ET_k_Nrigelians-feat

k. RIGELIANI Nordici


Una delle numerose colonie spaziali umane fondate dai Lyriani venne stabilita probabilmente sui pianeti di Rigel, un sistema solare situato nella costellazione di Orione[H22]. Ad un certo punto della storia, i Nordici di Rigel andarono probabilmente  incontro ad una guerra civile e furono sopraffatti dai Grigi.

George Andrews ha reso noto che una nordica del sistema solare di Procyone di nome Khyla ha rivelato molte informazioni su Rigeliani, Procyoniani e Grigi ad un anonimo contattista umano, le quali sono coerenti con quelle fornite da altre fonti. Così Andrews ha potuto considerarle attendibili.[102]

Il contattista ha descritto Khyla come segue:

“Khyla somiglia ad una donna umana alta, snella ma muscolosa, dalle sembianze mascoline ma al contempo eteree. Aveva del nero artificiale o forse naturale, simile al carbone, intorno agli occhi . Il suo volto era squisitamente aggraziato ma mascolino, un viso scarno, con gli zigomi alti, penetranti occhi blu cobalto, bei capelli biondi lunghi quasi fino alle spalle e un collo muscoloso. La sua pelle era di un rosa molto chiaro… È difficile valutare la sua altezza esatta a causa delle circostanze in cui si è verificato il nostro incontro, ma direi che era alta fra 1,80m e 2,10m.” [103]

Andrews raconta la storia di Rigel come esposta da Khyla al contattista:

“Gli antenati dei Piccoli Grigi erano alti e biondi. Prima della Grande Guerra, Rigel era un grande impero, la casa di molte civiltà intergalattiche. Tutti i Rigeliani erano alti e biondi. Una colonia era già stata stanziata su Procione. La Grande Guerra fu una guerra civile fra Rigeliani e durò l’equivalente di 3 secoli. Un gruppo di Rigeliani, intuendo che la Grande Guerra stava per scoppiare, decollò furtivamente alla volta di Procione con astronavi di fortuna. Sono stati gli unici a sfuggire alla devastazione. Tutti quelli rimasti su Rigel vennero trasformati in Piccoli Grigi.” [104]

Sembra che Rigel abbia subìto una devastante guerra nucleare ed un collasso ambientale, che costrinse i superstiti a rifugiarsi sottoterra. È molto improbabile che i Nordici Rigeliani siano stati trasformati in Piccoli Grigi poiché il genoma umano è spesso considerato da loro inferiore. Il processo di mutazione genetica avrebbe richiesto tempi molto più lunghi dei 3 secoli sopra menzionati.

È invece più probabile che i Nordici Rigeliani superstiti abbiano preso parte ad un ampio programma di ibridazione genetica planetario condotto dai Piccoli Grigi di Zeta Reticuli, segretamente infiltratisi su Rigel prima e/o durante la Grande Guerra, al fine di destabilizzarlo. I Piccoli Grigi riuscirono a creare geneticamente gli Alti Grigi utilizzando probabilmente il materiale genetico dei sopravvissuti nordici che non sono riusciti ad opporsi. Questi Alti Grigi rigeliani ebbero in seguito un ruolo chiave nelle iniziative diplomatiche condotte dai Grigi e furono un buon primo modello genetico per la creazione di nuove e migliori razze ibride-umanoidi.


Note dell’autore

[102] George Andrews, Extra-Terrestrial Friends and Foes, (p.141).
[103] George Andrews, Extra-Terrestrial Friends and Foes, (p.149).
[104] George Andrews, Extra-Terrestrial Friends and Foes, (p.147).


Note di Hearthaware

[H22] È assai probabile che gli starseed orioniani in servizio sulla Terra provengano proprio dalla razza nordica di Rigel. Questo andrebbe a sfatare l’ingenua credenza che tutte le razze provenienti da Orione siano ostili agli umani terrestri, tanto quanto lo sono i Grigi o i Rettiliani.

Hearthaware blog

Autore: Dr. Michael E. Salla, PhD
Fonte: www.exopolitics.org – e-mail: drmsalla@exopolitics.org
©2004 Copyright Michael E. Salla, PhD
Versione italiana a cura di GiS91 per Hearthaware blog
©2013 Hearthaware blog – Licenza Creative Commons CC BY-NC-SA

« k »