. Una delle nostre missioni è avvisarvi della loro pericolosità. L’umanità deve sapere tutto ciò, perché arriverà il momento in cui un conflitto con queste razze sarà inevitabile.” [96]

Secondo Alex Collier, Grigi e Pleiadiani sono coinvolti in scontri a fuoco nel nostro sistema solare e in altri sistemi come Sirio B.[97] Un altro aspetto della missione dei Pleiadiani è quello di assisterci nell’evoluzione della coscienza ed d’incoraggiare le religioni ad unirsi.[98] I Pleiadiani non concordano inoltre con le affermazioni di alcuni contattisti come Adamski, poichè non esporrebbero correttamente le dinamiche della presenza extraterrestre sul pianeta.[99]

Collier ha affermato che alcuni gruppi di Pleiadiani, come quelli provenienti da Alcyone, collaborano con il Governo Ombra, mentre quelli di Taygeta (i Pleiadiani di cui abbiamo parlato prima) sono descritti come i nostri veri fratelli.[100] Nonostante la possibile agenda segreta di alcuni Pleiadiani[H20], la maggior parte delle evidenze e delle testimonianze fa notare che i Pleiadiani hanno sostanzialmente un rapporto positivo con gli umani, che si esprime nel supporto dato all’evoluzione della nostra coscienza e alla liberazione dalla tirannia dei Grigi e dei Rettiliani.[101]

Concludendo, il compito dei Pleiadiani sembra quello di aiutare l’umanità a liberarsi dalle strutture oppressive imposte dell’elite attraverso l’educazione e il risveglio della coscienza: essi ci assistono aiutandoci a trovare soluzioni globali come i diritti umani universali, i sistemi di democrazia partecipatoria, l’evoluzione della coscienza umana  e l’educazione globale[H21].


Note dell’autore

[92] Wendell Stevens, UFO Contact from the Pleiades, (§4).
[93] Per una descrizione on-line del pianeta Erra, vedi
 it.figu.org.
[94] Per una descrizione del primo contatto pleiadiano con Meier e il ruolo speciale a lui assegnato, vedi Billy Meier,
First conversation with the UFO person, (28 gennaio 1975).
[95] Wendell Stevens,
UFO Contact from the Pleiades, (§4).
[96] Billy Meier,
First conversation with the UFO person, (28 gennaio 1975).
[97] Alex Collier, “The ET Global Connection:  A Lecture by Alex Collier” in Defending Sacred Ground, (§1).
[96] Billy Meier,
First conversation with the UFO person, (28 gennaio 1975).
[99] Per una descrizione dei commenti sprezzanti dei Pleiadiani nei confronti di molti altri contattisti, vedi Billy Meier,
Second Contact, (3 febbraio 1975).
[100] Alex Collier,
Leading Edge Follow-up (intervistato da Val Valerian, 5 maggio 1996).
[101] Vedi Graham Bethune, Pleiadians from Alcyone, (Cosmic Intelligence Awareness, 1998).


Note di Hearthaware

[H20] Nel post “Cobra dossier” abbiamo segnalato le sospette connivenze fra certi Pleiadiani e gruppi di Rettiliani. È dunque da considerare l’ipotesi che i Pleiadiani di cui parla Cobra siano proprio la minoranza guerrafondaia di Alcyone, scesa a patti con il MIEC, per spingere la disclosure governativa a tutti i costi. Va altresì riconsiderata l’ipotesi che il famoso messaggio che preannunciò il fantomatico sorvolo UFO del 4 agosto 2012 sui cieli di Londra, a firma del Pleiadian Council, potesse provenire dal medesimo gruppo disertore dei Pleiadiani di Alcyone.
[H21] Per approfondire i tratti caratteriali dei Pleiadiani, vedi la pagina “Starseed ► 10.a Pleiadiani“.

Hearthaware blog

Autore: Dr. Michael E. Salla, PhD
Fonte: www.exopolitics.org – e-mail: drmsalla@exopolitics.org
©2004 Copyright Michael E. Salla, PhD
Versione italiana a cura di GiS91 per Hearthaware blog
©2013 Hearthaware blog – Licenza Creative Commons CC BY-NC-SA

« j »