Shift of the Ages header

Wilcock – Il Cambio d’Era


“Il Cambio d’Era” (titolo originale “Shift of the Ages“), è un compendio di taglio tecnico-scientifico firmato da David Wilcock (sotto nella foto), che sintetizza abilmente dati scientifici e metafisici in una tesi completa sulla transizione planetaria che stiamo vivendo. Il libro è stato tradotto completamente in italiano dal sito www.stazioneceleste.it; la copertina è stata aggiunta da Hearthaware. Potete sfogliarlo e leggerlo on-line su questa pagina o eseguire il download del libro in formato .pdf.

Indice


↓ Clicca sulla copertina del libro per scaricarlo in formato .pdf ↓

Hearthaware blog
hearthaware.wordpress.com

link al libro originale in inglese sul sito di David Wilcock
divinecosmos.com | Shift of the Ages

link alla versione italiana
www.stazioneceleste.it | Il Cambio d’Era

7 commenti su “Wilcock – Il Cambio d’Era

  1. Ciao a voi tutti,
    leggendo l’introduzione di questo libro, rimango ‘sbalordito’ da come vengono descritti ed interpretati segni e segnali che sono del tutto simili a quelli che ritroviamo in questo periodo. Numero di avvistamenti UFO mai registrato, eventi fisici terrestri (scioglimento calotte, eruzioni vulcani, ecc.), energie che raggiungono la Terra (punto zero), e molto altro.
    Peccato però che nel libro si parla del 2000.

    Cosa si può pensare?

    • Una interpretazione più lineare possibile vorrebbe questi eventi in continuo incremento nei 12 anni del terzo millennio. Dunque anno dopo anno raggiungono il loro massimo apice. Il 2000 più degli anni precedenti, il 2001 più del 2000, il 2002 più del 2001 e così via. Dunque ogni anno si potrebbe dire a ragione che si è nel punto di picco storico dei fenomeni, dato che:
      a) i fenomeni sono in aumento;
      b) si conosce il passato;
      c) non si conosce il futuro;
      Quindi a rigor di logica Wilcock potrebbe essere in buona fede.
      Se poi esistono altre interpretazioni più malevoli, beh è possibile anche questo.

  2. Ciao Lòth,
    grazie per la tua risposta. Più che malevoli, possono portare ad una confusione e quindi ad allontanarsi dal proprio spirito. Perchè così facendo, si mette (e si lascia) troppo spesso l’attenzione fuori da noi, e queste interpretazioni non aiutano molto in questo senso.
    In questo (come allora) periodo, dare questo genere di interpretazioni, e poi “stirarle” nel tempo, porta ad una “agonia spirituale”, che è proprio quello che non serve.
    Nel libro vengono citate e riportate diverse altre fonti (da Cayce a Ra ecc.) che sono state molto chiare e precise. Per cui mi chiedevo perchè questa introduzione?
    Un “profano” leggendo questo libro, e leggendo i blog su internet, pensa che non sia cambiato nulla, e resta così “intrappolato”. E questo mi spiace molto.

  3. Pingback: La timeline catastrofista e quella positivista a confronto | Hearthaware

  4. Pingback: La timeline catastrofista e quella positivista a confronto‏ | La Verità è la crescita !

  5. Pingback: La timeline catastrofica e quella positiva a confronto. « lo specchio del pensiero

I commenti sono chiusi.